68.211.857
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

QUANTO COSTANO ALLO STATO ITALIANO I CLANDESTINI FATTI ARRIVARE DAL 2014 A OGGI DAL GOVERNO RENZI? 5,4 MILIARDI DI EURO

venerdì 31 luglio 2015

In questi giorni, sotto l’aulico nome burocratese di “efficientamento” della sanità, è andato in onda l’ennesimo taglio allo stato sociale operato dal premier non eletto Matteo Renzi, l’uomo che a detta sua  “ha salvato l’euro”, ma che non riesce a combinare nulla di buono in casa propria, prova ne sia che il principale quotidiano economico francese, Les Hecos, lo ha sbertucciato sul “mitico” jobs act, definendola una riforma assolutamente inutile. Avete avuto traccia di questa notizia sui media nostrani? Ovviamente no, sia mai che il manovratore possa essere turbato mentre gioca a calciobalilla alla festa dell’unità.

Il veneto si è visto sforbiciare di ben 190 milioni di euro il proprio fondo sanitario, la lombardia di 385 milioni (sarà un caso che siano regioni “ostili” al regime renzista?), mentre la campania, record di dissesto e sprechi, solo 500.000 euro.

Il ministro Lorenzin ha detto che non si tratta di tagli, ma di efficientamento, appunto, dato che sono andati a dare una stretta alle visite ed alle analisi non necessarie, ovvero a quelle preventive. Difatti ora i medici potrebbero essere chiamati a rispondere in caso di troppe analisi senza riscontri patologici.

Nel complesso i cittadini si son visti sforbiciare di 2.350.000.000 di euro la propria sanità ed il diritto alla salute.

Ora, secondo i dati più recenti, tra il 2014 ed il 2015 sono sbarcati in quello che un tempo fu il bel paese e che oggi è poco più di una pattumiera a cielo aperto (se non ci credete, andate a vedervi i reportage della stampa estera sul degrado della capitale) circa 250.000 “profughi”.

Quanto costano questi clandestini che non dovrebbero essere nel nostro paese?

E’ presto detto: per ognuno che accetta di farsi registrare e chiedere asilo politico, tra vitto, alloggio, “paghetta mensile” e oneri vari, lo stato versa la bellezza di 2.400 euro, ovvero 28.800 euro a clandestino l’anno.

Dato che non tutti i 250.000 sbarcati sono arrivati contemporaneamente, per semplicità, ipotizziamo che il numero medio durante questi 18 mesi sia stato di 125.000.

Facciamo ora un semplice calcolo: 125.000X2.400X18= 5.400.000.000, ovvero 5,4 miliardi di euro. Questo significa che con l’ultimo atto di macelleria sociale compiuto dal governo, ovvero il taglio di 2,35 miliardi di euro, si è coperto meno della metà di quanto venga speso per ospitare i “clandestini” in resort, hotel, bed and breakfast. Clandestini che, in nome del senso dell’ospitalità, si permettono anche il lusso di protestare, occupare le strade, malmenare gli italiani perché sono senza connessione internet o tivù satellitare o, peggio ancora, gettare via il cibo in senso di disprezzo.

Ho parenti che hanno vissuto la tragedia dell’esodo istriano, che sanno cosa significhi essere esuli e profughi, e di fronte a queste scene, vedo loro ribollire la rabbia dentro, perché questi individui, ben pasciuti, hanno tutto tranne che del “povero profugo”, eppure lo stato italiano preferisce spendere 5 miliardi di euro per loro, anziché mantenere la sanità per i propri cittadini.

Quello che gli italiani stanno vivendo in questi mesi ad opera del governo è un vero atto di razzismo, che nulla ha a che vedere con la solidarietà, perché aiutare questi fantomatici profughi a casa loro costerebbe infinitamente meno, sia in termini economici che di sicurezza sociale.

Si tratta dell’ennesima dimostrazione della totale inadeguatezza al ruolo non solo di questo premier, che ha vinto solo l’elezione condominiale delle primarie del suo partito, ma dell’intero esecutivo, che non ha alcuna credibilità né a livello interno, né, tanto meno a livello internazionale, tanto che la ue ha fatto marameo al Matteo fiorentino, dicendo di tenersi pure gli immigrati e di arrangiarsi nel gestirseli, anche se in modo cortese e politicamente corretto.

Purtroppo per il premier non eletto, governare un paese non è come giocare a calciobalilla o fare una partita alla playstation, occorre serietà, visione strategica, prestigio e capacità.

Tutte cose che madre natura non ha fornito al suddetto ex sindaco, come testimoniano i suoi risultati internazionali (nelle ore calde del caso Grecia, Hollande e Merkel l’hanno lasciato a casa) e quelli nazionali.

Come tutti gli incubi, anche questo è destinato a finire: al più tardi nel 2018, ma probabilmente molto prima, si tornerà al voto, ed allora l’ex sindaco di Firenze potrà finalmente dedicarsi a tempo pieno a giocare a calcetto con i simpatizzanti del pd, ammesso che per quel periodo ne esista ancora qualcuno.

Luca Campolongo

Fonti:

http://www.stranieriinitalia.it/attualita-immigrati._gentiloni_attuazione_piano_ue_non_sara_facile_20473.html

http://www.italiannetwork.it/news.aspx?id=29822

http://www.infodata.ilsole24ore.com/2015/07/30/quali-regioni-subiranno-i-maggiori-tagli-alla-sanita-lombardia-piu-penalizzata-con-385-milioni-in-meno/

http://www.ilgiornale.it/news/politica/povera-italia-immigrato-costa-doppio-agente-1041114.html

 

 


QUANTO COSTANO ALLO STATO ITALIANO I CLANDESTINI FATTI ARRIVARE DAL 2014 A OGGI DAL GOVERNO RENZI?  5,4 MILIARDI DI EURO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

CLANDESTINI   COSTO   STATO   ITALIA   SANITA'   TAGLI   RENZI   PD   GOVERNO   GRECIA   HOLLANDE   MERKEL   FIORENTINO   SIMPATIZZANTI   RAZZISMO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL GOVERNO CAMERON INASPRISCE CONTROLLI DELL'EUROTUNNEL E INVIA RINFORZI A CALAIS, DOVE SONO AVVENUTI VIOLENTI SCONTRI

IL GOVERNO CAMERON INASPRISCE CONTROLLI DELL'EUROTUNNEL E INVIA RINFORZI A CALAIS, DOVE SONO
Continua

 
''NIENTE IMMIGRATI NEL NOSTRO COMUNE! ABBIAMO 700 PERSONE ANCORA FUORI CASA PER IL TERREMOTO 2012'' (SINDACO DI BONDENO)

''NIENTE IMMIGRATI NEL NOSTRO COMUNE! ABBIAMO 700 PERSONE ANCORA FUORI CASA PER IL TERREMOTO 2012''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MINISTRO SALVINI: ''SGOMBEREREMO LA BARACCOPOLI DI SAN FERDINANDO''

16 febbraio - ROMA - ''Sgombereremo la baraccopoli di San Ferdinando. L'avevamo
Continua

IRAKENO UBRIACO AGGREDISCE CARABINIERI DENTRO UN CENTRO ACCOGLIENZA

16 febbraio - I carabinieri della stazione di Roma Casalotti hanno arrestato un
Continua

AFRICANO CON 26 CHILI DI DROGA IN VALIGIA BECCATO IN STAZIONE DALLA

16 febbraio - ROMA - I finanzieri del Comando provinciale di Roma hanno sequestrato 26
Continua

CONTINUA A SCENDERE - OTTIMO - LO STOCK DI TITOLI DI STATO ITALIANI

15 febbraio - Ottima notizia: a novembre 2018 e' scesa ancora la quota di titoli di
Continua

UMBERTO BOSSI RICOVERATO IN RIANIMAZIONE ALL'OSPEDALE DEL CIRCOLO

15 febbraio - ''Ha passato una notte tranquilla. Non è in pericolo di vita''. Così
Continua

E' UFFICIALE: ELEZIONI ANTICIPATE IN SPAGNA IL PROSSIMO 28 APRILE

15 febbraio - MADRID - Il primo ministro spagnolo, il socialista Pedro Sanchez ha
Continua

ALITALIA PIU' DEL 50% ALLO STATO (COME ACCADE IN FRANCIA)

14 febbraio - Alitalia non diventerebbe una societa' privata, in quanto la
Continua

BASTA CONTRIBUTI ALLO SVILUPPO DEL TURISMO AD ALBERGHI CHE OSPITANO

14 febbraio - GENOVA - Escludere dai vantaggi e contributi per lo sviluppo del turismo
Continua

OGGI MATTEO SALVINI VA AL ''TAVOLO'' CON I PASTORI SARDI E SALTA

14 febbraio - ROMA - Il ministro dell'interno Matteo Salvini non sara' oggi in
Continua

MATTEO SALVINI IL LEADER CON IL MAGGIOR CONSENSO IN ITALIA: 50%

14 febbraio - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agorà, su Raitre,
Continua
Precedenti »