71.764.986
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PER DEUTSCHE BANK L'ITALIA DEVE RIFORMARE ''TAGLIANDO PENSIONI, SCUOLA, SERVIZI E SANITA''' OPPURE DEVE LASCIARE L'EURO

martedì 15 novembre 2016

BERLINO - "L'Italia dovrebbe decidere se riformare a fondo e repentinamente lo stato - con il taglio delle pensioni, il taglio della sanità pubblica, il taglio dei servizi pubblici, il taglio della spesa scolastica pubblica - o se lasciare l'eurozona". Lo ha dichiarato in una intervista a "Bloomberg" il capo economista di Deutsche Bank, David Folkerts-Landau. E già questa è una notizia, che ovviamente in Italia nessun mezzo di "informazione" ha divulgato.

Discutendo gli effetti dell'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti sulle dinamiche macroeconomiche europee, Folkerts-Landau esprime una visione profondamente pessimistica:"Il Continente europeo, anche senza considerare Trump, e' economicamente problematico da anni e la Banca centrale europea ha esaurito le munizioni a propria disposizione e anzi ne ha abusato, non in termini di mandato, ma di politiche valutarie".

"L'eurozona si trova in una condizione per cui i rendimenti sui titoli obbligazionari non danno piu' un'indicazione del rischio di credito proprio per effetto delle politiche di stimolo della Bce, la disoccupazione giovanile e' mediamente al 20 per cento, e le previsioni di crescita sono state dimezzate rispetto a sei mesi fa". Il cvapo economista di Deutsche Bank non fa sconti.

"A questo scenario - prosegue - si aggiunge l'impatto tremendamente negativo dell'elezione di Trump, ad esempio in termini di potenziali spese aggiuntive per la difesa europea, nel caso gli Usa decidessero effettivamente di ridimensionare la loro partecipazione alla Nato. L'elezione di Trump dovrebbe suonare la sveglia all'Europa, ma la politica continentale e' troppo ingessata, e' troppo difficile conseguire il cambiamento in Europa. E' per questo che sono molto pessimista".

L'intervista si sposta poi sulla precaria situazione economico-finanziaria dell'Italia, con l'impennata dei rendimenti sui titoli di Stato registrata in particolare negli ultimi giorni. "Se l'Italia fosse un paese emergente, dovrebbe intervenire in suo soccorso il federalismo europeo", osserva l'intervistatore. Il capo economista di Deutsche Bank non traccia un quadro rassicurante: "Siamo di fronte a un paese con un rapporto deficit-pil oltre il 130 per cento, che non cresce e ha un deficit del tre per cento, e dunque continua ad accumulare debito", afferma Folkerts-Landau.

"Gli interessi ancora contenuti che il paese paga sul suo debito sono la prova di un mercato obbligazionario totalmente distorto. L'incremento dello spread bund-btp registrato negli ultimi giorni e' legato all'approssimarsi del referendum sulla riforma costituzionale del prossimo 4 dicembre. Il mio timore - afferma l'economista - e' che piu' ci si avvicina alla data del referendum, e piu' l'effetto dell'elezione di Trump si fa sentire, piu' gli investitori esterni usciranno dall'Italia, sino a far esplodere lo spread: uno scenario che prefigurerebbe un grave impatto sui settori bancari italiano ed europeo".

"L'Italia, insomma, e' l'epicentro da cui rischia di giungere ulteriore instabilita' in Europa".

Il capo economista di Deutsche Bank poi sgancia una vera e propria bomba: "Data la sua precaria situazione, e in caso di sviluppi negativi dopo il referendum del 4 dicembre, se l'Italia dovesse scontrarsi con ulteriori difficolta', avrebbe bisogno di un programma del Fondo monetario internazionale. Il paese ha bisogno di un'opera tempestiva di riordino improntato all'efficienza del mercato e del mercato del lavoro, che deve essere compiuta dall'esterno, o in caso contrario rischia di non essere mai intrapresa".

"Sarebbe certo difficile, per l'Italia e gli italiani, accettare un intervento dell'Fmi, e molto probabilmente la Commissione Ue cercherebbe di mettere assieme qualcosa sul modello della troika, ma non e' cosi' che il sistema finanziario globale dovrebbe funzionare: l'Fmi siede al centro, e se un paese ha difficolta' finanziarie e' da li' che dovrebbero giungere le riforme, non da un contesto regionale".

Ovviamente, per il capo economista di Deutsche Bank l'Italia è uguale alla Grecia, e non si rende conto che invece la destabilizzazione finanziaria dell'Italia è cosa ben diversa da quella greca. L'onda d'urto travolgerebbe l'intera eurozona, facendo tracollare colossi bncari malati come appunto è Deutsche Bank.

Folkerts-Landau riconosce - però - le difficolta' insite nel tenere in vita il progetto di una moneta unica che riunisce economie diversissime come quelle di Italia e Germania: "Dal 1970 al 2000, quando e' entrato in scena l'euro, il marco tedesco si e' apprezzato sulla lira italiana dell'80 per cento. Oggi questo non e' piu' possibile, e l'Italia e' costretta a una continua svalutazione domestica. E' un problema destinato a protrarsi a lungo, a meno che l'Italia non implementi davvero profonde riforme strutturali (iperliberiste col taglio delle pensioni, il taglio della sanità e della scuola pubblica, il taglio dei lavori pubblici). E ha dimostrato di non esserne in grado. Senza quelle riforme - conclude il capo economista di Deutsche Bank - l'Italia sconterebbe uno stato di crisi continua, e dunque in questo caso starebbe meglio fuori dall'eurozona". 

Redazione Milano


PER DEUTSCHE BANK L'ITALIA DEVE RIFORMARE ''TAGLIANDO PENSIONI, SCUOLA, SERVIZI E SANITA''' OPPURE DEVE LASCIARE L'EURO




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ANALISI / FAIDE REGOLAMENTI DI CONTI E AGGUATI NEL SOTTOBOSCO DELLA COMMISSIONE UE: LA VON DER LEYEN VA A SCHIANTARSI

ANALISI / FAIDE REGOLAMENTI DI CONTI E AGGUATI NEL SOTTOBOSCO DELLA COMMISSIONE UE: LA VON DER

martedì 22 ottobre 2019
Mentre gli “editorialisti” dei media di regime italiani fanno a gara a chi offende maggiormente Trump o la Regina d’Inghilterra dipingendoli come buzzurri o vecchi ormai fuori di
Continua
 
DOMENICA PROSSIMA DI VOTA IN TURINGIA E PER LA MERKEL SARANNO DOLORI: I NAZIONALSITI DI AFD AL 24% BATTONO LA CDU

DOMENICA PROSSIMA DI VOTA IN TURINGIA E PER LA MERKEL SARANNO DOLORI: I NAZIONALSITI DI AFD AL 24%

martedì 22 ottobre 2019
LONDRA - Domenica 27 ottobre e' un giorno importante per la Germania - oltre che per l'Italia, dato che si voterà per le regiobnali in Umbria - visto che gli elettori della Turingia andranno
Continua
LA DANIMARCA SOSPENDE SCHENGEN E RIPRISTINA I CONTROLLI DEI DOCUMENTI ALLA FRONTIERA CON LA SVEZIA. PERICOLO ISLAMICI.

LA DANIMARCA SOSPENDE SCHENGEN E RIPRISTINA I CONTROLLI DEI DOCUMENTI ALLA FRONTIERA CON LA SVEZIA.

lunedì 14 ottobre 2019
LONDRA - Mentre in Italia la coalizione giallorossa ha iniziato a favorire l'invasione da parte di immigrati del Terzo Mondo, per la maggior parte africani, in Danimarca il governo di sinistra ha
Continua
 
CORAGGIOSO SINDACO DI UN PICCOLO COMUNE IN PROVINCIA DI PADOVA DIFFIDA MINISTRA DELL'INTERNO DALL'INVIARE CLANDESTINI

CORAGGIOSO SINDACO DI UN PICCOLO COMUNE IN PROVINCIA DI PADOVA DIFFIDA MINISTRA DELL'INTERNO

giovedì 10 ottobre 2019
E' probabile che la maggior parte degli italiani non conosca il signor Tiberio Businaro. E' il sindaco di un piccolo comune in provincia di Padova, Carceri. E invece dovrebbero stringersi attorno a
Continua
PARTITI NAZIONALISTI IN DECLINO IN EUROPA? BALLE DELLA STAMPA ITALIANA: IN SVEZIA FINLANDIA E DUE TERZI UE SONO PRIMI

PARTITI NAZIONALISTI IN DECLINO IN EUROPA? BALLE DELLA STAMPA ITALIANA: IN SVEZIA FINLANDIA E DUE

lunedì 7 ottobre 2019
A sentire i giornali di regime i partiti nazionalisti dopo aver raggiunto l'apice del loro successo adesso sono in declino ma ovviamente le cose non stanno affatto cosi' ed e' interessante notare gli
Continua
 
M5S & PD ODIANO IL CETO MEDIO E IL GOVERNICCHIO CONTE NE E' LA PROVA: TAGLIO DELLE DETRAZIONI E AGGREDITE LE PARTITE IVA

M5S & PD ODIANO IL CETO MEDIO E IL GOVERNICCHIO CONTE NE E' LA PROVA: TAGLIO DELLE DETRAZIONI E

lunedì 7 ottobre 2019
Il governo camalecontico sta assumendo un colore ben definito: rosso. Per la precisione il rosso del sangue degli italiani, che si troveranno per l’ennesima volta le mani in tasca dal governo
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
STAMPA ECONOMICA FRANCESE: ''BCE HA PERSO LA PAZIENZA CON LE BANCHE ITALIANE, CARIGE E ALTRE NEL MIRINO SI VA AL BAIL IN''

STAMPA ECONOMICA FRANCESE: ''BCE HA PERSO LA PAZIENZA CON LE BANCHE ITALIANE, CARIGE E ALTRE NEL
Continua

 
ESCLUSIVO / ECCO COSA ACCADREBBE SE L'ITALIA AVESSE ANZICHE' LO SCIAGURATO EURO, UNA NUOVA VALUTA SOVRANA

ESCLUSIVO / ECCO COSA ACCADREBBE SE L'ITALIA AVESSE ANZICHE' LO SCIAGURATO EURO, UNA NUOVA VALUTA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SONDAGGIO PRESIDENZIALI FRANCESI: 77% ELETTORI PER VOTO DI ROTTURA:

10 ottobre - PARIGI - Oltre tre francesi su quattro, il 77%, sono tentati da un
Continua

BERGOGLIO HA MESSO PIGNATONE A CAPO DELLA ''GIUSTIZIA'' INCHIESTA

10 ottobre - ''La nomina dell'ex procuratore capo di Roma dottor Giuseppe Pignatone a
Continua

LA TURCHIA CHE AGGREDISCE IL POPOLO CURDO E' MEMBRO DELLA NATO.

10 ottobre - ''La tragedia dei curdi siriani e' una tragedia anche europea e
Continua

SINDACO DI GENOVA BUCCI: MOZIONE LEGA SULLA GRONDA ERA BUONA PER

10 ottobre - GENOVA - ''La mozione presentata dalla Lega in Parlamento per la
Continua

SONDAGGIO: LEGA 1° PARTITO, CDX OLTRE IL 47%, SALVINI 1° PER

10 ottobre - Se si votasse oggi la Lega sarebbe il primo partito con il 32,7%,
Continua

SONDAGGIO: PER IL 62% DEGLI ELETTORI IN REDDITO DI CITTADINANZA VA

10 ottobre - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agorà, su Raitre, il
Continua

TRACOLLO VERTICALE DELLA PRODUZIONE DI AUTO IN ITALIA: -20,6%

10 ottobre - Forte calo per la produzione di autoveicoli ad agosto: lo rileva
Continua

SALVINI: CONTE E DI MAIO MUTI DAVANTI ALLA GUERRA SCATENATA DA

10 ottobre - Matteo Salvini trova ''preoccupante l'attacco scatenato via Twitter dal
Continua

SALVINI: TUTTA LA MIA SOLIDARIETA' E IL MIO ABBRACCIO ALLA

9 ottobre - ROMA - ''Tutta la mia solidarieta' e il mio abbraccio alla Comunita'
Continua

GIORGIA MELONI: PRETENDIAMO SANZIONI UE ALLA TURCHIA PER

9 ottobre - ''Usa e Ue giustificano sanzioni a Russia come reazione alla violazione
Continua

GERMANIA: MINISTRO DELLE FINANZE RESPINGE PRESSIONI UE PER SPENDERE

9 ottobre - ''Tutti sanno che la Germania si trova in una situazione delle finanze
Continua

SONDAGGIO IXE': LEGA 1° PARTITO 30% CALO M5S E SALGONO FDI E F.I.

9 ottobre - La Lega si conferma il primo partito italiano con il 30% dei consensi in
Continua

SALVINI: CANDIDATO PD-M5S IN UMBRIA HA INCASSATO PIU' DI 8

9 ottobre - ''Più di 8 milioni di fondi pubblici per ristrutturare hotel e
Continua

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA ATTILIO FONTANA RICORDA FILIPPO PENATI,

9 ottobre - ''Ho avuto il piacere di conoscerlo e di condividere con lui momenti
Continua

ATTACCO TERRORISTICO IN GERMANIA: SPARATORIE E BOMBE A MANO IN

9 ottobre - BERLINO - ''Una bomba a mano e' stata inoltre lanciata al cimitero
Continua

++++UOMO SPARA PER STRADA IN GERMANIA: DIVERSI MORTI, KILLER ANCORA

9 ottobre - BERLINO - ''Polizia: diversi morti in una sparatoria ad Halle'',
Continua

GIORGIA MELONI: DOMANI IN CASSAZIONE RICHIESTA ELEZIONE DIRETTA

9 ottobre - ''Domani mattina i parlamentari di Fratelli d'Italia depositeranno in
Continua

LA PROCURA DI PALERMO CHIEDE CONDANNA A 4 ANNI DI CARCERE PER L'EX

9 ottobre - La procura di Palermo ha chiesto 4 anni per l'ex pubblico ministero
Continua

CINQUEMILA SOLDATI TURCHI DELLE FORZE SPECIALI AL CONFINE: PRONTA

9 ottobre - ISTANBUL - Sono cinquemila i soldati delle forze speciali turche pronti
Continua

ALTRA INCHIESTA SUL PADRE DI MATTEO RENZI

9 ottobre - La procura di Firenze ha aperto da circa un anno un fascicolo per
Continua
Precedenti »