46.367.335
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL DEBITO PUBBLICO ITALIANO E' CRESCIUTO DI 300 MILIARDI DAL 2011, LE TASSE IN PARALLELO AUMENTATE DEL 3% (E ADESSO?)

lunedì 13 marzo 2017

Gli oligarchi di bruxelles stanno facendo pressione sul governo italiano affinché aumenti di due punti percentuali l’IVA per rispettare i “sacri vincoli di bilancio” imposti dall’austerità teutonica.

Si tratterebbe dell’ennesima manovra lacrime e sangue (e nemmeno l’ultima, visto che l’obbiettivo tedesco è quello di mettere le mani sui risparmi degli italiani), fatta nell’inutile tentativo di ridimensionare il deficit ed il debito pubblico italiano.

Manovra inutile, perché l’eccesso di tassazione, come insegna Laffer, porta solo ad una riduzione del potere d’acquisto, quindi dei consumi e di conseguenza della produzione e della crescita del paese. Ragion per cui il debito pubblico, sia in termini reali che percentuali, sarà destinato a crescere anziché ridursi.

A riprova di questo, citiamo alcuni dati a nostro giudizio interessanti:

- La pressione fiscale reale è passata dal 47,4% del 2011 al 50,2% del 2015 (non ci sono ancora stime definitive per il 2016)

- Il debito pubblico, nello stesso periodo è passato da 1.907 miliardi del 2011 a quasi 2.200 a fine 2015. 300 miliardi di debito pubblico in più a fronte di un aumento di quasi tre punti percentuali di pressione fiscale sui redditi degli italiani.

- In termini percentuali il debito pubblico è aumentato di quasi il 14%!

Risulta quindi evidente che le tasse NON sono assolutamente la via di risanamento dei conti, e NEMMENO il taglio della spesa, dato che l’Italia è una delle nazioni con il più alto avanzo primario al mondo. Avete letto bene: del mondo intero.

Cos’è l’avanzo primario? La differenza artimetica tra incassi dello stato per le tasse e ogni altro genere di balzello diretto e indiretto e le uscite dello stato al netto della spesa per interessi sul debito pubblico. Tradotto in parole semplici, lo stato italiano spende molto meno di quanto in cassa, al netto degli interessi sul debito pubblico.

Questo è il frutto avvelenato del duo Andreatta-Ciampi, due autentiche calamità economiche premiate con ruoli di estrema importanza politica, che hanno letteralmente portato al disastro di questi anni, congiuntamente all’euro, di cui soprattutto il secondo era un grande estimatore (i disastri, si sa, bisogna farli grandi, altrimenti non c’è gusto).

Furono infatti loro due a sancire che la Banca d’Italia non potesse più essere prestatore di ultima istanza sul debito pubblico italiano, lasciandolo così in balia degli speculatori che, ovviamente, hanno come unico obbiettivo massimizzare gli interessi e non certo quello di far progredire una nazione.

Provate a chiedere, giusto per fare un paio di esempi, a inglesi o giapponesi cosa ne pensino del divieto da parte delle banche centrali di essere prestatori di ultima istanza e vi guarderanno con vivo compatimento, un po’ come si guarda il nonno che ormai non c’è più con la testa. Loro, infatti, lo sono e con questo hanno tagliato unghie - e artigli - degli speculatori internazionali.

Se questo paese vuole salvarsi ha una sola strada: uscire dalla Ue e dall’euro e tornare a battere moneta sovrana, con una banca centrale prestatore di ultima istanza. Senza questo, non c’è alcuna speranza non solo di ripresa, ma neppure di sopravvivenza e chi si ostina a difendere la ue e l’euro deve essere consapevole che sta volutamente e scientemente distruggendo il futuro di questo paese.

Luca Campolongo

 

Fonti:

http://www.ilcaffe.tv/articolo/22077/la-pressione-fiscale-sfonda-il-tetto-del-50

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/27/economia-italiana-in-ripresa-ecco-alcuni-dati/2502367/

http://www.imolaoggi.it/2015/10/24/ue-debito-pubblico-italiano-sale-al-136-nel-2-trimestre-2204-miliardi/

 


IL DEBITO PUBBLICO ITALIANO E' CRESCIUTO DI 300 MILIARDI DAL 2011, LE TASSE IN PARALLELO AUMENTATE DEL 3% (E ADESSO?)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

TASSE   ITALIA   DEBITO   PUBBLICO   ANDREATTA   CIAMPI   GIAPPONESI   INGLESI   BANCA   ITALIA   AVANZO   PRIMARIO   IVA   GOVERNO   LADRI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua
QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO PUBBLICO DEI RIBELLI

QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO

mercoledì 19 aprile 2017
ROMA - Dopo i dubbi (in latino, "dubia") che quattro cardinali gli hanno indirizzato in una lettera - privata ma poi pubblicata - la ribellione a Papa Francesco prende la forma di un convegno a due
Continua
 
L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA ''MONETA-GENERALE''

L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA

martedì 18 aprile 2017
“La Germania dovrebbe, visto che è divenuta pacifica e ragionevole, prendersi tutto ciò che l’Europa e il mondo intero le ha negato in due grandi guerre, una sorta di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CGIA DI MESTRE: BUSTE PAGA MASSACRATE DALLE TASSE E ALLE IMPRESE GLI STIPENDI COSTANO IL DOPPIO DEL NETTO (UNA PAZZIA)

CGIA DI MESTRE: BUSTE PAGA MASSACRATE DALLE TASSE E ALLE IMPRESE GLI STIPENDI COSTANO IL DOPPIO DEL
Continua

 
SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A UN PASSO DAL DEFAULT

SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ITALIA VIOLENTA: RUBANO NELLE NOTTE AUTOBUS E LI SCHIANTANO CONTRO

21 aprile - MODENA - Due bus si sono schiantati la scorsa notte, intorno alle
Continua

SALVINI SBERTUCCIA GENNARO MIGLIORE, IL FREGOLI DELLA POLITICA

21 aprile - ''L'attentato a Parigi non è un favore a Marine Le Pen''. Lo ha detto
Continua

IN CASO DI VITTORIA, MARINE LE PEN INDIRA' IL REFERENDUM PER USCIRE

21 aprile - PARIGI - Marine Le Pen, candidato della destra alle prossime elezioni
Continua

FONTI MINISTERO DELL'INTERNO FRANCESE: DOMENICA ASTENSIONE

19 aprile - PARIGI - Secondo fonti francesi vicine al ministero dell'Interno, nel
Continua

LA POLONIA NAZIONALISTA VOLA: CRESCITA ECONOMICA +3,4% NEL 2017 E

19 aprile - VARSAVIA - L'economia polacca letteralmente ''vola'': e' destinata a
Continua

MARINE LE PEN FA TOGLIERE BANDIERA UE ALLE SUE SPALLE PER

19 aprile - PARIGI - Intervistata da TF1, Marine Le Pen ha fatto ritirare dallo
Continua

GASPARRI HA RAGIONE: LA SUA LEGGE SULLE CONCENTRAZIONI NELLE TLC E'

19 aprile - ''A tredici anni dalla sua applicazione la legge Gasparri dimostra la
Continua

THERESA MAY: ELEZIONI INDISPENSABILI PER AVERE UN MANDATO SICURO

19 aprile - Le elezioni anticipate sono necessarie per poter avere ''un mandato
Continua

FMI CAMBIA VALUTAZIONE: FINE DELL'EURO NON PIU' IMPOSSIBILE, ORA E'

18 aprile - Il Fondo monetario internazionale cambia il giudizio sui timori legati
Continua

ANNUNCIO ELEZIONI GALVANIZZA LA STERLINA: CRESCE SU TUTTE LE VALUTE

18 aprile - Forte volatilita' sul mercato dei cambi. L'euro sale sul dollaro e la
Continua
Precedenti »