44.208.372
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

NEL SILENZIO PIU' ASSOLUTO DEL GOVERNO, MIGLIAIA DI CORRENTISTI DI TRE BANCHE ITALIANE POTREBBERO PERDERE TUTTO.

lunedì 12 ottobre 2015

E' una vera e propria corsa contro il tempo quella che e' in corso in Italia: Banca delle Marche ha bisogno di circa 1,2 miliardi di capitali freschi ed e' il Fondo interbancario di garanzia dei depositi (Fitd), alimentato dall'insieme degli istituti finanziari del paese, che dovra' sborsarli nelle prossime settimane.

Questa banca regionale e' stata posta da un paio d'anni sotto amministrazione speciale dalla Banca d'Italia, dopo il fallimento dei diversi piani di salvataggio messi in opera per assorbire perdite per oltre 1 miliardo di euro ed a causa della sua incapacita' a raccogliere fondi sul mercato.

Ma il governo Renzi deve agire adesso se vuole evitare di procedere al primo "bail-in" di un istituto di credito della Penisola sotto il nuovo regime europeo dei fallimenti, che sarebbe gravido di conseguenze nefaste per il sistema finanziario del paese.

A partire dal 1° gennaio prossimo, infatti, sara' in vigore la nuova direttiva europea sulla risoluzione delle crisi bancarie (Brrd), che da poco e' stata inserita anche nella legislazione italiana. La direttiva prevede che dopo gli azionisti ed i creditori, siano chiamati a contribuire in casi di fallimento anche i detentori di obbligazioni "unsecured" e persino i titolari di conti correnti al di sopra dei 100 mila euro di questo istituto di credito. Un disastro per i risparmiatori marchigiani, che formano la maggioranza degli - incolpevoli - correntisti.

Se la Banca delle Marche fallisse, inoltre, l'ammontare da coprire da parte di Banca d'Italia per i conti correnti che invece sono garantiti perchè hanno importi inferiori ai 100.000 euro, sarebbe di 7,5 miliardi di euro. Un cifra formidabile, trattandosi di contanti. Che innescherebbe probabilmente un secco rialzo dello spread, dovendo essere reperita sui mercati.

Il governo ovviamente si augura di evitare il ricorso a questa procedura; tantopiu' che ci sono altri due istituti di credito sotto tutela pubblica: la Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio e la Cassa di Risparmio di Ferrara (Carife) esattamente nelle medesime condizioni. Una catastrofe.

In tutto il Fidt sara' chiamato a mobilitare circa 2 miliardi di euro in contanti per salvare le tre banche regionali. E saranno le banche piu' grandi a metter mano al portafogli: Intesa Sanpaolo e UniCredit in particolare, con un versamento di 200 milioni ciascuna, copriranno il 40 per cento della somma, seguite da Mps, che è tutto dire, viste le sue fragilissime condizioni finanziarie.

I dettagli tuttavia di questo "salvataggio a catena" devono ancora essere approvati dalla Banca d'Italia e dalla Banca centrale europea. E il tempo stringe. Se non avverrà entro la fine dell'anno, moltissimi italiani correntisti di questi istituti di credito in dissesto si troveranno ad avere perso tutto. Proprio tutto.

Redazione Milano.


NEL SILENZIO PIU' ASSOLUTO DEL GOVERNO, MIGLIAIA DI CORRENTISTI DI TRE BANCHE ITALIANE POTREBBERO PERDERE TUTTO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BANCA   MARCHE   POPOLARE   ETRURIA   LAZIO   CARIFE   CASSA   RISPARMIO   FERRARA   FIDT   SALVATAGGIO   UNSECURED   BRRD   BAIL IN   RENZI   PADOAN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN EURO (QUESTO TEME LA UE)

PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN

mercoledì 22 febbraio 2017
Mentre si avvicinano le elezioni olandesi dove è molto probabile che il partito anti euro e anti Ue di Wilders, alleato di Salvini e della Le Pen, ottenga un risultato incoraggiante e quelle
Continua
 
STAMPA TEDESCA: ''S'E' ACCESA LA SPIA D'ALLARME SULL'ITALIA. LA BCE FINIRA' DI COMPRARE TITOLI NEL 2017 E SARA' TEMPESTA''

STAMPA TEDESCA: ''S'E' ACCESA LA SPIA D'ALLARME SULL'ITALIA. LA BCE FINIRA' DI COMPRARE TITOLI NEL

lunedì 13 febbraio 2017
BERLINO - "La spia di allarme si e' accesa una settimana fa: il premio di rischio sui titoli italiani ha superato la soglia simbolica dei 2 punti percentuali. Lo spread rispetto ai titoli decennali
Continua
LA DEREGULATION DELLE BANCHE AMERICANE CHE FARA' TRUMP E' UN'OCCASIONE D'ORO PER LASCIARE L'EURO (ALTERNATIVA? DEFAULT)

LA DEREGULATION DELLE BANCHE AMERICANE CHE FARA' TRUMP E' UN'OCCASIONE D'ORO PER LASCIARE L'EURO

giovedì 9 febbraio 2017
L’annunciata abolizione, se non totale, almeno parziale della normativa bancaria americana voluta da Obama a seguito della crisi dei subprima del 2008 non va visto come un ritorno alla
Continua
 
L'EURO E' LA MONETA UNICA TEDESCA SENZA L'EURO LO STATO ITALIANO RISPAMIERA' 8 MILIARDI L'ANNO (CENTRO STUDI MEDIOBANCA)

L'EURO E' LA MONETA UNICA TEDESCA SENZA L'EURO LO STATO ITALIANO RISPAMIERA' 8 MILIARDI L'ANNO

giovedì 2 febbraio 2017
Finalmente il re è nudo: qualcuno ha avuto il coraggio di dire apertamente che l’euro non è altro che un marco mascherato che serve unicamente alla Germania per portare avanti le
Continua
BERLUSCONI OFFRE A RENZI DI ENTRARE IN FORZA ITALIA (CHE CORRERA' DA SOLA) E ANNUNCIA CHE LO APPOGGERA' DOPO LE ELEZIONI

BERLUSCONI OFFRE A RENZI DI ENTRARE IN FORZA ITALIA (CHE CORRERA' DA SOLA) E ANNUNCIA CHE LO

venerdì 27 gennaio 2017
In una intervista esclusiva rilasciata oggi al direttore del Foglio Claudio Cerasa, l'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi spiega perche' il futuro di Renzi dipende solo da Renzi. Lei crede
Continua
 
LA CORTE COSTITUZIONALE ABBATTE L'ITALICUM: NO BALLOTTAGGIO, SI' PREMIO DI MAGGIORANZA (SOPRA IL 40%) ORA ELEZIONI!

LA CORTE COSTITUZIONALE ABBATTE L'ITALICUM: NO BALLOTTAGGIO, SI' PREMIO DI MAGGIORANZA (SOPRA IL

mercoledì 25 gennaio 2017
La Corte costituzionale boccia il ballottaggio e salva il premio di maggioranza. Sono queste le decisioni dei giudici dela Consulta che si è pronunciata sulle questioni di legittimità
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
NUOVO RECORD DELLE SOFFERENZE BANCARIE: DA AGOSTO 2014 AD AGOSTO 2015 +15%. 198 MILIARDI DI CREDITI MARCI (CRACK ITALIA)

NUOVO RECORD DELLE SOFFERENZE BANCARIE: DA AGOSTO 2014 AD AGOSTO 2015 +15%. 198 MILIARDI DI CREDITI
Continua

 
INCHIESTA / BUSTA PAGA DEL LAVORATORE ITALIANO, LA PIU' TASSATA E COMPLICATA AL MONDO: NESSUNA PEGGIO IN EUROPA (E USA)

INCHIESTA / BUSTA PAGA DEL LAVORATORE ITALIANO, LA PIU' TASSATA E COMPLICATA AL MONDO: NESSUNA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

JUNCKER HA ANNUNCIATO CHE NON SI RICANDIDERA' PER UN 2° MANDATO

13 febbraio - BERLINO - La notizia è ufficiale: il controverso presidente della
Continua

IL GOVERNO MERKEL MINACCIA: NESSUNO STATO UE S'AZZARDI AD

13 febbraio - BERLINO - Il governo Merkel ha avvertito - avvertimento che somiglia
Continua

GOVERNATORE PD DELLA TOSCANA: ''RENZI SI DIMETTA, STA FACENDO UN

13 febbraio - ''Renzi si dimetta, come fece Bersani. E si vada a un congresso vero e
Continua

BERLUSCONI: ''CON SALVINI E MELONI CI SIAMO VISTI E VA TUTTO BENE''

12 febbraio - ''Credo che il centrodestra sia il solo schieramento politico in grado
Continua

IL MINISTRO DELLE FINANZE TEDESCO SCHAEUBLE VUOLE DESTABILIZZARE LA

10 febbraio - Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble vuole
Continua

BOSSI: ''IO CANDIDATO CON SILVIO BERLUSCONI? TUTTE CAZZATE!''

10 febbraio - ''Tutte cazzate''. Così, in maniera molto chiara, Umberto Bossi ha
Continua

INPS CANCELLA INDENNITA' DI DISOCCUPAZIONE PER I CO.CO.CO (TUTTI

10 febbraio - Nessuna proroga nel 2017 per l'indennita' di disoccupazione Dis-Coll,
Continua

SALVINI A TRIESTE NEL ''GIORNO DEL RICORDO'': ISTRIANI E DALMATI I

10 febbraio - TRIESTE - I veri esuli? Per Matteo Salvini, segretario della Lega Nord,
Continua

WALL STREET JOURNAL: TITOLI DI STATO FRANCESI COME QUELLI ITALIANI,

10 febbraio - ''La Francia non è la Grecia. Ma poichè gli investitori sono
Continua

DIKTAT DI SCHAEUBLE: NIENTE TAGLIO DEL DEBITO GRECO, PAGARLO O

9 febbraio - BERLINO - Alla fine, è venuto a galla il pensiero del governo tedesco
Continua
Precedenti »