74.228.385
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

RETATA DI TERRORISTI ISLAMICI IN BOSNIA, TRA LORO ANCHE UN ''ITALIANO'' INTERVISTATO GIORNI FA DALL'ECO DI BERGAMO.

giovedì 4 settembre 2014

SARAJEVO - BOSNIA - La bufera seguita all'arresto di 16 esponenti del movimento fondamentalista islamico dei wahabiti in Bosnia non si placa nemmeno oggi. L'Agenzia statale per le investigazioni e la sicurezza (Sipa) di Sarajevo ha eseguito ieri una maxi operazione denominata "Damask", con l'obiettivo di smantellare un'importante rete di fondamentalisti islamici specializzata nel reclutamento di combattenti da mandare in Medio Oriente, soprattutto in Siria e in Iraq. La questione dei wahabiti in Bosnia rappresenta da diversi mesi un tema caldo per i media locali e una continua fonte di polemiche tra Sarajevo e Banja Luka, capitale della Repubblica Srpska, l'entita' serba della Bosnia. 

Il parlamento della Federazione di Bosnia ed Erzegovina, l'altra entita' del paese, ha recentemente approvato delle modifiche al codice penale e un pacchetto di nuove leggi, proprio con l'obiettivo di creare un quadro legale idoneo alla lotta al terrorismo, soprattutto quello islamico. Gli arresti di ieri, tuttavia, sono scattati dopo un'operazione di Sipa, agenzia statale, in base a disposizioni della procura centrale del paese. Oggi sono stati diffusi anche i nomi degli arrestati tra cui figura anche Bilal Bosnic, considerato da molti come il vero capo del movimento dei wahabiti bosniaci. Bosnic e' noto anche in Italia per un'intervista rilasciata pochi giorni fa a un noto quotidiano locale, in cui ha affermato che ci sarebbero anche 50 italiani tra i combattenti dello Stato islamico (Is), e che egli stesso avrebbe partecipato al loro reclutamento.

L'obiettivo dei combattenti, a detta di Bosnic, e' quello di creare uno califfato islamico anche in Europa e di conquistare il Vaticano. Bosnic ha svolto le sue attivita' di reclutamento soprattutto nell'Italia settentrionale, da dove sono partiti in passato diversi combattenti, anche di origine bosniaca, per la Siria. In particolare, la stampa italiana si e' occupata nei giorni scorsi dei casi di Munifer Karamelasky e Ismar Mesinovic, residenti a Ponte delle Alpi, in provincia di Belluno: entrambi sarebbero morti combattendo. La procura bosniaca ha comunicato oggi che l'operazione "Damask" ha visto "una significativa cooperazione internazionale", mentre le forze dell'ordine e dell'intelligence "continueranno a seguire i movimenti e i comportamenti dei singoli che possono essere messi in relazione con attivita' terroristiche".

Il ministro dell'Interno della Repubblica Srpska, Radislav Jovicic, ha comunicato che la polizia di Banja Luka "segue tutte le persone sospettate di sostenere attivita' terroristiche o di reclutamento". I 16 wahabiti arrestati ieri, cosi' come altre 15 persone indagate ma ancora a piede libero, sono accusati di aver finanziato attivita' terroristiche, incitato al terrorismo, reclutato persone per svolgere attivita' terroristiche e organizzato gruppi terroristici. Bosnic e' inoltre accusato di avere violato, in numerose occasioni, l'ordinamento legale e costituzionale della Bosnia-Erzegovina.

Sipa ha comunicato che molte delle persone arrestate "hanno gia' combattuto in Siria e in Iraq per le formazioni militari radicali islamiche". Nell'operazione sono state perquisite 17 abitazioni a Sarajevo, Kiseljak, Zenica, Maglaj, Srebreik, Zvornik, Buzim e Teslic, mentre sono stati sequestrati materiali di propaganda e grandi quantita' di armi, munizioni, equipaggiamento militare e attrezzatura informatica. L'operazione "e' il frutto di due anni di indagini, che si sono intensificate in tempi recenti". Oltre a Bosnic, e' stato arrestato anche Hamdo Fojnica, padre di Emrah Fojnica, responsabile di un recente attacco suicida in Iraq.

Secondo informazioni non ufficiali raccolte dai media di Banja Luka, sono in tutto 150 i cittadini bosniaci che combattono in Siria e in Iraq. Resta per ora sconosciuto il numero dei combattenti bosniaci che hanno perso la vita combattendo per gli islamisti radicali. 

Sui portali internet gestiti da fondamentalisti wahabiti bosniaci, tra cui "Esune" e "Put vjernika", sono apparse oggi minacce contro le istituzioni che hanno eseguito gli arresti. L'esperto locale per la lotta al terrorismo Dzevad Galijasevic ha affermato oggi al portale internet "Klix" che tali siti sono "controllati da wahabiti che simpatizzano con lo Stato islamico". Galijasevic ha detto che "le minacce apparse oggi hanno l'obiettivo di impedire ulteriori arresti e di tutelare personaggi importanti all'interno di al Qaeda e dello Stato islamico". Proprio per questo motivo, ha concluso, "le agenzie di sicurezza bosniache devono occuparsi in modo piu' serio di questi portali web", dato che "aizzano i fanatici pronti a uccidere o perpetrare atti di terrorismo".

Redazione Milano


RETATA DI TERRORISTI ISLAMICI IN BOSNIA, TRA LORO ANCHE UN ''ITALIANO'' INTERVISTATO GIORNI FA DALL'ECO DI BERGAMO.




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
UN VELISTA ITALIANO ''PRIGIONIERO'' DENTRO L'EPICENTRO DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS RACCONTA L'INFERNO CHE HA ATTORNO

UN VELISTA ITALIANO ''PRIGIONIERO'' DENTRO L'EPICENTRO DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS RACCONTA

martedì 18 febbraio 2020
Il racconto di un "prigioniero" italiano che ri trova dentro l'epicentro dell'epidemia di coronavirus Uscite di sicurezza dell'hotel sbarrate con catena e lucchetto e ingresso unico, mascherina
Continua
 
LA SITUAZIONE DELLA CINA E' MOLTO PIU' GRAVE DI QUANTO VENGA RACCONTATO DAI MEDIA IL VIRUS STA UCCIDENDO L'ECONOMIA

LA SITUAZIONE DELLA CINA E' MOLTO PIU' GRAVE DI QUANTO VENGA RACCONTATO DAI MEDIA IL VIRUS STA

martedì 18 febbraio 2020
L'epidemia causata dal nuovo ceppo di coronavirus Covid-19, originata nella Cina centrale e poi diffusasi a livello internazionale, ha posto la diplomazia di Pechino in una situazione di stress senza
Continua
INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO PLANETARIO

INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO

mercoledì 29 gennaio 2020
La Cina e la comunita' internazionale osservano con crescente preoccupazione le ricadute della propagazione del nuovo ceppo di coronavirus sull'economia del paese asiatico, che potrebbe rallentare
Continua
 
''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE CANCELLARE ISRAELE E' ANTISEMITA

''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE

giovedì 16 gennaio 2020
A dieci giorni dalla ricorrenza del Giorno della Memoria in omaggio alle vittime dell'Olocausto, la Lega ha organizzato a Roma il convegno 'Le nuove forme dell'antisemitismo'. A Palazzo Giustiniani,
Continua
UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL BUCO-BREXIT DI 15 MLD/ANNO

UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL

lunedì 13 gennaio 2020
LONDRA - Pochi giorni fa, il parlamento britannico ha approvato a larga maggioranza la legge che stabilisce che la Gran Bretagna lascera' definitivamente l'Unione Europea il 31 Gennaio del 2020. Al
Continua
 
CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI E FORMARE FAMIGLIE

CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI

martedì 7 gennaio 2020
LONDRA - Negli ultimi anni, in diversi Paesi e' aumentato il numero di coloro che sono contrari al libero movimento delle persone all'interno della UE in quanto questa politica ha visto le nazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA GRECIA A POCHI MESI DALL'ESPLOSIONE: NEL 2015 FINITI I SOLDI PER PAGARE LE PENSIONI (STAVOLTA NON LA SALVA NESSUNO)

LA GRECIA A POCHI MESI DALL'ESPLOSIONE: NEL 2015 FINITI I SOLDI PER PAGARE LE PENSIONI (STAVOLTA
Continua

 
MARINE LE PEN: ''LA FRANCIA E' IN UNA GRAVE CRISI. HOLLANDE FA RIMPASTI MA L'UNICA SOLUZIONE DEMOCRATICA E' IL VOTO''

MARINE LE PEN: ''LA FRANCIA E' IN UNA GRAVE CRISI. HOLLANDE FA RIMPASTI MA L'UNICA SOLUZIONE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

GERMANIA: IMPENNATA CLAMOROSA DELLA DISOCCUPAZIONE: +200.000 A

30 gennaio - Il numero di disoccupati in Germania è aumentato di quasi 200.000 a
Continua

ANCHE EGYPT AIR BLOCCA TUTTI I VOLI DA E PER LA CINA DAL 1°

30 gennaio - IL CAIRO - La compagnia di bandiera egiziana EGYPT Air ha annunciato la
Continua

ANCHE AIR FRANCE FERMA I VOLI DA E PER LA CINA

30 gennaio - PARIGI - Dopo British Airways e Lufthansa, anche la compagnia di
Continua

AGGIORNAMENTO DALLA CINA: 7.711 MALATI CORONAVIRUS, 170 MORTI 1.370

30 gennaio - I contagi da coronavirus sono 7.711 e si registrano 1.370 casi in
Continua

BLOCCATA A CIVITAVECCHIA NAVE MSC CON 7.000 PERSONE A BORDO: SI

30 gennaio - Una nave da crociera MSC è bloccata a Civitavecchia a causa della
Continua

RUSSIA CHIUDE TUTTE LE FRONTIERE TERRESTRI CON LA CINA. BLOCCATO

30 gennaio - MOSCA - La Russia ha deciso di chiudere i confini con la Cina a causa
Continua

COMPAGNIA AEREA LUFTHANSA INTERROMPE A TEMPO INDETERMINATO VOLI

29 gennaio - La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha annunciato la cancellazione di
Continua

VIROLOGO BURIONI: MORTALITA' CORONAVIRUS SIMILE ALLA SPAGNOLA DEL

29 gennaio - La mortalità del coronavirus cinese ''non è bassa, circa il 2%, ed è
Continua

BRITANNICI RIMPATRIATI DALLA CINA IN QUARANTENA IN BASE MILITARE

29 gennaio - LONDRA - Sono circa duecento i cittadini britannici che il governo di
Continua

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua
Precedenti »