48.285.410
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CONTRO-GOLPE E ERDOGAN RIESCE A RIMANERE IN SELLA IN TURCHIA, DOPO ESSERE STATO RESPINTO DA GERMANIA E GRAN BRETAGNA

sabato 16 luglio 2016

ANKARA - Fallito il tentativo di colpo di stato dei militari in Turchia. Dopo una lunga notte di disordini e scontri a Istanbul e ad Ankara, che hanno portato il paese sull'orlo di una guerra civile, le forze leali al presidente Recep Tayyip Erdogan sono riuscite a riprendere il controllo e il ministro dell'Interno, Efkan Ala, ha annunciato: "Il tentativo di golpe e' fallito". Il primo bilancio degli scontri in strada parla di almeno 60 vittime (42 solo ad Ankara). Secondo il ministro della Giustizia Bekir Bozdag, gli arrestati, in maggioranza ufficiali, sarebbero almeno 1563, mentre un generale golpista sarebbe rimasto ucciso.

Nonostante l'annuncio del fallimento del colpo di stato, scontri e bombardamenti sono proseguiti per tutta la notte, in particolare intorno all'area del palazzo presidenziale ad Ankara. Dove, intorno alle 5:30, un F-16 avrebbe colpito i carri armati schierati intorno al palazzo. Il presidente Erdogan, dopo un rocambolesco tentativo di fuga in aereo nella notte, ha fatto ritorno a Istanbul una volta avuto certezza del fallimento del golpe. Dall'aereo, quando la situazione era ancora estremamente incerta, Erdogan avrebbe provato a chiedere asilo alla Germania e, secondo alcuni, anche alla Gran Bretagna, ma è stato respinto con divieto di atterraggio.

Il rais, mostrato dalla televisione privata Ntv in mezzo ai suoi sostenitori in festa, ha parlato esplicitamente di "ribellione e tradimento". I colpevoli - ha sottolineato - "pagheranno a caro prezzo" un tradimento che "ha attentato all'unita' e alla sovranita' nazionale". Rispondendo all'appello di Erdogan (fatto da FaceTime e ritrasmesso dalla Cnn turca), che aveva invitato i cittadini turchi a scendere in strada per difendere il paese, la popolazione ha sfidato il coprifuoco imposto dai golpisti e si e' opposta al golpe, in alcuni casi persino accerchiando i veicoli militari. Diverse esplosioni e colpi di arma da fuoco sono stati sentiti ad Ankara e sembra che una bomba sia stata fatta esplodere al Parlamento. Un'altra esplosione sarebbe stata avvertita nel quartiere Golbasi. 

Ieri sera, l'esercito turco aveva chiuso l'accesso a due ponti sul Bosforo a Istanbul. Nel frattempo, diversi colpi di arma da fuoco sono stati sentiti in citta' mentre alcuni carri armati entravano a Ankara e degli F16 sorvolavano la citta' a bassa quota. I militari erano riusciti ad occupare i centri nevralgici del paese, dall'aeroporto alla sede del partito di governo, dal comando di polizia al quartier generale dell'intelligence, fino al palazzo presidenziale. Lo stato maggiore aveva annunciato di aver preso il potere "per ristabilire l'ordine democratico e la liberta'", ma gia' a quattro ore dall'annuncio, il premier turco Binali Yildrim aveva potuto dichiarare che la situazione era "ampiamente sotto controllo" , mentre la tv di Stato, occupata e oscurata dai golpisti, riprendeva le trasmissioni. 

Redazione Milano


CONTRO-GOLPE E ERDOGAN RIESCE A RIMANERE IN SELLA IN TURCHIA, DOPO ESSERE STATO RESPINTO DA GERMANIA E GRAN BRETAGNA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

TURCHIA   GOLPE   MILITARI   ISTANBUL   ANKARA   ESERCITO   NATO   GRAN   BRETAGNA   GERMANIA   BOSFORO   ESPLOSIONI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul
Continua
 
INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle
Continua
SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo
Continua
 
MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le
Continua
DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI, STATO DI INSOLVENZA

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI,

martedì 13 giugno 2017
NEW YORK - Alitalia ha fatto ricorso presso il tribunale fallimentare di New York, in base alle procedure concorsuali internazionali Usa per il fallimento. Lo riporta il Wall Street Journal,
Continua
 
LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE MINACCE DI BRUXELLES

LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE

lunedì 12 giugno 2017
Il ministro dell'Interno polacco, Mariusz Blaszczak, ha annunciato che i governi di Polonia, repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria, hanno rifiutato qualsiasi sanzione imposta da Bruxelles ai Paesi
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''RENZI A RISCHIO: RIPRESA FRAGILE EMERGENZA MIGRANTI BANCHE IN CRISI. A OTTOBRE PUO' PERDERE TUTTO'' (FINANCIAL TIMES)

''RENZI A RISCHIO: RIPRESA FRAGILE EMERGENZA MIGRANTI BANCHE IN CRISI. A OTTOBRE PUO' PERDERE
Continua

 
L'ECONOMIST: MPS RISCHIA IL FALLIMENTO A BREVE E LE BANCHE ITALIANE HANNO UN BUCO (PERDITE SU PRESTITI) DI 200 MILIARDI

L'ECONOMIST: MPS RISCHIA IL FALLIMENTO A BREVE E LE BANCHE ITALIANE HANNO UN BUCO (PERDITE SU
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!