63.444.494
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

USURA E TRUFFA: A PROCESSO VERTICI DELL'AMERICAN EXPRESS IN ITALIA (INTERESSI DI MORA AL 250% SU UN PICCOLO PRESTITO)

venerdì 11 aprile 2014

BARLETTA - Il processo contro American Express e i suoi funzionari, accusati di aver applicato interessi usurari e truffato i clienti con le revolving card, si terra' a Trani a partire dal 18 settembre. Il gup del tribunale di Trani, Francesco Messina, ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio del pm Michele Ruggiero e disposto il processo per Daniele Di Febo e Melissa Peretti (dirigenti area prodotti carte ed area compliance di Amex), Giglio Del Borgo, Massimo Quarra e Francesco Fontana (responsabili dal 2005 ad oggi di Amex), tutti accusati di usura e truffa aggravate. I primi due saranno processati con il rito ordinario, gli ultimi tre con l'immediato.

Gli avvocati degli imputati avevano eccepito l'incompetenza territoriale del tribunale di Trani e chiesto il trasferimento del processo a Roma, ritenuto il luogo in cui sarebbe consumato il reato di usura.

Ma non dello stesso avviso e' stato il gup Messina, secondo il quale l'usura si e' consumata nel Nord Barese. La prima denuncia, arrivata sulla scrivania del pm Ruggiero, era di un finanziere di Molfetta: a fronte di un prestito di 2.600 euro, non avendo pagato una rata di 129,43 euro, il cliente si era visto recapitare una richiesta di 686,54 euro, in pratica superiore di oltre cinque volte alla rata non pagata e ad un tasso di interesse moratorio ben superiore a quello soglia previsto dalla legge antiusura fissato al 25,23% per il trimestre di riferimento. Quest'ultimo, secondo le perizie, avrebbe sfiorato il 250%. Nel processo, oltre ai vari clienti truffati, si sono costituite parti civili l'Adusbef nazionale e quella pugliese.

L’inchiesta - nella quale sono confluite anche segnalazioni della stessa Adusbef - è partita nel 2008 a seguito della denuncia di un utente di Molfetta che, a fronte di un prestito di 2.600 euro, non avendo pagato una rata di 129,43 euro, si era visto recapitare una richiesta di 686,54 euro, cioè superiore di oltre 5 volte alla rata non pagata ed ad un tasso di interesse moratorio ben superiore a quello soglia previsto dalla legge antiusura fissato al 25,23% per il trimestre di riferimento, che secondo le perizie sfiorava il 250%.

Ancora una volta magistrati coraggiosi, esperti e preparati, a seguito delle denunce dell’Adusbef- ai quali è grata- applicando il buon diritto e le norme legali troppo spesso trascurate per non disturbare i loschi interessi dei banchieri, riescono a tutelare le ragioni dei consumatori truffati, usurati e strangolati da banche e società esercenti il denaro di plastica.


USURA E TRUFFA: A PROCESSO VERTICI DELL'AMERICAN EXPRESS IN ITALIA  (INTERESSI DI MORA AL 250% SU UN PICCOLO PRESTITO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

American Express   usura   truffa   interessi di mora   a processo    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL

lunedì 24 settembre 2018
"Sicurezza e Immigrazione, alle 12.38 il Consiglio dei ministri approva all'unanimita'! Sono felice". Con un post su Facebook il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo SALVINI, ha annunciato
Continua
 
DANIMARCA: PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (OMOLOGO DEL PD) SULL'IMMIGRAZIONE SI SCHIERA SU POSIZIONI NAZIONALISTE

DANIMARCA: PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (OMOLOGO DEL PD) SULL'IMMIGRAZIONE SI SCHIERA SU POSIZIONI

lunedì 24 settembre 2018
LONDRA   - Sono passate poche settimane da quando il parlamento danese ha vietato l'uso del burka ma adesso i legislatori danesi vogliono andare oltre con l'obiettivo di porre fine al
Continua
PRIMA L'ITALIA / NUOVA SERIE DI INCHIESTE CHE SVELANO LE BUFALE PROPALATE DA UE E BCE: LA FAMIGERATA ''REGOLA'' DEL 3%

PRIMA L'ITALIA / NUOVA SERIE DI INCHIESTE CHE SVELANO LE BUFALE PROPALATE DA UE E BCE: LA

giovedì 20 settembre 2018
In questi giorni è tutto un fiorire di accuse e critiche al governo italiano da parte di oligarchi ue e dei loro lacché nazionali. La cosa non deve sorprendere: il governo gialloverde
Continua
 
GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI POPOLI E ALLE AUTONOMIE''

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI

mercoledì 19 settembre 2018
MILANO - Autonomie locali ed Europa è stato il tema al centro del convegno 'A glocal vision for the future of Europe', summit organizzato dall'Ecr , l'European conservatives & reformist
Continua
RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO COMBINATO DA MIO PADRE

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO

martedì 18 settembre 2018
MILANO - L'assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in una nota commenta la notizia di una ragazza pachistana, che ha inviato una lettera alla
Continua
 
NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO VINO MARSALA CINESE

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO

martedì 18 settembre 2018
I dazi imposti dal presidente Trump alla Cina fanno emergere la concorrenza sleale, oltre che la pessima qualità dei prodotti, messa in atto dal gigante asiatico anche ai danni dell'Italia.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
14° BANCHIERE MUORE DALL'INIZIO DEL 2014: QUESTA VOLTA E' OMICIDIO! UCCISO NEI GARAGE DELLA BANCA DI CUI ERA IL N°1

14° BANCHIERE MUORE DALL'INIZIO DEL 2014: QUESTA VOLTA E' OMICIDIO! UCCISO NEI GARAGE DELLA BANCA
Continua

 
LA FOTO / NELL'IMMAGINE CHE VEDETE, IL FUTURO MINISTRO DELL'INTERNO ALFANO BACIA UN PERICOLOSO BOSS DI COSA NOSTRA

LA FOTO / NELL'IMMAGINE CHE VEDETE, IL FUTURO MINISTRO DELL'INTERNO ALFANO BACIA UN PERICOLOSO BOSS
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!