63.963.906
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PREMIER DELL'OLANDA AVVISA FRANCIA E GERMANIA: NON DEVONO IMPORRE RIFORME DELLA UE CONTRO LA VOLONTA' DI STATI MEMBRI!

venerdì 16 marzo 2018

AMSTERDAM - Se non è una frattura verticale nella Ue, molto poco ci manca. Non è mai accaduto in passato che una nazione del nord Europa, del calibro dell'Olanda, prendesse una netta posizione contraria ai governi di Parigi e Berlino sul tema cardinale della struttura dell'Unione europea  e dei ruoli delle nazioni che ne fanno parte.

"Germania e Francia non dovrebbero cercare di imporre le proprie riforme dell'Unione Europea contro la volontà degli altri Stati membri": lo ha affermato il premier olandese Mark Rutte, intervistato dal settimanale tedesco Der Spiegel.

"Nell'Ue esiste la libertà di movimento, e ovviamente il governo tedesco può incontrare quello francese anche non in nostra presenza, ma ciò non significa che noi e altri Paesi dell'Ue si debba essere d'accordo su quello che decidono tedeschi e francesi: non staremo certo a dire di sì a qualsiasi cosa", ha avvertito Rutte.

Il premier olandese si è più volte detto contrario specialmente ad alcune delle proposte di riforma avanzate dal presidente francese Emmanuel Macron, che incontra oggi la Cancelliera tedesca Angela Merkel, e in particolare sulla creazione di un Ministro delle Finanze europeo.

"Credo che in primo luogo sia responsabilità di ogni singolo Paese membro dell'Ue essere preparati ad un'eventuale crisi, e una solida politica finanziaria costituisca la precauzione migliore" ha sottolineato Rutte, contrario anche ad aumentare il contributo olandese all'Ue per compensare il "buco" di bilancio creato dalla Brexit e incline piuttosto a dei tagli di spesa.

La chiara posizione del premier olandese Rutte è diametralmente contraria a quella della Merkel, il cui programma di coalizione prevede invece l'aumento dei contributi nonostante la Germania - come l'Olanda - sia un contributore netto dell'Ue.

Rutte non è peraltro l'unico critico delle riforme accarezzate da Berlino e Parigi: la scorsa settimana i Ministri delle Finanze di otto Paesi (Danimarca, Estonia, Finlandia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Svezia e Olanda) hanno firmato un comunicato congiunto a favore di "riforme strutturali" mirate al rafforzamento della stabilità economica dell'Ue.

Riforme quali completare l'unione bancaria, secondo le otto nazioni firmatarie, dovrebbero avere la priorità sulle "proposte di ampio respiro" come quelle difese da Macron e volute contemporaneamente dalla Merkel. L'unione bancaria, va ricordato, prevederebbe garanzie a livello almeno dell'Eurozona per i depositi dei correntisti di tutte le banche presenti, di fatto distribuendo il rischio di possibili bancarotte fra tutte le nazioni che aderiscono all'euro, in modo che i salvataggi siano a carico di tutti e non solo dei singoli stati come avviene ora. E come è avvenuto in Italia con i noti dissesti bancari come quello di Banca Etruria.

Redazione Milano


PREMIER DELL'OLANDA AVVISA FRANCIA E GERMANIA: NON DEVONO IMPORRE RIFORME DELLA UE CONTRO LA VOLONTA' DI STATI MEMBRI!


Cerca tra gli articoli che parlano di:

RUTTE   OLANDA   FRANCIA   GERMANIA   MACRON   MERKEL   BERLINO   PARIGI   AMSTERDAM   UNIONE BANCARIA   UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
GIANCARLO GIORGETTI: ''IL CENTRODESTRA DEL PASSATO NON ESISTE PIU'. IL CAMBIAMENTO E' POPULISTA E SOVRANISTA. E' SALVINI''

GIANCARLO GIORGETTI: ''IL CENTRODESTRA DEL PASSATO NON ESISTE PIU'. IL CAMBIAMENTO E' POPULISTA E

domenica 14 ottobre 2018
Lega sempre più coesa intorno al suo Capitano, Forza Italia sempre più divisa, tra latitanza del 'grande capo', rendite di posizione e rese dei conti interne. Il centrodestra a trazione
Continua
 
GOVERNATORE FONTANA A MOSCA: ''FINCHE' NON AVREMO CATTURATO L'ORSO... INCROCIAMO LE DITA'' (OLIMPIADI INVERNALI 2026)

GOVERNATORE FONTANA A MOSCA: ''FINCHE' NON AVREMO CATTURATO L'ORSO... INCROCIAMO LE DITA''

giovedì 11 ottobre 2018
MOSCA - "Finché non avremo catturato l'orso, non saremo sicuri: incrociamo le dita". Così il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana, a margine di un incontro con il
Continua
COLOSSO MONDIALE JPMORGAN: ''ITALIA STABILE, BTP SONO UN'OPPORTUNITA' DI INVESTIMENTO, NON VEDIAMO CRISI BANCARIE''

COLOSSO MONDIALE JPMORGAN: ''ITALIA STABILE, BTP SONO UN'OPPORTUNITA' DI INVESTIMENTO, NON VEDIAMO

giovedì 11 ottobre 2018
NEW YORK - La decisione del governo di fissare il rapporto deficit/Pil al 2,4 per cento ha colto di sorpresa quei fondi esteri che a settembre avevano comprato BTp sulla scommessa che l'esecutivo
Continua
 
PULLMAN CADDE DAL VIADOTTO DELLA A16 DI AUTOSTRADE PER L'ITALIA: CHIESTI 10 ANNI PER GLI ATTUALI VERTICI DELLA SOCIETA'

PULLMAN CADDE DAL VIADOTTO DELLA A16 DI AUTOSTRADE PER L'ITALIA: CHIESTI 10 ANNI PER GLI ATTUALI

mercoledì 10 ottobre 2018
AVELLINO - Fu una strage immane, che precedette il massacro del ponte di Genova di cinque anni, ma con un bilancio di morti terribilmente simile. Ora, si è arrivati alla fine del processo con
Continua
DOMENICA 14 OTTOBRE VOTO IN BAVIERA: SPD CROLLERA' CSU CALERA' AL 35% AFD PRONTO AL PRIMO GOVERNO DI DESTRA IN GERMANIA

DOMENICA 14 OTTOBRE VOTO IN BAVIERA: SPD CROLLERA' CSU CALERA' AL 35% AFD PRONTO AL PRIMO GOVERNO

martedì 9 ottobre 2018
MONACO DI BAVIERA - Le elezioni nei land tedeschi non sono mai un evento locale, figuriamoci se questa volta alle urne va la potente e popolosa Baviera. Nove milioni di elettori bavaresi sono
Continua
 
IN SVEZIA IL PARTITO NAZIONALISTA ANTI IMMIGRATI DOPO IL TRIONFO DEL 9 SETTEMBRE ALLE POLITICHE, ELEGGE ANCHE SINDACI

IN SVEZIA IL PARTITO NAZIONALISTA ANTI IMMIGRATI DOPO IL TRIONFO DEL 9 SETTEMBRE ALLE POLITICHE,

martedì 9 ottobre 2018
LONDRA - E' passato già un mese dalle elezioni svedesi che hanno visto il trionfo del partito anti-immigrati degli Sweden Democrats che hanno raggiunto il 18%. Al momento le trattative
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''L'EUROZONA E' INADEGUATA A RISOLVERE LE DISEGUAGLIANZE ECONOMICHE INTERNE PROVOCATE DALL'EURO'' (FINANCIAL TIMES)

''L'EUROZONA E' INADEGUATA A RISOLVERE LE DISEGUAGLIANZE ECONOMICHE INTERNE PROVOCATE DALL'EURO''
Continua

 
ZUCKERBERG ADESSO PROVA A DIFENDERSI, MA FACEBOOK E' DIVENTATO UNA PIOVRA MONDIALE SUCCHIA-DATI DI CHIUNQUE SIA ISCRITTO

ZUCKERBERG ADESSO PROVA A DIFENDERSI, MA FACEBOOK E' DIVENTATO UNA PIOVRA MONDIALE SUCCHIA-DATI DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!