La lavorazione della lamiera e la lattoneria


La lattoneria e le sue caratteristiche principali

La lattoneria è l’attività di lavorazione delle lamiere nel settore dell’edilizia. Per lattoneria si intende il processo di lavorazione effettuato dalle piegatrici per lamiera utile per dar forma a canali di gronda, bandinelle, scossaline, converse per comignoli e altri prodotti da impiegare a seconda delle esigenze specifiche del momento.
Le tipologie di metalli adoperati in lattoneria sono diversi e spaziano dall’alluminio prevernciato a quello naturale, dall’acciaio inossidabile alla lamiera zincata fino al rame e allo zinco-titanio. Per lavorare le lamiere è indispensabile dotarsi di macchine per lattoneria (come quelle di Evomach) di ultima generazione, in grado di dare la forma desiderata a qualsiasi lastra metallica. L’accuratezza del prodotto finito e la sua precisione sta tutta nell’efficienza delle piegatrici per lamiera e nella professionalità di chi la adopera mettendo in pratica tutte le attenzioni necessarie per ottenere un manufatto di eccellente qualità e impeccabile da ogni punto di vista.

Come si lavorano le lamiere

Le lamiere di metallo sono lastre che derivano dalla laminazione delle bramme, ovvero dei semilavorati di tipo siderurgico che si ottengono da una colata di metallo liquefatto. Le lamiere vengono poi portate direttamente negli stabilimenti che le lavorano sotto forma di rotoli di spessore variabile e di larghezze diverse con lo scopo di facilitarne la movimentazione e il trasporto. Una volta che i rotoli arrivano nella sede alla quale sono destinati, vengono in un primo momento srotolati e spianati per eliminare la curvatura che hanno assunto e poi tagliati per dar forma alle lastre nelle misure corrispondenti alle necessità della lavorazione. Sul mercato è possibile reperire differenti macchinari per la lavorazione della lamiera e ciascuno è predisposto per una specifica fase della lavorazione.
Per arrivare al prodotto finito le lastre vengono sottoposte a tre fondamentali passaggi: la sagomatura, la formatura e infine l’assemblaggio quando richiesto.
La sagomatura è l’operazione che permette di dare alla lamiera piana la forma desiderata per creare poi l’oggetto che serve mentre la formatura è l’insieme di operazioni necessarie che trasformano il pezzo bidimensionale in un oggetto a tre dimensioni.
La sagomatura viene effettuata mediante l’operazione di taglio adoperando spesso la tecnica della cesoiatura. Ultimamente a questo processo tradizionale si sono aggiunte tecniche all’avanguardia come il taglio al plasma, al laser, l’ossitaglio e il taglio a getto d’acqua. Lo stampaggio viene effettuati successivamente e prevede una fase di curvatura durante la quale il pezzo piano inizia a diventare tridimensionale. L’operazione viene eseguita con le piegatrici per lattoneria che effettuano una deformazione permanente sul metallo.

Le tipologie di piegatrici per lamiera

A seconda delle varie dimensioni delle lamiere da lavorare e del numero di pezzi da modellare oltre che alla complessità di sagoma da fare, si possono scegliere quattro diversi modelli di piegatrici per lamiera:

  • piegatrice stazionaria
  • piegatrice da banco
  • piegatrice per profilati
  • pressa piegatrice idraulica

La piegatrice per lattoneria da banco è una macchina di modeste dimensioni da fissare al banco di lavoro con gli appositi bulloni in dotazione o con una morsa. La piega della lamiera viene effettuata sollevando la parte mobile del macchinario. Ha una configurazione essenziale ed è formata da soli tre elementi che sono la parte fissa, la piastra mobile e un trave incernierato che solleva la lamiera per creare ottenere la piegatura finale. La piegatrice da banco è quella più semplice ed è progettata per modellare lamiere abbastanza sottili e con una larghezza ridotta. La qualità della piegatura ottenuta è elevata se paragonata a quella realizzata con martello e incudine. Le piegatrici da banco sono utili per realizzare piccoli manufatto come grondaie ed elementi per i tetti. Ha un costo accessibile ed è semplice da movimentare.
La piegatrice per lattoneria stazionaria invece è uno strumento indispensabile per tutti i carrozzieri carpentieri metallici e lamieristi. Per acquistarla bisogna fare un investimento assai importante ma consente di ottenere in poco tempo piegature perfette. Ha le stesse caratteristiche della piegatrice da banco ma è più voluminosa e ha maggiori capacità di piegatura.