47.214.857
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Macron sulla tolda del Titanic eurozona

lunedì 8 maggio 2017

Quando un'azienda fallisce, ci sono solo due possibilità: la prima, che l'imprenditore sia un incapace (trascuro l'ipotesi farabutto), la seconda, che il business dell'azienda sia sbagliato e cioè che non produca reddito ma perdite. 

La Ue e nello specifico la zona euro, basandoci unicamente sui dati ed escludendo quindi opinioni - per altro pessime - che abbiamo rispetto la sua stessa esistenza, è come un'azienda fallita: produce povertà, è stretta dentro una morsa fatta di tasse e crescita ridicola, è zavorrata da disoccupazione di massa e ha preso una direzione economica e finanziaria a dir poco nefasta, tanto è vero che la Bce ha portato sotto lo zero il tasso di interesse e costantemente aquista a colpi da 60 miliardi al mese titoli di stato dell'eurozona che altrimenti per essere venduti dovrebbero pagare interessi insopportabili. 

Quindi, delle due, l'una: l'eurozona è in queste condizioni perchè governata da incapaci, nello specifico la Commissione Ue e la direzione della Bce, ovvero Draghi, oppure il "business" su cui basa la sua esistenza, ovvero la moneta unica europea, è sbagliato.

Escludo categoricamente che Draghi sia un incapace. Anzi, Draghi ha compiuto tutte le mosse, sempre più disperate, per tentare di fare sopravvivere l'eurozona, ovvero l'euro. Credete che sia normale, che il denaro non renda nulla anzi costi a chi lo possiede? E credete sia normale che una banca centrale spenda 120.000 miliardi di vecchie lire ogni mese per evitare la bancarotta di intere nazioni che usano la "merce finanziaria" che lei produce, cioè il denaro denominato euro?

Se lo pensate, siete pazzi. Pazzi o ignoranti come pali. Sono due anomalie mostruose. E anche la Commissione europea, tolto lo sgangherato Juncker, è formata da tecnocrati preparati, ma anche loro sono disperati quanto Draghi: non sanno più che fare, per mantenere in piedi l'azienda fallita denominata "eurozona". Proprio così: da una parte, non possono permettere allentamenti di bilancio (che in Italia vengono chiamati "flessibilità") perchè l'azionista di maggioranza dell'azienda eurozona - la Germania - assolutamente non vuole. Dall'altra non possono costringere la Bce a stampare moneta e inflazionare davvero l'euro perchè ancora una volta l'azionista di maggioranza, sempre quello, lo vieta.

Rimangono solo le tasse, e le tasse non producono crescita, ma depressione dell'economia. E infatti è il risultato che continuano ad ottenere. Pensate che fuori dall'eurozona e rimanendo nella Ue, tutte le nazioni che non usano l'euro hanno una previsione di crescita nel 2017 superiore alla Germania. Vale per l'Albania, quanto per la Romania, per non dire dell'Ungheria, della Polonia, della Repubblica Ceca, perfino della Slovacchia e non ultimi gli stati del Nord Europa esclusa la Finlandia che ha l'euro e va malissimo.

Ora, in questo quadro che come avrete notato non c'entra un accidenti con le elezioni in Francia piuttosto che in Germania, è arrivato il signor Macron all'Eliseo. Il quale, al di là del fatto che sia stato votato dalla minoranza dei francesi e anche sorvolando sul personaggio che sarebbe personalmente e professionalmente parecchio discutibile, ha in programma - pensate - di far spendere 50 miliardi di euro allo stato con investimenti pubblici, ha in programma di tagliare le tasse alle famiglie, alle imprese e ai lavoratori. 

Questo programma è una bufala di dimensioni epiche, e infatti i "mercati" della zona euro non hanno brindato a Macron, al contrario hanno segnalato sofferenza, a partire dalla Borsa di Parigi in profondo rosso. Non solo: il governo tedesco si è affrettato a 12 ore dalla sua elezione a dichiarare che non permetterà la creazione degli eurobond, unica possibilità per Macron di spendere a piene mani soldi pubblici e tagliare le tasse senza far esplodere il debito pubblico francese, già molto oltre il limite nel rapporto col Pil. E la Germania ha anche precisato che non esiste alcun piano "franco-tedesco" di investimenti pubblici. In aggiunta, sempre a 12 ore dall'elezione di Macron, anche Juncker s'è sentito in dovere di dire che lo stato francese "spende troppo e male". Un altro avviso chiaro per Macron.

Morale della favola: non c'è modo di far continuare un'impresa fallita se le ragioni del fallimento sono immodificabili. Non c'è altro da dire. Macron incluso. 

Max Parisi

 



 
Ultimi articoli pubblicati

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA
lunedì 22 maggio 2017
LONDRA - Tutto coloro che sono nauseati dall'arrivo di finti rifugiati sulle coste italiane trasportati dalla LIbia da una sorta di "agenzia viaggi" per metà formata dalla mafie islamiche sul suolo libico, per l'altra metà da navi delle Ong in diretti rapporti con loro, saranno felici
Continua
 

CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE

CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE DALLO STATO NEL 2016
sabato 20 maggio 2017
La gravissima mancanza di liquidità, ovvero di denaro,  i ritardi burocratici, l'inefficienza di molte amministrazioni a emettere in tempi ragionevolmente brevi i certificati di pagamento e le contestazioni sono il motivo principale per cui lo Stato non ha pagato 46mld di euro nel 2016
Continua

SCIENZA / RICERCATORI UNIVERSITA' DI PADOVA INVENTANO TECNICA PER SCOPRIRE LE BUGIE ATTRAVERSO

SCIENZA / RICERCATORI UNIVERSITA' DI PADOVA INVENTANO TECNICA PER SCOPRIRE LE BUGIE ATTRAVERSO L'USO DEL MOUSE
venerdì 19 maggio 2017
PADOVA - Ricercatori dell'Università di Padova hanno messo a punto una tecnica che, analizzando le traiettorie percorse dal mouse, è in grado di indicare se chi è al computer dice la verità o no. Tecnica che potrebbe rivelarsi molto utile nella lotta al terrorismo per
Continua
 

SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI

SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI HOLLANDE E SARKOZY
venerdì 19 maggio 2017
PARIGI - Contrariamente alla tradizione, il neo presidente Emmanuel Macron ed il suo primo ministro Edouard Philippe non godranno di un periodo di "luna di miele" presso l'opinione pubblica francese: lo sostiene un sondaggio realizzato dalla societa' di rilevazioni statistiche Elabe pubblicato dal
Continua

SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E'

SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E' RIMASTO CONTRARIO
giovedì 18 maggio 2017
LONDRA - E' passato quasi un anno da quando il 52% dei cittadini britannici ha votato per far uscire la Gran Bretagna dalla UE, ma sarebbe un grave errore pensare che molti si siano pentiti di aver votato in questo modo. Nonostante il fatto che i giornali specie italiani continuino a scriverlo,
Continua
 

ANCHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ECONOMIA DI MACRON ''TIENE FAMIGLIA'' (HA ASSUNTO LA MOGLIE IN

ANCHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ECONOMIA DI MACRON ''TIENE FAMIGLIA'' (HA ASSUNTO LA MOGLIE IN PARLAMENTO COME FECE FILLON)
mercoledì 17 maggio 2017
Il parlamento francese potrebbe essere soprannominato il club delle mogli. Lo scandalo di François Fillon, che ha ingaggiato la sua sposa Penelope come assistente parlamentare, pagandola circa 500mila euro in otto anni, non è certo isolato. Secondo un calcolo del sito Mediapart il 20%
Continua

DATI AGGHIACCIANTI DIVULGATI OGGI: IN ITALIA DA GENNAIO A MARZO SONO FALLITE O HANNO CHIUSO 221

DATI AGGHIACCIANTI DIVULGATI OGGI: IN ITALIA DA GENNAIO A MARZO SONO FALLITE O HANNO CHIUSO 221 AZIENDE OGNI GIORNO
mercoledì 17 maggio 2017
C'è perfino chi riesce a sostenere che siano dati "positivi", ma i numeri sono invece agghiaccianti. Nei primi tre mesi del 2017 proseguono le chiusure aziendali, cioè i fallimenti e le chiusure volontarie o per concordato preventivo. Complessivamente, in Italia, sono  ben
Continua
 

ITALIA PROSSIMA ALLA BANCAROTTA: PIL AFFONDA (+0,6% NEL 2017) DEBITO PUBBLICO ESPLODE AL +137,6%

ITALIA PROSSIMA ALLA BANCAROTTA: PIL AFFONDA (+0,6% NEL 2017) DEBITO PUBBLICO ESPLODE AL +137,6% (+44,4 MLD IN 12 MESI)
martedì 16 maggio 2017
Il Pil italiano ristagna allo 0,2% nel primo timetre 2017 con una proiezione annua da incubo, allo 0,6%. L'eurozona nel medesimo trimestre ha segnato +0,5%. Nella classifica degli Stati membri dell'euro, peggio dell'Italia fa solo la Grecia con un -0,1%. Nel IV trimestre del 2016 il Pil
Continua

ABBIAMO LETTO IL PROGRAMMA DI MACRON, SEMBRA QUELLA FAMOSA GAG DEI ''DUE LOCALI A MILANO...VISTA

ABBIAMO LETTO IL PROGRAMMA DI MACRON, SEMBRA QUELLA FAMOSA GAG DEI ''DUE LOCALI A MILANO...VISTA MARE!'' (MEGA BUFALA)
martedì 16 maggio 2017
In Francia sembra essersi affermato un nuovo tipo di elettore: il menopeggista. Guardando i flussi elettorali, infatti, possiamo notare come il neo presidente Macron abbia vinto portando alle urne un ridotto numero di francesi rispetto alle aspettative, molti dei quali, hanno sbarrato il suo nome
Continua
 

INCHIESTA NDRANGHETA-AFRICANI / ECCO LA VERITA': MAFIA E ORGANIZZAZIONI RELIGIOSE IN SOCIETA' NEL

INCHIESTA NDRANGHETA-AFRICANI / ECCO LA VERITA': MAFIA E ORGANIZZAZIONI RELIGIOSE IN SOCIETA' NEL BUSINESS IMMIGRAZIONE
lunedì 15 maggio 2017
Piu' di 500 agenti tra Polizia, carabinieri e Guardia di finanza, su disposizione della Dda di Catanzaro hanno portato al fermo di 68 persone legate alla cosca Arena di Isola Capo Rizzuto. Le indagini hanno evidenziato l'infiltrazione della cosca arena nel tessuto economico crotonese e, in
Continua

SONDAGGIO TRA I GIOVANI DELLA UE: IL 79% NON VUOLE L'UNIONE POLITICA, MA SOLO UN'AREA DI LIBERO

SONDAGGIO TRA I GIOVANI DELLA UE: IL 79% NON VUOLE L'UNIONE POLITICA, MA SOLO UN'AREA DI LIBERO SCAMBIO ECONOMICO
lunedì 15 maggio 2017
LONDRA - Quando lo scorso anno la maggioranza dei cittadini britannici ha votato per uscire dalla UE molti hanno dichiarato che tale esito e' stato influenzato dagli anziani visto che la maggioranza di essi ha votato in favore della Brexit. Ma i giovani davvero amano l'Unione Europea? A tale
Continua
 

IL GOVERNO SPAGNOLO SCRIVE ALLA UE: L'EURO VA RIFONDATO! EUROBOND E CONTROLLO DEMOCRATICO

IL GOVERNO SPAGNOLO SCRIVE ALLA UE: L'EURO VA RIFONDATO! EUROBOND E CONTROLLO DEMOCRATICO SULL'ECOFIN O CROLLA TUTTO
lunedì 15 maggio 2017
MADRID - Un attacco inaspettato all'euro - che così com'è non va affatto - da parte del governo teoricamente più ossequioso e fedele alle tecnocrazie di Bruxelles e della Bce, quello di Madrid riempie oggi tutti i giornali spagnoli, ma anche europei. La Spagna propone di
Continua

PREMIO NOBEL PER L'ECONOMIA STIGLITZ, OGGI ALLA NORMALE DI PISA: ''ITALIA ESCA DALL'EURO PER POTERE

PREMIO NOBEL PER L'ECONOMIA STIGLITZ, OGGI ALLA NORMALE DI PISA: ''ITALIA ESCA DALL'EURO PER POTERE CRESCERE'' (BOOM!)
giovedì 11 maggio 2017
Se l'Italia non fosse nell'euro "potrebbe implementare politiche per la crescita". A dirlo, non è il solito euroscettico nazionalista ovviamente xenofobo di destra e a tratti se non del tutto razzista, ma a margine della lectio magistralis per il conferimento di un dottorato dal Sant'Anna di
Continua
 

DEPUTATO OLANDESE CHIEDE A DRAGHI: SE L'OLANDA ESCE DALL'EURO, LA BCE CI RENDE 100 MILIARDI? E LUI:

DEPUTATO OLANDESE CHIEDE A DRAGHI: SE L'OLANDA ESCE DALL'EURO, LA BCE CI RENDE 100 MILIARDI? E LUI: SCORDATEVELI
giovedì 11 maggio 2017
La notizia come come sempre accade in Italia quando è "scomoda" ovvero contraddice il pensiero unico a sinistra che pretende di imporre l'idea che la Ue sia paradisiaca e l'euro la manna caduta dal cielo sull'Italia e come tale una meraviglia di cui essere grati in eterno ai banchieri e ai
Continua

ADRIANO SEGATORI, PSICHIATRA E PSICOTERAPEUTA: ''COME TUTTI GLI PSICOPATICI, EMMANUEL MACRON E'

ADRIANO SEGATORI, PSICHIATRA E PSICOTERAPEUTA: ''COME TUTTI GLI PSICOPATICI, EMMANUEL MACRON E' ALTAMENTE PERICOLOSO''
giovedì 11 maggio 2017
Macron è pericoloso perché, come tutti gli psicopatici, ha una grandissima idea di sé. Non ama la Francia, e non lotta per il popolo francese. Macron ama se stesso, enormemente, e combatte per mantenere la sua fragile identità». Lo afferma il professor Adriano
Continua
 

CROLLO POLITICO IN AUSTRIA: SI DIMETTE IL VICE CANCELLERE, CAPO DEL PARTITO POPOLARE E LA DESTRA

CROLLO POLITICO IN AUSTRIA: SI DIMETTE IL VICE CANCELLERE, CAPO DEL PARTITO POPOLARE E LA DESTRA (FPOE) E' PRIMO PARTITO
mercoledì 10 maggio 2017
VIENNA - Terremoto politico in Austria. Reinhold Mitterlehner ha annunciato oggi le sue dimissioni da vice cancelliere, ministro degli Esteri e leader del partito Popolare (OeVP). "Penso di averne abbastanza", ha detto il 61enne Mitterlehner, aggiungendo che il suo lavoro era ormai diventato "senza
Continua
 

 
Editoriali

L'Italia che conta da 24 ore è nel panico.

Ieri sera, è accaduto qualcosa che ha fatto sobbalzare l'Italia che conta, facendole passare una notte insonne e una giornata, quella di oggi, da

Due righe per Matteo Salvini.

Che la Lega di Matteo Salvini sia cosa politica ben differente da quella di Umberto Bossi e di Roberto Maroni, è chiaro. Dal grande sogno della Padania

Segnali dal futuro dell'Italia e dell'Europa.

Dentro una serie di straordinari eventi, il 23 giugno prossimo i britannici voteranno per restare o abbandonare la Ue. Il quotidiano filo-renziano e "Ueista"

Dovete decidere, cari italiani: volete soffrire voi, o far soffrire i banchieri

Guardate, il ragionamento è molto semplice: se le banche italiane non contabilizzano in tutto o in parte come perdite quelle che si ostinano a definire

La Commissione europea scrive che tutte le banche italiane hanno i giorni

Chi ha un conto corrente attivo in una banca italiana, sappia che l'Unione europea ha dichiarato ufficialmente - scritto nero su bianco - che è "a

Renzi (figlio) ha derubato col ''salvabanche'' i risparmiatori di Banca Etruria

Una nazione democratica nella quale "la legge è uguale per tutti", prima ancora d'essere governata dal diritto stabilito dai codici, è basata

Come salvare l'Italia prendendo esempio dall'Europa.

Mentre l'Italia renziana conferma - stupidamente - le sanzioni alla Russia allienandosi alla Ue a trazione tedesca, la stessa Ue emette "sanzioni" all'Italia

Banche fallite, risparmi rubati, invasione di migranti, procedure d'infrazione

Nessuno si faccia illusioni: i miliardi di euro rapinati a obbligazionisti e azionisti dal governo Renzi non torneranno in alcun modo nelle tasche dei

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!