46.273.672
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MENO MAGLIETTE PIU' SALAMI, MENO SOUVENIR PIU' OLIO DI FRANTOIO. E' IL TURISMO 2013

sabato 27 aprile 2013

La crisi cambia le abitudini di spesa, compresi i souvenir che i turisti acquistano in viaggio: sempre meno t-shirt e statuine, sempre piu' vini e liquori, ma anche formaggi, salumi e altri prodotti alimentari.

E' quanto emerge da un'analisi Coldiretti su un rapporto Isnart, in cui si evidenzia che la spesa per questi prodotti e' aumentata del 43% negli ultimi 4 anni (-31,5% le vendite dei capi di abbigliamento), con un volume di affari in vino e alimenti che ha raggiunto i 10 miliardi nel 2012.

Alla spesa per l'acquisto di prodotti alimentari va aggiunta - sottolinea la Coldiretti - quella affrontata dai turisti per i pasti consumati in ristoranti, pizzerie, bar, caffe' e rosticcerie che ammonta ad un totale di 13,9 miliardi di euro.

Una tendenza che ha fatto diventare l'enogastronomia il motore del vacanza Made in Italy, che nel 2012 ha generato un impatto economico complessivo di 72,2 miliardi di euro legati a spese effettuate durante il soggiorno, con una leggera ripresa del 2,1% nell'ultimo anno dopo la costante diminuzione registrata dal 2008.

L'acquisto di prodotti tipici come ricordo delle vacanze e' una tendenza in rapido sviluppo favorita dal moltiplicarsi delle occasioni di valorizzazione dei prodotti locali che si e' verifica nei principali luoghi di villeggiatura, con percorsi enogastronomici, citta' del gusto, mercati degli agricoltori, feste e sagre di ogni tipo.

Un'altra tendenza emergente e' quella dell'acquisto diretto delle specialita' nostrane dai produttori direttamente in frantoi, cantine, malghe, cascine e azienda o nei mercati, agriturismi e botteghe.(ANSA).


MENO MAGLIETTE PIU' SALAMI, MENO SOUVENIR PIU' OLIO DI FRANTOIO. E' IL TURISMO 2013




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
103 EURO DI SPESA IN PIU' A FAMIGLIA DAL PROSSIMO 1° LUGLIO PER COLPA DEL RIALZO DELL'IVA VOLUTO DA MONTI.

103 EURO DI SPESA IN PIU' A FAMIGLIA DAL PROSSIMO 1° LUGLIO PER COLPA DEL RIALZO DELL'IVA VOLUTO
Continua

 
ZAIA: ''SE IL GOVERNO SI APPIATTISSE SUI TEMI DEI PALAZZI ROMANI, SAREBBE FALLIMENTO CERTO''. (COS'E', VEGGENZA?)

ZAIA: ''SE IL GOVERNO SI APPIATTISSE SUI TEMI DEI PALAZZI ROMANI, SAREBBE FALLIMENTO CERTO''.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!