83.333.770
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DIVERSI ALIMENTARI VENGONO RITIRATI PERCHE' TOSSICI E NOCIVI. MA I SUPERMARKET (CHE LI VENDEVANO) AVVISANO I CLIENTI?

sabato 6 luglio 2013

Milano - Pochi giorni fa abbiamo contattato le più importanti catene di supermercati italiani (Esselunga, Auchan, Carrefour, Conad, Coop, Lidl, Pam, NaturaSì…) invitandole a collaborare per la realizzazione, all’interno del sito, di una pagina destinata a raccogliere le schede dei prodotti in fase di richiamo o di ritiro dagli scaffali.

I motivi per cui un alimento non può più essere venduto sono diversi e il più delle volte il ritiro non riguarda aspetti sanitari che possono nuocere alla salute dei consumatori. Spesso si tratta di difetti della confezione o di altri motivi per cui il prodotto non è adatto alla vendita al dettaglio (etichette scorrette, imprecisioni di packaging…). Il problema non è marginale visto che ogni catena ritira all’anno almeno 2-300 prodotti dagli scaffali e  in decine di casi  il problema coinvolge la salute dei consumatori.

La nostra richiesta di collaborazione è del tutto legittima visto che informare i consumatori è un dovere delle imprese e delle catene distributrici previsto dall’art. 19 del reg. 178/2002 che così recita: “Se un operatore del settore alimentare ritiene o ha motivo di ritenere che un alimento da lui importato, prodotto, trasformato, lavorato o distribuito non sia conforme ai requisiti di sicurezza degli alimenti, e l’alimento non si trova più sotto il controllo immediato di tale operatore del settore alimentare, esso deve avviare immediatamente procedure per ritirarlo e informarne le autorità competenti.”

C’è di più, se il prodotto è gia stato acquistato dai consumatori, l’operatore deve informare gli acquirenti in maniera efficace e accurata, specificando i motivi del ritiro e, se necessario, richiamare i prodotti già venduti per tutelare la salute. Avvisare i consumatori è complicato ma oggi basterebbe pubblicare on line gli avvisi dei prodotti ritirati o richiamati per rendere accessibili le informazioni a un vasto numero di cittadini e alle persone che non tornano nello stesso punto vendita dove, eventualmente, viene affisso un cartello.

Diciamo che dovrebbe essere obbligatorio appendere dei manifesti all’interno del punto vendita per avvisare i clienti che un prodotto è stato ritirato e non va consumato. Tutto ciò avviene raramente. Ci piacerebbe sapere quali insegne e in quali punti vendita sono stati appesi i manifesti che invitano a non consumare frutti di bosco surgelati contaminati dal virus dell’epatite A. Quali supermercati abitualmente utilizzano questi mezzi, chiari e ben visibili, per informare i clienti?

Abbiamo già ricevuto delle risposte dalla grande distribuzione, alcuni si sono detti interessati, altri hanno riferito che ci stanno pensando, altri ancora hanno assicurato che le loro procedure prevedono la valutazione di specifiche modalità di avviso al consumatore senza però precisare quali e in che termini siano avviate. Ci sono catene di supermercati che all’estero avvisano i consumatori mentre in Italia, le stesse, non lo fanno.

Questa settimana il Ministero della salute ha segnalato al Sistema di allerta europeo che in Italia sono stati ritirati dal mercato una decina di prodotti tra cui: un lotto di pesce spinarolo contaminato da policlorobifenili, pasta cinese con elevato contenuto di alluminio, arance egiziane con troppi insetticidi… C’è anche una nuova allerta per il virus dell’epatite A presente in altre confezioni di frutti di bosco: qualcuno ha trovato dei cartelli al supermercato? Invitiamo i lettori a collaborare con noi in attesa delle risposte.

Nota.

Questo articolo è stato scritto da Roberto La Pira per Il Fatto Alimentare. Chi desiderasse collaborare a questa indagine, vada sul sito www.ilfattoalimentare.it e risponda al collega La Pira. (che sta facendo a nostro giudizio un ottimo lavoro di denuncia e di indagine sugli alimenti tossici venduti in italia)

Redazione Milano e max parisi

 

 

 


DIVERSI ALIMENTARI VENGONO RITIRATI PERCHE' TOSSICI E NOCIVI. MA I SUPERMARKET (CHE LI VENDEVANO) AVVISANO I CLIENTI?




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'AGENZIA DELLE ENTRATE DENUNCIATA: E' FALSO CHE LO STATO RIPAGA CON LE TASSE I CITTADINI IN SERVIZI! (VEDI 4MLD A MPS)

L'AGENZIA DELLE ENTRATE DENUNCIATA: E' FALSO CHE LO STATO RIPAGA CON LE TASSE I CITTADINI IN
Continua

 
EVENTI DEL TERRITORIO / MAGDI ALLAM A ODERZO HA PARLATO DI TERRORISMO ISLAMICO

EVENTI DEL TERRITORIO / MAGDI ALLAM A ODERZO HA PARLATO DI TERRORISMO ISLAMICO


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

DIMISSIONI A CATENA AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA: TUTTA GENTE DI

15 maggio - ''Prima le dimissioni di Basentini, capo del Dap, ora quelle di Baldi,
Continua

FONTANA: TEST SIEROLOGICI INUTILI PER SINGOLI, SONO TEST

15 maggio - MILANO. ''I test sierologici sono inutili per cittadini singoli che non
Continua

GOVERNATORE FONTANA: MES? E' PERICOLO ESTREMO, STESSI SOLDI IN

15 maggio - MILANO - ''La vedo come una situazione di estremo pericolo perche' le
Continua

IN GERMANIA IERI 101 MORTI DA COVID 913 NUOVI CONTAGIATI

15 maggio - BERLINO - I casi di coronavirus in Germania sono saliti a 173.152
Continua

IN GERMANIA DIMINUISCONO I MORTI DA COVID MA AUMENTANO I CONTAGI

14 maggio - BERLINO - La Germania registra 89 decessi per Covid-19 nelle ultime 24
Continua

QUESTO E' IL MOMENTO DI FARE LA FLAT TAX PER SALVARE L'ITALIA

14 maggio - ''La proposta di taglio fiscale l'abbiamo messa nelle mani del governo,
Continua

BANKITALIA: L'IMPATTO DEL CORONAVIRUS SULL'ECONOMIA SARA' ENORME

12 maggio - ROMA - ''I dati disponibili sulla fiducia e le aspettative di famiglie e
Continua

RIPRENDONO A CRESCERE I CASI DI COVID IN GERMANIA: DA 357 A 933 IN

12 maggio - BERLINO - Crescono i casi ed i decessi per coronavirus in Germania.
Continua

GERMANIA: SALE ANCORA LEGGERMENTE L'INDICE DI CONTAGIO, ADESSO R0 =

11 maggio - BERLINO - In Germania il tasso di riproduzione del contagio da
Continua

TOTI: LA DISOCCUPAZIONE POTREBBE RADDOPPIARE, ECONOMIA DEVE

11 maggio - GENOVA - ''La produzione industriale e' crollata del 30%. Turismo e
Continua

UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI: DATI ISTAT MOSTRANO UN DISASTRO

11 maggio - Secondo i dati resi noti oggi dall'Istat, la produzione industriale a
Continua

SALVINI: ACCETTARE IL MES E' UN PERICOLO PER L'ITALIA

11 maggio - ''L'Europa può e deve continuare ad essere casa nostra però è
Continua

GALLERA: DA OGGI OBBLIGO MISURAZIONE TEMPERATURA ALL'INGRESSO POSTO

11 maggio - MILANO - I dati del coronavirus in Lombardia ''sono positivi. Il +18
Continua

BCE ''AGGIORNA'' I DATI SULLA CATASTROFE ECONOMICA NELL'EUROZONA:

8 maggio - I costi economici della crisi aperta dalla pandemia da Coronavirus
Continua

LA BANDA CONTE CAMBIA IDEA: PREZZO MASSIMO DELLA MASCHERINA SALE A

8 maggio - Prezzo massimo consigliato per mascherine e disinfettanti. E' l'ipotesi
Continua

QUALE SAREBBE IL ''PIANO PER LA RIPARTENZA DI MILANO'' DI SALA? PER

8 maggio - MILANO - ''Sentir parlare di chiusura dei Navigli da parte di chi a
Continua

IL TASSO DI MORTALITA' DA CORONAVIRUS IN RUSSIA E' 0,92% (MEDIA

8 maggio - MOSCA - Il tasso di mortalita' legato al Coronavirus indica che il
Continua

GOVERNATORE FONTANA RINGRAZIA CUBA PER L'AIUTO MEDICO OFFERTO ALLA

7 maggio - ''Ho incontrato l'Ambasciatore di Cuba in Italia per un aggiornamento
Continua

SALVINI: ''FUORI DA UE E EURO? GUARDATE COSA FA LA SVEZIA...''

7 maggio - ''Fuori dall'Europa e dall'Euro? L'Europa non si è dimostrata veloce e
Continua

FONTANA: LOMBARDIA PRIMA PER CURA SPERIMENTALE COL PLASMA IPERIMMUNE

7 maggio - MILANO - ''Orgogliosi dei nostri ricercatori, dei nostri ospedali, dei
Continua
Precedenti »