74.134.311
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BILANCIO DEL GOVERNO RENZI? TRAGICO IN ITALIA E RIDICOLO IN EUROPA: PADOAN ZITTITO, RENZI APPESO ALLA MOGHERINI...

mercoledì 16 luglio 2014

Mentre in Italia continuano i peana di gloria alle mirabolanti imprese del premier non eletto, la realtà che traspare dalla stampa estera e, soprattutto, dai risultati, appare tutt’altro che rosea.

L’ex sindaco di Firenze non perde occasione per parlare di credibilità recuperata in Europa, di ruolo da protagonista per l’Italia all’interno della UE e del suo peso politico nel consesso internazionale. Probabilmente ciò è vero in una realtà parallela o nei suoi sogni, perché i dati di fatto testimoniano di un governo e di una nazione ridicolizzata in ambito internazionale.

Vediamo qualche esempio:

Renzi va a colloquio dal cancelliere Merkel, e ne esce con i seguenti “grandi risultati”: appoggio al candidato Junker quale presidente della commissione europea (imposto e preteso a tutti i costi dalla Merkel. Ricordiamo che il candidato inizialmente proposto dallo schieramento cui appartiene Renzi era un certo Martin Schultz) e… nient’altro. Difatti, mentre il premier non eletto parlava trionfalisticamente di “flessibilità” sui parametri economici e di grande intesa col cancelliere tedesco, arrivava a stretto giro di posta il secco “nein” del potentissimo governatore della Bundesbank, seguito a ruota dall’altrettanto potente ministro delle finanze Wolfgang Shauble, i quali bacchettavano pesantemente sulle dita il “pierino” di palazzo Chigi, affermando che la flessibilità non era minimamente in agenda.

Risultato reale al di là delle dichiarazioni trionfalistiche dei media italiani? Un primo ministro che accetta supinamente i diktat di un governo estero, senza minimamente provare a ribattere. Per la cronaca, Junker è poi stato eletto con i voti di PPE, PSE e Liberali, la grande ammucchiata dell’oligarchia ue, per paura che il fronte anti euro ed anti ue potesse far breccia. Chi ha la memoria un po’ più lunga o qualche capello grigio, si ricorderà del mitico “arco costituzionale” italiano, che fu alla base del ladrocinio consociativista degli anni a seguire. Quindi, in ue nulla di nuovo sotto il sole, se non la totale mancanza di peso politico italico.

In tempi più recenti sono arrivate le bacchettate dell’Economist e di mezza stampa economica internazionale sui conti italiani e sull’incapacità del governo di fronteggiare la crisi. Ricordate? Quando al governo c’era il centro destra di Berlusconi bastava uno sternuto di un giornalista straniero per ottenere i titoli di testa di tutti i notiziari, oggi le pesanti e motivate critiche all’operato di questo governo passano totalmente sotto silenzio.

Lo stesso ministro dell’economia Padoan è stato pesantemente criticato all’ultimo ecofin ed ha incassato un bel “niente scappatoie ai doveri”. Niente male per chi oggi detiene la presidenza semestrale della ue.

Ed è poi di queste ore la secca bocciatura della candidatura del ministro Mogherini quale commissario per gli affari esteri della ue: una carica meramente simbolica e priva sostanzialmente di qualsiasi peso politico (le poltrone che pesano sono quelle legate all’economia), e che nonostante questo probabilmente il premier non eletto non riuscirà a portare a casa.

Che dire? A dispetto di quanto viene strombazzato dai media di regime, l’operato del premier non eletto, il terzo consecutivo grazie all’inquilino del Quirinale, è pesantemente deficitario e sostanzialmente deleterio per lo stato italiano.

Sotto la sua guida il debito pubblico e la disoccupazione stanno crescendo a ritmi vertiginosi, la moria di azienda ha assunto i connotati di un genocidio di stato ed a livello internazionale il peso politico dell’Italia non è mai stato così basso.

In uno stato normale, la compagine governativa avrebbe già rassegnato le dimissioni, ma siccome siamo nell’italico stivale che ha dato i natali a personaggi come Pulcinella, l’ex sindaco di Firenze ed i suoi ministri sono portati in trionfo. Verso lo sfacelo del paese.

Luca Campolongo 


BILANCIO DEL GOVERNO RENZI? TRAGICO IN ITALIA E RIDICOLO IN EUROPA: PADOAN ZITTITO, RENZI APPESO ALLA MOGHERINI...


Cerca tra gli articoli che parlano di:

RENZI   GOVERNO   EUROPA   MERKEL   JUNCKER   BILANCIO   NEGATIVO   MOGHERINI   FIGURACCIA   ECONOMIST    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO PLANETARIO

INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO

mercoledì 29 gennaio 2020
La Cina e la comunita' internazionale osservano con crescente preoccupazione le ricadute della propagazione del nuovo ceppo di coronavirus sull'economia del paese asiatico, che potrebbe rallentare
Continua
 
''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE CANCELLARE ISRAELE E' ANTISEMITA

''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE

giovedì 16 gennaio 2020
A dieci giorni dalla ricorrenza del Giorno della Memoria in omaggio alle vittime dell'Olocausto, la Lega ha organizzato a Roma il convegno 'Le nuove forme dell'antisemitismo'. A Palazzo Giustiniani,
Continua
UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL BUCO-BREXIT DI 15 MLD/ANNO

UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL

lunedì 13 gennaio 2020
LONDRA - Pochi giorni fa, il parlamento britannico ha approvato a larga maggioranza la legge che stabilisce che la Gran Bretagna lascera' definitivamente l'Unione Europea il 31 Gennaio del 2020. Al
Continua
 
CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI E FORMARE FAMIGLIE

CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI

martedì 7 gennaio 2020
LONDRA - Negli ultimi anni, in diversi Paesi e' aumentato il numero di coloro che sono contrari al libero movimento delle persone all'interno della UE in quanto questa politica ha visto le nazioni
Continua
GOVERNO TEDESCO TRABALLA, CSU PROPONE UN ''RIMPASTO'' SOSTITUENDO INNANZITUTTO IL MINISTRO DELL'ECONOMIA (CRISI IN ARRIVO)

GOVERNO TEDESCO TRABALLA, CSU PROPONE UN ''RIMPASTO'' SOSTITUENDO INNANZITUTTO IL MINISTRO

martedì 7 gennaio 2020
BERLINO - In vista delle elezioni che si terranno in Germania nel 2021, e' necessario "un rimpasto e un ringiovanimento" del governo federale, attualmente formato dalla Grande coalizione tra Unione
Continua
 
EUROZONA IN GINOCCHIO NEL 2020, DECOLLA CON LA BREXIT IL REGNO UNITO, MOLTO BENE GLI USA, GOVERNICCHIO CONTE S'AFFLOSCIA

EUROZONA IN GINOCCHIO NEL 2020, DECOLLA CON LA BREXIT IL REGNO UNITO, MOLTO BENE GLI USA,

giovedì 2 gennaio 2020
Il dodici dicembre 2019 - archiviato molto in fretta dalla solita stampa serva ue italiana -  sarà festeggiato negli anni a venire come il giorno del trionfo della democrazia sulle elites
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ZAIA: ''LA REGIONE VENETO SI RIBELLA ALLA VERGOGNOSA TASSA DI 32 PER OGNI GIORNO DI VOLONTARIATO NEL SOCCORSO ALPINO!''

ZAIA: ''LA REGIONE VENETO SI RIBELLA ALLA VERGOGNOSA TASSA DI 32 PER OGNI GIORNO DI VOLONTARIATO
Continua

 
CONFCOMMERCIO: FLOP DEI SALDI E CONTINUA LA MORIA DI NEGOZI IN ITALIA. DA INIZIO 2014, CHIUDONO 23 NEGOZI AL GIORNO!

CONFCOMMERCIO: FLOP DEI SALDI E CONTINUA LA MORIA DI NEGOZI IN ITALIA. DA INIZIO 2014, CHIUDONO 23
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CROLLO DELLA PRODUZIONE IN GERMANIA: INDICE PMI MANIFATTURIERO CADE

2 gennaio - BERLINO - Giù il Pmi manifatturiero tedesco nell'ultimo mese del 2019.
Continua

AUTOSTRADA TORINO-AOSTA CHIUSA PER PERICOLO FRANA PAZZESCO L'ITALIA

2 gennaio - TORINO - la rete autostradale italiana cade a pezzi, adesso anche la
Continua

M5S CACCIA IL SENATORE PARAGONE, ALTRI SENATORI 5S PRONTI A LASCIARE

2 gennaio - ''Gianluigi Paragone e' e resta un mio collega. Fino a quando, e sono
Continua

SALVINI: ITALIA FUORI DA TUTTO IN LIBIA, CI SIAMO FATTI FREGARE

2 gennaio - ''È inesistente. Noi in Libia siamo fuori da tutti i giochi, abbiamo
Continua

TRUFFA AI RISPARMIATORI: DECINE DI DENUNCE A BARI CONTRO LA POP.BARI

19 dicembre - BARI - Decine di nuovi fascicoli d'inchiesta con l'ipotesi di truffa
Continua

QUELLI CHE DAREBBERO LA MAGGIORANZA A SANCHEZ VOGLIONO LA

19 dicembre - Pedro Sanchez affidera' la sua investitura a un partito indipendente che
Continua

INPS: CASSA INTEGRAZIONE +37,6% MA PER BELLACIAO GUALTIERI ITALIA

19 dicembre - A novembre l'Inps ha autorizzato alle aziende quasi 30,9 milioni di ore
Continua

PUNTIN: NESSUNO SA L'ORIGINE DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO CHE CI

19 dicembre - MOSCA - Il riscaldamento globale e' una minaccia per la Russia e per il
Continua

MEGA BOOM DEL LAVORO IN GRAN BRETAGNA: DISOCCUPAZIONE AL 3,8% (MAI

17 dicembre - LONDRA - L'economia britannica, a differenza di quanto scrivono i
Continua

ARRESTATO IL BRACCIO DESTRO DEL PRIMO MINISTRO MALTESE PER OMICIDIO

17 dicembre - MALTA - Il giudice incaricato del caso dell'omicidio della giornalista
Continua

LA BREXIT IN ARRIVO METTE LE ALI A FINANZA E ECONOMIA BRITANNICA:

16 dicembre - LONDRA - La Brexit in arrivo dopo il voto a valanga per Boris Johnson,
Continua

BORGHI: IL MILIARDO PER LA POPOLARE DI BARI NEL MAXIEMENDAMENTO? E

14 dicembre - ''Vediamo se Renzi riesce a saltare due volte di fila sulle banche senza
Continua
GLI ITALIANI NON NE POSSONO PIU' DEL GOVERNO PD-M5S.

GLI ITALIANI NON NE POSSONO PIU' DEL GOVERNO PD-M5S.

13 dicembre - Continua ad aumentare la sfiducia degli italiani nel governo giallorosso
Continua

COMUNITA' EBRAICA BRITANNICA: CORBYN HA PERMESSO SI SCATENASSE

13 dicembre - ''La storia non sarà tenera con Jeremy Corbyn'' che ha permesso
Continua

PARAGONE: VOTO CONTRO LA MANOVRA, M5S NON PUO' STARE DIETRO LOGICHE

13 dicembre - ''Caro Movimento, il trionfo di Brexit dimostra che la coerenza
Continua

FDI: IL TRIONFO DI BORIS JOHNSON ENNESIMO CEFFONE ALLA SINISTRA

13 dicembre - ''Il trionfo di Boris Johnson e dei Tories rifila l'ennesimo sonoro
Continua

LA VITTORIA DI BORIS JOHNSON TIRA UNA LEGNATA ALL'EURO: -1,8% CON

13 dicembre - Sterlina in forte rialzo dopo la vittoria elettorale dei conservatori
Continua

BORIS JOHNSON: ''ABBIAMO AVUTO UN MANDATO FORTE DAL POPOLO PER FARE

13 dicembre - ''Un mandato forte'' a favore della Brexit. Così Boris Johnson commenta
Continua

IL PARTITO ANTI-BREXIT PRENDE LEGNATA STORICA NON VIENE ELETTA

13 dicembre - Jo Swinson si è dimessa dalla guida del partito Liberal Democratico
Continua

LA VITTORIA TRAVOLGENTE DI BORIS JOHNSON ESALTA LA STERLINA:

13 dicembre - Impennata della sterlina dopo i risultati delle elezioni politiche nel
Continua
Precedenti »