50.062.455
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Il Paese è al capolinea con o senza il governo Letta. Serve un programma. Questo...

martedì 1 ottobre 2013

Ci sono politici ai quali difetta la memoria. E tra questi, il campione del momento è Enrico Letta. Il percorso che crede di poter seguire per "risolvere" la crisi in atto del suo esecutivo si basa su un presupposto.

E il presupposto è che il Pdl si spezzi in due con la fuoriuscita di un gruppo numeroso di senatori (dei deputati non interessa niente a nessuno, dato il premio di maggioranza e conseguente maggioranza bulgara alla Camera) capaci di costituire un nuovo gruppo e quindi dare corpo a una nuova maggioranza.

In pratica, Letta vorrebbe che si costituissero due Pdl, uno bravo-buono-accondiscendente e l'altro cattivo-delinquenziale da abbandonare alle fauci della magistratura (democratica). 

Un'operazione del genere, vista dall'estero, apparirebbe perfetta perchè ridarebbe corpo alla "stabilità" tanto voluta e tanto sperata per l'italia. Stabilità che nel concreto significa: un esecutore agli ordini della Commissione Europea, Troika compresa.  Un esecutore che faccia le "riforme" già "fatte" in Grecia, a Cipro, in Portogallo. Macelleria sociale, taglio delle pensioni, taglio degli stipendi, eliminazione della sanità pubblica per tutti, insomma, tutte le bellezze della schiavitù da euro.

Tuttavia, Enrico Letta ha poca memoria.

Altrimenti ricorderebbe cosa accadde al governo Prodi del 1996. Successe che dopo poco più di un anno Prodi finì a gambe all'aria per colpa dell'alleato rifondarolo, e al suo posto - dato che non vennero sciolte le camere dal fantasista del Quirinale - arrivò D'Alema e poi Amato e poi dal 2001 dieci anni di Berlusconi, più o meno. 

Letta dovrebbe ricordare che il centro sinistra pur di rimanere abbarbicato alla poltrona di palazzo Chigi nel 1998 fece esattamente quello che oggi lui vorrebbe rifare: operò perchè nascesse nelle Aule, non nelle urne, un partitino fantoccio degno di uno staterello sudamericano e adatto alla bisogna di portare voti. D'Alema all'epoca ci riuscì con l'Udeur (aiutato da Cossiga). Ma il prezzo elettorale che poi la sinistra pagò fu micidiale.

Letta potrebbe farcela stavolta esattamente come allora ci riuscì D'Alema, con la differenza che stavolta con ogni probabilità durerebbe fino alle europee del 2014 (a metà primavera). E sicuramente andrebbe a finire come poi andò a finire nel 2001: il centrodestra vicerebbe a mani basse.

Se Letta avesse memoria, quindi, eviterebbe come al peste questa strada. Ma l'alternativa quale sarebbe? Tornare alle urne per... perdere comunque? Già.

Tutti coloro che credono sia solo il Pdl a un passo dalla frantumazione, terremotato dallo scontro falchi-colombe e attanagliato dalla morsa "padronale" di un Berlusconi furioso e carcerabile, farebbero bene a considerare che il Pd non è stato in grado finora neppure di stabilire le regole del proprio congresso, decidere se il nuovo segretario sarà anche candidato premier, stabilire con quali criteri i candidati alla segreteria potranno gareggiare per vincere, definire almeno una prima rosa di candidature, e dulcis in fundo la data certa del congresso. Il Pd è nel caos tanto quanto il Pdl. E la minaccia di scissione è palpabile: se dovesse arrivare Renzi in cima, una fetta consistente del Pd lascerebbe il partito per formarne un altro "a sinistra". Se dovesse vincere invece un cadidato "di sinistra" e fosse Renzi ob torto collo il candidato premier, il sindaco piacione di Firenze sarebbe sotto ricatto continuo della direzione del suo partito. Insomma, un macello. 

Letta quindi che può fare? Poco. O forse niente.

L'immobilità dell'esecutivo appena caduto riflette semplicemente la paralisi del Paese. I partiti che hanno sorretto Letta sono gli stessi partiti che sono responsabili della paralisi del Paese conseguente alla devastazione di 20 anni di mala politica della quale sono stati artefici singolarmente, ma complici senza soluzione di continuità.

Lo dico chiaro e tondo: l'italia così com'è è arrivata al capolinea. Con o senza un nuovo governo Letta, con o senza le elezioni anticipate. Quello che serve non è semplicemente un nuovo voto. Serve un programma che porti questo Paese a imporre la rinegoziazione degli interessi sul debito pubblico, tagliandoli del 70%. Un programma che sfili l'italia dalla ghigliottina del Fiscal Compact. Un programma che imponga i costi standard alla spesa pubblica. Un programma che preveda la riduzione della spesa pubblica con una costante e graduale diminuzione del pubblico impiego. Un programma che tagli le pensioni, ma solo quelle superiori al 5.000 (cinquemila) euro mensili. Un programma che tagli del 50% immediato tutti gli emolumenti (chiamateli stipendi se preferite) di TUTTI coloro i quali direttamente o indirettamente lavorino con incarichi politici per lo Stato. Un programma che dimezzi il numero di deputati e senatori, dimezzi il numero di consiglieri regionali e provinciali e comunali.

Serve questo programma. E un partito che vinca le elezioni e lo realizzi.

max parisi. 

 



 
Ultimi articoli pubblicati

DOVE ANDARE ALL'ESTERO DA PENSIONATI E VIVERE FELICI: CANADA, PORTOGALLO, CANARIE, BRASILE, SANTO

DOVE ANDARE ALL'ESTERO DA PENSIONATI E VIVERE FELICI: CANADA, PORTOGALLO, CANARIE, BRASILE, SANTO DOMINGO (ZERO TASSE!)
venerdì 28 luglio 2017
Mentre il ducaconte renziloni - al secolo Paolo Gentiloni, presidente del Consiglio targato Pd dell'Italia  - prende scoppole a destra ed a manca, soprattutto dal neopresidente francese, a favore del libero mercato quando le aziende da acquistare per un tozzo di pane sono quelle italiane, ma
Continua
 

LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN

LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN LIBIA E GRANDI AFFARI
venerdì 28 luglio 2017
Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, riferiscono i quotidiani britannici "Financial Times", "The Guardian" e "The Telegraph", e' intervenuto per la prima volta nell'industria nazionalizzando un cantiere per impedire che finisse in mani italiane, una mossa che mostra i limiti del
Continua

ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE

ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE PROFUGHI DA MIGRANTI''
giovedì 27 luglio 2017
PARIGI -  Certamente possiede una insospettata capacità diplomatica e lo ha dimostrato con il vertice di Parigi con il premier libico Fayez Serraj e il generale Khalifa Haftar, e soprattutto ha compiuto un altro passo nella sua campagna per limitare il flusso migratorio in Europa
Continua
 

DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE

DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE SOPHIA AL 31.12.2018''
mercoledì 26 luglio 2017
BERLINO - La missione navale europea Sophia al largo della Libia continuera' fino alla fine del 2018. Lo hanno riferito al settimanale tedesco Der Spiegel fonti diplomatiche, secondo quali l'Italia ha rinunciato ad opporre il proprio veto, con cui pareva che il governo Pd volesse sollecitare i
Continua

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.
martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il picco raggiunto nel 2014 quando i fallimenti erano stati 15.336 (4.190 nel secondo trimestre),
Continua
 

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE''

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)
martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia orientale sostenuto dall'Egitto, ha spiazzato l'attuale governo italiano, che rischia di perdere
Continua

NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA

NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA ACCADE IN MALESIA
lunedì 24 luglio 2017
I mass media non fanno che ripetere fino alla nausea che l'Italia deve accogliere tutti gli immigrati che arrivano e convenientemente ignorano il fatto che altri paesi usano la mano dura per cacciare via tutti coloro che sono clandestini. A tale proposito e' utile notare come la Malaysia - paese
Continua
 

A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU

A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU RADDOPPIATA, IVA 25%)
venerdì 21 luglio 2017
In queste settimane, l’ex sindaco di firenze e mai rimpianto premier, si muove sottotraccia per far star sereno Gentiloni, alla stessa maniera in cui fece star sereno Letta, ovvero trovare l’incidente diplomatico per far cadere il governo formalmente sostenuto dal partito di cui lui
Continua

SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI

SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI SACRIFI DEI POLIZIOTTI
giovedì 20 luglio 2017
"Un sistema in cui la vita di un Servitore dello Stato vale poco o nulla, in cui chi si aggira armato in mezzo alla strada menando fendenti e aggredendo un poliziotto torna tranquillamente in libertà, in cui una persona che non ha i requisiti per restare in Italia viene espulsa sulla carta
Continua
 

LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA

LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA AMERICANA DELLA GIUSTIZIA
mercoledì 19 luglio 2017
"Di fronte al grave attacco contro l'indipendenza della giustizia in Polonia" la Commissione europea oggi ha minacciato di fare un passo senza precedenti verso sanzioni contro il governo nazionalista di Varsavia se non decidera' di sospendere i provvedimenti adottati negli ultimi giorni. "Siamo
Continua

COSA NOSTRA HA UCCISO PAOLO BORSELLINO E LO HA RESO UN EROE IMMORTALE, ESEMPIO DI RETTITUDINE E

COSA NOSTRA HA UCCISO PAOLO BORSELLINO E LO HA RESO UN EROE IMMORTALE, ESEMPIO DI RETTITUDINE E CORAGGIO PER TUTTI NOI
mercoledì 19 luglio 2017
Riportiamo - parola per parola - l'ultimo intervento pubblico del giudice Paolo Borsellino, la sera del  25 giugno del 1992, quando decise di partecipare ad un dibattito organizzato da Micromega alla Biblioteca comunale di Palermo.   Ventiquattro giorni dopo, il 19 luglio, la strage di
Continua
 

THE SUN, TABLOID BRITANNICO AD ALTISSIMA TIRATURA, SEGNALA NAPOLI TRA LE 10 CITTA' PIU' PERICOLOSE

THE SUN, TABLOID BRITANNICO AD ALTISSIMA TIRATURA, SEGNALA NAPOLI TRA LE 10 CITTA' PIU' PERICOLOSE AL MONDO (COME RAQQA)
martedì 18 luglio 2017
LONDON - Naples, the Italian city, is famed throughout the world for its links to organised crime. Mafia hits in Naples are more frequent than elsewhere in the home of Italy’s oldest crime syndicate, The Camorra. Camorra differs from the other famous mafia clans, the Cosa Nostra in
Continua

ORRORE IN GERMANIA: 547 BAMBINI DEL CORO DELLE VOCI BIANCHE DEL DUOMO DI RATISBONA HANNO SUBITO

ORRORE IN GERMANIA: 547 BAMBINI DEL CORO DELLE VOCI BIANCHE DEL DUOMO DI RATISBONA HANNO SUBITO VIOLENZE, ANCHE SESSUALI
martedì 18 luglio 2017
RATISBONA -  GERMANIA - Esplode lo scandalo dei maltrattamenti e degli abusi sessuali subiti da centinaia di ragazzi e bambini del coro cattolico del Duomo di Ratisbona, il piu' antico coro di voci bianche del mondo e che fu anche diretto dal fratello del Papa emerito Benedetto XVI, Georg
Continua
 

MINISTRI DEGLI INTERNI DI AUSTRIA E FRANCIA: ''ONG IN COMBUTTA CON TRAFFICANTI IN LIBIA. NAVI ONG

MINISTRI DEGLI INTERNI DI AUSTRIA E FRANCIA: ''ONG IN COMBUTTA CON TRAFFICANTI IN LIBIA. NAVI ONG SEGNALANO ALLE SPIAGGE''
martedì 18 luglio 2017
VIENNA - Il ministro dell'Interno austriaco, Wolfgang Sobotka, chiede di limitare le attivita' dei "soccorritori autoproclamati" di migranti nel Mediterraneo, un chiaro riferimento alle organizzazioni non governative che giocano un ruolo ormai centrale nelle attivita' di trasporto dei migranti
Continua

''L'EUROZONA E' SUL PUNTO DI IMPLODERE'': ANALISI MICIDIALE DI UN ALTO DIRIGENTE DI BANK OF AMERICA

''L'EUROZONA E' SUL PUNTO DI IMPLODERE'': ANALISI MICIDIALE DI UN ALTO DIRIGENTE DI BANK OF AMERICA MERRILL LYNCH
lunedì 17 luglio 2017
LONDRA - "L'eurozona e' sul punto di implodere nonostante gli sforzi di Germania e Francia di tenerla in vita". A fare questa affermazione non e' uno dei tanti euroscettici che secondo la nostra classe politica sono dei razzisti ignoranti, ma Athanasios Vamvakidis, che già nel 2012
Continua
 

IL NEW YORK TIMES RICONOSCE I SUCCESSI DI DONALD TRUMP CON UN ECCEZIONALE EDITORIALE IN PRIMA

IL NEW YORK TIMES RICONOSCE I SUCCESSI DI DONALD TRUMP CON UN ECCEZIONALE EDITORIALE IN PRIMA PAGINA (ADDIO CLINTON)
venerdì 14 luglio 2017
WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che sarà di ritorno dalla sua visita ufficiale in Francia, dove su invito del suo omologo Emmanuel Macron ha assistito alla parata miliare che quest'anno, oltre alla presa della Bastiglia, commemora anche il cento anni
Continua
 

 
Editoriali

TRE PARTITI, STESSA BASE SOCIALE

Più che un rompicapo, la questione alleanze & legge elettorale è una grandissima rottura di coglioni. La situazione non è affatto

LA LEGA VINCE E CONVINCE.

Gli jettatori sono serviti: la Lega di Salvini vince e convince gli elettori italiani, chiamati in quasi dieci milioni alle amministrative di domenica 11

FREGOLA DI RENZI, BANCAROTTA DELL'ITALIA

L'Italia andrebbe a elezioni in ogni caso tra al massimo 8-9 mesi, alla scadenza naturale della legislatura iniziata nel febbraio del 2013, e invece Renzi

Andiamo a cercarli e ammazziamoli tutti.

Il governo Pd ha brindato l'altro giorno alla salute dei 50.000 e passa africani che ha fatto arrivare in Italia da gennaio, al costo - compresi gli altri

Macron sulla tolda del Titanic eurozona

Quando un'azienda fallisce, ci sono solo due possibilità: la prima, che l'imprenditore sia un incapace (trascuro l'ipotesi farabutto), la seconda, che

Diritto alla rivolta contro la tirannide

Per evitare il fallimento di Popolare di Vicenza e Veneto Banca servono - e subito - circa 6 miliardi di euro. Lunga vita alle due banche venete... Per evitare

L'Italia finirà nella primavera del 2018

Cos'è il cu-e che si scrive QE? Se state leggendo questo giornale, significa che sapete rispondere alla domanda, ma la domanda giusta è un'altra:

Berlusconi diventa nazionalista?

"Serve una nuova moneta per riprenderci la sovranità monetaria. Conservare l'euro per le importazioni e le esportazioni e con una nuova moneta interna

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!