55.034.058
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU RADDOPPIATA, IVA 25%)

venerdì 21 luglio 2017

In queste settimane, l’ex sindaco di firenze e mai rimpianto premier, si muove sottotraccia per far star sereno Gentiloni, alla stessa maniera in cui fece star sereno Letta, ovvero trovare l’incidente diplomatico per far cadere il governo formalmente sostenuto dal partito di cui lui è il segretario ed andare al voto anticipato, possibilmente entro ottobre.

Sorvoliamo sul fatto che il “bomba”, avesse giurato e spergiurato che in caso di sconfitta al referendum costituzionale si sarebbe ritirato dalla vita politica, mentre è ancora qui a sproloquiare di una realtà che esiste solo nella sua mente e chiediamoci come mai, nei fatti, voglia porre fine alla vita di un governo di cui il piddì è azionista di maggioranza.

La risposta è contenuta nelle affermazioni del commissario agli affari economici della Ue, l’oligarca Moscovici: “dall’Italia ci attendiamo uno sforzo sostanzioso nella riduzione del debito pubblico nel 2018”, il che, tradotto dal linguaggio tipicamente mafioso degli esponenti della Ue, significa che il governo italiano dovrà imporre un pizzo molto sostanzioso ai cittadini per placare gli appetiti degli oligarchi di Bruxelles e del capobastone tedesco, che hanno concesso qualche zuccherino negli anni precedenti a Renzi - in cambio di 500.000 africani da stipare in Italia senza farli arrivare nella Ue - e che ora vogliono passare all’incasso spolpando quello che resta del tessuto economico nazionale, imprese  e risparmi dei cittadini in primis.

Solo un incapace assoluto come il guitto toscano poteva pensare che gli oligarchi avrebbero consentito all’italia di sforare costantemente gli accordi presi da lui e dai suoi due predecessori (monti e letta n.d.r.) sulla riduzione del debito pubblico in cambio di tenerci tutte le orde di sedicenti “profughi” che ci costano miliardi e miliardi di  euro l’anno sottratti agli italiani bisognosi.

E’ bene ricordare che il fiscal compact ed il pareggio di bilancio in costituzione fu votato all’unanimità da TUTTI i parlamentari del piddì, ed ora è inutile che qualcuno cerchi di rifarsi una verginità che non gli appartiene affermando che fu uno sbaglio. Il codazzo dei “pentiti dell’ultimo secondo” è lungo e comprende pure un certo Giuliano Amato.

Detto questo, la manovra per il 2018 dovrà essere di almeno 48 miliardi di euro, il che significherà aumento dell’IVA (al 25% nel 2018 e addirittura al 25,4% nel 2019!), reintroduzione dell’IMU sulla prima casa e, soprattutto, un forte aumento della stessa, con la modifica degli estimi catastali che potrebbe portare addirittura al raddoppio dell’imposta!

A questo si aggiungeranno nuovi tagli alla sanità, attraverso l’eliminazione o la forte riduzione di esenzioni e detrazioni fiscali anche per gravi patologie.

Non ci credete? Sappiate che un primo assaggio l’hanno avuto i cittadini dell’Emilia Romagna: la regione ha praticamente triplicato il costo dei trasporti pubblici per i disabili, ma… li ha lasciati gratuiti per i sedicenti “profughi”. Un altro fulgido esempio di razzismo attuato dalla sinistra ai danni dei cittadini italiani.

E’ chiaro che i partiti che appoggeranno una simile macelleria sociale, verranno spazzati via dal voto popolare, previsto come naturale scadenza della legislatura, a primavera del 2018. Per questo il guitto toscano vuole andare a votare prima della manovra finanziaria autunnale: per cercare il colpaccio di restare in sella, magari con l’appoggio tutt’altro che disinteressato del pensionato di Arcore e garantirsi 5 anni di tempo per massacrare gli italiani.

Quello che è assolutamente irritante è il fatto che chi ci ha portato a questo sfascio in nome dell’euro e della ue (l’Europa, quella delle nazioni, quella dei popoli non c’entra nulla), ora cerchi di crearsi l’immagine di difensore degli interessi nazionali promettendo tuoni fulmini e saette contro i capibastone della Ue.

Possono essere credibili? Possono essere credibili quelli che hanno nascosto la polvere sotto il tappeto, hanno obbedito ciecamente ai diktat tedeschi per anni e che adesso si scoprono novelli Mazzini pronti ad insorgere contro la perfida Bruxelles?

La risposta è una sola: no e devono assumersi fino in fondo la responsabilità del disastro cui ci hanno scientemente e volutamente portato. Devono assumersi ORA la responsabilità di una manovra economica da macelleria sociale e DOPO sottoporsi al giudizio del popolo italiano sul loro operato. Il tempo dei giochini, dei proclami alla Ugo Tognazzi del film "il Federale"5è finito, ed il guitto toscano lo sa bene.

Luca Campolongo

Fonti:

LaVerità, prima pagina, edizione cartacea del 19/07/2017

https://scenarieconomici.it/le-nuove-tasse-di-renziloni/

http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-veri-conti-manovra-stangata-40-miliardi-1390323.html

http://www.secoloditalia.it/2017/05/manovra-bruxelles-ci-chiede-piu-tasse-spiana-la-strada-al-voto-autunno/


A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU RADDOPPIATA, IVA 25%)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

RENZI   PD   MANOVRA   ITALIA   UE   TASSE   IMU   IVA   AFRICANI   FISCAL   COMPACT   AMATO   MONTI   LETTA   ORDE   LIBIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua
 
INCHIESTA / MEDICI INGEGNERI ARCHITETTI: ITALIA ULTIMA IN EUROPA PER STIPENDI E COSI' LA NOSTRA MEGLIO GIOVENTU' NE VA!

INCHIESTA / MEDICI INGEGNERI ARCHITETTI: ITALIA ULTIMA IN EUROPA PER STIPENDI E COSI' LA NOSTRA

martedì 12 dicembre 2017
Nel 2016, ben 124.000 italiani sono emigrati all’estero e di questi il 39% aveva tra i 18 ed 34 anni, per la maggior parte con titolo di studio qualificato. Come mai una simile emorragia di
Continua
SCONTRO FRONTALE UNGHERIA - UE: PARLAMENTO DI BUDAPEST VOTA RISOLUZIONE CONTRO L'INACCETABILE IMPOSIZIONE DI MIGRANTI

SCONTRO FRONTALE UNGHERIA - UE: PARLAMENTO DI BUDAPEST VOTA RISOLUZIONE CONTRO L'INACCETABILE

martedì 12 dicembre 2017
BUDAPEST - Il parlamento ungherese ha approvato oggi la risoluzione che condanna la decisione del Parlamento europeo sulla riforma del sistema di asilo. Lo riferisce l'agenzia slovacca "Tasr" citando
Continua
 
CATALOGNA: I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA AL BLOCCO DI PARTITI INDIPENDENTISTI. RAJOY CHE FARA'? UN BEL GOLPE FRANCHISTA?

CATALOGNA: I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA AL BLOCCO DI PARTITI INDIPENDENTISTI. RAJOY CHE FARA'? UN

martedì 12 dicembre 2017
BARCELLONA - La trategia repressiva decisa dal governo Rajoy contro la Catalogna si sta trasformando in un boomerang micidiale per Madrid. Il gruppo di partiti indipendentisti molto probabilmente
Continua
IL MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO ACCUSA LA CHIESA CATTOLICA: NASCONDE CLANDESTINI CHE INVECE DEVONO ESSERE ESPULSI

IL MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO ACCUSA LA CHIESA CATTOLICA: NASCONDE CLANDESTINI CHE INVECE DEVONO

martedì 12 dicembre 2017
BERLINO - Il ministro dell'Interno tedesco, il cristiano democratico Thomas de Maizière (della Cdu, partito di orientamento cristiano simile alla vecchia Dc italiana), in un'intervista
Continua
 
TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA. GOVERNERA' DA SOLA

TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA.

lunedì 11 dicembre 2017
AJACCIO - I nazionalisti in Corsica hanno stravinto le elezioni amministrative e, con in mano le chiavi della nuova "collettività territoriale unica" chiedono ora al governo di "fare bene i
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI SACRIFI DEI POLIZIOTTI

SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI
Continua

 
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CROLLO DELLE VENDITE AL DETTAGLIO IN GERMANIA: -1,4% SU BASE ANNUA

30 novembre - BERLINO - La notizia è preoccupante per lo stato dell'economia reale in
Continua

CON LA BREXIT AUMENTATI INVESTIMENTI STUDENTI E TURISTI ITALIANI IN

29 novembre - Dopo l'annuncio di Brexit, ''abbiamo visto un aumento di turisti e di
Continua

MAROCCHINO RAPINA CON SPRAY URTICANTE: ARRESTATO POCO DOPO DAI

29 novembre - TORINO - Derubato del telefonino, si e' subito rivolto ai carabinieri,
Continua

LA BCE PROVA A CONDIZIONARE LE ELEZIONI POLITICHE IN ITALIA IN MODO

29 novembre - I debiti sovrani dell'Eurozona sono oggi piu' sostenibili, ma ''una
Continua

TRA VENERDI' E SABATO ATTESE FORTI NEVICATE AL NORD, ANCHE IN

29 novembre - L'Italia è stata raggiunta da una prima perturbazione, collegata ad una
Continua

ALFA ROMEO TORNA ALLE GARE IN FORMULA 1 DALLA PROSSIMA STAGIONE

29 novembre - TORINO - La notizia potrà far piacere agli appassionati di Formula 1 ma
Continua

BUNDESBANK: ''I PREZZI DELLE CASE IN GERMANIA SOPRAVVALUTATI DEL

29 novembre - BERLINO - ''C'e' il pericolo che i bassi tassi d'interesse e le
Continua

MAROCCHINO DI 41 ANNI ARRESTATO PER VIOLENZA SESSUALE A RAGAZZA DI

29 novembre - BISCEGLIE - Un marocchino di 41 anni, senza fissa dimora, e' stato
Continua

SALVINI: RENZI SI PREOCCUPA DI CONTROLLARE E CENSURARE FACEBOOK? E'

28 novembre - ''Per me siamo alla follia. Che il segretario del partito al governo si
Continua

UNGHERIA DI ORBAN VA A GONFIE VELE: VOLUME INVESTIMENTI +18,3% SU

28 novembre - BUDAPEST - Il volume degli investimenti dell'economia ungherese e'
Continua
Precedenti »