52.037.787
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LELE MORA AFFONDA FEDE (E BERLUSCONI): SI', E' TUTTO VERO, MA IO NON HO MAI PENSATO FOSSE PROSTITUZIONE

venerdì 28 giugno 2013

Milano - Mea culpa di Lele Mora nell'aula del processo Ruby bis che lo vede imputato insieme a Emilio Fede e Nicole Minetti con le accuse di induzione e favoreggiamento della prostituzione anche minorile. L'ex agente dei vip ha reso una serie di dichiarazioni spontanee prima dell'intervento in aula dei suoi avvocati per l'arringa difensiva.

E ha chiarito di condividere le parole scelte da un quotidiano per stigmatizzare le vicende del caso Ruby: ''Su un importante quotidiano ho letto tre parole che descrivono questa vicenda: dismisura, abuso di potere e degrado. E' vero - ha ammesso - e' stato cosi'''.

Da Mora sono arrivate diverse ammissioni: ''E' vero che andavo alle cene con Fede, e' vero che ho accompagnato ad Arcore alcune ragazze ma non le ho mai volute condizionare ed e' vero che ho avuto tramite Fede un prestito dall'onorevole Berlscuoni''. Una somma, ha tenuto a sottolineare Mora, ''che nella sua interezza probabilmente mi avrebbe dato la possibilita' di salvare la mia societa' dal fallimento''.

Tuttavia Mora si e' definito ''passivo concorrente della situazione''. Poi la presa di distanza: ''Oggi - ha messo in chiaro - non voglio piu' mangiare cibo avariato''. Nessuna valutazione sul merito delle accuse che gli sono contestate: ''Non voglio entrare nel merito dei fatti, lascio ai miei difensori il compito di chiarire le mie ragioni sulla base delle prove''. Infine Mora ha precisato: ''So che l'ignoranza della legge non perdona, ma posso dire di non aver mai voluto condizionare la volonta' di queste ragazze. Non ho mai giudicato il loro comportamente ne' l'ho mai inquadrato come prostituzione''. (Asca)


LELE MORA AFFONDA FEDE (E BERLUSCONI): SI', E' TUTTO VERO, MA IO NON HO MAI PENSATO FOSSE PROSTITUZIONE




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ARRESTATO SPACCIATORE EXTRACOMUNITARIO. VENDEVA DROGA NEL PARCHEGGIO DI UNA CHIESA (A POCHI METRI DA UN ORATORIO)

ARRESTATO SPACCIATORE EXTRACOMUNITARIO. VENDEVA DROGA NEL PARCHEGGIO DI UNA CHIESA (A POCHI METRI
Continua

 
I CARABINIERI SCOVANO GLI ALTRI DUE ROMENI CHE HANNO ASSALTATO LA VILLA DELL'ANZIANO CHE HA UCCISO IL TERZO DELLA BANDA

I CARABINIERI SCOVANO GLI ALTRI DUE ROMENI CHE HANNO ASSALTATO LA VILLA DELL'ANZIANO CHE HA UCCISO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

GLI IMMIGRATI SE NE VANNO DALLA GRAN BRETAGNA: AUMENTATE DEL 59%

15 settembre - LONDRA - L'immigrazione nel Regno Unito dagli otto paesi dell'Europa
Continua

GOVERNO CATALANO TAGLI I FILI CON MADRID: NON MANDA PIU' RESOCONTO

14 settembre - BARCELLONA - Si fa sempre più duro lo scontro politico e istituzionale
Continua

AGICOM DECIDE CHE I CONTRATTI ''4 SETTIMANE'' PER CELL E LINEE

14 settembre - Da molti mesi tutte le principali compagnie della telfonia mobile
Continua

DIVORZIO ISLAMICO NON VA MAI RICONOSCIUTO NELLA UE (E CI

14 settembre - BRUXELLES - I ''divorzi privati'', come quelli che in base alla sharia
Continua

SALVINI: LEGGE SEVERINO SBAGLIATA. ESCLUSIONE SOLO DOPO CONDANNA

14 settembre - ''Cambio la legge Severino perchè è una legge sbagliata, non perchè
Continua

LA KOREA DEL NORD MINACCIA DI ''AFFONDARE IL GIAPPONE CON UN

14 settembre - La Corea del Nord ha nuovamente minacciato oggi di ridurre ''in cenere e
Continua

APPROVATA LA LEGGE IN GRAN BRETAGNA CHE CANCELLA LA LEGISLAZIONE

12 settembre - LONDRA - Theresa May esulta dopo l'approvazione nella notte da parte dei
Continua

ACCOLTELLAMENTI ALLA CENTRALE DI MILANO, GAMBIANO FERISCE

11 settembre - MILANO - ''Informiamo il ministro Minniti che l'aggressore del gambiano
Continua

GDF BLOCCA YACHT SUL GARGANO CON A BORDO QUASI QUATTRO TONNELLATE

7 settembre - I militari della Guardia di Finanza hanno intercettato e bloccato al
Continua

AFRICANO DISTRUGGE VETRI DI UN AUTOBUS E AGGREDISCE CARABINIERI:

7 settembre - BOLZANO - Non voleva essere controllato e nemmeno pagare il biglietto
Continua
Precedenti »