62.147.227
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

4 MARZO: IL NOSTRO INDEPENDENCE DAY

lunedì 8 gennaio 2018

Abbiamo deciso di fermare le pubblicazioni del nostro giornale innanzitutto per riflettere sul ruolo e se lo permettete, anche sui risultati che abbiamo raggiunto. Lo riassumiamo in due parole: abbiamo vinto. Oggi, la difesa dell'interesse nazionale, la difesa delle frontiere dall'invasione africana e da ogni dove, la difesa del Paese dalle criminali pretese delle oligarchie della Bce e della Ue, e la difesa degli italiani dalla catastrofe provocata da cinque anni di sciagurati governi targati Monti & Renzi & Pd sono diventati il sentire comune della grande maggioranza dei cittadini da Nord a Sud, da Est a Ovest.

Non c'è angolo d'Italia nel quale la nomenclatura che fa sfasciato l'Italia in questi anni potrà nascondersi, dopo le elezioni.  Troppa rabbia, troppo rancore, hanno causato. 

Oggi, chiunque in Italia sa che l'euro non è stata una benedizione, ma una maledizione. Chiunque conosce l'ottusa arroganza della Ue e delle sue "regole folli" applicate con la solerzia degli sgherri dei boss di Bruxelles da governi italiani codardi, capitanati da personaggi inqualificabili come Matteo Renzi, forte con i deboli, per esempio i risparmiatori depredati dal suo infame "decreto salva banche" e debole con la Ue che vorrebbe un'Italia in ginocchio, serva e muta davanti alla dittatura finanziaria di questi viscidi, orrendi burocrati eletti da nessuno che pensano di poter comandare su tutti noi. 

Ma quando iniziammo la nostra battaglia intellettuale, prima con ilNord e poi con ilNazionalista, non era così, non c'era questa coscienza di massa e volontà oggi maggioranza nel Paese di cambiare radicalmente tutto dentro e fuori d'Italia. Quando iniziammo, cinque anni fa, ci prendevano per matti. Ma come, combattere contro la Ue? Follia! Ma cosa vogliono, questi tizi che scrivono su un giornaletto su internet! Come si permettono di accusare la Bce d'essere un covo di banksters, l'euro un veleno uguale al cianuro per l'economia, come si permettono di criticare l'accoglienzismo propagandato da Papa Bergoglio! Razzisti, xenofobi!

Avevamo ragione noi. Alla fine, la verità è venuta a galla: navi Ong in combutta con trafficanti libici di africani, mafie islamiche che finanziano anche il terrorismo dell'isis e dei suoi alleati, e denaro, tantissimo denaro pubblico sperperato a miliardi di euro l'anno - più di quattro! - per pagare alloggio, vitto, sigarette, soldi in tasca, schede telefoniche, a centinaia di migliaia di africani che invece andavano e vanno tutti espulsi, tutti fino all'ultimo. 

Noi non eravamo nè razzisti nè xenofobi. Non lo eravamo allora, quando lo denunciavamo anni fa, solitari, non lo siamo certo diventati oggi. Pensavamo che la verità dei fatti fosse più forte del potere dei mezzi di disinformazione di massa controllati metro a metro dal Pd e dai suoi opachi alleati. Traditori, inoltre, del mandato elettorale. Ecco perchè scriviamo oggi che abbiamo vinto.

Il nostro compito di denuncia e di emersione della verità sulla multi-catastrofe italiana provocata dal Pd ha raggiunto l'obbiettivo. Il nazionalismo, l'interesse nazionale, è diventato patrimonio di moltissimi, in Italia, molto al di là dei distinguo politici nell'area del centrodestra che pur ci sono.

Bene, abbiamo riflettuto proprio su questo: quale ruolo nuovo possiamo darci, adesso? Quali nuovi obbiettivi possiamo raggiugere? 

L'analisi, la denuncia, la presa di coscienza ormai sono traguardi superati. Ora, ecco perchè abbiamo deciso di continuare a partire da oggi, è iniziato e continuerà fino al vero cambiamento dell'Italia e dell'Europa, il percorso della proposta.

Il percorso che deve mettere in luce non più le denunce di ciò che non va, ma le proposte per risolvere - uno ad uno, senza tregua - gli enormi problemi degli italiani, delle nostre istituzioni centrate sulla Costituzione, fino a che davvero saremo in una nuova Italia dentro una nuova Europa.

C'è un'enormità da fare.

Il lavoro, le pensioni, l'edilizia pubblica e privata, le tasse, i servizi pubblici, la povertà di troppi italiani senza più speranza, i giovani, che oggi fuggono dall'Italia, le aziende, grandi e piccole, che hanno estremo bisogno di investire ma le banche non danno loro una mano, le stesse banche, che devono fare gli interessi dell'Italia e non delle oligarchie della Bce. La sicurezza dei nostri confini nazionali, oggi un colabrodaglia da vomito. Basta. 

Ecco, da oggi, promettiamo a chi ci vorrà ancora leggere che tenteremo con tutte le nostre forze di dare delle risposte. Le domande ormai le abbiamo, le avete tutti ben chiare in mente.

Di fronte, abbiamo meno di due mesi, poi, andremo a votare.

Noi sappiamo cosa la gente vuole: cambiare con la speranza di un futuro migliore di questi anni bui appena trascorsi.  Siamo convinti che il quadro generale sia chiaro. Da una parte, la nostra, la volontà comune di Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi ha portato a un accordo di programma che non solo reggerà alle urne, trionferà ovunque, in Italia. Sono molte di più le ragioni che uniscono questi tre partiti di quelle che potrebbero dividerli. E la "quarta gamba" se davvero dimostrerà di esserlo alle urne, perchè votata dagli elettori, benvenga. Se avrà i numeri, sarà presente con pari dignità nel nuovo governo. Perchè non scordiamolo mai: siamo in democrazia! Chi ha i voti e diventa maggioranza nel Paese ha il diritto, oltre che il dovere, di governare.

E' c'è una fortuna. Matteo Salvini si è dimostrato più intelligente di quanto pensassimo sul delicato piano strategico, oltre che su quello tattico, dove non ha rivali, nei panni - davvero - del capitano che porta "le truppe" alla vittoria.

La Lega Nord del 3% non esiste più.

Matteo Salvini l'ha trasformata nella Lega del 15% se non del 20%. Vedrete. E ha capito che non basta vincere la guerra politica in Italia, poi bisogna vincere la pace dopo le elezioni. E per vincere la pace, è fondamentale pensare che la pace è di tutti coloro che hanno vinto, non solo di una parte. Non solo della Lega. Altrimenti, si ricade nel delirio - avete letto bene: delirio - della Lega Nord dell'uno contro tutti, anche al governo, come è accaduto non solo nel 2011. No. Questa lezione siamo convinti che Matteo Salvini l'abbia capita fino in fondo. 

E allora, cari lettori, cari amici, guardiamo tutti insieme lontano. Guardiamo tutti insieme l'orizzonte che vogliamo per il Paese, per i nostri giovani come per i nostri anziani, cancellando l'ignobile legge Fornero, tanto per iniziare.

Saremo noi, tutti noi a disegnare quell'orizzonte. Perchè? Perchè abbiamo vinto la più importante delle battaglie: quella delle idee sul futuro che vogliamo.

Max Parisi



 
Ultimi articoli pubblicati

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE
mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi ha investito sulle azioni tedesche ha ricevuto una spiacevole sorpresa quest’anno:
Continua
 

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)
martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono piu' salutari", "se hai bisogno di ferro mangia tanti spinaci", "l'ananas fa dimagrire", "lo
Continua

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO
martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario grillo-leghista che porta al governo sono diversi e ardui da superare ma non del tutto insormontabili.
Continua
 

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)
lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda "l'informazione" italiana, non e' affatto una misura lacrime e sangue. Infatti, l'attuale coalizione di governo
Continua

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA
lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini rilancia subito la sfida per vincere la partita vera, quella sul governo, ribadendo su Facebook la
Continua
 

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO
sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti. L'analisi è stata realizzata dall'Ufficio studi della CGIA. In questi ultimi  anni di crisi,
Continua

IL GOVERNO SPAGNOLO GETTA LA MASCHERA E APPARE IL VOLTO DEL DITTATORE ''FRANCO'': ARRESTATI TUTTI I

IL GOVERNO SPAGNOLO GETTA LA MASCHERA E APPARE IL VOLTO DEL DITTATORE ''FRANCO'': ARRESTATI TUTTI I LEADER CATALANI
sabato 24 marzo 2018
MADRID  - Il governo spagnolo sta mostrando senza alcun dubbio un tratto sempre più antidemocratico  e contrario ai principi base della convivenza civile in Europa. Questa Spagna non può stare in Europa e se la Ue tace,  è complice di una vera e propria infamia.
Continua
 

LE ELEZIONI DEI PRESIDENTI DI CAMERA E SENATO FANNO SCORGERE L'ALBA DI UN GOVERNO LEGA E MOVIMENTO

LE ELEZIONI DEI PRESIDENTI DI CAMERA E SENATO FANNO SCORGERE L'ALBA DI UN GOVERNO LEGA E MOVIMENTO 5 STELLE
sabato 24 marzo 2018
Benchè sia giovane e certamente privo dell'esperienza di chi ha già "nuotato" nella vasca dei pescecani del parlamento quando si decidono le massime cariche dello stato, Luigi Di Maio ha portato a casa comunque il risultato perfetto: ha lasciato che il lavoro 'sporco' lo facesse
Continua

ZUCKERBERG ADESSO PROVA A DIFENDERSI, MA FACEBOOK E' DIVENTATO UNA PIOVRA MONDIALE SUCCHIA-DATI DI

ZUCKERBERG ADESSO PROVA A DIFENDERSI, MA FACEBOOK E' DIVENTATO UNA PIOVRA MONDIALE SUCCHIA-DATI DI CHIUNQUE SIA ISCRITTO
giovedì 22 marzo 2018
Mark Zuckerberg ha rotto il silenzio durato 6 giorni e finalmente ha detto la sua sul caso Cambridge-Analityca che ha travolto il social network, facendogli perdere sia oltre 40 miliardi di dollari a Wall Street in una settimana sia la fiducia degli utenti. Il danno reputazionale o d'immagine:
Continua
 

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ESISTONO PUNTI DI CONVERGENZA TRA LEGA E M5S? SULLA CARTA, SI'.

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ESISTONO PUNTI DI CONVERGENZA TRA LEGA E M5S? SULLA CARTA, SI'. NELLA REALTA', DIPENDE...
lunedì 19 marzo 2018
Steve Bannon, l’ex consigliere del presidente Trump, cui tutti riconoscono il merito della sua elezione, era presente in Italia nei giorni delle elezioni e subito dopo il risultato, ha dichiarato ai mezzi d’informazione che avrebbe visto bene un governo Lega-M5s, con Salvini in
Continua

MINISTRO DEGLI ESTERI UNGHERESE: SU MIGRANTI LE POSIZIONI DEL CENTRODESTRA ITALIANO UGUALI ALLE

MINISTRO DEGLI ESTERI UNGHERESE: SU MIGRANTI LE POSIZIONI DEL CENTRODESTRA ITALIANO UGUALI ALLE NOSTRE LAVORIAMO INSIEME
lunedì 19 marzo 2018
LONDRA - I risultati delle elezioni tenutasi in Italia lo scorso 4 Marzo hanno confermato la tendenza nazionalista che sta avvolgendo tutta Europa e la cosa non e' passata inosservata in Ungheria. Infatti proprio nei giorni scorsi il ministro degli esteri ungherese Peter Szijjarto in una
Continua
 

LA STAMPA TEDESCA AVANZA L'IPOTESI DI SGANCIARE L'EURO DA PAESI COME L'ITALIA DI FATTO ANNUNCIANDO

LA STAMPA TEDESCA AVANZA L'IPOTESI DI SGANCIARE L'EURO DA PAESI COME L'ITALIA DI FATTO ANNUNCIANDO LA FINE DELL'EUROZONA
lunedì 19 marzo 2018
BERLINO - "Le elezioni politiche in Italia con la vittoria dei populisti sono uno shock per l'Europa, ma potrebbero anche rivelarsi un colpo di fortuna - scrive oggi il quotidiano tedesco "Sueddeutsche Zeitung" -. Nel bel mezzo della discussione su un'ambiziosa euro-riforma e sui nuovi strumenti di
Continua

PREMIER DELL'OLANDA AVVISA FRANCIA E GERMANIA: NON DEVONO IMPORRE RIFORME DELLA UE CONTRO LA

PREMIER DELL'OLANDA AVVISA FRANCIA E GERMANIA: NON DEVONO IMPORRE RIFORME DELLA UE CONTRO LA VOLONTA' DI STATI MEMBRI!
venerdì 16 marzo 2018
AMSTERDAM - Se non è una frattura verticale nella Ue, molto poco ci manca. Non è mai accaduto in passato che una nazione del nord Europa, del calibro dell'Olanda, prendesse una netta posizione contraria ai governi di Parigi e Berlino sul tema cardinale della struttura dell'Unione
Continua
 

MATTEO SALVINI: ''NESSUNA PRECLUSIONE PER DI MAIO, IL PROGRAMMA APERTO AD ARRICCHIMENTI CONTRIBUTI

MATTEO SALVINI: ''NESSUNA PRECLUSIONE PER DI MAIO, IL PROGRAMMA APERTO AD ARRICCHIMENTI CONTRIBUTI E PROPOSTE''
mercoledì 14 marzo 2018
I punti cardinali sono sempre quelli: Flat tax al 15%, addio alla legge Fornero e avvio di un percorso di stabilizzazione del lavoro. Il leader della Lega Matteo Salvini ribadisce il suo programma di governo parlando di fronte alla platea della Stampa Estera e chiede fiducia. "Sento forte la
Continua

''L'EUROZONA E' INADEGUATA A RISOLVERE LE DISEGUAGLIANZE ECONOMICHE INTERNE PROVOCATE DALL'EURO''

''L'EUROZONA E' INADEGUATA A RISOLVERE LE DISEGUAGLIANZE ECONOMICHE INTERNE PROVOCATE DALL'EURO'' (FINANCIAL TIMES)
mercoledì 14 marzo 2018
LONDRA - "I risultati elettorali in Italia sono una severa lezione per l'Unione Europea e soprattutto per l'Eurzona: se la prosperita' non sara' distribuita meglio tra i paesi membri, l'Europa continuera' ad essere vulnerabile agli sconvolgimenti politici. Nella sostanza, il risultato elettorale
Continua
 

GIORNALI TEDESCHI: ''NEL SUD ITALIA DISOCCUPAZIONE AL 46,6%. I GIOVANI ITALIANI GUADAGNANO MENO DEI

GIORNALI TEDESCHI: ''NEL SUD ITALIA DISOCCUPAZIONE AL 46,6%. I GIOVANI ITALIANI GUADAGNANO MENO DEI COETANEI POLACCHI''
martedì 13 marzo 2018
BERLINO - "Nel Sud Italia la disoccupazione giovanile e' del 46,6 per cento, il doppio rispetto al resto del paese. Con i loro mini-lavori precari - scrive oggi in prima pagina il quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung - i giovani italiani guadagnano meno dei coetanei polacchi". L'articolo
Continua
 

 
Editoriali

Avete pronto un Piano B per la vostra vita?

Non mi sono dimenticato, ho fatto apposta. Dal massacro islamico di nove italiani - torturati e uccisi uno ad uno perchè "infedeli" cristiani - avvenuto

Il prossimo massacro islamico sarà in Italia.

Dovrebbe balzare agli occhi la "sottile" differenza tra il trattamento in guanti bianchi riservato dal governo Renzi ai poveri migranti africani tutti

L'estate è già finita. Siamo a ottobre.

Parto da tre fatti. Politicamente parlando, in Italia il "centro" non c'è più, la destra non c'è ancora e il Pd renziano ha perso

Non ve l'hanno detto? Ai mercati piace il Brexit (guardate i dati).

I famosi "mercati" non hanno per niente paura del Brexit. Prova ne è che la Borsa di Londra in tutto è calata del 6,5% in questa ultima

Matteo Salvini vuole la stella di generale o preferisce rimanere capitano per

Il vero inequivocabile segnale che arriva dalle amministrative è che gli italiani cominciano ad averne fin sopra i capelli del signor Renzi. E il Pd di

C'è un piccolo problema all'Inps e un altro piccolo problema che riguarda

Quando nel medesimo giorno, che poi è oggi, il presidente dell'Inps, tal Boeri, dichiara in Parlamento che non c'è di che preoccuparsi di una

Un saluto dal Bianconiglio.

Spero non siate così rincoglioniti da tv e mezzi stampa a senso unico a sinistra da aver concentrato tutta la vostra attenzione sulle risibili elezioni

Caro Matteo, serve una spada. Un nuovo quotidiano.

Matteo Salvini non l'ha mandato a dire, l'ha scritto chiaro e tondo nel suo primo libro dato alle stampe dalla Rizzoli (la Mondadori era inadatta,

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!