89.334.479
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

STUDIO SHOCK DELL'FMI: LA GLOBALIZZAZIONE (E L'INNOVAZIONE) SONO LE CAUSE DEL CROLLO DEL LAVORO E DELLE IMPRESE ITALIANE

lunedì 10 aprile 2017

L'innovazione tecnologica e la globalizzazione sono di gran lunga le principali cause della perdita di reddito da lavoro rispetto al totale, specialmente in Paesi come Italia e Germania. Il fatto più rilevante di questa affermazione, forse, è nella fonte da cui arriva: non un partito politico, tantomeno una formazione "antisistema" o "populista", né un sindacato o un centro studi che faccia riferimento a quell'area.

A lanciare il monito è il Fondo monetario internazionale. Il messaggio è contenuto in uno dei capitoli analitici del World Economic Outlook, il rapporto semestrale sull'economia planetaria che l'istituzione di Washington sta progressivamente pubblicando in vista delle assemblee autunnali con la Banca Mondiale. E in cui si raccomanda ai Paesi di intervenire su questa dinamica: innovazione e globalizzazione non vengono del tutto abiurate. Ma si raccomandano delle misure tarate, Paese per Paese, per garantire che i loro benefici siano meglio distribuiti e generalizzati.

"Dopo essere rimasta ampiamente stabile per decenni, la quota di reddito nazionale percepita dai lavoratori ha iniziato a calare a partire dagli anni '80 del secolo scorso", scrive il Fmi. "Questa tendenza è stata stata trainata dai rapidi progressi su tecnologia e integrazione globale". Nelle economie avanzate, prosegue infatti l'analisi "circa metà del declino della perdita di quote di reddito da lavoro può essere ricondotta all'impatto della tecnologia. Questo calo è stato determinato dalla combinazione di rapidi progressi nelle tecnologie di informazione e comunicazione con l'elevata quota di occupazioni che possono essere facilmente automatizzate".

E anche la globalizzazione ha avuto un ruolo rilevante, che sia l'apertura del commercio internazionale o la creazione di catene di valore aggiunto globali o l'apertura agli investimenti diretti esteri. "Il suo contributo viene stimato nella metà di quello della tecnologia. Dato che la partecipazione a catene di valore aggiunto globali implica la delocalizzazione (in nazioni dove i lavoratori sono come schiavi) di compiti nei settori ad intenso utilizzo della mano d'opera - rileva il Fmi - l'effetto è ridurre la quota del lavoro nei comparti il cui prodotto è oggetto di scambi commerciali (tradable sectors)", come è tipicamente il manifatturiero.

Questo spiega perché il fenomeno riguardi particolarmente una economia come quella italiana. Secondo l'istituzione di Washington "messe assieme l'innovazione e la globalizzazione spiegano il 75 per cento del declino della quota di reddito nazionale percepita dal lavoro in Germania e Italia", Paesi che appunto hanno settori manifatturieri molto sviluppati. Mentre spiega il 50 per cento di questo fenomeno negli Stati Uniti. Questo non significa che il Fondo monetario internazionale rinneghi il suo sostegno alla globalizzazione, all'innovazione e all'apertura degli scambi, ma quasi.

Lo studio riconosce l'esitenza di crescenti problemi, oggi la quota di reddito da lavoro è di 4 punti percentuali inferiore a quello che era nel 1970. E dalla crisi del 2008-2009 la situazione non ha mostrato miglioramenti. E quindi si raccomanda di cercare misure correttive. "Gli effetti di questi due fenomeni sul reddito da lavoro pongono una sfida ai policymaker, affinché trovino strade con cui i benefici di innovazione e globalizzazione risultino più condivisi e distribuiti". Risposte, conclude il Fmi, che ovviamente dovranno essere tarate sulle specificità dei singoli Paesi. Tradotto in pratica, l'Fmi non ha soluzioni al riguardo e rimbalza il problema agli stati. L'America di Trump ne ha una pronta: i dazi per impedire che merci prodotte a costo quasi zero del lavoro per le condizioni disumane nelle quali versano i lavoratori in nazioni come la Cina, l'Indonesia, l'India, Sri Lanka, e in generale l'Asia, l'Africa e Sud America possano finire sui mercati dell'Occidente facendo concorrenza sleale nei confronti dei lavoratori e delle aziende occidentali.

Redazione Milano 


STUDIO SHOCK DELL'FMI: LA GLOBALIZZAZIONE (E L'INNOVAZIONE) SONO LE CAUSE DEL CROLLO DEL LAVORO E DELLE IMPRESE ITALIANE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FMI   ITALIA   LAVORO   GLOBALIZZAZIONE   INNOVAZIONE   DAZI   USA   TRUMP   FRONTIERE   SCHIAVISTI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO TRAVOLGE. NUOVE ELEZIONI

RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO

giovedì 14 gennaio 2021
AMSTERDAM - La coalizione di governo guidata dal premier Mark Rutte si riunira' domani per decidere se rassegnare le dimissioni a fronte delle crescenti polemiche riguardanti il caso di oltre 20mila
Continua
 
LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

martedì 12 gennaio 2021
Il nostro giornale ospita in apertura quanto scrive Matteo Renzi. Alcune delle sue posizioni sono apertamente condivisibili, e non temiamo di dirlo pubblicamente: "Il 22 luglio 2020 Italia Viva
Continua
MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

mercoledì 30 dicembre 2020
''Oltre alle vittime, nel nostro Paese più di 72 mila morti per Covid dall'inizio della pandemia, contiamo 390 mila imprese cancellate e più di 200 mila professionisti che hanno cessato
Continua
 
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua
AL VIA LE PRIME VACCINAZIONI CONTRO IL COVID ALL'OSPEDALE DI NIGUARDA A MILANO. I VACCINATI STANNO TUTTI BENE.

AL VIA LE PRIME VACCINAZIONI CONTRO IL COVID ALL'OSPEDALE DI NIGUARDA A MILANO. I VACCINATI STANNO

domenica 27 dicembre 2020
MILANO - Sono partite dall'ospedale milanese di Niguarda, dove sono arrivate poco prima delle 8 del mattino, le prime fiale di vaccino anti-covid destinate alla Lombardia. Sono sono state suddivise e
Continua
 
INVECE DI FARE LA ''GUERRA SANTA'' ALLA REGIONE, LA GIUNTA DI MILANO E IL SINDACO LAVORINO!  (FUCILATA DI ASSOIMPREDIL)

INVECE DI FARE LA ''GUERRA SANTA'' ALLA REGIONE, LA GIUNTA DI MILANO E IL SINDACO LAVORINO!

giovedì 24 settembre 2020
MILANO - "L'invito rivolto dall'Assessore Maran al Consiglio Comunale di Milano a fare la guerra santa contro la Regione Lombardia, approvando provvedimenti che blocchino gli effetti della legge
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A UN PASSO DAL DEFAULT

SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A
Continua

 
L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA ''MONETA-GENERALE''

L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA MINISTRA BELLANOVA TIRA UNA LEGNATA A CONTE: HA LA MAGGIORANZA?

12 gennaio - Da Palazzo Chigi fanno sapere che Conte non intende portare avanti la
Continua

ASSESSORE CATTANEO ACCUSA CONTE: NIENTE FONDI PER MIGLIORARE ARIA

12 gennaio - ''Nella bozza di Piano nazionale di ripresa e ripartenza non c'è nessun
Continua

MINISTRO ECONOMIA FRANCIA: TWITTER PARTE DI PERICOLOSISSIMA

11 gennaio - PARIGI - ''Quello che trovo scioccante è che sia Twitter che chiuda''
Continua

GOVERNATORE FONTANA: NON ESISTE GARA A CHI VACCINA PRIMA.

11 gennaio - MILANO - In merito alla campagna di vaccini contro il Coronavirus in
Continua

CONTE LA SCORSA NOTTE HA DECISO POSTI DOVE SEPPELLIRE LE SCORIE

5 gennaio - ''Il governo - nel cuore della notte, nel bel mezzo della pandemia e in
Continua

SALVINI: CAMBIAMENTI A BREVE NELLA GIUNTA DI REGIONE LOMBARDIA

5 gennaio - MILANO - ''Entro qualche ora, al massimo qualche giorno, avrete una
Continua

IN ARRIVO ONDATA DI INSOLVENZE IN GERMANIA, ECONOMIA A PEZZI

5 gennaio - BERLINO - In vigore dal 16 dicembre, il blocco generale attuato in
Continua

LA COMPETENZA NON HA COLORE POLITICO, BRAVO PRESIDENTE FONTANA

5 gennaio - MILANO - Il presidente della Lombardia Attilio Fontana ha nominato come
Continua

IN TUTTA LA FRANCIA, AD OGGI SOLO 1.000 (MILLE) VACCINATI CONTRO IL

4 gennaio - PARIGI - Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha convocato una
Continua

FCA COMPRA LA PEUGEOT (PER UNA VOLTA NON SONO I FRANCESI A COMPRARE

4 gennaio - PARIGI - L'assemblea generale di Peugeot Sociètè Anonyme (Psa) ha dato
Continua

ASSANGE NON VERRA' ESTRADATO IN USA, GIUDICI BRITANNICI HANNO DECISO

4 gennaio - LONDRA - La giustizia britannica ha bloccato l'estradizione in Usa del
Continua

SONDAGGIO: 91.4% DEI PROFESSORI CONTRARI ALLA RIAPERTURA SCUOLE IL

4 gennaio - Mancano le condizioni per la riapertura delle scuole il 7 gennaio: e' il
Continua

NEL PRIMO GIORNO DI BREXIT LA BORSA DI LONDRA STA GUADAGNANO IL 3%

4 gennaio - LONDRA - Inizia l'anno in modo spumeggiante la Borsa di Londra,
Continua

LA BREXIT FA BENE ALL'ECONOMIA BRITANNICA: INDICE PMI SALE A 57,5

4 gennaio - LONDRA - Migliora ancora a dicembre l'attivita' manifatturiera in Gran
Continua

BORIS JOHNSON: ''ABBIAMO VACCINATO CONTRO IL COVID UN MILIONE DI

3 gennaio - LONDRA - ''Abbiamo vaccinato un milione di persone, piu' del resto
Continua

L'INDONESIA COMPRA 100 MILIONI DI VACCINI ASTRAZENECA (HA GIA'

30 dicembre - Il ministro degli Esteri indonesiano Retno Marsudi ha annunciato oggi
Continua

TAIWAN POTENDO SCEGLIERE COMPRA 10 MILIONI DI DOSI VACCINO

30 dicembre - Taiwan acquistera' dieci milioni di dosi del vaccino di AstraZeneca. Lo
Continua

GERMANIA: 1.129 MORTI DI COVID IN 24 ORE CON 22.459 NUOVI POSITIVI

30 dicembre - BERLINO - In Germania sono stati registrati 1.129 morti di coronavirus
Continua

PERSONALE DELLE RSA NON VUOLE VACCINARSI (PREFERISCE AMMAZZARE GLI

29 dicembre - PAVIA - Fuga dal vaccino nelle 85 Rsa di Pavia. Secondo quanto riporta
Continua

SALVINI: IMPEDIREMO A CONTE DI ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE!

28 dicembre - ''Se il governo pensa nel 2021 di bloccare 'quota 100' e in un momento
Continua
Precedenti »