44.189.422
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IN AUSTRALIA ANCORA PIU' RIGIDE LE LEGGI CONTRO I CLANDESTINI, IN ITALIA DEVASTATA DAI TERREMOTI MILIARDI AGLI AFRICANI

lunedì 31 ottobre 2016

LONDRA - Come l'Italia anche l'Australia ha il problema degli immigrati clandestini senza diritto di asilo che arrivano via mare ma al contrario dell'Italia il governo australiano ha introdotto misure draconiane per prevenire eventuali invasioni da parte di richiedenti asilo che tali non sono.

E difatti a tale proposito ha deciso di mandare tutti i presunti richiedenti asilo in centri di accoglienza che si trovano a Nauru o a Manus, un'isola della Papua Nuova Guinea, e chiunque ottiene lo status di rifugiato puo' andare a vivere in altri paesi ma non in Australia.

Tale politica ha avuto un certo successo nel prevenire l'arrivo di immigrati via mare e ovviamente ha evitato eventuali incidenti che avrebbero potuto costare la vita a parecchi di questi disperati e per tale motivo sarebbe logico pensare che il governo australiano non abbia intenzione di introdurre altre misure draconiane.

E invece le cose non stanno proprio cosi'.

Pochi giorni fa il primo ministro australiano Malcolm Turnbull ha dichiarato che nei prossimi giorni il suo governo proporra' al Parlamento una legge che vieta a tutti coloro che arrivano via mare in Australia la possibilita' di entrare in questo paese per tutta la vita e la definizione e' piuttosto larga visto che interesserebbe non solo rifugiati ma anche turisti, uomini d'affari e persone sposate con cittadini australiani e gli unici esclusi sarebbero i minori che al momento si trovano in uno dei centri per rifugiati a Nauru o Manus.

Turnbull ha dichiarato che tale misura e' necessaria per dare un messaggio forte e chiaro che non conviene affidarsi ai trafficanti di uomini perche' a chi lo fa verra' impedito di andare in Australia per sempre.

Lo scopo di tale misura e' chiaramente quello di stroncare alla radice la tratta di esseri umani convincendo tutti coloro che vogliono partire che la porta per entrare in Australia illegalmente utilizzando metodi che presuppongono l'arrivo in Austrialia senza alcun eprmesso preventivo - cosa che è sempre possibile, se invece di violare la legge si seguono le procedure di immigrazione per ragioni di lavoro o di studio - e' chiusa.

Al momento non e' chiaro se l'opposizione appoggiera' questa misura, ma di certo il governo australiano non si fara' intimidire dalle varie associazioni umanitarie che tanto danno hanno fatto altrove, che lucrano proprio su questo disgustoso business.

Questa notizia e' stata riportata ampliamente dalla stampa britannica, ma censurata in Italia perche' darebbe parecchio fastidio al governo Renzi visto che gli italiani giustamente si chiederebbero perche' l'Italia non segua l'esempio australiano e mandi tutti quelli che arrivano via mare in altri Paesi.

Da gennaio 2016 ad oggi, sono stati trasportati in Italia spacciandoli per "poveri profughi" oltre 170.000 africani provenienti da tutto il continente e meno del 5% dei quali con la possibilità venga accolta la richiesta di asilo in Italia e per conseguenza nella Ue. E' talmente alto il pericolo che queste orde invadano l'Europa, che tutti - dicasi tutti - gli stati confinanti hanno eretto barriere e instaurato controlli severissimi ai valichi di frontiera e lungo tutte le linee di frontiera con l'utilizzo addirittura dell'esercito, come in Svizzera.

Tutto questo non si sarebbe reso necessario, se l'Italia, ovvero il governo Renzi, usasse i criteri australiani per impedire l'invasione del Paese. Sarebbe semplicissimo: una volta "salvati in mare" gli africani stipati su barconi e gommoni, dovrebbero essere ricondotti in Libia in porti sicuri come quello di Tripoli, a maggior ragione ora che l'isis in Libia è stato debellato. Ma questo, il governo Renzi non lo fa, altrimenti crollerebbe l'immenso "affare accoglienza" che rende oltre 4 miliardi di euro l'anno - sperperati dallo stato - a chi "se ne occupa", non ultima la mafia, come le inchieste di Roma hanno dimostrato.

E ora che addirittura intere regioni del centro Italia sono state devastate dai terribili terremoti consecutuvi che le hanno colpite, l'ultimo violentissimo due giorni fa, di oltre il sesto grado, e già 40.000 italiani sono dovuti scappare dalle loro case distrutte e altri 100.000 lo faranno tra poco, grida vendetta che il governo Renzi sperperi miliardi per gli africani mentre gli italiani disperati colpiti dal sisma e avendo perso tutto, parenti, amici, casa, lavoro, si trovano come in un girone dantesco a dover affrontare un futuro che così stando le cose non dà speranza.

Noi non ci stiamo a questa orrenda ingiustizia e abbiamo deciso di riportare questa notizia che arriva dalla lontana Australia perche' vogliamo che gli italiani si ribellino al governo Renzi e lo obblighino  a dare tutte le risorse che sperpera con gli africani agli italiani terremotati.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra 


IN AUSTRALIA ANCORA PIU' RIGIDE LE LEGGI CONTRO I CLANDESTINI, IN ITALIA DEVASTATA DAI TERREMOTI MILIARDI AGLI AFRICANI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MIGRANTI   AFRICANI   ITALIA   AUSTRALIA   TERREMOTO   RENZI   GOVERNO   FRONTIERA   ESERCITO   BARCONI   GOMMONI   STAMPA   BRITANNICA   UE   PARLAMENTO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN EURO (QUESTO TEME LA UE)

PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN

mercoledì 22 febbraio 2017
Mentre si avvicinano le elezioni olandesi dove è molto probabile che il partito anti euro e anti Ue di Wilders, alleato di Salvini e della Le Pen, ottenga un risultato incoraggiante e quelle
Continua
 
COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA TROIKA IN ITALIA)

COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA

mercoledì 22 febbraio 2017
BRUXELLES - La Commissione europea oggi ha deciso nuovamente di avviare un monitoraggio approfondito nei confronti dell'Italia per i suoi squilibri macroeconomici eccessivi che potrebbero avere - a
Continua
NUBE RADIOATTIVA CARICA DI IODIO 131 SI AGGIRA PER I CIELI D'EUROPA DA SETTIMANE, MA LA NOTIZIA E' STATA CENSURATA

NUBE RADIOATTIVA CARICA DI IODIO 131 SI AGGIRA PER I CIELI D'EUROPA DA SETTIMANE, MA LA NOTIZIA E'

mercoledì 22 febbraio 2017
Un misterioso aumento della radioattività è stato segnalato da gennaio in vaste aree dell'Europa senza motivo apparente. "Piccole quantità" di Iodio 131, materiale radioattivo di
Continua
 
CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'': PRESIDIARE I CONFINI FUNZIONA

CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'':

martedì 21 febbraio 2017
LONDRA - La chiusura della rotta balcanica ha scatenato accese polemiche tra i sostenitori dell'accoglienza a tutti i costi, ma tale blocco ha avuto risultati positivi in Svizzera visto che ha
Continua
MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO, ITALIA RISCHIO PRINCIPALE)

MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO,

martedì 21 febbraio 2017
BERLINO - "L'Italia e' il 'rischio principale' della stabilita' dell'euro". Lo scrive il senior economist di Deutsche Bank Marco Stringa in un report, secondo quanto riporta l'agenzia internazionale
Continua
 
MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA DEI TASSISTI

MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA

lunedì 20 febbraio 2017
Qualcuno nel Pd non ci sta a sentirsi responsabile del pasticcio combinato dal governo sulla questione Uber: "In questi giorni la città è bloccata dai tassisti, ma non hanno torto loro:
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CAGLIARI COME PARIGI: LA POLIZIA SI RIBELLA! POLIZIOTTI IN PIAZZA, SIT IN DAVANTI LA QUESTURA CONTRO L'IMMIGRAZIONE

CAGLIARI COME PARIGI: LA POLIZIA SI RIBELLA! POLIZIOTTI IN PIAZZA, SIT IN DAVANTI LA QUESTURA
Continua

 
CATASTROFE DELL'AGRICOLTURA, DELLA PASTORIZIA E DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI NELLE ZONE TERREMOTATE DEL CENTRO ITALIA

CATASTROFE DELL'AGRICOLTURA, DELLA PASTORIZIA E DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI NELLE ZONE TERREMOTATE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!