70.615.133
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Matteo Salvini vuole la stella di generale o preferisce rimanere capitano per tutta la vita?

martedì 7 giugno 2016

Il vero inequivocabile segnale che arriva dalle amministrative è che gli italiani cominciano ad averne fin sopra i capelli del signor Renzi. E il Pd di Renzi, dilaniato dalle faide a sinistra e smerdazzato dall'alleanza coi verdiniani, perde colpi: dall'asfaltare gli avversari è passato all'asfaltare la strada per il loro successo, come è accaduto a Roma con Virginia Raggi, a Napoli con Luigi De Magistris e a Milano, dove un illustre ed emerito sconosciuto qual era Stefano Parisi (sono pronto a scommettere su quanti lo conoscessero 4 mesi fa) ha fatto pari e patta al primo turno col "colosso renziano Sala" e si prepara a far vincere al medesimo una sedia da consigliere comunale fra 15 giorni. 

Detto questo, la sconfitta a Roma di Giorgia Meloni - non arrivata al ballottaggio - solo un demente la può valutare come la sconfitta della nuova alleanza a destra tra Lega e Fratelli d'Italia.  A Bologna, ad esempio, l'ottima Lucia Borgonzoni al ballottaggio c'è arrivata sorretta proprio dalla Nuova Destra rappresentata da  Lega-FDI a cui in loco s'è aggiunta Forza Italia, e per il Pd è stato il peggior risultato - dati alla mano - da quando è iniziata l'elezione diretta dei sindaci, ventitrè anni fa.

Bel colpo, signor Renzi.

E il dato politico è: come peso percentuale ed elettorale, la somma di Lega e Fratelli d'Italia supera il valore dei due partiti presi separatamente.

Nella storia politica italiana, non è mai accaduto che alle "fusioni" in chiave elettorale di due o peggio più partiti sortisse dalle urne un rafforzamento. Quando ci provò il Psi negli anni Settanta, finì devastato. Quando molti anni dopo tentò di fare altrettanto il Pci-Pds con l'indimenticabile "gioiosa macchina da guerra" di Achille Occhetto alle elezioni del 1994, finì con la vittoria di Berlusconi, il quale se ne era ben guardato dal mettere sullo stesso piano Lega e Msi, tant'è che separò in due anche l'Italia, pur di non farli incontrare ai seggi: il Nord a Bossi, il Centro Sud a Fini.

Poi, andò come andò, ma l'immarcescibile legge italiana per la quale in politica 1+1 normalmente fa meno di 2 e talvolta arriva perfino a zero ancora una volta fu rispettata. Tanto è vero che Berlusconi si è sempre posto e imposto come figura di "garante" dell'alleanza di diversi che a suo dire non avrebbero potuto coesistere assieme alle elezioni e poi al governo, senza di lui. Come a dire: vi unisco solo io, da soli non ne siete capaci. 

Bene, stavolta e per la prima volta in Italia, è accaduto un "miracolo politico": due partiti le cui origini e storia più lontane non potrebbero essere, accomunate - sulla carta - solo dall'anti comunismo, hanno trovato un percorso comune e vincente. 

E' accaduto perchè sia Matteo Salvini che Giorgia Meloni hanno capito che la nostra nazione è in pericolo e va salvata. Va salvata con la difesa prima e l'affermazione poi degli interessi nazionali italiani che sono presi in ostaggio dalla Ue, messi in catene dalla Bce e osteggiati apertamente da altre nazioni europee, prima delle quali la Germania.

E allora, che si fa?

Salvini ha annunciato per il 25 giugno qualcosa di simile agli Stati Generali del centrodestra, ma con lo sguardo rivolto al futuro, ha precisato. E nel passato ovviamente sta Berlusconi, e più in generale chi sta ancora con la Merkel  e la sua visione germanocentrica dell'Europa che passa attraverso l'ammucchiata PPE-PSE al Parlamento europeo, l'ammucchiata che ha fatto eleggere quell'osceno personaggio di Juncker a capo della Commissione.  Vi parteciperà certamente lo stato maggiore di Fratelli d'Italia, molto probabilmente esponenti di primo piano di Forza Italia e di altre formazioni minori che se poi Stefano Parisi dovesse davvero vincere, rifiorirebbero come d'incanto.

Tuttavia, mi spiace doverlo dire brutalmente: la semplice riformulazione del Centrodestra pur aggiornato, riveduto e corretto in chiave 2016, sarà solo aria fritta.

Sì, perchè appunto per salvare il Paese serve un fronte molto ampio, e molto più potente del solo Centrodestra. Il Pd non va scalzato da palazzo Chigi per sostituirlo con il fronte del Centrodestra, pur nazionale che sia. Non basta.

Va capito molto in fretta che il Pd a trazione Renzi è una marionetta. Ha occupato il potere per garantire la continuità della dittatura Ue dentro la gabbia di ferro dell'euro. Finchè resteranno queste due catene, non ci sarà nulla da fare: l'Italia è destinata a soccombere, a finire nell'ombra del declino economico, sociale, umano.  Per salvare l'Italia è indispensabile un'alleanza fra tutte le opposizioni per il bene comune del Paese, quindi è indispensabile un'alleanza contro l'euro e contro la Ue tra - chiamiamolo - il Nuovo Centrodestra e il Movimento Cinque Stelle che proprio su questi due punti hanno identica visione.

Devono una volta per tutte prevalere le questini che uniscono - queste - su quelle che dividono: tutte le altre. 

La saldatura su questo  - e solo su questo - programma (che potrebbe passare attraverso la formulazione di un referendum simile a quello britannico a cui va aggiunta la domanda "volete ancora l'euro per l'Italia o preferite una nuova valuta nazionale?")  tra le principali opposizioni attuali, sarebbe netta maggioranza in Italia.

Ecco, se Matteo Salvini dopo i gradi meritatissimi di "capitano" vuole la stella di generale, deve fare questo ad ogni costo e a qualsiasi prezzo politico da pagare. L'Italia si salva solo se la grande maggioranza degli italiani lo vorrà. Al di là degli schieramenti. 

Max Parisi



 
Ultimi articoli pubblicati

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.
martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione Europea. Anche quest'anno la societa' belga Kantar per conto della commissione europea ha chiesto a 28mila
Continua
 

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!
venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri sera ha attaccato Salvini, difendendo l'operato del Governo che "ha lavorato e non è andato
Continua

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA
lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino dell'Eliseo. A scatenare la protesta dei contadini francesi - che va ricordato rappresentano molto
Continua
 

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!
lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna che, come hanno dimostrato le elezioni europee, è assolutamente inutile oltreché dannosa
Continua

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO
lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col Brexit party. Adesso pero' alla sua normale attivita' politica si aggiunge un altro progetto avente
Continua
 

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%
giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla Lombardia nel mondo: 1,8 miliardi di euro nel primo trimestre 2019, +5,8% rispetto allo stesso periodo
Continua

BORIS JOHNSON E' IL NUOVO WINSTON CHURCHILL: UN VERO STATISTA ALLA GUIDA DELLA GRAN BRETAGNA PER LA

BORIS JOHNSON E' IL NUOVO WINSTON CHURCHILL: UN VERO STATISTA ALLA GUIDA DELLA GRAN BRETAGNA PER LA BREXIT
giovedì 25 luglio 2019
LONDRA - Boris Johnson ha preso le redini del governo britannico, con la promessa che il 31 ottobre il Regno Unito uscira' dall'Ue "senza se e senza ma", ha avvertito che la Brexit potra' avvenire senza accordo con Bruxelles, ma ha invitato a vivere l'uscita dall'Ue non come un rischio ma come
Continua
 

LA SEDICENTE ''CAPITANA'' RACKETE VA ARRESTATA: PROCURA AGRIGENTO RICORRE IN CASSAZIONE CONTRO LA

LA SEDICENTE ''CAPITANA'' RACKETE VA ARRESTATA: PROCURA AGRIGENTO RICORRE IN CASSAZIONE CONTRO LA GIP ALESSANDRA VELLA
mercoledì 24 luglio 2019
AGRIGENTO - Carola Rackete, la comandante della nave Sea watch, andava arrestata perché "i titoli di reato consentivano l'arresto, esisteva lo stato di flagranza e venivano rispettati i termini di legge". Non solo. Nel provvedimento del gip che ha scarcerato la giovane capitana "si rileva il
Continua

LA LEYEN LA NUOVA CAPA DELLA COMMISSIONE UE LA CAMPIONESSA DEL ''RIGORE'' E DEI ''TAGLI'' SI

LA LEYEN LA NUOVA CAPA DELLA COMMISSIONE UE LA CAMPIONESSA DEL ''RIGORE'' E DEI ''TAGLI'' SI PAPPERA' 2.332.500 DI STIPENDI
lunedì 22 luglio 2019
E' un fatto abbastanza risaputo che l'Unione Europea ami sprecare i nostri soldi, e sono davvero tanti, dato che l'Italia dà alla Ue sei miliardi di euro più di quanti ne riceva, e questo e' inaccettabile visto che questi soldi non cadono dal cielo ma vengono estorti ai cittadini con
Continua
 

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SU ECONONIA SICUREZZA E LAVORO: L'ITALIA VA IL

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SU ECONONIA SICUREZZA E LAVORO: L'ITALIA VA IL DOPPIO DELLA GERMANIA
lunedì 22 luglio 2019
Fatto il giro di boa dell’anno, è tempo di bilanci per la politica economica del governo e, di riflesso, per l’economia del paese. Come ormai saprete, non passa giorno che i media mainstream parlino di paese al collasso, di disastro economico, di conti pubblici sull’orlo
Continua

ACCORDO M5S-LEGA SU SICUREZZA: ''SEQUESTRO E CONFISCA NAVI CHE ENTRANO IN ACQUE ITALIANE A FRONTE

ACCORDO M5S-LEGA SU SICUREZZA: ''SEQUESTRO E CONFISCA NAVI CHE ENTRANO IN ACQUE ITALIANE A FRONTE DIVIETO''
giovedì 18 luglio 2019
Le navi confiscate perché entrate in acque territoriali italiane a fronte di un divieto di ingresso delle autorità potranno essere vendute. Lo prevede una riformulazione di vari emendamenti presentati al dl Sicurezza bis presentata alle commissioni Affari costituzionali e Giustizia
Continua
 

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG OGGI IN PRIMA PAGINA: ''SALVINI VUOLE RIPRISTINARE LA GLORIA E

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG OGGI IN PRIMA PAGINA: ''SALVINI VUOLE RIPRISTINARE LA GLORIA E L'ONORE DELL'ITALIA''
martedì 16 luglio 2019
BERLINO - Fa una certa impressione, se si pensa che oggi campeggiava sulla prima pagina del principale quotidiano tedesco. "Con le sue politiche, il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini, ministro dell'Interno e leader della Lega, vuole ripristinare la gloria e l'onore dell'Italia, costi quel
Continua

SOCIETA' MULTIRAZZIALE PROVOCA SOLO DANNI. L'ESEMPIO? PARIGI MESSA A FERRO E FUOCO DA BANDE DI

SOCIETA' MULTIRAZZIALE PROVOCA SOLO DANNI. L'ESEMPIO? PARIGI MESSA A FERRO E FUOCO DA BANDE DI MUSULMANI ALGERINI
lunedì 15 luglio 2019
LONDRA - Per capire il perche' la societa' multirazziale provoca solo danni basta guardare cosa succede in Francia dove immigrati musulmani di seconda e terza generazione trovano sempre delle scuse per fare rivolte e saccheggiare negozi. L'ultima di queste rivolte e' avvenuta pochi giorni fa in
Continua
 

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO LA ''SPENDING REVIEW'' ALLA UE COMINCIANDO DAL PARLAMENTO CHE COSTA 2

INCHIESTA /  ABBIAMO FATTO LA ''SPENDING REVIEW'' ALLA UE COMINCIANDO DAL PARLAMENTO CHE COSTA 2 MILIARDI DI EURO L'ANNO!
lunedì 15 luglio 2019
Una strana cortina pare scesa sull’unione europea: provate a digitare sui motori di ricerca “sprechi ue”, “sprechi dell’unione europea”, “inchiesta sugli sprechi dell’unione europea” e noterete che anziché trovare risultati di inchieste
Continua

MA GUARDA: BANCHE D'AFFARI ANGLO-TEDESCHE VOLEVANO COMPRARE PETROLIO DAI RUSSI, ALTRO CHE SAVOINI

MA GUARDA: BANCHE D'AFFARI ANGLO-TEDESCHE VOLEVANO COMPRARE PETROLIO DAI RUSSI, ALTRO CHE SAVOINI (LETTERA FIRMATA)
sabato 13 luglio 2019
 "Apprendo con stupore dagli organi di stampa che questo incontro avrebbe indotto una Procura del Repubblica ad avviare una inchiesta per reati come corruzione internazionale o finanziamento illecito ai partiti. Confesso apertamente di non votare più da circa dieci anni.Non mi sono mai
Continua
 

CLAMOROSO / MACRON ARMA LE MILIZIE ISLAMICHE IN LIBIA! ALTRO CHE ''PACIFICAZIONE''! MACRON ALIMENTA

CLAMOROSO / MACRON ARMA LE MILIZIE ISLAMICHE IN LIBIA! ALTRO CHE ''PACIFICAZIONE''! MACRON ALIMENTA LA GUERRA CIVILE
mercoledì 10 luglio 2019
Cosa ci facevano quattro missili anticarro Javelin "made in Usa" acquistati dalla Francia nel 2010 nel Comando del generale Khalifa Haftar a sud di Tripoli? E' questa la domanda che emerge dopo lo "scoop" del quotidiano statunitense "New York Times" a cui il ministero della Difesa francese non e'
Continua
 

 
Editoriali

Il piastrellista e la casalinga...

Esistono ministri incompententi. Ed esistono persone incapaci. La signora Trenta appartiene a questo secondo gruppo. Avete presente la famosa casalinga di

Matteo Salvini scrive al premier Conte

"Carissimo Presidente Conte, leggo con stupore che Lei mi rimprovera una 'ossessione' per i 'porti chiusi', parla di rabbia, slealta', ansia, foga e altro

La lettera di Amanda Knox.

"Questo e' solo l'ultimo esempio del deliberato travisamento dei fatti e della distruzione della reputazione che subisco da quando sono stata spinta mio

La lettera di Fontana e Zaia al Premier

"Egregio Presidente del Consiglio, come Lei ben sa in questi anni abbiamo lavorato molto per cercare di tradurre in fatti concreti l’aspirazione a una

Europa, bel suol d'amore...

Matteo Salvini propone una conferenza europea per riscrivere prima che le regole, gli indirizzi politici della ue e pone al centro il lavoro. Senza aumento

io non dimentico.

Io non dimentico. Non dimentico le orde africane che arrivavano coi barconi stracolmi dalla Libia tra gli applausi della comenclatura Pd, tra gli osanna della

Pd & Berlusconi, una faccia, una razza.

Berlusconi che accusa sbraitando gli italiani d'essere "fuori di testa" perchè votano ancora M5S (e Lega) mentre a lui riservano un crepuscolare - anzi,

Se usciamo dall'euro chi comprerà i Btp?

Notiziona dalla Cina: finalmente anche i cittadini potranno investire in obbligazioni di Stato cinesi! Eheeee? Lo so, detta così sembra una

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!