44.148.638
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Due righe per Matteo Salvini.

mercoledì 2 marzo 2016

Che la Lega di Matteo Salvini sia cosa politica ben differente da quella di Umberto Bossi e di Roberto Maroni, è chiaro. Dal grande sogno della Padania libera e indipendente - sogno di Umberto che mosse speranze ed energie di milioni di persone - si era passati a uno stantio "prima il Nord" appeso alla vittoria elettorale del sindaco di Verona che con la sua lista civica sbaragliò tutti, anche la Lega come s'è visto poi, dato che è approdato tra le braccia di Matteo Renzi facendosi nel frattanto finanziare parte della campagna elettorale contro Zaia alle regionali da una imprenditrice nota come "Lady Dentiera" oggi chiusa in una cella assieme all'ex (diventato ex dopo l'arresto) presidente della Commissione Sanità di Regione Lombardia. Leghista della primissima ora. 

Matteo Salvini è stato eletto Segretario federale del Movimento proprio quando Roberto Maroni trionfava alle regionali con un capolavoro politico di prima grandezza, merito del quale è tutto - o quasi - suo. Non va dimenticato che la Lista Maroni inventata lì su due piedi dallo stesso Maroni catalizzò in modo determinante per la vittoria finale poco meno dei voti della Lega Nord. Furono tutti voti per lui, punto e basta. 

Diventato Governatore, Maroni - con un'eleganza sconosciuta a Renzi, ad esempio - rinunciò all'incarico di Segretario della Lega Nord, benchè essere presidente di Regione impegni molto, ma certamente meno di presiedere il Consiglio dei ministri. Così, alle dimissioni di Bobo seguì a ruota il congresso.

Tutto nel solco della continuità, quindi? Neanche per sogno.

A Salvini doveva essere apparso molto evidente che la parola d'ordine vittoriosa in Lombardia e poco dopo in Veneto non avrebbe portato la Lega da nessun'altra parte, e lo aveva capito proprio quando era diventato Segretario della Lega Lombarda e aveva da quell'incarico organizzato la campagna elettorale per Maroni.

Matteo abbozzò al Congresso all'investitura datagli tanto dalla base del partito - da cui arriva, politicamente parlando - quanto dai vertici. Maroni lo elogiò dicendo che avrebbe "portato avanti le battaglie storiche della Lega" ma il capitano prese subito un'altra strada.

Matteo Salvini in poco meno di sei mesi, mantenendo il seggio al Parlamento europeo benchè fosse stato eletto anche deputato, nel frattanto, ha capito che la strada vera, quella aperta, grande, che porta al cambiamento di direzione non solo della Lega, ma del Paese, è il nazionalismo.

In fondo, la Lega è sempre stata nazionalista. Cos'era la Padania, se non una nazione? Solo che Salvini ha aggiunto una riflessione a cui non può essere stata estranea al sua amica - già allora - Marine Le Pen: oggi il mondo non si divide tra destra e sinistra, ma tra mondialismo e nazionalismo. Contro una Ue che vuole distruggere i popoli europei, affermava la leader del Front National, solo il baluardo del nazionalismo li può salvare.

Folgorante. Lo abbiamo scritto su questo giornale per primi, in tempi non sospetti.

Matteo Salvini forte di questa analisi, ha capito che o si salva dalle fauci del mostro Ue l'Italia intera, o non si salva nessuno, in questo Paese. Prima abbattiamo la Ue ed estirpiamo il cancro dell'euro, poi decidiamo le sorti interne della nazione e il suo assetto federale o confederale.

Benissimo, direte. No, non va tutto benissimo. E non mi riferisco allo scandalo corruzione legato a Rizzi, benchè mi faccia parecchio arrabbiare la mancanza di controllo interno al Movimento, e neppure mi riferisco allo smatellamento dell'intera struttura della comunicazione della Lega, che giocofoza non poteva che finire a quel modo. Oggi non serve un organo di partito che si chiama "la Padania". Piuttosto servirebbe "il Nazionale". 

No, sono questioni certamente serie, ma non decisive. Decisivo è altro.

Matteo Salvini adesso, dico adesso, deve presentare al Congresso - anche straordinario - la nuova linea politica che lui stesso ha tracciato e che ha fatto risorgere la Lega fino a farla diventare la terza forza politica italiana, e non è detto non diventi la seconda o la prima. 

Serve adunare attorno alla nuova linea politica "costituente" la nuova forza del nazionalismo italiano, la Lega deve - deve - diventare ufficialmente il grande Movimento popolare del nazionalismo italiano. E' un grande sogno, paragonabile a quello della Padania di Umberto Bossi. 

O lo fai Matteo, o dopo sarà tardi. Ricordi cosa disse una volta Umberto? "Il pendolo della storia si sta muovendo. Accade raramente che si apra una finestra per i popoli. E quando si apre, i popoli devono agire".

E' l'ora di vincere.

Max Parisi.

 



 
Ultimi articoli pubblicati

CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'':

CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'': PRESIDIARE I CONFINI FUNZIONA
martedì 21 febbraio 2017
LONDRA - La chiusura della rotta balcanica ha scatenato accese polemiche tra i sostenitori dell'accoglienza a tutti i costi, ma tale blocco ha avuto risultati positivi in Svizzera visto che ha portato a un calo delle domande di asilo e di conseguenza molte strutture di accoglienza cantonali sono
Continua
 

MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO,

MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO, ITALIA RISCHIO PRINCIPALE)
martedì 21 febbraio 2017
BERLINO - "L'Italia e' il 'rischio principale' della stabilita' dell'euro". Lo scrive il senior economist di Deutsche Bank Marco Stringa in un report, secondo quanto riporta l'agenzia internazionale Bloomberg, notizia passata "inosservata" dalla stampa italiana, come se fosse un fatto da nulla che
Continua

MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA

MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA DEI TASSISTI
lunedì 20 febbraio 2017
Qualcuno nel Pd non ci sta a sentirsi responsabile del pasticcio combinato dal governo sulla questione Uber: "In questi giorni la città è bloccata dai tassisti, ma non hanno torto loro: ha torto Uber, che continua ad evadere mentre noi gli mettiamo il tappeto rosso per terra. I
Continua
 

LA STAMPA FRANCESE SCHIANTA IL JOBS ACT DI RENZI: ''HA INTRODOTTO I CONTRATTI-STAGE PER I GIOVANI,

LA STAMPA FRANCESE SCHIANTA IL JOBS ACT DI RENZI: ''HA INTRODOTTO I CONTRATTI-STAGE PER I GIOVANI, LI USANO GLI OVER 45''
lunedì 20 febbraio 2017
PARIGI - Se in Italia trovare lavoro fisso e' molto difficile, non e' cosi' per i contratti da stagista il cui numero e' letteralmente esploso: e' questo l'aspetto degli ultimi dati sul mercato del lavoro italiano diffusi dal ministero del Lavoro che il quotidiano economico francese Les Echos
Continua

INCHIESTA / FRANCIA: 82% CONTRO LA UE. GERMANIA: 81% HA PAURA DELLA UE. POLONIA E SVEZIA: 1°

INCHIESTA / FRANCIA: 82% CONTRO LA UE. GERMANIA: 81% HA PAURA DELLA UE. POLONIA E SVEZIA: 1° PERICOLO MIGRANTI ISLAMICI
lunedì 20 febbraio 2017
LONDRA - Che l'opposizione all'Unione Europea sia in crescita e' un dato di fatto riconosciuto anche dai parassiti di Bruxelles ma come stanno realmente le cose? Alcuni giorni fa il centro studi Demos ha rilasciato un rapporto d'inchiesta ricco di sondaggi di ben 485 pagine sottolineando come in
Continua
 

INCHIESTA / ECCO I VERI DATI DI PIL E DISOCCUPAZIONE DEI PAESI DELL'EURO A CONFRONTO CON QUELLI

INCHIESTA / ECCO I VERI DATI DI PIL E DISOCCUPAZIONE DEI PAESI DELL'EURO A CONFRONTO CON QUELLI EUROPEI SENZA EURO
venerdì 17 febbraio 2017
I media di regime continuano a propagandare il mito che “fuori dall’euro c’è solo miseria, povertà disoccupazione”, unito al mantra che il Regno Unito sta collassando. Il tutto per farci digerire l’indigeribile, ovvero un rapporto di cambi fissi
Continua

LA CIA SPIO' MARINE LE PEN SARKOZY HOLLANDE INTROMETTENDOSI NELLE ELEZIONI PRESIDENZIALI DEL 2012

LA CIA SPIO' MARINE LE PEN SARKOZY HOLLANDE INTROMETTENDOSI NELLE ELEZIONI PRESIDENZIALI DEL 2012 SU ORDINE DI OBAMA
venerdì 17 febbraio 2017
WASHINGTON - Tutti i principali partiti politici francesi sono stati spiati dalla Cia durante l'amministrazione Obama, nei sette mesi che hanno portato alle elezioni presidenziali del 2012. Lo ha rivelato WikiLeaks attraverso il suo sito web, affermando che lo spionaggio è avvenuto
Continua
 

IL PD VUOLE ''STERMINARE'' I TAXISTI (CHE DA SEMPRE NON VOTANO PD). PER QUESTO, HA DATO DI FATTO IL

IL PD VUOLE ''STERMINARE'' I TAXISTI (CHE DA SEMPRE NON VOTANO PD). PER QUESTO, HA DATO DI FATTO IL VIA LIBERA A UBER.
giovedì 16 febbraio 2017
Monta la protesta dei taxisti contro il decreto Milleproroghe, che sospende per un altro anno l'efficacia di una serie di norme che dovrebbero regolamentare il servizio degli Ncc e contrastare le pratiche abusive. Una sanatoria che, secondo la categoria, favorisce Uber. La reazione dei taxisti e'
Continua

IL DIRETTORE DI FRONTEX: ''QUEST'ANNO L'ITALIA DEVE ASPETTARSI DALLA LIBIA ALTRI 180.000 AFRICANI

IL DIRETTORE DI FRONTEX: ''QUEST'ANNO L'ITALIA DEVE ASPETTARSI DALLA LIBIA ALTRI 180.000 AFRICANI SENZA DIRITTO D'ASILO''
giovedì 16 febbraio 2017
PARIGI - La notizia è riportata dai principali quotidiani francesi, ma in Italia non è stata resa pubblica perchè scatenerebbe una tale ondata di proteste da travolgere il governo Gentiloni e il Pd che lo sorregge. "L'Italia deve attendersi quest'anno l'arrivo di un numero di
Continua
 

SINDACATO POLIZIA A SAVIANO: SUE CONSIDERAZIONI SUL SUICIDIO DI LAVAGNA RASENTANO IL CRIMINALE E

SINDACATO POLIZIA A SAVIANO: SUE CONSIDERAZIONI SUL SUICIDIO DI LAVAGNA RASENTANO IL CRIMINALE E RISULTANO DIFFAMATORIE
mercoledì 15 febbraio 2017
“La decisa presa di posizione di Saviano in favore della legalizzazione della droga, nonostante la sua schizofrenica parte recitata di quello che si batte contro il traffico di stupefacenti, è cosa ben nota e non ci sorprende più. Abbiamo già più volte letto e
Continua

''LA UE E' ANTIDEMOCRATICA ANTI-AMERICANA GONFIA DI BUROCRATI NON ELETTI E GLOBALISTI''(TED

''LA UE E' ANTIDEMOCRATICA ANTI-AMERICANA GONFIA DI BUROCRATI NON ELETTI E GLOBALISTI''(TED MALLOCH, DESIGNATO DA TRUMP)
mercoledì 15 febbraio 2017
BRUXELLES - Per sapere come viene vista la Ue negli Stati Uniti basta ascoltare cosa dice Ted Malloch, designato dal Presidente Trump ad essere il nuovo ambasciatore americano presso l'Unione europea. "L'Unione europea e' diventata non democratica, gonfia di burocrazia e anti-americanismo rampante,
Continua
 

IL PARLAMENTO DI STRASBURGO APPROVA IL ''CETA'' CON I VOTI DI PD E FORZA ITALIA (RENZI & BERLUSCONI

IL PARLAMENTO DI STRASBURGO APPROVA IL ''CETA'' CON I VOTI DI PD E FORZA ITALIA (RENZI & BERLUSCONI UNITI NEL PEGGIO)
mercoledì 15 febbraio 2017
STRASBURGO - Con 408 a favore, 254 contrari e 33 astenuti l'Europarlamento ha approvato l'accordo commerciale tra Unione Europea e Canada, aprendo la strada all'entrata in vigore provvisoria delle disposizioni del cosiddetto Ceta (Comprehensive Economic and Trade Agreement).  A sostenere
Continua

LA GRAN BRETAGNA CRESCE PIU' DI TUTTA L'EUROZONA E PIU' DELLA GERMANIA, MA GUAI A DIRLO ALLA GENTE

LA GRAN BRETAGNA CRESCE PIU' DI TUTTA L'EUROZONA E PIU' DELLA GERMANIA, MA GUAI A DIRLO ALLA GENTE (CENSURA TOTALE)
martedì 14 febbraio 2017
LONDRA - Che l'adozione dell'euro sia stato un colossale fallimento e' oramai un dato di fatto che nessuna menzogna da parte dei giornali di regime puo' smentire visto che i dati confermano questa tesi. E cosi ecco che l'ultima revisione dei dati stima la crescita dell'area euro nell'ultimo
Continua
 

MILLE MILIARDI DI EURO DI CREDITI MARCI GRAVANO SULL'EUROZONA CHE E' FINITA IN UN VICOLO CIECO

MILLE MILIARDI DI EURO DI CREDITI MARCI GRAVANO SULL'EUROZONA CHE E' FINITA IN UN VICOLO CIECO (STAMPA TEDESCA)
martedì 14 febbraio 2017
BERLINO - E' un numero gigantesco, un numero con 12 zeri, ovvero mille miliardi. Otto anni dopo lo scoppio della crisi finanziaria, che deflagrò nella Ue nel 2009, le banche europee hanno in pancia piu' di mille miliardi di euro di crediti inesigibili - marci - che gravano sulla capacita'
Continua

LA UE FINANZIA LA LETTONIA PER COSTRUIRE UN MURO ANTI INVASIONE DI ''MIGRANTI'' (PERCHE' SE LO FA

LA UE FINANZIA LA LETTONIA PER COSTRUIRE UN MURO ANTI INVASIONE DI ''MIGRANTI'' (PERCHE' SE LO FA ORBAN E' XENOFOBO?)
lunedì 13 febbraio 2017
LONDRA - Al contrario dell'Italia, i paesi baltici stanno facendo di tutto per fermare l'arrivo di immigrati alle loro frontiere e quindi non deve affatto sorprendere che la Lettonia stia costruendo una gigantesca barriera per evitare di essere invasa. In passato aveva gia' costruito una barriera
Continua
 

STAMPA TEDESCA: ''S'E' ACCESA LA SPIA D'ALLARME SULL'ITALIA. LA BCE FINIRA' DI COMPRARE TITOLI NEL

STAMPA TEDESCA: ''S'E' ACCESA LA SPIA D'ALLARME SULL'ITALIA. LA BCE FINIRA' DI COMPRARE TITOLI NEL 2017 E SARA' TEMPESTA''
lunedì 13 febbraio 2017
BERLINO - "La spia di allarme si e' accesa una settimana fa: il premio di rischio sui titoli italiani ha superato la soglia simbolica dei 2 punti percentuali. Lo spread rispetto ai titoli decennali tedeschi non era cosi' alto da da piu' di tre anni". "Si tratta di uno sviluppo preoccupante -
Continua
 

 
Editoriali

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!