57.567.693
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

TUTTI GLI EDITORI (ESTERI, OVVIAMENTE) DICONO IN CORO: ''LA CARTA STAMPATA E' FINITA, IL PRESENTE E' GIA' DIGITALE''

venerdì 5 dicembre 2014

Quale sara' il futuro dei media e soprattutto dove reperire nuove risorse economiche? A rispondere sono i piu' grandi colossi dell'informazione americana, dalla CBS al New York Times, oggi a Roma per il convegno 'The state and future of Media', organizzato dal Centro Studi Americani.

"Questi forse sono i tempi piu' turbolenti della storia della carta stampata - racconta il direttore del The Wall Street Journal, Gerard Baker -. Negli Stati Uniti gli introiti pubblicitari sui giornali sono calati del 65% in 10 anni. E non torneranno indietro, andranno sempre piu' verso i media digitali. Per questo e' fondamentale trovare risorse alternative. Noi, ad esempio, abbiamo creato un nuovo modello di abbonamento digitale e pensiamo che proprio il digitale nei prossimi 10 anni sostituira' la carta stampata".

Alla CBS News, racconta l'amministratore delegato Jeff Fager, "un tempo si diceva che stampavamo quattrini. Oggi non siamo al verde, ma abbiamo dovuto rivedere alcune cose. La nostra filosofia e' rendere interessante cio' che e' importante, senza quei sondaggi per capire cosa piace al pubblico. Cosi' abbiamo raccontato la 'Guerra e fame' in Siria e abbiamo fatto 18,5 milioni di spettatori. Pero' abbiamo iniziato anche a confezionare formule per i display mobili o per lo streaming, cosi' si puo' vedere il servizio anche tornando a casa in treno".

Ma come attirare i giovani, sempre piu' bombardati dalla rete?

"A fare la differenza - risponde Baker - sara' sempre piu' la qualita', l'accuratezza e i valori, che fanno dire che del mio giornale ci si puo' fidare". "Le grandi piattaforme come Google - aggiunge Fager - se le lasciamo agire come ripetitori delle nostre notizie, facendoci estorcere anche introiti, non sono nostri alleati. Sta a noi fare in modo che il contenuto sia disposizione solo di chi paga". Con il digitale, pero', a cambiare non e' solo la fruizione delle notizie.

"Oggi il giornalista - spiega il CEO di Bloomberg, Justin Smith - non e' piu' solo produttore, ma anche distributore. Il suo lavoro si divide tra un 60% di tempo per titolo e articolo e un 40% per confezionarlo, promuoverlo ed estenderlo alla piu' ampia rete possibile. Questo e' marketing". E allora, esorta, "gli editori devono entrare nel 'gioco dei dati'" raccolti da social e piattaforme.

"Devono - dice - capire il comportamento degli utenti, indirizzare loro i contenuti o non saranno mai in grado di concorrere nel mercato pubblicitario. Serve puntare sulla qualita' dei dati". Persino una fonte storica come il New York Times conferma che la direzione del futuro e' questa.

"Nel 2012 - dice l'editorialista David Carr - abbiamo avuto piu' soldi dai consumatori che dalla pubblicita'. E ora il 50% degli introiti arriva dalle App mobile. Non lo abbiamo deciso noi, ma il mondo".

Quindi, guai "a esser schiavo di Facebook: ognuno deve trovare la sua strada al consumatore - esorta Ed O'Keefe, vicepresidente della CNN Money and Politics - Noi abbiamo smesso di pensarci un'azienda televisiva, per essere un'azienda digitale. Perche' il futuro e' mobile e social. Se non ci sei, e' il fallimento".

E l'Italia, ancora alle prese con il dibattito sui finanziamenti all'editoria e gli Over the top che prosciugano il mercato? "Colpisce l'apertura americana ai media - commenta il presidente di Confindustria Radio Tv, Rodolfo De Laurentiis -, pero' credo che anche nel nostro paese progressivamente si andra' nella loro direzione".

"Bisogna avere il coraggio di pensare in modo diverso - aggiunge l'editore Urbano Cairo -, cercare di essere media company in senso completo: tu hai i contenuti ed e' il consumatore che decide come prenderli. Meglio attrezzarsi, prima che altri ci cannibalizzino". 

Sempre che non sia troppo tardi. Ma la morale della favola è una sola: la carta stampata è in coma, i giornali digitali stanno crescendo. (Chissà se Salvini troverà il tempo per leggere questo articolo...)

Redazione Milano.


TUTTI GLI EDITORI (ESTERI, OVVIAMENTE) DICONO IN CORO: ''LA CARTA STAMPATA E' FINITA, IL PRESENTE E' GIA' DIGITALE''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO GOVERNO DI CENTRODESTRA

ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO

mercoledì 21 febbraio 2018
ROMA - Matteo Salvini  ha "lanciato" oggi Umberto Rapetto, ex generale della Guardia di Finanza, per un ruolo di "super manager" della sicurezza informatica nel prossimo governo. Non un ruolo da
Continua
 
SQUADRACCIA ROSSA MASSACRA DI BOTTE MASSIMO URSINO, DIRIGENTE DI FORZA NUOVA. IN 10 CONTRO 1 L'HANNO LEGATO E MASSACRATO

SQUADRACCIA ROSSA MASSACRA DI BOTTE MASSIMO URSINO, DIRIGENTE DI FORZA NUOVA. IN 10 CONTRO 1

mercoledì 21 febbraio 2018
PALERMO - Almeno sei persone hanno accerchiato a Palermo il responsabile provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino, legandolo mani e piedi con nastro adesivo da imballaggio e pestandolo a sangue. E'
Continua
CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE DA 13 MILIARDI

CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE

lunedì 19 febbraio 2018
LONDRA - Il mese di maggio potrebbe rappresentare l'inizio della fine della UE visto che in questa data si decidera' il bilancio comunitario per il periodo 2021-2027 e i conti davvero non
Continua
 
ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL VERTICE DELLA BCE

ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL

lunedì 19 febbraio 2018
La pesantissima accusa di corruzione si abbatte sulla principale istituzione finanziaria della Lettonia, ma allo stesso tempo sul vertice della Bce. Il Governatore della Banca centrale Ilmars
Continua
IMOLA, ESEMPIO DELL'ITALIA CHE VUOLE IL PD: 70% DELLE CASE POPOLARI DATO AGLI AFRICANI, LE RESTANTI AGLI ITALIANI POVERI

IMOLA, ESEMPIO DELL'ITALIA CHE VUOLE IL PD: 70% DELLE CASE POPOLARI DATO AGLI AFRICANI, LE RESTANTI

mercoledì 14 febbraio 2018
IMOLA - Imola assunta ad esempio del razzismo contro i cittadini italiani praticato dal Pd. "Nel 2017 nel Comune di Imola ben il 70% delle case popolari sono state assegnate a cittadini stranieri: di
Continua
 
SORPRESA: QUAL E' LA NAZIONE CHE VIOLA DI PIU' LE NORME DELL'UNIONE EUROPEA? L'ITALIA, FORSE? NO, LA GERMANIA!

SORPRESA: QUAL E' LA NAZIONE CHE VIOLA DI PIU' LE NORME DELL'UNIONE EUROPEA? L'ITALIA, FORSE? NO,

martedì 13 febbraio 2018
LONDRA - La domanda è molto semplice: qual e' il paese europeo che viola piu' norme comunitarie? Molti diranno che e' l'Italia e cosi facendo commetterebbero un colossale
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL CENSIS DIVULGA DATI ESPLOSIVI: LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE, LA BCE E LA COMMISSIONE!

IL CENSIS DIVULGA DATI ESPLOSIVI: LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE, LA BCE
Continua

 
L'UNICA VERA SOLUZIONE PER ROMA NON SONO ''SOLO'' LE ELEZIONI: BISOGNA LASCIARLA FALLIRE. HA UN DEBITO INSOSTENIBILE.

L'UNICA VERA SOLUZIONE PER ROMA NON SONO ''SOLO'' LE ELEZIONI: BISOGNA LASCIARLA FALLIRE. HA UN
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

BERLUSCONI: QUESTA COALIZIONE SI BASA SU UN PROGRAMMA DA RISPETTARE

20 febbraio - Silvio Berlusconi 'rassicura' gli imprenditori di Assolombarda sulla
Continua

NELL'INTERO 2010 CON IL GOVERNO BERLUSCONI MENO AFRICANI CHE IN

19 febbraio - ''I migranti sbarcati in poco piu' di un mese con la sinistra sono piu'
Continua

SALVINI: RISPETTO I PATTI, SE FORZA ITALIA PRENDE PIU' VOTI, SCELGA

19 febbraio - ''Io rispetto i patti. Se Forza Italia prende un voto più di noi,
Continua

MAROCCHINO DI 30 ANNI MASSACRA DI BOTTE UNA RAGAZZA DI 24

19 febbraio - MILANO - Un marocchino di 30 anni e' stato arrestato dalla polizia per
Continua

MATTEO SALVINI: CHE LA LEGA NON VOGLIA INCIUCI LO SANNO TUTTI. MAI

19 febbraio - TRIESTE - ''Ieri veniva prima mia figlia...'' Ha risposto cosi' Matteo
Continua

ARRESTATI DUE MAROCCHINI CON PIU' DI MEZZO QUINTALE DI DROGA

15 febbraio - MILANO - Due marocchini di 45 e 46 anni sono stati arrestati dai
Continua

DUE NIGERIANI TRUFFATORI PRESI CON DOLLARI FALSI (UNO RIMPATRIATO,

15 febbraio - ROMA - All'interno di un trolley avevano 24 mazzette confezionate con
Continua

EUROZONA VA MALE NELL'EXPORT: -10% RISPETTO IL 2016 (ALLA FACCIA

15 febbraio - Chi sostiene che la l'eurozona stia andando bene sulle esportazioni,
Continua

MARINE LE PEN: SU UE LEGA M5S HANNO NOSTRE POSIZIONI SU MIGRANTI

15 febbraio - PARIGI - ''Sulle regole dell'Unione europea, le critiche dei Cinque
Continua

KOSOVO, FRUTTO MARCIO DELLE POLITICHE DI AGGRESSIONE USA E UE ALLA

15 febbraio - Al decimo anniversario della dichiarazione unilaterale di indipendenza,
Continua
Precedenti »