48.530.905
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Macron sulla tolda del Titanic eurozona

lunedì 8 maggio 2017

Quando un'azienda fallisce, ci sono solo due possibilità: la prima, che l'imprenditore sia un incapace (trascuro l'ipotesi farabutto), la seconda, che il business dell'azienda sia sbagliato e cioè che non produca reddito ma perdite. 

La Ue e nello specifico la zona euro, basandoci unicamente sui dati ed escludendo quindi opinioni - per altro pessime - che abbiamo rispetto la sua stessa esistenza, è come un'azienda fallita: produce povertà, è stretta dentro una morsa fatta di tasse e crescita ridicola, è zavorrata da disoccupazione di massa e ha preso una direzione economica e finanziaria a dir poco nefasta, tanto è vero che la Bce ha portato sotto lo zero il tasso di interesse e costantemente aquista a colpi da 60 miliardi al mese titoli di stato dell'eurozona che altrimenti per essere venduti dovrebbero pagare interessi insopportabili. 

Quindi, delle due, l'una: l'eurozona è in queste condizioni perchè governata da incapaci, nello specifico la Commissione Ue e la direzione della Bce, ovvero Draghi, oppure il "business" su cui basa la sua esistenza, ovvero la moneta unica europea, è sbagliato.

Escludo categoricamente che Draghi sia un incapace. Anzi, Draghi ha compiuto tutte le mosse, sempre più disperate, per tentare di fare sopravvivere l'eurozona, ovvero l'euro. Credete che sia normale, che il denaro non renda nulla anzi costi a chi lo possiede? E credete sia normale che una banca centrale spenda 120.000 miliardi di vecchie lire ogni mese per evitare la bancarotta di intere nazioni che usano la "merce finanziaria" che lei produce, cioè il denaro denominato euro?

Se lo pensate, siete pazzi. Pazzi o ignoranti come pali. Sono due anomalie mostruose. E anche la Commissione europea, tolto lo sgangherato Juncker, è formata da tecnocrati preparati, ma anche loro sono disperati quanto Draghi: non sanno più che fare, per mantenere in piedi l'azienda fallita denominata "eurozona". Proprio così: da una parte, non possono permettere allentamenti di bilancio (che in Italia vengono chiamati "flessibilità") perchè l'azionista di maggioranza dell'azienda eurozona - la Germania - assolutamente non vuole. Dall'altra non possono costringere la Bce a stampare moneta e inflazionare davvero l'euro perchè ancora una volta l'azionista di maggioranza, sempre quello, lo vieta.

Rimangono solo le tasse, e le tasse non producono crescita, ma depressione dell'economia. E infatti è il risultato che continuano ad ottenere. Pensate che fuori dall'eurozona e rimanendo nella Ue, tutte le nazioni che non usano l'euro hanno una previsione di crescita nel 2017 superiore alla Germania. Vale per l'Albania, quanto per la Romania, per non dire dell'Ungheria, della Polonia, della Repubblica Ceca, perfino della Slovacchia e non ultimi gli stati del Nord Europa esclusa la Finlandia che ha l'euro e va malissimo.

Ora, in questo quadro che come avrete notato non c'entra un accidenti con le elezioni in Francia piuttosto che in Germania, è arrivato il signor Macron all'Eliseo. Il quale, al di là del fatto che sia stato votato dalla minoranza dei francesi e anche sorvolando sul personaggio che sarebbe personalmente e professionalmente parecchio discutibile, ha in programma - pensate - di far spendere 50 miliardi di euro allo stato con investimenti pubblici, ha in programma di tagliare le tasse alle famiglie, alle imprese e ai lavoratori. 

Questo programma è una bufala di dimensioni epiche, e infatti i "mercati" della zona euro non hanno brindato a Macron, al contrario hanno segnalato sofferenza, a partire dalla Borsa di Parigi in profondo rosso. Non solo: il governo tedesco si è affrettato a 12 ore dalla sua elezione a dichiarare che non permetterà la creazione degli eurobond, unica possibilità per Macron di spendere a piene mani soldi pubblici e tagliare le tasse senza far esplodere il debito pubblico francese, già molto oltre il limite nel rapporto col Pil. E la Germania ha anche precisato che non esiste alcun piano "franco-tedesco" di investimenti pubblici. In aggiunta, sempre a 12 ore dall'elezione di Macron, anche Juncker s'è sentito in dovere di dire che lo stato francese "spende troppo e male". Un altro avviso chiaro per Macron.

Morale della favola: non c'è modo di far continuare un'impresa fallita se le ragioni del fallimento sono immodificabili. Non c'è altro da dire. Macron incluso. 

Max Parisi

 



 
Ultimi articoli pubblicati

SIAMO OLTRE OGNI LIMITE: 8.500 AFRICANI IN ARRIVO IN ITALIA CON LE NAVI ONG NELLE PROSSIME 24 ORE:

SIAMO OLTRE OGNI LIMITE: 8.500 AFRICANI IN ARRIVO IN ITALIA CON LE NAVI ONG NELLE PROSSIME 24 ORE: IL PD UCCIDE L'ITALIA
martedì 27 giugno 2017
Le notizie sono spaventose: una fiumana immensa di africani senza alcun diritto di asilo in Italia sta per sommergere un'altra volta il Paese. E accadrà nelle prossime 24 ore. Il governo Pd è fuori controllo, sta devastando l'Italia come non accadeva dalla Seconda Guerra Mondiale con
Continua
 

IL PRESIDENTE TRUMP ANNUNCIA: GLI STATI UNITI SONO ARRIVATI ALL'INDIPENDENZA ENERGETICA, BASTA

IL PRESIDENTE TRUMP ANNUNCIA: GLI STATI UNITI SONO ARRIVATI ALL'INDIPENDENZA ENERGETICA, BASTA PETROLIO (ARABO)
martedì 27 giugno 2017
WASHINGTON - Gli Stati Uniti si apprestano a divenire esportatori netti di petrolio, gas e altre risorse naturali, liberandosi una volta per tutte dall anecessità di acquistare petrolio dagli stati arabi e islamici. Lo ha dichiarato il presidente Usa Donald Trump, che ha lanciato
Continua

PARROCO DI PALERMO CONTESTA LE POSIZIONI DI SINISTRA DI PAPA BERGOGLIO E IL VATICANO PER TUTTA

PARROCO DI PALERMO CONTESTA LE POSIZIONI DI SINISTRA DI PAPA BERGOGLIO E IL VATICANO PER TUTTA RISPOSTA LO CACCIA
lunedì 26 giugno 2017
PALERMO -  Don Alessandro MINUTELLA, il 'prete ribelle' reo di aver criticato la Chiesa di Papa Francesco, è stato rimosso dal suo ufficio di parroco della parrocchia San Giovanni Bosco di Palermo. Ad annunciarlo è una nota dell'Arcidiocesi di Palermo. "A seguito delle note
Continua
 

A BERLINO MANIFESTAZIONE CONTRO L'ISLAMIZZAZIONE DELLA GERMANIA E DELL'EUROPA, MENTRE IN ITALIA IL

A BERLINO MANIFESTAZIONE CONTRO L'ISLAMIZZAZIONE DELLA GERMANIA E DELL'EUROPA, MENTRE IN ITALIA IL PD E' FILOISLAMICO
lunedì 26 giugno 2017
LONDRA - Probabilmente nessuno e' al corrente che pochi giorni fa a Berlino c'e' stata una protesta contro il pericolo dell'islamizzazione della Germania e dell'Europa e la cosa non deve sorprendere, visto che nessun giornale in Italia ha riportato questa notizia. La protesta, che e' avvenuta
Continua

LA LEGA CON GLI ALLEATI FORZA ITALIA E FRATELLI D'ITALIA FA IL ''CAPPOTTO'' AL PD IN LOMBARDIA

LA LEGA CON GLI ALLEATI FORZA ITALIA E FRATELLI D'ITALIA FA IL ''CAPPOTTO'' AL PD IN LOMBARDIA
lunedì 26 giugno 2017
MILANO -  Si può davvero scrivere "il cappotto lombardo" fatto al Pd dalla Lega con gli alleati Forza Italia e Fratelli d'Italia, in Lombardia, nelle elezioni amministrative i cui ballottaggi si sono tenuti ieri. Centrodestra vincente nei tre capoluoghi lombardi ai ballottaggi di ieri
Continua
 

I NUOVI LEADER SALVINI-TOTI-MELONI CONQUISTANO LA FIDUCIA DEGLI ITALIANI: TRAVOLGENTE VITTORIA

I NUOVI LEADER SALVINI-TOTI-MELONI CONQUISTANO LA FIDUCIA DEGLI ITALIANI: TRAVOLGENTE VITTORIA ELETTORALE DI LEGA-FI-FDI
lunedì 26 giugno 2017
Netto, clamoroso, in alcuni casi "storico": il trionfo del centrodestra segna i ballottaggi delle amministrative 2017 che vedono la gran parte dei 22 capoluoghi di Provincia in gioco passare all'asse FI-Lega Nord-Fdi. E' per il Pd e tutto il centrosinistra, lo schiaffo e' sonorissimo: cadono
Continua

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI DANNI) A STATO E CLIENTI
giovedì 22 giugno 2017
Tanto tuonò che… non piovve, o meglio, piovve sostanza organica sulla testa degli obbligazionisti ed azionisti di Popolare di Vicenza e Venetobanca. In un comunicato ufficiale, si legge che: “Il cda di Intesa Sanpaolo ha deliberato con voto unanime la disponibilità
Continua
 

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)
mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul sistema bancario. Il provvedimento è stato approvato all'unanimità con 426 voti
Continua

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE
lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle finanze Padoan continua ad ostentare ottimismo, ma se non si dovessero trovare i fondi per la
Continua
 

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)
lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo che ospita il parlamento europeo a Bruxelles per costruirne uno ancora piu' grande. E sì,
Continua

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA
giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le Figaro" che addirittura avanza l'ipotesi di imminenti dimissioni. La tempesta nasce dallo scandalo
Continua
 

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI,

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI, STATO DI INSOLVENZA
martedì 13 giugno 2017
NEW YORK - Alitalia ha fatto ricorso presso il tribunale fallimentare di New York, in base alle procedure concorsuali internazionali Usa per il fallimento. Lo riporta il Wall Street Journal, rilevando che il vettore italiano rischiava di perdere l'accesso allo scalo JFK a causa di mancati pagamenti
Continua

LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE

LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE MINACCE DI BRUXELLES
lunedì 12 giugno 2017
Il ministro dell'Interno polacco, Mariusz Blaszczak, ha annunciato che i governi di Polonia, repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria, hanno rifiutato qualsiasi sanzione imposta da Bruxelles ai Paesi che non accetano i rifugiati - ovvero i richiedenti asilo che a orde di decine di migliaia al mese
Continua
 

LA CORTE DEI CONTI ACCUSA DIRETTAMENTE IL GOVERNO MONTI DI AVERE PROVOCATO UN DANNO ALLO STATO DI

LA CORTE DEI CONTI ACCUSA DIRETTAMENTE IL GOVERNO MONTI DI AVERE PROVOCATO UN DANNO ALLO STATO DI 4,1 MILIARDI DI EURO!
giovedì 8 giugno 2017
Vi ricordate il pianto di cooccodrillo in diretta di Elsa Fornero mentre massacrava le pensioni? Ricordate la sventagliata di tasse messe dal governo presieduto da Monti, le sue costanti bacchettate sulle dita degli italiani colpevoli (a suo dire) di aver vissuto al di sopra delle loro
Continua

I POTERI FORTI EUROPEI VOGLIONO STRANGOLARE DI TASSE GLI ITALIANI: L'OCSE ''CONSIGLIA'' UNA

I POTERI FORTI EUROPEI VOGLIONO STRANGOLARE DI TASSE GLI ITALIANI: L'OCSE ''CONSIGLIA'' UNA PATRIMONIALE SULLA PRIMA CASA
mercoledì 7 giugno 2017
PARIGI -  I poteri forti vogliono che gli italiani siano strangolati da nuove onerose tasse. L'Ocse taglia le stime sull'Italia e "consiglia" il governo Pd di rimettere l'Imu sulla prima casa. La crescita per il 2018 e' vista a +0,8% a fronte del +1% indicato a marzo. Confermata, invece, a +1%
Continua
 

TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA REALIZZATA DA ITALIANI: LA TRASMISSIONE DELL'ENERGIA ELETTRICA SENZA FILI

TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA REALIZZATA DA ITALIANI: LA TRASMISSIONE DELL'ENERGIA ELETTRICA SENZA FILI (IDEA DI TESLA)
martedì 6 giugno 2017
Rete elettrica addio: non piu' tralicci, cavi, piloni che impattano sul paesaggio e sull' ambiente, non piu' spine e prese elettriche in casa, il futuro dell'energia e' "senza fili", in un prossimo scenario, sara' infatti una nuova formula legata all'energia e alla massa a trasportare
Continua
 

 
Editoriali

Renzi se ne può fregare, della lettera della Commissione europea. Ben altro,

E così, alla fine la lettera è arrivata, da Bruxelles, e Renzi e Padoan l'hanno ricevuta compiendo nel contempo un gesto inedito: l'hanno resa

Il gioco grande: stiamo per far nascere un altro quotidiano online...

Sono, siamo, noi de ilNord.it, inguaribilmente innamorati del giornalismo. Sono, siamo dei sognatori probabilmente, dei visionari, chi lo sa. Sta di fatto, che

Lettera aperta a Beppe Grillo e Matteo Salvini.

Comincio da qui: "Il referendum consultivo si puo' fare. Per poterlo indire e' necessario approvare una legge costituzionale ad hoc come avvenuto nel 1989

Dodici letti per fermare l'apocalisse dell'ebola in Italia.

Le agenzie stampa internazionali hanno messo in rete la seguente notizia: "L'epidemia di ebola rappresenta la sfida piu' grande dalla comparsa dell'Aids: e'

Agli italiani è morto il futuro.

Non penso che agli italiani faccia impressione o crei malumore l'arroganza di Renzi, la sua manifesta ignoranza in Economia seconda solo a quella della

Il turbo capitalismo all'italiana: via le tutele a tutti.

Oltre il 90% delle aziende italiane ha meno di 15 dipendenti, e per loro l'articolo 18 non vale, quindi nessuna possibilità d'essere tutelati contro il

Oggi, la Scozia vota per l'indipendenza, oggi il Pd ha votato per cancellare

In Scozia si vota per l'Indipendenza, a Roma in commissione il Pd ha votato per la cancellazione dell'Articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. Tutto nello

Il piano segreto della Germania per eliminare Draghi con l'aiuto di Renzi.

Com'era prevedibile, le ultime mosse - ultime in ogni senso - di Draghi non hanno funzionato. L'obbiettivo era deprezzare l'euro ed è stato mancato per

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!