44.148.825
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

RAPINA IN VIA DELLA SPIGA A MILANO: TECNICA DA COMMANDO TERRORISTICO. 8 RAPINATORI, LANCIATE MOLOTOV, USATE SPRANGHE.

martedì 21 maggio 2013

Milano - Due persone sono rimaste ferite nell'assalto, a colpi di mazze, messo a segno dai quattro rapinatori che alle 11.40 circa hanno rapinato lo storico negozio di orologi Franck Muller in via della Spiga 19 a Milano. Da quanto si apprende si tratterebbe di due dipendenti del negozio: una persona ha rifiutato le cure del personale del 118, mentre l'altra e' stata trasportata al Policlinico. Le sue condizioni non sarebbero gravi.

La gioielleria Franck Muller era gia' stata presa di mira dai rapinatori lo scorso 15 febbraio. Anche in quell'occasione i banditi avevano agito con pesanti mazze sfondando gli espositori. Nell'azione era rimasto ferito lievemente un cliente.

Secondo le prime informazioni sulla dinamica della rapina, ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri, i banditi dopo essere riusciti a far entrare un complice hanno fatto irruzione e hanno cominciato a devastare le vetrine interne e gli espositori, secondo una delle tecniche piu' diffuse in questo genere di rapine, arraffando contemporaneamente orologi e preziosi. Secondo i primi riscontri i componenti del commando sarebbero diversi, almeno 7-8.

"Ho visto un uomo incappucciato che correva e gridava 'molotov', poi ho sentito un botto tremendo": e' quanto riferisce uno dei testimoni della sanguinosa rapina. I malviventi erano tutti incappucciati: hanno spaccato le vetrine servendosi di alcune mazze, con le quali avrebbero anche colpito alla pancia due dei commessi, e hanno esploso una molotov all'interno del negozio. Dopo aver raccolto la refurtiva i rapinatori sono scappati a piedi lungo via della Spiga, lanciando una bottiglia incendiaria lungo via Gesu'. L'intera via e' stata poi completamente chiusa dalle forze dell'ordine.

Nelle fasi concitate della fuga, i rapinatori hanno abbandonato all'interno del negozio devastato un'ascia, un borsone e un berretto.

Ed è davvero ''ingente'' l'ammontare dei valori rapinatii. A confermarlo sono stati i carabinieri che indagano. Secondo indiscrezioni, ben dieci degli undici espositori sarebbero stati ''ripuliti''. Al momento non e' neanche possibile quantificare l'ammontare del bottino, ma pare evidente che la rapina sia stata consumata in pieno. All'interno del negozio gli addetti sono gia' al lavoro per inventariare quanto portato via. Sul posto sono intanto in piena attivita' le indagini, condotte dalla sezione Rilievi e dal Nucleo investigativo dell'Arma. 

A uno dei due impiegati feriti durante la rapina, in ospedale e' stata riscontrata un'emorragia alla milza. Lo comunicano i carabinieri, secondo i quali comunque l'uomo non e' in pericolo di vita. Il ferito, 39 anni, italiano, era stato portato al Policlinico con forti dolore al costato. L'altro ferito, 58 anni, originario della Libia, e' stato medicato ma ha rifiutato il ricovero.

Per coprirsi la fuga, i banditi hanno usato in tutto 4 bottiglie incendiarie. Lo rendono noto i carabinieri del comando provinciale di Milano. La prima bottiglia e' stata lanciata davanti alla gioielleria ed una seconda in via della Spiga angolo Manzoni, una terza in via Borgospesso. Una quarta e' stata abbandonata integra in via dell'Annunciata.

Questi i fatti. 

Redazione Milano


RAPINA IN VIA DELLA SPIGA A MILANO: TECNICA DA COMMANDO TERRORISTICO. 8 RAPINATORI, LANCIATE MOLOTOV, USATE SPRANGHE.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
VERA POLITICA / LA LETTERA DI UN IMPRENDITORE CHE VALE LA LAUREA IN ECONOMIA.

VERA POLITICA / LA LETTERA DI UN IMPRENDITORE CHE VALE LA LAUREA IN ECONOMIA.

 
ANCHE NOI DEL NORD.IT VOGLIAMO PARTECIPARE ALLA ''STAGIONE DELLE RIFORME'': GUARDATE LE TABELLE E LEGGETE L'ARTICOLO...

ANCHE NOI DEL NORD.IT VOGLIAMO PARTECIPARE ALLA ''STAGIONE DELLE RIFORME'': GUARDATE LE TABELLE E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!