64.914.634
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

FISCO ASSASSINO / LA PRESSIONE SU NEGOZIANTI E ARTIGIANI E' ARRIVATA AL 74% E POTREBBE SALIRE. ITALIA MORTA DI TASSE.

giovedì 13 giugno 2013

Nelle ventuno città capoluogo italiane una pressione fiscale da record, pari al 66,27% nel 2012, sta uccidendo i negozi e le piccole attività aertigiane: calzolai, erboristi, sarti, fabbri, corniciai, falegnami.

Napoli e Bologna sono le due "capitali regionali" con la pressione fiscale più alta: a Napoli sommando tutto (tasse comunali, procinciali, regionali e statali, si arriva al 74,16%. A Bologna invece il totale è del 73,29%.Bologna inoltre detiene il triste record del maggiore aumento nazionale in 12 mesi: sono salite del 10% dal 2012. 

Il resto dei capoluoghi regionali non è m,esso molto meglio: nessuna città scende sotto il 61,18% che è il valore della pressione fiscale a Trieste. 

Quindi, se i Comuni le Province e le Regioni decidessero un qualsiasi aumento delle tasse in questo 2013, si arriverebbe al paradosso di avere in Italia il ritorno del regime sovietico nel quale il padrone che incassava i guadagni lasciando le briciole a chi lavorava era lo Stato. Infatti, se le aliquote attuali venissero portate dagli enti locali al massimo, la somma della tassazione arriverebbe al 70% dove più bassa, quasi al 90% dove è già più alta della media.

In pratica, una persona o una ditta che lavorasse in proprio dovrebbe aspettare il mese di ottobre (10 mesi lavorebbe per lo Stato) per vedere un qualche utile.

Esattamente come nella vecchia Unione Sovietica.

max parisi


FISCO ASSASSINO / LA PRESSIONE SU NEGOZIANTI E ARTIGIANI E' ARRIVATA AL 74% E POTREBBE SALIRE. ITALIA MORTA DI TASSE.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ANALISI DEFINITIVA DI 4 PREMI NOBEL PER L'ECONOMIA: L'EURO E' UNA PATACCA

L'ANALISI DEFINITIVA DI 4 PREMI NOBEL PER L'ECONOMIA: L'EURO E' UNA PATACCA

 
INDAGINE SWG: 59 STUDENTI SU 100 PRONTI A LASCIARE L'ITALIA PERCHE' QUA NON C'E' FUTURO. MICIDIALE.

INDAGINE SWG: 59 STUDENTI SU 100 PRONTI A LASCIARE L'ITALIA PERCHE' QUA NON C'E' FUTURO. MICIDIALE.


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

BAGNAI: DALL'EUROPA, PROCESSO ALLE INTENZIONI CONTRO IL GOVERNO

13 novembre - ''Quello che e' veramente paradossale e' il fatto che in questo momento
Continua

LUCA ZAIA: ''HO PARLATO PERSONALMENTE COL PREMIER CONTE. VUOLE

12 novembre - VENEZIA - ''Ho parlato personalmente la scorsa settimana col presidente
Continua

L'EURO CONTINUA A PERDERE VALORE RISPETTO LE PRINCIPALI VALUTE

12 novembre - L'euro cala a nuovi minimi da oltre un anno e mezzo, sotto quota 1,13
Continua

MATTEO SALVINI: ''DICO CON ORGOGLIO CHE FACCIO IL MINISTRO E LO

12 novembre - ''Quando vogliono attaccarmi mi dicono: 'Fai il ministro o lo sbirro?',
Continua

CROLLA IL TASSO DI INTERESSE SUI BOT, SCENDE A 0,63% DALLO 0,95%

12 novembre - Tassi in deciso calo all'asta odierna di Bot. Il Tesoro ha collocato un
Continua

ISTAT CONFERMA IL FORTE IMPATTO (+0,3% DI PIL) DEL REDDITO DI

12 novembre - ''Nel corso dell'audizione sulla manovra di fronte alle commissioni
Continua

IL SINDACO SALA, UN RADICAL CHIC DA SALOTTO BUONO.

10 novembre - MILANO - ''Da milanese porto piu' rispetto ad Avellino rispetto a questo
Continua

SALVINI: AL GOVERNO IN FRANCIA E A MALTA ABBIAMO DEI BUGIARDI

10 novembre - ''Bugiardi. Al governo in Francia e al governo a Malta abbiamo dei
Continua

UNGHERIA, SONDAGGIO: 1° PARTITO AL 37% E' FIDESZ DI ORBAN

8 novembre - BUDAPEST - Il partito di governo ungherese Fidesz gode del sostegno del
Continua

MUSTIER (A.D. UNICREDIT): ''FONDAMENTALI DELL'ITALIA FORTI FIDUCIA

8 novembre - I fondamentali dell'Italia ''rimangono forti''. Lo ha sottolineato
Continua
Precedenti »