46.403.964
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA FINLANDIA DECIDE IL RIMPATRIO ANCHE DI IRACHENI, SOMALI E AFGHANI: RESPINTE TUTTE LE RICHIESTE D'ASILO.

lunedì 25 luglio 2016

LONDRA - Mentre in Italia il governo Renzi non fa altro che far arrivare immigrati senza nessun controllo, non meno di 8.000 negli ultimi cinque giorni, in Finlandia viceversa le autorita' hanno deciso di usare le maniere forti.

Infatti proprio in questi giorni il governo finlandese ha dichiarato che Iraq, Afghanistan e Somalia sono paesi sicuri e quindi chiunque arriva da questi paesi non puo' chiedere asilo politico, quindi verranno respinte le richieste in tal senso dai migranti provenienti da queste nazioni.

I risultati di questa decisione cominciano gia' a vedersi visto che al 77% dei rifugiati iracheni arrivati lo scorso giugno e' stato negato il diritto di asilo e quindi dovranno a breve lasciare il paese e dovranno farlo volontariamente oppure in modo coatto.

Un portavoce dell'ufficio dell'immigrazione finlandese ha dichiarato che il motivo di tali decisioni sta nel fatto che in questi paesi molte aree non sono pericolose e molte volte i richiedenti asilo possono ricevere protezione nel loro paese.

Tale decisione pero' sicuramente causera' tensioni con l'Unione Europea visto che i parassiti di Bruxelles vogliono togliere ai singoli stati il potere di decidere quali paesi sono sicuri e quali immigrati possono deportare, e lo stesso Jean Claude Junker ha presentato una proposta per unificare le politiche di asilo ma la Finlandia per ora non sembra cedere.

Il ministro dell'Interno svedese Anders Ygeman avverte che il Paese si sta preparando ad espellere tra i 60mila e gli 80mila migranti. Secondo le stime del governo, circa il 45% delle 163mila richieste d'asilo presentate nel Paese nel 2015 hanno scarsa possibilità di ottenere l'ok. Ed è proprio per questa quota di migranti che si prevedono i rimpatri. Visto però che le procedure richiederanno dei mesi, le operazioni dovrebbero entrare nel vivo a inizio 2017, con voli charter da duecento migranti espulsi al giorno.

Sara' interessante vedere come andra' a finire ma quel che certo e' che la Finlandia non e' la sola a usare il pugno duro contro i rifugiati: infatti anche l'Ungheria il 2 Ottobre terra' un referendum per chiedere alla popolazione se vogliono che il loro paese accetti richiedenti asilo e per ora i sondaggi danno il no vincente.

La notizi della decisione della Finlandia e' stata riportata da diversi siti internet ma completamente censurata dai giornali di regime perche' imbarazzerebbe il governo Renzi visto che l'opinione pubblica si chiederebbe perche' l'Italia non segue l'esempio, e nel caso potrebbe farlo utilizzando lo strumento della consultazione popolare per sapere prima che ne pensano gli italiani, esattamente come ha fatto il governo Orban in Ungheria, perchè decisioni di tale portata non possono essere prese da un governo senza il diretto e forte appoggio dei cittadini.

Noi ovviamente non ci stiamo a tacere sugli importanti eventi che riguardano la catastrofe immigrazione in Europa, e ancor di più alla luce delle utlimissime e tragiche notizie di attentati in Germania, con migranti che uccidono a colpi di machete donne incinta e migranti kamikaze che cercano stragi di giovani innocenti, ma "colpevoli" ai loro occhi di non essere islamici. Di essere degli "infedeli".

GIUSEPPE DE SANTIS


LA FINLANDIA DECIDE IL RIMPATRIO ANCHE DI IRACHENI, SOMALI E AFGHANI: RESPINTE TUTTE LE RICHIESTE D'ASILO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FINLANDIA   MIGRANTI   ESPULSIONI   UE   IRAQ   SOMALIA   AFGHANISTAN   ASILO   PERMESSI   SOGGIORNO   ORBAN   UNGHERIA   REFERENDUM   RENZI   ITALIA   ORDE   AFRICANI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI OGNI ORA, +36% DAL 2009

DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI

mercoledì 26 aprile 2017
Fallimenti delle imprese italiane, numeri da spavento. Nei primi tre mesi del 2017 sono state infatti 2.998 le aziende italiane che hanno portato i libri in tribunale, il 16,8% in meno rispetto ad un
Continua
 
IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG

IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN

mercoledì 26 aprile 2017
I giornali e l'informazione in Italia ignorano la notizia, ma è di una estrema gravità. Così, ecco che per apprenderla bisogna leggere i quotidiani tedeschi, benchè
Continua
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''MIGRANTE'' SIRIANO KAMIKAZE TENTA STRAGE A UN CONCERTO VICINO A NORIMBERGA: 12 FERITI PERCHE' NON E' RIUSCITO AD ENTRARE

''MIGRANTE'' SIRIANO KAMIKAZE TENTA STRAGE A UN CONCERTO VICINO A NORIMBERGA: 12 FERITI PERCHE' NON
Continua

 
DUE KILLER ISLAMICI ENTRANO IN UNA CHIESA IN NORMANDIA E SGOZZANO IL PRETE E UN FEDELE, POI LA POLIZIA LI UCCIDE.

DUE KILLER ISLAMICI ENTRANO IN UNA CHIESA IN NORMANDIA E SGOZZANO IL PRETE E UN FEDELE, POI LA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!