57.695.157
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Mancano 22 giorni, ma non alle vostre ferie, cari italiani. All'esplosione della caldera Grecia.

venerdì 5 giugno 2015

Naturalmente, non ho a che fare con dei creduloni, vero? Quindi non vi sembrerà catastrofismo affermare che la Grecia mai più pagherà 1,6 miliardi di euro in contanti al Fondo Monetario Internazionale il prossimo 30 giugno. Sarebbe il rimborso di un prestito fatto dall'FMI a governi precedenti l'attuale, governi appecoronati alla Ue, pervasi di corruzione - ad esempio l'acquisto senza alcun senso di armamenti tedeschi per quasi un miliardo di euro col Paese in ginocchio - ed equivalenti a marionette nelle mani delle oligarchie di Bruxelles così da mettere in atto la più crudele e stupida delle "ricette" per affrontare una crisi economica: tasse, tagli, licenziamenti che hanno provocato povertà, rabbia e aumento della crisi.

Quindi, la Grecia non pagherà. Direte: e chi se ne frega! Giusto, infatti ai cittadini italiani tendenzialmente può importare poco e niente, magari è più rilevante la notizia dei 21.000 fallimenti d'aziende italiane nei primi tre mesi del 2015 evidenziati dal Cerved col carico dolente di 187.000 e passa posti di lavoro persi, alla faccia delle bufale di Renzi. 

Però, non è così. Vedete, lo schianto greco provocherà uno tsunami economico-finanziario maggiore del crollo della Lehman perchè dimostrerà in un colpo solo che: 

1) L'eurozona non è stata capace di evitare il fallimento di un suo stato membro.

2) Dall'euro non solo si esce, ma si esce distrutti lasciando dietro una voragine immane di debiti non pagati. Al momento siamo arrivati a 357 miliardi di euro, ma il conto finale sarà il doppio: 700 miliardi di euro. Solo l'Italia perderà tra i 40 e i 50 miliardi di euro in contanti e di soldi pubblici, con ulteriore aggravio del debito perchè l'Itali anon aveva in cassa quei soldi e ha dovuto emettere debito per finanziare questo debito buttato nel cesso dal Grexit. 

3) Si porrà senza possibilità di evitarla, la seguente domanda: chi sarà il prossimo a uscire? Già, perchè non è che eliminata - fisicamente - la Grecia, il resto della zona euro sia un paradiso terrestre dalla rigogliosa economia e dalla finanza straripante: disoccupazione a decine di milioni, debiti pubblici alle stelle per tutti, economia stagnante, guerre alle porte, tanto in Nord Africa che in Ucraina, sanzioni ed embarghi, export collassato con la Russia (che per la Germania era il primo paese dove esportava, per l'Italia il danno non è inferiore al 10 miliardi di euro l'anno di mancate vendite) e quindi il "si salvi chi può" che dilaga nell'eurozona.

4) La Grecia cacciata e devastata dall'euro non resterà a piangere in riva al mare, è già arrivato l'invito - prontamente accettato da Tsipras - ad incontrare Putin verso metà mese. Esattamente come accadde con la crisi di Cuba seguita alla presa del potere di Castro, quando la Casa Bianca allora praticamente gettò Fidel tra le braccia dei sovietici rifiutando ogni via di accordo col neonato potere castrista che aveva nazionalizzato le proprietà terriere - regalate dal dittatore Batista alle multinazionali americane - per distribuirle ai contadini in miseria, anche stavolta, mutatis mutandis, una nazione e un popolo che dicono basta alle sfrenate oligarchie finanziarie Ue vengono buttati fuori dalla Ue e finiscono ovviamente nell'orbita dell'altra metà del mondo, quella capitanata dai colossi ora alleati Russia e Cina.

Voi capite che tutto ciò sarebbe evitabile.

Come? Facile: la Ue dovrebbe riconoscere che la "ricetta" della troika è stata radicalmente sbagliata, come i dati economici e finanziari della Grecia dimostrano, con un debito pubblico esploso al 187% del Pil proprio in questi anni di "cura Ue a dominio tedesco". Per conseguenza, il debito della Grecia va piallato come minimo del 50% e qualsiasi obbligo di ulteriori tagli alle pensioni, di licenziamenti di massa, di ulteriore taglio degli stipendi, va cancellato. 

La Grecia andrebbe messa nelle condizioni di risorgere, fermo restando che il governo Tsipras a differenza dei precedenti non è corrotto e asservito alle oligarchie Ue e quindi non farà proprio un bel niente per aumentare ancora il debito pubblico con spese - ad esempio militari - pazzesche.

Ecco cosa si potrebbe fare per evitarlo.

Detto questo, adesso ritornate a distrarvi pensando alle vacanze in arrivo. Saranno le ultime, se la Grecia verrà sgangheratamente cacciata dall'euro.

Mancano 22 giorni, ma non alle vostre ferie, cari italiani.

 

max parisi

 



 
Ultimi articoli pubblicati

GIORGIA MELONI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO CHIUDEREMO CENTRI SOCIALI VIOLENTI. OGGI SQUADRISTI ROSSI

GIORGIA MELONI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO CHIUDEREMO CENTRI SOCIALI VIOLENTI. OGGI SQUADRISTI ROSSI A MILANO ROMA PALERMO
sabato 24 febbraio 2018
"Una delle prime iniziative quando andremo al governo sarà chiedere al ministro dell'Interno un decreto legge d'urgenza per far chiudere i centri sociali che si sono macchiati di violenza e che vivono in una situazione di illegalità. Ci sono dei centri sociali in questa Nazione, pensi
Continua
 

CLIMA DA GUERRA FREDDA: GLI USA BLOCCANO ENORMI INVESTIMENTI CINESI IN AMERICA NEL SETTORE TLC.

CLIMA DA GUERRA FREDDA: GLI USA BLOCCANO ENORMI INVESTIMENTI CINESI IN AMERICA NEL SETTORE TLC. SOSPETTI DI SPIONAGGIO
venerdì 23 febbraio 2018
WASHIGTON - I regolatori statunitensi hanno bloccato l'acquisizione da parte di un fondo cinese appoggiato dallo Stato della Cina dell'azienda texana Xcerra, produttrice di apparecchiature per il collaudo di semiconduttori. Xcerra ha annunciato ieri di aver concordato la rinuncia all'accordo da 580
Continua

VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL.

VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL. L'ALTERNATIVA? LASCIARE LA UE
giovedì 22 febbraio 2018
Uno dei punti principali dei partiti sovranisti riguarda la rinegoziazione degli accordi che reggono la ue e la sua profonda struttura antidemocratica o l’uscita del paese dall’unione medesima, attraverso l’attivazione dell’articolo 50 del trattato europeo. Di cosa stiamo
Continua
 

ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO

ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO GOVERNO DI CENTRODESTRA
mercoledì 21 febbraio 2018
ROMA - Matteo Salvini  ha "lanciato" oggi Umberto Rapetto, ex generale della Guardia di Finanza, per un ruolo di "super manager" della sicurezza informatica nel prossimo governo. Non un ruolo da ministro, ma una figura operativa che riassuma in sè le competenze, ora divise tra diversi
Continua

SQUADRACCIA ROSSA MASSACRA DI BOTTE MASSIMO URSINO, DIRIGENTE DI FORZA NUOVA. IN 10 CONTRO 1

SQUADRACCIA ROSSA MASSACRA DI BOTTE MASSIMO URSINO, DIRIGENTE DI FORZA NUOVA. IN 10 CONTRO 1 L'HANNO LEGATO E MASSACRATO
mercoledì 21 febbraio 2018
PALERMO - Almeno sei persone hanno accerchiato a Palermo il responsabile provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino, legandolo mani e piedi con nastro adesivo da imballaggio e pestandolo a sangue. E' accaduto nella trafficata e centrale via Dante, intorno alle 19 di ieri, coi negozi aperti e gente
Continua
 

CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE

CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE DA 13 MILIARDI
lunedì 19 febbraio 2018
LONDRA - Il mese di maggio potrebbe rappresentare l'inizio della fine della UE visto che in questa data si decidera' il bilancio comunitario per il periodo 2021-2027 e i conti davvero non tornano. Di solito le discussioni sul bilancio comunitario non attraggono molta attenzione, ma questa volta e'
Continua

ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL

ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL VERTICE DELLA BCE
lunedì 19 febbraio 2018
La pesantissima accusa di corruzione si abbatte sulla principale istituzione finanziaria della Lettonia, ma allo stesso tempo sul vertice della Bce. Il Governatore della Banca centrale Ilmars Rimsevics, che e' anche membro del consiglio direttivo della Banca centrale europea, e' stato arrestato
Continua
 

IMOLA, ESEMPIO DELL'ITALIA CHE VUOLE IL PD: 70% DELLE CASE POPOLARI DATO AGLI AFRICANI, LE RESTANTI

IMOLA, ESEMPIO DELL'ITALIA CHE VUOLE IL PD: 70% DELLE CASE POPOLARI DATO AGLI AFRICANI, LE RESTANTI AGLI ITALIANI POVERI
mercoledì 14 febbraio 2018
IMOLA - Imola assunta ad esempio del razzismo contro i cittadini italiani praticato dal Pd. "Nel 2017 nel Comune di Imola ben il 70% delle case popolari sono state assegnate a cittadini stranieri: di questi il 5% provengono da paesi dell'Unione europea, mentre il 65% arriva da nazioni
Continua

SORPRESA: QUAL E' LA NAZIONE CHE VIOLA DI PIU' LE NORME DELL'UNIONE EUROPEA? L'ITALIA, FORSE? NO,

SORPRESA: QUAL E' LA NAZIONE CHE VIOLA DI PIU' LE NORME DELL'UNIONE EUROPEA? L'ITALIA, FORSE? NO, LA GERMANIA!
martedì 13 febbraio 2018
LONDRA - La domanda è molto semplice: qual e' il paese europeo che viola piu' norme comunitarie? Molti diranno che e' l'Italia e cosi facendo commetterebbero un colossale errore. Infatti, e questo sorprendera' parecchi lettori, il paese che viola piu' norme comunitarie e' la
Continua
 

NUMERI DELL'INVASIONE AFRICANA SONO ENORMI E IN PIU' 43.000 SI SONO DATI ALLA LATITANZA PREVENTIVA

NUMERI DELL'INVASIONE AFRICANA SONO ENORMI E IN PIU' 43.000 SI SONO DATI ALLA LATITANZA PREVENTIVA COME I KILLER MAFIOSI
martedì 13 febbraio 2018
Nel nostro Paese, l'italia,  le persone scomparse ancora da rintracciare sono 52.990, delle quale solo 9.380 sono italiani, mentre  43.610 sono stranieri, la stragrande maggioranza africani. Più di 43.000 "fantasmi" circolano per l'Italia senza che lo stato ne abbia controllo. E'
Continua

INCHIESTA EURO / L'EUROZONA VA PEGGIO DEL RESTO DELLA UE (SENZA EURO) E VA PEGGIO DI USA, COREA DEL

INCHIESTA EURO / L'EUROZONA VA PEGGIO DEL RESTO DELLA UE (SENZA EURO) E VA PEGGIO DI USA, COREA DEL SUD, INDIA E RUSSIA
venerdì 9 febbraio 2018
I media di regime in questi giorni stromabazzano i “prodigiosi” risultati della crescita del PIL italiano e delle nazioni della zona euro. Dati, secondo loro, splendidi, tali da far guardare al futuro della moneta unica con grandissimo ottimismo  e soprattutto da considerare le
Continua
 

FACEBOOK SOTTO ACCUSA DELLA COMMISSIONE ''DIGITALE E MEDIA'' DEL PARLAMENTO BRITANNICO: IMPEDISCE

FACEBOOK SOTTO ACCUSA DELLA COMMISSIONE ''DIGITALE E MEDIA'' DEL PARLAMENTO BRITANNICO: IMPEDISCE LA LIBERTA' DI SCELTA
venerdì 9 febbraio 2018
LONDRA - Nel 2018 giorno dopo giorno si registra uno schiaffo a Facebook, e uno più duro dell'altro. Dopo quelli di Roger McNamee, uno dei suoi principali investitori ed ex mentore di Mark Zuckerberg, che ha accusato la societa' di pensare solo ai profitti e non a risolvere la dipendenza che
Continua

MATTEO SALVINI: SENTO CHE LA LEGA SCAVALCHERA' FORZA ITALIA, POI SARANNO GLI ITALIANI A FARE IL

MATTEO SALVINI: SENTO CHE LA LEGA SCAVALCHERA' FORZA ITALIA, POI SARANNO GLI ITALIANI A FARE IL VERO SONDAGGIO: IL VOTO
giovedì 8 febbraio 2018
"Sento che la Lega scavalcherà Forza Italia, poi saranno gli italiani che faranno l'unico vero sondaggio, le elezioni". Lo ha detto Matteo Salvini a 24Mattino su Radio 24. "Io credo che il centrodestra supererà il 40% e non avrà bisogno in Parlamento di chiedere aiutini o
Continua
 

IL COMMISSARIO UE AVRAMOPOULOS (ALLE MIGRAZIONI) SOTTO INCHIESTA CON ALTRI 10 LEADER POLITICI GRECI

IL COMMISSARIO UE AVRAMOPOULOS (ALLE MIGRAZIONI) SOTTO INCHIESTA CON ALTRI 10 LEADER POLITICI GRECI PER CORRUZIONE
mercoledì 7 febbraio 2018
ATENE - L'invio del fascicolo d'inchiesta su gravissimi casi di corruzione dalla procura della Corte suprema di Atene al Parlamento greco, che coinvolgerebbero dieci tra ex premier e ministri greci e la casa farmaceutica Novartis, ha generato una spirale di dichiarazioni e polemiche sia all'intero
Continua

NIGEL FARAGE VA IN IRLANDA PER FAR NASCERE UN PARTITO SIMILE ALL'UKIP CON L'OBBIETTIVO DELL'IREXIT

NIGEL FARAGE VA IN IRLANDA PER FAR NASCERE UN PARTITO SIMILE ALL'UKIP CON L'OBBIETTIVO DELL'IREXIT (GRANDI CONSENSI!)
lunedì 5 febbraio 2018
LONDRA - Nigel Farage, fondatore ed ex leader dello United Kingdom Independence Party (UKIP), avrebbe tutte le ragioni per rilassarsi e godersi la vita visto che dopo anni di battaglie e' riuscito nel suo intento di far uscire la Gran Bretagna dalla UE. E invece non e' cosi'. Infatti,
Continua
 

CITTADINI TEDESCHI SI STANNO ARMANDO: +85% VENDITE DI PISTOLE IN GERMANIA. VOGLIONO DIFENDERSI DAI

CITTADINI TEDESCHI SI STANNO ARMANDO: +85% VENDITE DI PISTOLE IN GERMANIA. VOGLIONO DIFENDERSI DAI MIGRANTI CRIMINALI
giovedì 1 febbraio 2018
BERLINO - Per Ingo Meinhard, direttore generale dell'Associazione degli armaioli tedeschi, il novembre 2015 rappresenta una svolta: in Germania e' iniziato un cambiamento fondamentale. Le autorita' hanno iniziato a ricevere un'ondata di richieste per la licenza di porto d'armi. Prima di allora, la
Continua
 

 
Editoriali

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!