63.455.382
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Matteo Salvini vuole la stella di generale o preferisce rimanere capitano per tutta la vita?

martedì 7 giugno 2016

Il vero inequivocabile segnale che arriva dalle amministrative è che gli italiani cominciano ad averne fin sopra i capelli del signor Renzi. E il Pd di Renzi, dilaniato dalle faide a sinistra e smerdazzato dall'alleanza coi verdiniani, perde colpi: dall'asfaltare gli avversari è passato all'asfaltare la strada per il loro successo, come è accaduto a Roma con Virginia Raggi, a Napoli con Luigi De Magistris e a Milano, dove un illustre ed emerito sconosciuto qual era Stefano Parisi (sono pronto a scommettere su quanti lo conoscessero 4 mesi fa) ha fatto pari e patta al primo turno col "colosso renziano Sala" e si prepara a far vincere al medesimo una sedia da consigliere comunale fra 15 giorni. 

Detto questo, la sconfitta a Roma di Giorgia Meloni - non arrivata al ballottaggio - solo un demente la può valutare come la sconfitta della nuova alleanza a destra tra Lega e Fratelli d'Italia.  A Bologna, ad esempio, l'ottima Lucia Borgonzoni al ballottaggio c'è arrivata sorretta proprio dalla Nuova Destra rappresentata da  Lega-FDI a cui in loco s'è aggiunta Forza Italia, e per il Pd è stato il peggior risultato - dati alla mano - da quando è iniziata l'elezione diretta dei sindaci, ventitrè anni fa.

Bel colpo, signor Renzi.

E il dato politico è: come peso percentuale ed elettorale, la somma di Lega e Fratelli d'Italia supera il valore dei due partiti presi separatamente.

Nella storia politica italiana, non è mai accaduto che alle "fusioni" in chiave elettorale di due o peggio più partiti sortisse dalle urne un rafforzamento. Quando ci provò il Psi negli anni Settanta, finì devastato. Quando molti anni dopo tentò di fare altrettanto il Pci-Pds con l'indimenticabile "gioiosa macchina da guerra" di Achille Occhetto alle elezioni del 1994, finì con la vittoria di Berlusconi, il quale se ne era ben guardato dal mettere sullo stesso piano Lega e Msi, tant'è che separò in due anche l'Italia, pur di non farli incontrare ai seggi: il Nord a Bossi, il Centro Sud a Fini.

Poi, andò come andò, ma l'immarcescibile legge italiana per la quale in politica 1+1 normalmente fa meno di 2 e talvolta arriva perfino a zero ancora una volta fu rispettata. Tanto è vero che Berlusconi si è sempre posto e imposto come figura di "garante" dell'alleanza di diversi che a suo dire non avrebbero potuto coesistere assieme alle elezioni e poi al governo, senza di lui. Come a dire: vi unisco solo io, da soli non ne siete capaci. 

Bene, stavolta e per la prima volta in Italia, è accaduto un "miracolo politico": due partiti le cui origini e storia più lontane non potrebbero essere, accomunate - sulla carta - solo dall'anti comunismo, hanno trovato un percorso comune e vincente. 

E' accaduto perchè sia Matteo Salvini che Giorgia Meloni hanno capito che la nostra nazione è in pericolo e va salvata. Va salvata con la difesa prima e l'affermazione poi degli interessi nazionali italiani che sono presi in ostaggio dalla Ue, messi in catene dalla Bce e osteggiati apertamente da altre nazioni europee, prima delle quali la Germania.

E allora, che si fa?

Salvini ha annunciato per il 25 giugno qualcosa di simile agli Stati Generali del centrodestra, ma con lo sguardo rivolto al futuro, ha precisato. E nel passato ovviamente sta Berlusconi, e più in generale chi sta ancora con la Merkel  e la sua visione germanocentrica dell'Europa che passa attraverso l'ammucchiata PPE-PSE al Parlamento europeo, l'ammucchiata che ha fatto eleggere quell'osceno personaggio di Juncker a capo della Commissione.  Vi parteciperà certamente lo stato maggiore di Fratelli d'Italia, molto probabilmente esponenti di primo piano di Forza Italia e di altre formazioni minori che se poi Stefano Parisi dovesse davvero vincere, rifiorirebbero come d'incanto.

Tuttavia, mi spiace doverlo dire brutalmente: la semplice riformulazione del Centrodestra pur aggiornato, riveduto e corretto in chiave 2016, sarà solo aria fritta.

Sì, perchè appunto per salvare il Paese serve un fronte molto ampio, e molto più potente del solo Centrodestra. Il Pd non va scalzato da palazzo Chigi per sostituirlo con il fronte del Centrodestra, pur nazionale che sia. Non basta.

Va capito molto in fretta che il Pd a trazione Renzi è una marionetta. Ha occupato il potere per garantire la continuità della dittatura Ue dentro la gabbia di ferro dell'euro. Finchè resteranno queste due catene, non ci sarà nulla da fare: l'Italia è destinata a soccombere, a finire nell'ombra del declino economico, sociale, umano.  Per salvare l'Italia è indispensabile un'alleanza fra tutte le opposizioni per il bene comune del Paese, quindi è indispensabile un'alleanza contro l'euro e contro la Ue tra - chiamiamolo - il Nuovo Centrodestra e il Movimento Cinque Stelle che proprio su questi due punti hanno identica visione.

Devono una volta per tutte prevalere le questini che uniscono - queste - su quelle che dividono: tutte le altre. 

La saldatura su questo  - e solo su questo - programma (che potrebbe passare attraverso la formulazione di un referendum simile a quello britannico a cui va aggiunta la domanda "volete ancora l'euro per l'Italia o preferite una nuova valuta nazionale?")  tra le principali opposizioni attuali, sarebbe netta maggioranza in Italia.

Ecco, se Matteo Salvini dopo i gradi meritatissimi di "capitano" vuole la stella di generale, deve fare questo ad ogni costo e a qualsiasi prezzo politico da pagare. L'Italia si salva solo se la grande maggioranza degli italiani lo vorrà. Al di là degli schieramenti. 

Max Parisi



 
Ultimi articoli pubblicati

TECNICA RIVOLUZIONARIA: TRE PERSONE PARALIZZATE AGLI ARTI INFERIORI RIPRENDONO A CAMMINARE GRAZIE A

TECNICA RIVOLUZIONARIA: TRE PERSONE PARALIZZATE AGLI ARTI INFERIORI RIPRENDONO A CAMMINARE GRAZIE A UN BYPASS SPINALE
martedì 25 settembre 2018
Tre persone, tutte paralizzate agli arti inferiori, sono tornate a camminare di nuovo, grazie a un impianto elettrico, fissato al midollo spinale e che permette di 'aggirare' la lesione facendo ai muscoli le istruzioni di movimento, inviate dal cervello. E' la sensanzionale strumentazione tecnica
Continua
 

DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL

DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI
lunedì 24 settembre 2018
"Sicurezza e Immigrazione, alle 12.38 il Consiglio dei ministri approva all'unanimita'! Sono felice". Con un post su Facebook il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo SALVINI, ha annunciato l'ok del Cdm al decreto. Per Salvini e' "un passo in avanti per rendere l'Italia piu' sicura, per
Continua

DANIMARCA: PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (OMOLOGO DEL PD) SULL'IMMIGRAZIONE SI SCHIERA SU POSIZIONI

DANIMARCA: PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (OMOLOGO DEL PD) SULL'IMMIGRAZIONE SI SCHIERA SU POSIZIONI NAZIONALISTE
lunedì 24 settembre 2018
LONDRA   - Sono passate poche settimane da quando il parlamento danese ha vietato l'uso del burka ma adesso i legislatori danesi vogliono andare oltre con l'obiettivo di porre fine al multiculturalismo che tanti danni ha portato non solo in Danimarca ma in tutta Europa. A tale proposito
Continua
 

PRIMA L'ITALIA / NUOVA SERIE DI INCHIESTE CHE SVELANO LE BUFALE PROPALATE DA UE E BCE: LA

PRIMA L'ITALIA / NUOVA SERIE DI INCHIESTE CHE SVELANO LE BUFALE PROPALATE DA UE E BCE: LA FAMIGERATA ''REGOLA'' DEL 3%
giovedì 20 settembre 2018
In questi giorni è tutto un fiorire di accuse e critiche al governo italiano da parte di oligarchi ue e dei loro lacché nazionali. La cosa non deve sorprendere: il governo gialloverde sta portando avanti quanto promesso in campagna elettorale, ovvero dare la precedenza agli italiani
Continua

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI POPOLI E ALLE AUTONOMIE''
mercoledì 19 settembre 2018
MILANO - Autonomie locali ed Europa è stato il tema al centro del convegno 'A glocal vision for the future of Europe', summit organizzato dall'Ecr , l'European conservatives & reformist Group, questa mattina, a Palazzo Pirelli a Milano, a cui hanno preso parte anche il presidente della
Continua
 

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO COMBINATO DA MIO PADRE
martedì 18 settembre 2018
MILANO - L'assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in una nota commenta la notizia di una ragazza pachistana, che ha inviato una lettera alla sua ex scuola in Brianza, per chiedere aiuto, dal momento che il padre l'avrebbe portata contro la sua
Continua

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO VINO MARSALA CINESE
martedì 18 settembre 2018
I dazi imposti dal presidente Trump alla Cina fanno emergere la concorrenza sleale, oltre che la pessima qualità dei prodotti, messa in atto dal gigante asiatico anche ai danni dell'Italia. C’è addirittura il falso vino Marsala Made in China tra i numerosi prodotti alimentari e
Continua
 

SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA

SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA (LIBERO GIA' DOMANI?)
lunedì 17 settembre 2018
ROMA - Un 31enne del Bangladesh, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Quadraro perché sorpreso in via Labico, pronto a spacciare pasticche di yaba. I militari, nel corso di uno specifico servizio lo hanno notato mentre si
Continua

QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO

QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO PAESI A RICOSTRUIRLI''
lunedì 17 settembre 2018
LONDRA - L'Europa appartiene agli europei e tutti i rifugiati dovrebbero ritornare ai loro paesi per ricostruirli. Questo e' cio' che pensano tutte le persone di buonsenso, ma la vera sorpresa sta nel fatto che a fare questa dichiarazione non e' stato uno dei tanti che la sinistra definisce
Continua
 

SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA

SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL  LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA CONCRETA FELICITA'
domenica 16 settembre 2018
"Hanno capito che il loro tempo e' finito, stanno tornando i valori veri che non sono la finanza ma il diritto alla vita, al lavoro, alla sicurezza alla felicita' ad avere piedi piantati per terra. Non ci aspettano mesi e anni facili: nei salotti buoni non ne abbiamo uno di amico". Questo uno dei
Continua

MEGA BOOM DEL LAVORO IN GRAN BRETAGNA: MOLTE PIU' LE RICHIESTE DEL MERCATO DEI CANDIDATI

MEGA BOOM DEL LAVORO IN GRAN BRETAGNA: MOLTE PIU' LE RICHIESTE DEL MERCATO DEI CANDIDATI DISPONIBILI (COME NELLA UE...)
sabato 15 settembre 2018
LONDRA - La stampa italiana non perde mai l'occasione per lanciare falsi allarmi sulla Brexit, nel timore che anche l'Itala segua la via intrepresa dal Regno Unito, e parallelamente censura ogni notizia positiva al riguardo dell'uscita della Gran Bretagna dalla Ue. Come questa. "I salari tornano a
Continua
 

UN VECCHIO ARNESE DELLA SINISTRA MAGGIORDOMO DEI BANCHIERI E IL RAGIONIERE DELL'EURO MINACCIANO IL

UN VECCHIO ARNESE DELLA SINISTRA MAGGIORDOMO DEI BANCHIERI E IL RAGIONIERE DELL'EURO MINACCIANO IL GOVERNO ITALIANO
venerdì 14 settembre 2018
'Conto che gli italiani in Europa facciano gli interessi dell'Italia come fanno tutti gli altri Paesi, aiutino e consiglino e non critichino e basta''. Così il vicepremier e ministro dell'interno Matteo Salvini sulle parole di Mario Draghi, capo della Bce a sua volta controllata dai
Continua

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE
mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi ha investito sulle azioni tedesche ha ricevuto una spiacevole sorpresa quest’anno:
Continua
 

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)
martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono piu' salutari", "se hai bisogno di ferro mangia tanti spinaci", "l'ananas fa dimagrire", "lo
Continua

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO
martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario grillo-leghista che porta al governo sono diversi e ardui da superare ma non del tutto insormontabili.
Continua
 

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)
lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda "l'informazione" italiana, non e' affatto una misura lacrime e sangue. Infatti, l'attuale coalizione di governo
Continua
 

 
Editoriali

L'epoca di Berlusconi è davvero finita.

Niente "pontieri" all'opera: la rottura personale tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi è nella sostanza, ben più solida delle operazioni di

LA LEGA DI MATTEO SALVINI E' NAZIONALE

La vittoria, anzi no, il trionfo della Lega di Matteo Salvini che ha ricevuto cinque milioni di voti, una massa enorme di consenso, raggiungendo quasi il 20%

4 MARZO: IL NOSTRO INDEPENDENCE DAY

Abbiamo deciso di fermare le pubblicazioni del nostro giornale innanzitutto per riflettere sul ruolo e se lo permettete, anche sui risultati che abbiamo

All'armi! Son fascisti! Il delirio Pd.

Walter Veltroni lancia l'allarme democrazia, che secondo lui è in pericolo esattamente come lo fu negli anni Trenta del secolo scorso. Veltroni è

Italiani, bevetevi un rosatellum...

Le leggi elettorali italiane hanno sempre un tocco culinario. Mattarellum della pasta, porcellum dell'affettato misto, e ora il rosatellum dei beoni. Ogni

Arriva l'onda nazionalista tedesca.

Le elezioni politiche in Germania, parlando dei clamorosi risultati emersi dalle urne, evidenziano innanzitutto quanto sia forte l'allarme della popolazione

Appunti di una sera di mezza estate.

E allora, va tutto bene, giusto? Mps salvata - e a chi frega sia stato fatto con denaro pubblico? A nessun italiano. -  Le banche venete salvate (si fa

TRE PARTITI, STESSA BASE SOCIALE

Più che un rompicapo, la questione alleanze & legge elettorale è una grandissima rottura di coglioni. La situazione non è affatto

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!