54.233.224
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI HOLLANDE E SARKOZY

venerdì 19 maggio 2017

PARIGI - Contrariamente alla tradizione, il neo presidente Emmanuel Macron ed il suo primo ministro Edouard Philippe non godranno di un periodo di "luna di miele" presso l'opinione pubblica francese: lo sostiene un sondaggio realizzato dalla societa' di rilevazioni statistiche Elabe pubblicato dal quotidiano conservatore "Le Figaro".

Secondo il sondaggio, realizzato tra il 16 ed il 17 maggio intervistando un campione rappresentativo di cittadini, il 45 per cento dei francesi "ha fiducia" in Macron, ma il 46 per cento "non si fida" ed il 9 per cento non si e' fatta un'opinione su di lui.

Francois Hollande all'inizio del suo quinquennato nel 2012 godeva della fiducia del 58 per cento degli elettori, il suo predecessore Nicolas Sarkozy del 59 per cento e Jacques Chirac del 61 per cento nel 1995.

Non va meglio per il neo primo ministro Edouard Philippe, che paga la sua scarsa notorieta' a livello nazionale: solo il 36 per cento degli intervistati dice di avere fiducia in lui ed il 26 per cento si dicono "senza opinione" mentre il 48 per cento anche in questo caso non si fida.  

Il premier Jean-Marc Ayrault al suo arrivo a Matignon nel 2012 godeva della fiducia del 56 per cento dei francesi. Il sondaggio suona come un campanello d'allarme Macron e Philppe, una doccia fredda sugli entusiasmi pressoche' unanimi espressi dai mass media - ma non dai francesi, come indica questo sondaggio - per la coppia di governo arrivata al potere in maniera rocambolesca e fin dall'inizio votata dalla minoranza degli elettori. 

In aggiunta a ciò, nn decreto del presidente della Repubblica francese pubblicato oggi venerdi' 19 maggio sul "Journal Officiel" riduce drasticamente il numero dei membri dei gabinetti ministeriali: il testo, firmato dal neo presidente Emmanuel Macron e dal suo primo ministro Edouard Philippe, limita a dieci il numero dei consiglieri per ciascun ministro, ad otto per un ministro delegato ed a cinque per un segretario di Stato; le nomine inoltre dovranno preventivamente essere sottoposte all'approvazione del primo ministro. Come a dire che Macron non si fida praticamente di nessuno, a partire dagli stessi che lui ha nominato nel governo.

Non bastasse,  i principali quotidiani francesi pubblicano oggi una lettera aperta indirizzata al neo presidente Emmanuel Macron in cui le redazioni di venti testate esprimono la propria "preoccupazione per l'organizzazione della comunicazione presidenziale": il protocollo del palazzo dell'Eliseo infatti, in occasione del primo viaggio extra europeo di Macron in Mali, ha diffuso linee guida per la copertura dell'evento che impono discriminazioni tra i giornalisti accreditati. Nella lettera aperta, i giornalisti francesi scrivono che "in nessun caso spetta all'Eliseo di scegliere quelli fra noi che hanno oppure no il diritto di seguire una missione presidenziale".

Proprio un inizio coi fiocchi.

Redazione Milano


SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI HOLLANDE E SARKOZY


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MACRON   SONDAGGIO   CRITICA   MAGGIORANZA   FRANCESI   NON   SI   FIDA   REPUBBLICA   FRANCIA   PARIGI   GOVERNO   PHILIPPE   HOLLANDE   SARKOZY    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SCENARI DEL DOPO VOTO /  L'UNICA SPERANZA PER L'ITALIA E' CHE VINCA L'ASSE LEGA-FDI DENTRO IL CENTRODESTRA (PD DEFUNTO)

SCENARI DEL DOPO VOTO / L'UNICA SPERANZA PER L'ITALIA E' CHE VINCA L'ASSE LEGA-FDI DENTRO IL

giovedì 23 novembre 2017
Nella primavera del 2018, anche se c’è chi sta alacremente lavorando per ritardare fino a maggio, il popolo italiano potrà finalmente esprimere il proprio giudizio sul governo
Continua
 
ANTICIPAZIONI / ECCO I PUNTI PRINCIPALI DEL  PROGRAMMA PER L'ECONOMIA DELLA LEGA. E PORTA LA FIRMA DI MATTEO SALVINI

ANTICIPAZIONI / ECCO I PUNTI PRINCIPALI DEL PROGRAMMA PER L'ECONOMIA DELLA LEGA. E PORTA LA FIRMA

mercoledì 22 novembre 2017
Diffuse oggi anticipazioni del programma per l'economia della Lega, che sarà asse portante della campagna elettorale prima, poi del governo del Paese in caso di vittoria. Il programma porta
Continua
REATI SESSUALI RADDOPPIATI IN GERMANIA PER COLPA DELLE ORDE DI ISLAMICI FATTE ENTRARE DALLA MERKEL NELL'ESTATE DEL 2015

REATI SESSUALI RADDOPPIATI IN GERMANIA PER COLPA DELLE ORDE DI ISLAMICI FATTE ENTRARE DALLA MERKEL

mercoledì 22 novembre 2017
BERLINO - La situazione generale della sicurezza in Germania non si e' deteriorata, sostengono le autorita' di governo, ma i fatti danno loro torto. E' vero che la maggior parte delle aggressioni a
Continua
 
INCHIESTA-BOMBA DELLA PROCURA DI MILANO: ALTO FUNZIONARIO DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA HA VENDUTO SEGRETI A ERNST & YOUNG

INCHIESTA-BOMBA DELLA PROCURA DI MILANO: ALTO FUNZIONARIO DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA HA VENDUTO

mercoledì 22 novembre 2017
MILANO - La notizia di questa inchiesta di corruzione letteralmente "esplosiva" che potrebbe arrivare a coinvolgere tutti i governi italiani dal 2012 ad oggi, apre il Corriere della Sera in edicola e
Continua
ECCO LA STORIA DELLA BANDA DI BANCHIERI GANGSTER - LEGATI AL PD - CHE HA COMANDATO IN MPS FINO A PORTARLA ALLO SFACELO

ECCO LA STORIA DELLA BANDA DI BANCHIERI GANGSTER - LEGATI AL PD - CHE HA COMANDATO IN MPS FINO A

martedì 21 novembre 2017
Il vertice del Monte dei Paschi di Siena ha messo in atto "un insieme di attivita' dolose" facendo "di tutto per occultare le operazioni e soprattutto le perdite realizzate". Il direttore generale
Continua
 
PER COPRIRE IL BUCO NEI CONTI UE DELLA BREXIT, L'ITALIA DOVRA' DARE UN MILIARDO L'ANNO IN PIU' (IN CAMBIO? NIENTE!)

PER COPRIRE IL BUCO NEI CONTI UE DELLA BREXIT, L'ITALIA DOVRA' DARE UN MILIARDO L'ANNO IN PIU' (IN

martedì 21 novembre 2017
LONDRA - Tutti coloro che soffrono per le politiche di austerita' imposte dalla UE saranno furiosi di sapere che questa istituzione malefica costa ogni anno 140 miliardi di euro (280mila miliardi
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E' RIMASTO CONTRARIO

SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E'
Continua

 
LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA GRAN BRETAGNA LASCERA' LA UE IL 29 MARZO 2019 ALLE ORE 23.00

10 novembre - LONDRA - La Gran Bretagna lascera' l'Unione europea il 29 marzo 2019
Continua

BOOM DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE IN GRAN BRETAGNA: +2,5% ANNUO

10 novembre - LONDRA - Le ''previsioni'' catatrofiste sull'economia britannica che
Continua

MATTEO SALVINI: ''CHI PRENDE A TESTATE O A BASTONATE VA IN GALERA.

10 novembre - Matteo Salvini prende le distanze da Casapound, dopo l'aggressione al
Continua

ROBERTO SPADA VOTAVA M5S LA SUA PALESTRA HA PARTECIPATO ALLA FESTA

9 novembre - ''Diciotto mesi fa, Roberto Spada (fermato oggi dai carabinieri per
Continua

''ITALIA ULTIMA NELLA CRESCITA TRA I PAESI EUROPEI PER COLPA

9 novembre - ''Nonostante i proclami trionfalistici del segretario Pd Renzi e del
Continua

E' STATO ANTONIO TAJANI A ''TAGLIARE LE UNGHIE'' ALLA BCE SUGLI NPL

9 novembre - ''La politica deve tornare ad avere un ruolo centrale e tirare l'Europa
Continua

GIORGIA MELONI ANNUNCIA QUERELA PER DIFFAMAZIONE A GIULIANA DI

9 novembre - ''Denuncerò per diffamazione la signora Giuliana Di Pillo, che è
Continua

CADUTA L'ULTIMA ROCCAFORTE ISIS IN SIRIA. IL CALIFFATO NERO NON

9 novembre - DAMASCO - L'esercito siriano e le forze alleate hanno conquistato Albu
Continua

MATTEO SALVINI: ''CATENO DE LUCA SI ERA PROPOSTO ANCHE A NOI,

8 novembre - CAMERA DEI DEPUTATI - ''Cateno De Luca, il consigliere eletto in Sicilia
Continua

SUPER BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA: PRODUZIONE INDUSTRIALE +8,1%

8 novembre - BUDAPEST - Il governo Orban porta l'Ungheria ad un boom economico senza
Continua
Precedenti »