43.359.268
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Brevi, quasi brevi? Brevissime!

19:00 20-01
E IL GOVERNO LA CHIAMA ''RIPRESA'': RALLENTERA' LA CRESCITA DEI CONSUMI NEL 2017

Rallenta la crescita dei consumi delle famiglie, che si stabilizzerà sotto l'1% nel 2017-2019. Secondo il bollettino economico della Banca d'Italia, nel prossimo triennio i consumi cresceranno ''a ritmi prossimi'' a quelli del Pil: segneranno +0,9% nel 2017, dal +1,4% dell'anno scorso, frenando ancora a +0,8% nel 2018 e nel 2019. ''Il rallentamento rispetto allo scorso biennio - spiega Via Nazionale - sarebbe attribuibile prevalentemente agli effetti dei recenti aumenti dei prezzi delle materie prime energetiche sulla capacità di spesa delle famiglie. Il tasso di risparmio salirebbe lievemente nel corso del triennio di previsione, mostrando il consueto andamento prociclico''.

12:52 19-01
EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI BARCONI''

''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa insieme ai clandestini. Lo dichiara l'Europol, non qualche folle 'populista'. Insieme ad altri 4 mila fanatici con cittadinanza europea formano una forza complessiva di 38 mila uomini che mettono in pericolo la sicurezza delle nazioni europee. Questa non è una invasione? Come la vogliono chiamare Renzi, Alfano e Gentiloni? Forse viaggio turistico organizzato per terroristi e integralisti islamici?''. Lo scrive su facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. ''Noi -avverte- non siamo disposti a farci invadere senza reagire: basta sbarchi e subito un blocco navale al largo delle coste libiche biche per impedire ai barconi di partire. Il resto è complicità con i terroristi''.

12:35 19-01
AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO JOBS ACT

Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a rapporti di lavoro a tempo indeterminato, pari a 562mila, risultano in ''modesto aumento'' rispetto al 2015 (540mila) e in ''leggero calo'' rispetto al 2014 (570mila), (il che sta a significare che la ''riforma'' del Lavoro tanto cara al fu premier Renzi non è servita ad aumentare l'occupazione stabile, ma i licenziamenti). E' quanto rileva l'osservatorio sul precariato dell'Inps. Sul trend degli ultimi mesi ha inciso l'introduzione dell'obbligo delle dimissioni online, sottolinea l'istituto di previdenza. Il tasso di licenziamento (calcolato rispetto all'occupazione esposta al rischio a inizio anno) per i primi undici mesi del 2016 (5,2%) risulta inferiore rispetto a quello corrispondente del 2015 (5,3%). Nel periodo gennaio-novembre 2016 le cessazioni dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato per dimissioni sono state pari a 722mila (-13,6% rispetto al 2015).

11:20 19-01
CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN LIGURIA

BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre del 2016 nel continente europeo: nella zona euro sono aumentati del 3,4% e nella Ue-28 del 4,3%, rispetto allo stesso trimestre del 2015. L'Italia e' invece in controtendenza, ovvero è sbranata dalla deflazione e contemporaneamente dalla mole enorme di proprietà immobiliari messe in vendita da privati e da creditori a seguito di pignoramenti: i prezzi continuano a scendere, da -0,8% a -0,9% ed è un dato medio che non rappresenta concretamente la realtà. Infatti, mentre in grandi città del Nord, Milano in testa, si assiste a una sostanziale stabilizzazione dei prezzi con alcune risalite per le zone di pregio, in Liguria invece i cali sono superiori al 5% e per le case al mare del 10%. Rispetto l'Italia, solo Cipro ha un calo piu' significativo (-3,3%) di quello italiano. Nel resto dell'Ue i prezzi salgono: i Paesi con gli aumenti maggiori sono Ungheria (+11,6%), Lettonia (+10,8%) e Bulgaria (+8,8%).

13:44 18-01
DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA NON LO E'''

WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro presidente americano, Donald Trump, assicura che non gli piace 'twittare', ma che e' costretto a farlo per difendersi dai media. Lo ha detto in un'intervista a Fox News, che andra' in onda nelle prossime ore in Usa, a due giorni dal suo insediamento alla Casa Bianca. ''Guarda che non mi piace 'twittare''', ha assicurato rivolto al giornalista. ''Ho altre cose che potrei fare''. ''Ma devo fare i conti - ha aggiunto- con giornali molto disonesti, una stampa molto disonesta. Ed e' il mio solo modo per reagire. Quando la gente fa affermazioni sbagliate su di me, io sono in grado di dirlo e dirlo a gran voce''. Il prossimo presidente americano, il cui mandato comincera' ufficialmente venerdi', ha promesso che ridurra' i suoi 'cinguettii' quando la stampa lo trattera' in maniera piu' rispettosa: ''Se la stampa fosse onesta, il che non e', non userei assolutamente Twitter. Non ne avrei bisogno''.

13:36 18-01
L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5 STELLE ROSSE)

''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta mettendo in ginocchio il paese. Durante la discussione della mozione sulla gestione dei flussi migratori, i grillini si sono dichiarati contro i CIE: in pratica vogliono far circolare liberamente i clandestini nelle nostre citta'. Gli stessi 5 stelle che si proclamano favorevoli al modello Serracchiani dell'accoglienza diffusa, ovvero sparpagliare clandestini nei vari comuni con l'impossibilita', quindi, di un controllo per garantire la sicurezza. L'ennesima follia di un movimento a 5 stelle rosse che a parole dice di essere dalla parte dei cittadini ma nei fatti va esattamente nella direzione opposta''. Lo dichiara Massimiliano Fedriga, capogruppo alla Camera della Lega Nord.

13:29 18-01
PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI ITALIANI

DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa in Svizzera, al summit di Davos, una dichiarazione che sembra introdurre l'idea che il governo abbia in serbo una colossale fregatura per gli italiani, magari un prelievo forzoso dai conti correnti: ''I leader politici devono avere il coraggio di politiche efficienti, che possono essere a volta anche dolorose nel breve termine, e poi avere il coraggio di dichiarare la loro visione''. Lo ha sottolineato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan nel corso di un dibattito all'Open Forum a Davos dedicato alla Leadership in tempi di divisione. ''Senza una visione non convincerete le persone che avevano buone ragioni per votare 'no'. Avere politiche piu' efficienti va bene, ma non basta, serve oggi anche una visione: come vi aspettate che la societa' sia tra 10-20 anni'', ha spiegato Padoan.

13:11 18-01
SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA MERKEL''

''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone tedesco. Tajani? Macchè italiano. E' solo l'ennesimo domestico al servizio della Merkel''. Lo sottolinea Matteo Salvini in una nota. ''Pur di portare a casa la poltrona europea -avverte il leader della Lega- Fi ha chiesto e ottenuto i voti degli amici di Monti e Prodi, dei difensori ell'euro, delle banche e dell'immigrazione di massa, che stanno massacrando l'Italia. Se il buongiorno si vede dal mattino, tanti saluti a Fi. Chi difende questa Europa e l'euro fa il male dell'Italia e non sarà alleato della Lega''.

12:42 18-01
BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON REGNO UNITO''

LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro britnnico Theresa May che ha delineato con precisione come sarà la Brexit, ovvvero un'uscita definita unanimemente ''dura'' dalla Ue, oggi è la volta di un altro big del governo conservatore. ''Gli altri Stati fanno la coda per siglare dopo la Brexit accordi commerciali con la Gran Bretagna''. Lo ha detto il ministro degli Esteri Boris Johnson, che si trova in visita in India, all'indomani del discorso della premier Theresa May sui termini di Londra per i negoziati sull'uscita dall'Ue. Il capo del Foreign Office ha sottolineato che sebbene il Regno Unito sia ancora vincolato all'Unione e quindi non possa condurre negoziati in modo autonomo con altri Paesi nulla vieta di ''abbozzare i principi'' degli accordi futuri. Il primo di tali accordi sarà, presumibilmente, con gli Stati Uniti, dove il nuovo presidente Donald Trump si insedierà il 20 gennaio alla Casa Bianca.

17:42 17-01
ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo inizio di 2017, piu' del doppio rispetto allo stesso periodo del 2016, quando gli arrivi sono stati 1.073. Lo rilevano i dati del Viminale. Lo scorso anno, con 181.436 stranieri giunti via mare, si e' registrato il record di sbarchi. Mentre con Guinea (372), Costa d'Avorio (360), Nigeria (239), Senegal (173) e Mali (136) sono i principali Paesi di provenienza degli africani fatti sbarcare in Italia anzichè essere stati riaccompagnati a riva in Libia, arrivati dal 1° gennaio ad oggi. E' rilevante notare che nessuno dei Paesi di provinienza di questa marea umana di africani è luogo di guerre o catastrofi d'altro genere che diano motivo per essere accolti come profughi, quindi devono essre tutti espulsi e spediti nelle loro nazioni d'origine. Inoltre, ciascuno costa allo stato italiano non meno di mille euro al mese, mentre gli italiani poveri muoiono - letteralmente - di freddo e di fame.

13:51 17-01
THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO ACCORDO'' (BOOM!)

LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale piuttosto che accettarne uno cattivo. E' l'avvertimento lanciato a Bruxelles dalla premier Theresa May nel corso del suo atteso Brexit Speech a Lancaster House. 'La Gran Bretagna vuole restare un buon amico e vicino - ha premesso - ma ci sono voci che parlano di un accordo punitivo per scoraggiare altri Paesi a uscire dalla Ue. Questo sarebbe un atto di autolesionismo disastroso per i Paesi europei e non un atto di amicizia'. Pertanto un 'no deal' ''sarebbe meglio di un cattivo accordo'. Ad ogni modo, May si e' detta fiduciosa che si possa arrivare 'a un nuovo accordo e a una partnership strategica' con Bruxelles.

13:47 17-01
PRIMO MINISTRO BRITANNICO: ''MODELLO UE INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA STORIA''

LONDRA - Il modello dell'Ue e delle istituzioni sovranazionali ''non era compatibile con la nostra storia'' ha detto il premier sottolineando pero' che ''non sarebbe nell'interesse del Regno Unito lo smembramento dell'Ue. Che deve essere una storia di successo''. E che potra' esserlo ''ma solo attraverso una riforma delle istituzioni che riconosca la molteplicita' dei singoli Paesi che ne fanno parte'' ha detto May. Che ha parlato della necessita' di proteggere il lavoro, ma anche di altre grandi istanze che sono state frustrate dall'appartenenza all'Ue. ''La Gran Bretagna riprendera' il controllo dell'immigrazione e si ritirera' dalla giurisdizione della Corte europea di Giustizia. Basta con i contributi al mercato unico: vogliamo una nuova ed equa partnership tra un Regno Unito globale indipendente, che si autogoverni, e i nostri amici e alleati in Ue''.Lavoriamo per ''un Paese piu' grande e industrializzato: le aziende non ci chiedono di rivedere la Brexit, ma di farne un successo''.

13:27 17-01
THERESA MAY: ''VIA DAL MERCATO UNICO E DA CORTE DI GIUSTIZIA E BASTA SOLDI A UE''

LONDRA - L'atteso di scorso di Theresa May sulla Brexit è arrivato ed è davvero duro: ''Non vogliamo piu' essere membri del mercato unico europeo'' ha esordito la premier britannica annunciando i piani per i negoziati sulla Brexit in un discorso alla Lancaster House di Londra. La premier britannica ha inolre dichiarato di poter confermare che il Parlamento britannico voterà sull'accordo finale per la Brexit prima che entri in vigore. Theresa May ha anche annunciato che la Gran Bretagna riprendera' il controllo dell'immigrazione dai Paesi Ue e si ritirera' dalla giurisdizione della Corte europea di Giustizia, che quindi non avrà più alcun titolo legale in Gran Bretagna. La Gran Bretagna punta - ha precisato la premier britannica - ad un accordo di libero scambio con l'Ue ma non intende contribuire al bilancio europeo. Questo, produrrà un ''buco'' nel bilancio della Ue pari a non meno di 25 miliardi di euro l'anno.

11:39 17-01
TAJANI PUO' FARCELA, DOPO LA CAPRIOLA DEI LIBERALI CHE HANNO MOLLATO L'M5S

BRUXELLES - ''Da Grillo a Berlusconi in meno di una settimana'': i socialdemocratici al Parlamento europeo commentano duramente la scelta del leader della Alde, Guy Verhofstadt, di allearsi con il Ppe per sostenere il candidato popolare alla presidenza del Parlamento, Antonio Tajani, definito ''l'uomo di Berlusconi a Bruxelles''. Verhofstadt, secondo la portavoce e vicecapogruppo S&D, Tanja Fajon, ''ha dato una ulteriore prova della sua incoerenza politica, con uno spettacolare salto mortale. Dopo aver provato la mossa tragicomica di imbarcare il movimento populista 5 Stelle per aumentare le sue chance di vittoria, ora il leader liberale ha fatto un accordo con l'uomo di Berlusconi a Bruxelles''. Le possibilita' di vittoria del candidato socialdemocratico Gianni Pittella si sono ridotte in seguito all'accordo concluso la notte scorsa fra i due gruppi politici di centro destra.

10:20 17-01
RUSSIA PRONTA A COOPERARE CON USA, UE E NATO CON RISPETTO RECIPROCO

MOSCA - La Russia e' pronta a cooperazione con gli Stati Uniti, l'Unione europea e la Nato in un clima di rispetto reciproco. Lo ha detto il ministro degli esteri russo Sergey Lavrov. ''Puntiamo a legami piu' stretti con coloro che sono pronti a lavorare con noi sulla base di una cooperazione reciprocamente vantaggiosa'' ha detto Lavrov ai giornalisti.''Questa e' la nostra posizione nei rapporti con partner e alleati in tutto il mondo: siamo pronti a seguire la stessa impostazione con Usa, Ue e Nato'' senza che cio' implichi che valori diversi vengano imposti - ha detto - sottolineando come una contaminazione o un tentativo di contaminazione di alcuni di questi valori ci sia stata.

11:18 16-01
SCANDALO MOTORI DIESEL SI ALLARGA ANCHE ALLA RENAULT

PARIGI - Lo scandalo dei motori diesel ''truccati'' si allarga. Oltre a, Renault potrebbero essere coinvolti altri produttori. Secondo il ministro dell'Ambiente francese, Segolene Royal, i motori del costruttore francese Renault presentavano alcune irregolarita', come dichiarato al ''Le Journal du Dimanche''. ''Questo potrebbe essere vero anche per altre case automobilistiche'', ha detto il Ministro. La procura di Parigi sta esaminando una possibile truffa sui gas di scarico della Renault, che ha respinto le accuse. In Germania, il ministro ministro dei Trasporti tedesco, Alexander Dobrindt, e' tornato ad attaccare Fiat-Chrysler, chiedendone il ritiro di alcuni modelli dal mercato: ''Le autorita' italiane sapevano da diversi mesi che la Fiat ha utilizzato software illegali, come accertato dai nostri professionisti'', ha detto il politico della Csu alla ''Bild am Sonntag''. ''La casa italo-americana ha finora rifiutato qualsiasi controllo'', ha accusato il Ministro. Marchionne ha replicato: falso.

10:34 16-01
ISTAT: E' UFFICIALE, 2016 L'ANNO DELLA DEFLAZIONE IN ITALIA (DAL 1959)

Italia in deflazione nel 2016. In media d'anno, i prezzi al consumo hanno registrato una variazione negativa (-0,1%): è dal 1959 (quando la flessione fu pari a -0,4%) che non accadeva. A certificarlo è l'Istat. A dicembre 2016, tuttavia, l'inflazione è aumentata dello 0,4% rispetto al mese precedente e dello 0,5% nei confronti di dicembre 2015. ''Il calcolo del trascinamento dell'inflazione sul 2017 registra un valore positivo (+0,4%), dovuto alla ripresa della dinamica dei prezzi rilevata nel secondo semestre dell'anno appena concluso'', ha spiegato l'Istat. La ripresa dell'inflazione a dicembre 2016 è dovuta principalmente all'accelerazione della crescita dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+2,6%, da +0,9% di novembre), degli Energetici non regolamentati (+2,4%, da +0,3% di novembre) e degli Alimentari non lavorati (+1,8%, era +0,2% il mese precedente). Tuttavia, si stratta di variazioni che non riguardano i principali capitoli dell'economia italiana, come l'industria.

10:31 16-01
BORIS JOHNSON: ''BREXIT, TRUMP PER UN ACCORDO RAPIDO CON IL REGNO UNITO. OTTIMO''

BRUXELLES - ''Una gran bella notizia'': così il ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, ha commentato la proposta del presidente eletto americano Donald Trump di siglare ''rapidamente'' un accordo commerciale con il Regno Unito, in procinto di abbandonare l'Unione europea, che assicuri condizioni vantaggiose a entrambi i Paesi. ''Credo sia una gran bella notizia che gli Stati Uniti vogliano concludere un accordo di libero scambio con noi e farlo rapidamente'', ha detto Johnson all'arrivo al vertice dei ministri degli Esteri europei a Bruxelles. Va ricordato che Boris Johnson è stato uno dei principali, se non il principale, artefice della straordinaria vittoria nazionalista denominata ''Brexit'' al referendum del mese di giugno del 2016, nella ormai storica giornata del 23.

10:25 16-01
SETTE CLANDESTINI INDIVIDUATI AD ASTI SU UN TRENO PROVENIENTE DALLA SERBIA

ASTI - Sette uomini, cinque algerini e due marocchini, sono stati trovati questa mattina in un convoglio merci che dalla Serbia ha raggiunto Villanova d'Asti. Un viaggio di due giorni senza soste per gli uomini che, alla stazione di Villanova d'Asti, sono stati soccorsi da carabinieri, polfer, vigili del fuoco e 118. Stanno bene, hanno accusato solo lievi malori e solo tre di loro sono stati portati per accertamenti al pronto soccorso dell'ospedale di Asti. A scoprire i migranti, alcuni pendolari che in stazione hanno sentito lamenti provenire da un vagone. Ovviamente questo episodio dimostra quanto aggirabili siano - sempre ammesso vi siano - i controlli alle frontiere italiane, che chiunque, da terroristi a trafficanti di droga e armi, può valicare senza alcun problema.

12:27 20-12
SALA ''AUTORITORNA'' A FARE IL SINDACO DOPO CHE SI ERA ''AUTOSOSPESO''

MILANO - ''Torno a fare il Sindaco, certo della mia innocenza verso un'accusa che non costituisce un condizionamento della mia attivita'''. Lo scrive in un lungo post Facebook il sindaco di Milano Beppe Sala. Sala si era autosospeso nei giorni scorsi dopo aver avuto notizia di una indagine a suo carico, nell'ambito dell'inchiesta sulla Piastra Expo.

11:44 20-12
ORBAN: ''ATTENTATO A BERLINO E' STATO UN ATTACCO CONTRO I VALORI DEL NATALE''

BUDAPEST - Per il primo ministro ungherese Viktor Orban l'attentato di ieri sera a Berlino è stato un attacco contro i ''valori del Natale''. Ieri, ha sottolineato il premier ultraconservatore ungherese in una lettera inviata alla cancelliera tedesca Angela Merkel, ''sono stati colpiti non solo i cittadini di Berlino, ma l'intera Europa e i nostri comuni valori cristiani''. Nella lettera, Orban ha anche condannato ogni forma di violenza e terrorismo e ha affermato di voler collaborare con la Germania nell'interesse della sicurezza in Europa. Orban, schierato su posizioni anti immigrazione, in passato ha duramente criticato la Merkel per la sua politica di accoglienza verso immigrati e rifugiati.

11:06 20-12
GRIMOLDI: ISIS FA STRAGI, LA UE CONTINUA LE SANZIONI ALLA RUSSIA CHE LO COMBATTE

MILANO - ''Questo ennesimo attentato che nell'ultimo anno ha colpito il cuore dell'Europa conferma, purtroppo, che la guerra contro l'Isis, al di là delle vittoria in Iraq o Siria, sarà comunque lunghissima. Ed è paradossale che questa Europa così debole, fragile e indifesa davanti alla minaccia jihadista riesca a essere compatta solo nel decidere di protrarre per altri sei mesi le assurde sanzioni economiche contro la Russia che è l'unico Stato che, con i fatti, sul campo di battaglia, con i suoi militari, sta sconfiggendo i miliziani dell'Isis proteggendo così l'Europa e l'Occidente. Via subito le sanzioni alla Russia, altrimenti faremo solo un favore ai terroristi del califfato nero''. Lo afferma Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda.

11:02 20-12
AFD: ''LA GERMANIA NON E' PIU' UN PAESE SICURO, CHIUDERE FRONTERE E MOSCHEE''

BERLINO - La Germania ''non e' piu' un paese sicuro'', serve ripristinare ''il controllo delle frontiere'' e ''chiudere le moschee dove si predica la jihad''. Lo dice la leader del partito nazionalista tedesco Alternative fur Deutschland (AfD), Frauke Petry, dopo l'attentato di ieri sera a Berlino. ''La Germania non e' piu' un paese sicuro, la cancelliera Merkel ha l'obbligo di comunicarlo ai cittadini. Non si tratta solo di un attacco alla nostra liberta' e alla nostra maniera di vivere - aggiunge - ma anche alla nostra tradizione cristiana''. La leader di Alternative fur Deutschland ha definito la politica di accoglienza del governo Merkel ''irresponsabilmente aperta'' e ha chiesto che le frontiere siano controllate. ''I potenziali terroristi e quelli potenzialmente pericolosi devono essere espulsi - ha detto - le moschee dove si predica la jihad devono essere chiuse. Tutti i musulmani che hanno scelto il nostro paese come loro patria saranno sicuranmente d'accordo con queste proposte''.

10:43 20-12
GIORGIA MELONI METTE IL DITO NELLA PIAGA DEL BUONISMO: GENERA STRAGI ISLAMICHE

Diamoci la mano, cantiamo 'Imagine' e tutti saranno più buoni. La presidente di Fdi, Giorgia Meloni, ironizza amaramente sull'attentato di ieri sera a Berlino e sulle cause che lo hanno generato. ''L'integralismo islamico - scrive su Facebook - colpisce a Berlino. Un rifugiato pakistano ha volontariamente travolto con un camion la folla. Dodici persone morte mentre passeggiavano nel mercatino natalizio, molti i feriti. Nuove vittime innocenti che si aggiungono alle altre centinaia massacrate in altre città europee mentre assistevano a un concerto, mangiavano al ristorante o guardavano i fuochi d'artificio''. ''Ma niente paura, ci pensavo i nostri governanti, ci dicono che la strada non è contestare l'accoglienza incontrollata e l'islamizzazione dell'Europa. E allora prendiamoci per mano e cantiamo tutti insieme ''Imagine'' di John Lennon. Il male, come d'incanto, scomparirà''...

10:35 20-12
VIVENDI SI DOVREBBE ''DISSANGUARE'' PER ACQUISTARE SOLO IL 30% DI MEDIASET

Vivendi punta a sfiorare il 30% di Mediaset, appena sotto il livello che farebbe scattare l'obbligo di opa. L'annuncio del gruppo guidato da Vincent Bolloré ha provocato una nuova fiammata sul titolo del Biscione che mette a segno un balzo del 16% superando di slancio i 4,16 euro. Per acquistare circa il 10% di Mediaset ai prezzi attuali Vivendi dovrebbe impiegare intorno ai 750 milioni di euro, ma la somma potrebbe lievitare fino a 1 miliardo di euro, senza per altro arrivare al controllo di Mediaset. Il gruppo francese non ha comunicato quanto ha speso per il 20% in portafoglio ma è ipotizzabile un investimento che sfiora i 900 milioni di euro. Per arrivare a quasi il 30% Vivendi metterebbe sul piatto oltre 1,6 miliardi di euro. Ai prezzi odierni il valore del 100% di Mediaset sfiora i 5 miliardi di euro, in crescita di oltre 1,6 miliardi rispetto al giorno prima della comunicazione di Vivendi di detenere il 3% del gruppo controllato da Fininvest.

16:44 19-12
I CINQUE PUNTI DEL PROGRAMMA DELLA LEGA PER L'ALLEANZA CON FORZA ITALIA

MILANO - ''Sono sempre ottimista: se ci sono patti chiari, scritti e sottoscritti si puo' fare un'alleanza con Forza Italia''. Lo dice il segretario della Lega, Matteo Salvini, che nel pomeriggio ha presentato a Como il candidato sindaco del centrodestra, Mario Landriscina. Secondo Salvini, per ricostruire il centrodestra in vista delle elezioni Politiche occorre ''firmare prima un programma della federazione'', perche' ''alle primarie ci vai se hai un programma comune''. Programma che, aggiunge il segretario del Carroccio, deve basarsi su ''cinque punti: aliquota fiscale unica, superamento della riforma Fornero sulle pensioni, blocco delle partenze ed espulsione degli immigrati irregolari, sovranita' monetaria e ridiscussione di tutti i trattati Ue''.

16:40 19-12
SALVINI: ''PER IL MATTARELLUM, PRONTI A PRENSENTARE PROPOSTA ASSIEME AL PD''

COMO - La proposta di Matteo Renzi per tornare al Mattarellum ''e' esattamente quello che pensavo io'' e siamo ''disposti a presentarlo anche insieme al Pd, perche' il merito e' quello non cambia a prescindere da chi lo presenti''. Cosi' il segretario della Lega, Matteo Salvini, che nel pomeriggio ha presentato a Como il candidato sindaco del centrodestra, Mario Landriscina.Secondo Salvini, quella legge elettorale ''tutelerebbe sia la rappresentanza sia la governabilita'''. ''Soprattutto - conclude - non ti devi inventare niente, perche' e' gia' stata usata e quindi se vuoi in 15 giorni la riapprovi. Anche prima della Consulta potrebbe arrivare una nuova legge e quindi si potrebbe votare anche in primavera''.

17:16 16-12
L'AUTOSOSPENSIONE DA SINDACO DECISA DA SALA, PER LEGGE NON ESISTE (MICIDIALE)

MILANO - ''Autosospensione'' dalla carica di sindaco. La mossa, annunciata ieri in serata da Giuseppe Sala, dopo la notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta sulla Piastra di Expo, e' in realta' un 'unicum' e non e' prevista esplicitamente da alcuna norma. La prima voce autorevole che ha fatto notare la 'stranezza' giuridica dell'autosospensione e' Piercamillo Davigo. ''Non ho la minima idea di cosa significhi'', ha risposto il presidente dell'Associazione nazionale magistrati ai cronisti che gli chiedevano un commento, a Palermo. ''L'autosospensione non e' contemplata da alcuna norma, ma cio' non significa che non si possano realizzare situazioni del genere: la legge parla di 'assenza o impedimento temporaneo' durante il quale il vicesindaco puo' operare in sostituzione del sindaco - spiega Umberto Fantigrossi, presidente dell'Unione nazionale avvocati amministrativisti. In ogni caso, è una procedura, quella intrapresa da Sala, anomala.

16:30 16-12
MPS SCHIANTATA DA AMMINISTRATORI TUTTI NOMINATI DAL PD (ORA FUGA DI CORRENTISTI)

SIENA - La situazione di incertezza in cui si trova Mps ha provocato un'emorragia di depositi dalla banca senese, con 6 miliardi di euro di ''raccolta diretta commerciale'' persi tra il 30 settembre e il 13 dicembre, ''di cui 2 miliardi dal 4 dicembre 2016, data del referendum costituzionale''. E' quanto emerge dall'aggiornamento del prospetto sull'aumento di capitale. I sei miliardi si aggiungono ai 13,8 miliardi persi nei primi nove mesi del 2016, portando il saldo negativo a quasi 20 miliardi di euro.''Se fosse stata rispetta la legge Ciampi, non avremmo avuto la tragedia Mps''. E' quanto dichiarato dal presidente di Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti, nel suo intervento alle celebrazioni per i 25 anni della Fondazione. ''La legge - ha continuato Guzzetti - ha una disposizione provvida per cui nell'organo di indirizzo la parte pubblica non doveva avere la maggioranza. A Siena cos'è successo? Su 15 membri dell'organo di indirizzo, 8 sono nominati dal sindaco Pd e 5 dalla Provincia Pd.

11:32 16-12
MPS HA SOLO 29 GIORNI DI VITA (SE NON ARRIVA L'AUMENTO DI CAPITALE, FALLISCE)

MILANO - Nel motivare il suo no alla proroga dell'aumento di capitale di Mps la Bce ha rilevato che ''la situazione della liquidita' della Banca si e' andata progressivamente deteriorando fino a raggiungere, a valle del referendum'' del 4 dicembre ''un orizzonte temporale di 29 giorni entro il quale la Banca puo' far fronte ai propri fabbisogni di liquidita' senza ricorrere a nuovi interventi''. E' quanto emerge dal prospetto dell'aumento di capitale. In sostanza, è in corso una emorragia di capitali liquidi da Mps e la banca ha assoluta necessità di nuovo denaro per continuare a operare.E non basta:''In soli 4 giorni 50 mila obbligazionisti dovranno decidere se convertire volontariamente o forzosamente. Urge un chiarimento immediato del governo se in caso di risoluzione ci saranno interventi di salvaguardia o meno e su chi ne potrà eventualmente beneficiare, solo in questo caso potremo parlare di una scelta consapevole''. E' quanto afferma l'associazione Vittime del salvabanche.

 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

E IL GOVERNO LA CHIAMA ''RIPRESA'': RALLENTERA' LA CRESCITA DEI

20 gennaio - Rallenta la crescita dei consumi delle famiglie, che si stabilizzerà
Continua

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua
Precedenti »

I più Letti