74.218.318
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

martedì 17 gennaio 2017

Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano economico francese "Les Echos", ricordando i recenti commenti dopo la caduta di Matteo Renzi ed il salvataggio con la nazionalizzazione da parte dello Stato italiano del Monte dei Paschi di Siena e citando ora anche l'affermazione del presidente dell'Istituto economico tedesco (Ifo), Clemens Fuest. Secondo il quale, "il livello di vita in Italia non e' migliorato dall'anno 2000 e se le cose non cambiano gli italiani finiranno per dire d non volerne piu' sapere della zona euro".

Nel suo commento a dir la verita' Clemens di preoccupa soprattutto di raccomandare al Parlamento tedesco di non dare la propria approvazione ad un eventuale "piano europeo di aiuti finanziari all'Italia", semmai il caso si presentasse: e per il momento il governo Gentiloni, benche' scosso dalla crisi del settore bancario, non sta affatto chiedendo il soccorso dell'Europa, come aveva fatto Atene. Ani, ha stanziato 20 miliardi di euro per il salvataggio delle banche pericolanti, Mps inclusa.

Ma e' pur vero che aldila' delle Alpi - scriveva Les Echos qualche giorno fa -  l'idea di un'uscita dall'euro, sostenuta in particolare dal movimento populista 5 Stelle di Beppe Grillo ma anche dalla Lega di Salvini e dal partito Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni guadagna ogni giorno consensi man mano che la debole economia italiana intacca il reddito delle famiglie.

Da un punto di vista macro-economico, lo scenario di una "Exitaly" poggia su una serie di dati che inducono alla stessa conclusione: in seno alla zona euro, l'economia italiana sconta un persistente problema di competitivita', un handicap cronico che si aggiunge alla disoccupazione dei giovani ed alla crisi della natalita', due altri mali di cui il paese soffre da molto tempo. Non sorprende quindi, conclude su Les Echos l'analisi firmata da Jean-Michel Gradt, che secondo l'ultima pubblicazione dell'Eurobarometro ben il 42 per cento degli italiani (contro ad esempio solo il 27 per cento dei francesi) ritenga che il loro paese sarebbe meglio attrezzato ad affrontare il futuro se uscisse non soltanto dall'eurozona ma addirittura dall'Unione Europea, contro un 35% che è ancora a favore di entrambe e un rimanente 23% di indecisi che però non stanno nè dalla parte della Ue nè da quella della Bce.

Non bastasse tutto ciò, è di oggi la notizia di Theresa May che ha rotto gli indugi annunciando una Brexit "dura" con l'abbandono della Ue anche senza accordi, con l'uscita dalla Corte di giustizia Ue - non più riconosciuta - e con la fine dell'unione doganale e della libera circolazione dei cittadini Ue in Gran Bretagna.

A proposito di fine dell'unione doganale, che sta a significare la fine del libero transito delle merci da per la Ue rispetto la Gran Bretagna, arriva a rafforzare l'idea dell'Italexit uno studio sugli effetti economici del ritorno ai dazi e alle dogane.

Il gruppo di pressione Change Britain, riferisce il quotidiano britannico The Telegraph, lancia la campagna per l'uscita del Regno Unito dall'unione doganale europea, sostenendo che cio' renderebbe il paese un punto di riferimento globale per il libero scambio e porterebbe alla creazione di quasi 400 mila nuovi posti di lavoro.

L'organizzazione, fondata da Digby Jones, membro della Camera dei Lord ed ex direttore generale della Confederation of British Industry, la confederazione degli industriali, ha il sostegno di Brexiter di spicco, tra i quali l'ex segretario alla Giustizia Michael Gove.

L'appartenenza all'unione doganale consente ai membri di scambiare merci liberamente ma li obbliga a importare dall'esterno alle stesse tariffe e impedisce loro di concludere accordi separati. Utilizzando proprio le stime della Commissione europea su potenziali accordi con paesi come l'India, la Cina, il Giappone e il Canada, l'analisi di Change Britain conclude che la Gran Bretagna, firmando come vuole fare il governo May accordi con otto paesi, potrebbe ottenere esportazioni extra per venti miliardi di sterline e creare 387.580 posti di lavoro nelle industrie manifatturiere e dei servizi.

Lord Jones of Birmingham ha cosi' commentato: "Il Regno Unito ha una grande storia commerciale. Pertanto non sorprende che diverse grandi economie abbiano gia' espresso interesse nella conclusione di un accordo con noi. L'unico modo in cui possiamo trarre il massimo vantaggio da queste opportunita' e' lasciare l'unione doganale dell'Ue e riprendere il controllo della nostra politica commerciale. Cio' creera' centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro in una serie di settori. Possiamo occupare il nostro posto di campioni globali del libero scambio".

E proprio oggi, Donald Trump ha annunciato che appena entrerà alla Casa Bianca, e cioè venerdi 20 gennaio, concluderà rapidamente l'accordo con la Gran Bretagan in tal senso.

Quindi, se l'Italia in un prossimo futuro, magari dopo le elezioni vittoriose dei partiti nazionalisti, facesse altrettanto...

Redazione Milano


PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BREXIT   ITALEXIT   LES   ECHOS   ITALIA   UE   EURO   DOGANE   FRONTIERE   NAZIONALISMO   TRUMP   . THERESA   MAY   GOVERNO   GENTILONI   GRAN   BRETAGNA   CASA   BIANCA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
UN VELISTA ITALIANO ''PRIGIONIERO'' DENTRO L'EPICENTRO DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS RACCONTA L'INFERNO CHE HA ATTORNO

UN VELISTA ITALIANO ''PRIGIONIERO'' DENTRO L'EPICENTRO DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS RACCONTA

martedì 18 febbraio 2020
Il racconto di un "prigioniero" italiano che ri trova dentro l'epicentro dell'epidemia di coronavirus Uscite di sicurezza dell'hotel sbarrate con catena e lucchetto e ingresso unico, mascherina
Continua
 
LA SITUAZIONE DELLA CINA E' MOLTO PIU' GRAVE DI QUANTO VENGA RACCONTATO DAI MEDIA IL VIRUS STA UCCIDENDO L'ECONOMIA

LA SITUAZIONE DELLA CINA E' MOLTO PIU' GRAVE DI QUANTO VENGA RACCONTATO DAI MEDIA IL VIRUS STA

martedì 18 febbraio 2020
L'epidemia causata dal nuovo ceppo di coronavirus Covid-19, originata nella Cina centrale e poi diffusasi a livello internazionale, ha posto la diplomazia di Pechino in una situazione di stress senza
Continua
INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO PLANETARIO

INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO

mercoledì 29 gennaio 2020
La Cina e la comunita' internazionale osservano con crescente preoccupazione le ricadute della propagazione del nuovo ceppo di coronavirus sull'economia del paese asiatico, che potrebbe rallentare
Continua
 
''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE CANCELLARE ISRAELE E' ANTISEMITA

''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE

giovedì 16 gennaio 2020
A dieci giorni dalla ricorrenza del Giorno della Memoria in omaggio alle vittime dell'Olocausto, la Lega ha organizzato a Roma il convegno 'Le nuove forme dell'antisemitismo'. A Palazzo Giustiniani,
Continua
UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL BUCO-BREXIT DI 15 MLD/ANNO

UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL

lunedì 13 gennaio 2020
LONDRA - Pochi giorni fa, il parlamento britannico ha approvato a larga maggioranza la legge che stabilisce che la Gran Bretagna lascera' definitivamente l'Unione Europea il 31 Gennaio del 2020. Al
Continua
 
CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI E FORMARE FAMIGLIE

CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI

martedì 7 gennaio 2020
LONDRA - Negli ultimi anni, in diversi Paesi e' aumentato il numero di coloro che sono contrari al libero movimento delle persone all'interno della UE in quanto questa politica ha visto le nazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA
Continua

 
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua

CONTE & PD & M5S VOGLIONO ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE

13 gennaio - ''Il governo, il presidente del consiglio, il Pd, annunciano che faranno
Continua

ECCEZIONALE OPERAZIONE ANTIDROGA DELLE FIAMME GIALLE: 333 KG DI

13 gennaio - GENOVA - Eccezionale operazione anti droga delle Fiamme Gialle. La
Continua

GOVERNO BRITANNICO: MOLTO PREOCCUPANTI NOTIZIE MISSILE CONTRO

9 gennaio - Il governo britannico sta esaminando le notizie ''molto preoccupanti''
Continua

PRESIDENTE ORBAN: PRONTI A LASCIARE IL PPE (ADDIO MAGGIORANZA PER

9 gennaio - BUDAPEST - ''Il Ppe, nella sua forma attuale, non interessa al mio
Continua

LA BCE: UNICA MONETA A CORSO LEGALE E' IL DENARO CONTANTE (DITELO A

9 gennaio - ''La Bce ricorda agli incompetenti del governo Pd-M5S che l'unica moneta
Continua

MATTEO SALVINI: CONTE NON SI AZZARDI A FAR RIPARTIRE LA MISSIONE

8 gennaio - ''L'Ue non tocca palla ne' in Libia ne' in Medio Oriente, ma ora
Continua

CROLLANO GLI ORDINI INDUSTRIALI IN GERMANIA: -6,5% NEL 2019 (MAI

8 gennaio - BERLINO - A novembre gli ordinativi all'industria manifatturiera sono
Continua

LA FAMIGLIA RIVA AVEVA FATTO ENORMI INVESTIMENTI NELL'EX ILVA 1 MLD

7 gennaio - MILANO - Nella gestione dell'Ilva di Taranto da parte della famiglia
Continua

CROLLA L'INFLAZIONE NEL 2019 IN ITALIA (DA 1,2% A 0,6%) STAGNAZIONE

7 gennaio - Il tasso d'inflazione per il 2019 si attesta allo 0,6%, un valore
Continua

TERRORISTA ISLAMICO ACCOLTELLA 4 PERSONE A PARIGI, LA POLIZIA SPARA

3 gennaio - PARIGI - Almeno quattro persone sono rimaste ferite a Villejuif, nella
Continua
Precedenti »