71.706.626
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CRESCONO ANCORA LE SOFFERENZE BANCARIE, LA SITUAZIONE DEGLI ISTITUTI DI CREDITO ITALIANI SI FA SEMPRE PIU' PERICOLOSA.

venerdì 10 giugno 2016

Il sistema bancario italiano va sempre peggio, questo mostrano i dati che descrivono l'ennesimo aumento dei crediti diventati inesigibili che ormai deveno essere considerati perdite da ripianare. Infatti, i prestiti in sofferenza delle banche italiane in aprile risalgono a 198,3 miliardi (196,9 miliardi le consistenze a fine marzo). Lo indica la Banca d'Italia nel Supplemento al Bollettino statistico 'Moneta e banche'. Le sofferenze del settore, al valore di realizzo, ammontano a 83,9 miliardi.

Questo dato è molto importante: sta a significare che per evitare il fallimento dell'intero sistema-banche dell'Italia, le medesime devono in tempi brevi iniettare fortissimi capitali freschi, in contanti. Si tratta di almeno 100 miliardi di euro. E dove mai li troverebbero 100, se per un aumento di capitale di un solo miliardo di euro il Banco Popolare si trova in difficoltà? 

La fotografia scattata da via Nazionale indica che le sofferenze lorde per 140 miliardi riguardano prestiti alle imprese, per 37,4 miliardi le famiglie consumatrici e per 15,9 miliardi quelle produttrici (le partite iva).

Il problema vero è che le banche italiane sono strapiene non solo di crediti diventati inesigibili, ma anche di "cambiali" di stato, ovvero di Bot, Btp e altre emissioni. Questo le paralizza, perchè questi capitali sono congelati e il programma di acquisti di titoli di stato varato della Bce - con la Germania contrarissima - per quanto esteso non riesce a comprare a sufficienza titoli di stato italiani dalle banche italiane che li detengono. Perchè? Perchè ne hanno troppi in cassa.

Addirittura è aumentato ad aprile 2016 - ultimo dato disponibile - l'ammontare dei titoli di Stato italiani detenuti dalle banche del Paese. Secondo il supplemento statistico di Bankitalia, le banche detengono 405,5 miliardi di euro in titoli di Stato, con un aumento di quasi 5 miliardi rispetto al mese precedente. In aumento, in particolare la consistenza dei Btp che supera i 290 miliardi (283 miliardi a marzo), in aumento anche Bot (da 19,4 a 21,6 miliardi) e Cct (da 60,6 a 61,4 milairdi) mentre in deciso calo i Ctz a 18,8 miliardi, rispetto ai 24 miliardi del mese precedente. 

Di fatto, le banche private italiane stanno facendo da cassa per lo stato italiano, come se fossimo ancora negli anni Ottanta quando solo con rarissime eccezioni, tutte le principali banche del Paese erano pubbliche. In che è semplicemente pazzesco. Ed è la Banca d'Italia a "imporlo" ovvero "consigliarlo" senza possibilità di dire no. 

Esiste una via d'uscita, un modo per impedire la catastrofe?

Catastrofe che - va detto - sarebbe rappresentata dal bail in di molte banche italiane, ad iniziare da Mps, per continaure con la Popolare di Vicenza, Veneto Banca, una serie non modesta di Casse di Credito Cooperativo e altre ancora. Ma una catastrofe che si materializzerà non solo col dissesto degli istituti di credito affondati dalle sofferenze, ad esempio quelli citati.

Infatti, anche le principali banche nazionali, in testa Unicredit (che comunque ha circa 50 miliardi di euro di sofferenze in pancia, fossero pochi) di fronte a uno scenario del genere saranno chiamate a iniettare potenti capitali freschi per reggere lo shock, e non è affatto sicuro ci riescano.

La domanda principale alla quale rispondere ora è: quando accadrà?

Ci sono due date-limite dopo le quali se tutto rimarrà com'è ora, la catastrofe bancaria italiana esploderà. La prima data è quella della fine del QE voluto e imposto da Draghi alla guida della Bce. Dal giorno dopo, la rete di sicurezza che mantiene calmi - all'apparenza - i mercati finanziari non ci sarà più e inizieranno forti turbolenze, che ovviamente punteranno sugli "anelli deboli" della catena della finanza dell'eurozona. E quelli italiani, assieme a quelli della Grecia, della Spagna e del Portogallo, soni di gran lunga i sistemi bancari più fragili e più esposti alle speculazioni su scala mondiale.

Nessuna delle grandi centrali speculative planetarie si lascerà sfuggire la ghiotta occasione.

Ma pure ammesso che non accadrà - fatto che razionalmente non avrebbe senso - l'altra decisiva data limite, al di là di prevedbili e imprevedibili eventi politici shock (Brexit, voto in Spagna, voto in Germania, voto in Italia, presidenziali in Francia)  sarà l'autunno del 2019 quando Mario Draghi finirà il proprio mandato a capo della Bce. 

Lontanissimo? Proprio no. Diciamo dopodomani, nella misurazione del tempo che usano i mercati finanziari globali, abituati ad anticipare le mosse anche di parecchio.

Ebbene, non è una questione di probabilità: è certo al 100% che il suo successore sarà tedesco. Si conosce perfino il nome: l'attuale governatore della Bundesbank, Jens Weidmann. E' bene sapere che costui non è solo un "falco": è il re di tutti i "falchi" della finanza tedesca. 

Che significa? Presto detto: la Bce imporrà il bail in - come Weidmann già più volte ha detto - a tutte le banche (italiane) non in grado di reggersi in piedi da sole nel mercato. Inoltre, Weidmann è colui che ha proposto un limite all'acquisto dei titoli di stato da parte delle banche (italiane). Ed è sempre la stessa persona che ha già più volte sgridato Draghi perchè "tiene i tassi a zero". Quindi, non appena nominato li rialzerà, e con questo lo spread schizzerà alle stelle.

Ecco, sinteticamente il quadro della situazione è questo. E non c'è a essere ottimisti o pessimisti. Questi sono fatti, non opinioni.

Redazione Milano


CRESCONO ANCORA LE SOFFERENZE BANCARIE, LA SITUAZIONE DEGLI ISTITUTI DI CREDITO ITALIANI SI FA SEMPRE PIU' PERICOLOSA.




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA DANIMARCA SOSPENDE SCHENGEN E RIPRISTINA I CONTROLLI DEI DOCUMENTI ALLA FRONTIERA CON LA SVEZIA. PERICOLO ISLAMICI.

LA DANIMARCA SOSPENDE SCHENGEN E RIPRISTINA I CONTROLLI DEI DOCUMENTI ALLA FRONTIERA CON LA SVEZIA.

lunedì 14 ottobre 2019
LONDRA - Mentre in Italia la coalizione giallorossa ha iniziato a favorire l'invasione da parte di immigrati del Terzo Mondo, per la maggior parte africani, in Danimarca il governo di sinistra ha
Continua
 
CORAGGIOSO SINDACO DI UN PICCOLO COMUNE IN PROVINCIA DI PADOVA DIFFIDA MINISTRA DELL'INTERNO DALL'INVIARE CLANDESTINI

CORAGGIOSO SINDACO DI UN PICCOLO COMUNE IN PROVINCIA DI PADOVA DIFFIDA MINISTRA DELL'INTERNO

giovedì 10 ottobre 2019
E' probabile che la maggior parte degli italiani non conosca il signor Tiberio Businaro. E' il sindaco di un piccolo comune in provincia di Padova, Carceri. E invece dovrebbero stringersi attorno a
Continua
PARTITI NAZIONALISTI IN DECLINO IN EUROPA? BALLE DELLA STAMPA ITALIANA: IN SVEZIA FINLANDIA E DUE TERZI UE SONO PRIMI

PARTITI NAZIONALISTI IN DECLINO IN EUROPA? BALLE DELLA STAMPA ITALIANA: IN SVEZIA FINLANDIA E DUE

lunedì 7 ottobre 2019
A sentire i giornali di regime i partiti nazionalisti dopo aver raggiunto l'apice del loro successo adesso sono in declino ma ovviamente le cose non stanno affatto cosi' ed e' interessante notare gli
Continua
 
M5S & PD ODIANO IL CETO MEDIO E IL GOVERNICCHIO CONTE NE E' LA PROVA: TAGLIO DELLE DETRAZIONI E AGGREDITE LE PARTITE IVA

M5S & PD ODIANO IL CETO MEDIO E IL GOVERNICCHIO CONTE NE E' LA PROVA: TAGLIO DELLE DETRAZIONI E

lunedì 7 ottobre 2019
Il governo camalecontico sta assumendo un colore ben definito: rosso. Per la precisione il rosso del sangue degli italiani, che si troveranno per l’ennesima volta le mani in tasca dal governo
Continua
L'EURO DISTRUGGE L'EUROPA, IL BENESSERE DEI CITTADINI, LE BANCHE (MARK FRIEDERICK E MATTHIAS WEIK, ECONOMISTI)

L'EURO DISTRUGGE L'EUROPA, IL BENESSERE DEI CITTADINI, LE BANCHE (MARK FRIEDERICK E MATTHIAS WEIK,

lunedì 30 settembre 2019
Londra - Nonostante i giornali di regime non facciano che ripetere che l'euro e' stato un grosso successo la realta' e' che la moneta unica e' stata un grosso fallimento e lo dimostra il fatto che
Continua
 
LA LEGA HA PRESENTATO IN CASSAZIONE LA RICHIESTA DI REFERENDUM PER IL MAGGIORITARIO: OTTO REGIONI HANNO VOTATO A FAVORE

LA LEGA HA PRESENTATO IN CASSAZIONE LA RICHIESTA DI REFERENDUM PER IL MAGGIORITARIO: OTTO REGIONI

lunedì 30 settembre 2019
Se quello l'ha chiamato 'Porcellum', questo come lo chiamiamo? "Io lo chiamerei Popolarellum, visto che lo decidera' il popolo". Roberto Calderoli, senatore leghista di lungo corso, grande esperto di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LE BANCHE ITALIANE NON POSSONO ESSERE SALVATE DAL ''FONDO ATLANTE'' PERCHE' NON HA IL DENARO PER FARLO (BAIL IN GLOBALE)

LE BANCHE ITALIANE NON POSSONO ESSERE SALVATE DAL ''FONDO ATLANTE'' PERCHE' NON HA IL DENARO PER
Continua

 
CREDITI MARCI DELLE BANCHE ITALIANE SALGONO A 198 MILIARDI DI EURO (+2% DAL 2015) SITUAZIONE ESPLOSIVA, ALTRO CHE BREXIT

CREDITI MARCI DELLE BANCHE ITALIANE SALGONO A 198 MILIARDI DI EURO (+2% DAL 2015) SITUAZIONE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

GIORGIA MELONI: PRETENDIAMO SANZIONI UE ALLA TURCHIA PER

9 ottobre - ''Usa e Ue giustificano sanzioni a Russia come reazione alla violazione
Continua

GERMANIA: MINISTRO DELLE FINANZE RESPINGE PRESSIONI UE PER SPENDERE

9 ottobre - ''Tutti sanno che la Germania si trova in una situazione delle finanze
Continua

SONDAGGIO IXE': LEGA 1° PARTITO 30% CALO M5S E SALGONO FDI E F.I.

9 ottobre - La Lega si conferma il primo partito italiano con il 30% dei consensi in
Continua

SALVINI: CANDIDATO PD-M5S IN UMBRIA HA INCASSATO PIU' DI 8

9 ottobre - ''Più di 8 milioni di fondi pubblici per ristrutturare hotel e
Continua

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA ATTILIO FONTANA RICORDA FILIPPO PENATI,

9 ottobre - ''Ho avuto il piacere di conoscerlo e di condividere con lui momenti
Continua

ATTACCO TERRORISTICO IN GERMANIA: SPARATORIE E BOMBE A MANO IN

9 ottobre - BERLINO - ''Una bomba a mano e' stata inoltre lanciata al cimitero
Continua

++++UOMO SPARA PER STRADA IN GERMANIA: DIVERSI MORTI, KILLER ANCORA

9 ottobre - BERLINO - ''Polizia: diversi morti in una sparatoria ad Halle'',
Continua

GIORGIA MELONI: DOMANI IN CASSAZIONE RICHIESTA ELEZIONE DIRETTA

9 ottobre - ''Domani mattina i parlamentari di Fratelli d'Italia depositeranno in
Continua

LA PROCURA DI PALERMO CHIEDE CONDANNA A 4 ANNI DI CARCERE PER L'EX

9 ottobre - La procura di Palermo ha chiesto 4 anni per l'ex pubblico ministero
Continua

CINQUEMILA SOLDATI TURCHI DELLE FORZE SPECIALI AL CONFINE: PRONTA

9 ottobre - ISTANBUL - Sono cinquemila i soldati delle forze speciali turche pronti
Continua

ALTRA INCHIESTA SUL PADRE DI MATTEO RENZI

9 ottobre - La procura di Firenze ha aperto da circa un anno un fascicolo per
Continua

DISSIDENTI M5S VOGLIONO SAPERE CON CHE CRITERI E' STATO SCELTO

9 ottobre - ''Vorrei sapere con quali criteri e' stata scelta questa persona....''.
Continua

ZINGARETTI E DI MAIO SI ATTOVAGLIANO AL ''CIRCOLO DEGLI ESTERI'' A

9 ottobre - ''Nel giorno del 'taglio alla casta, Di Maio e Zingaretti si sarebbero
Continua

CONTE POKERISTA DA STRAPAZZO, MANCANO 7 MILIARDI AL ''PIATTO''

9 ottobre - ''I numeri di questa manovra mi sembrano ancora un po' arruffati.
Continua

SE LUCIA BORGONZONI VINCERA' A GENNAIO IN EMILIA, GOVERNO CADE IL

9 ottobre - Se alle elezioni regionali del prossimo gennaio ''il centrodestra
Continua

LA LEGA VOTERA' SI' - COME IN TUTTE LE PRECEDENTI - AL TAGLIO DEI

8 ottobre - La Lega voterà sì al taglio dei parlamentari. A quanto si apprende,
Continua

SALVINI: CI STIAMO PREPARANDO A TORNARE AL GOVERNO DALLA PORTA

7 ottobre - L'esecutivo ''litiga su tutto. Dagli F35 all'aumento dell'Iva, fino
Continua

CROLLO VERTICALE DEGLI ORDINI DEL SETTORE INDUSTRIALE IN GERMANIA:

7 ottobre - BERLINO - Ordini di fabbrica peggiori delle stime in Germania in agosto,
Continua

CALDEROLI: APPLAUSI ALLA RAKETE SONO SCHIAFFI ALL'ITALIA, DI NUOVO

3 ottobre - ''Che credibilita' pensano di mantenere le istituzioni europee se
Continua

DAZI ALLA UE DA PARTE DEGLI USA ARRIVANO PERCHE' UE CONDANNATA DAL

3 ottobre - ''Ricordiamo che i dazi arrivano come reazione a presunti aiuti europei
Continua
Precedenti »