56.099.635
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Il 2015 tra deflazione e variabili impazzite: 10 mesi da cardiopalmo.

martedì 24 febbraio 2015

Il valore degli immobili in Italia è calato del 10%, ha segnalato la Banca d'Italia. E dato che oltre il 70% degli italiani possiede la casa dove abita, la stragrande maggioranza dei cittadini di questo Paese ha perso il 10% della propria ricchezza. Ha perso ancor di più chi sta pagando il mutuo per un'abitazione acquistata anni fa - ne bastano 4 di anni indietro - a prezzi tra il 15 e il 20% più alti del valore attuale dell'immobile, che quando sarà definitivamente pagato varrà circa la metà di quanto sborsato per possederlo. 

Tutto questo si riassume in una parola: deflazione. E' di oggi il dato reso pubblico da Eurostat, l'Istituto di Statistica dell'Unione europea, ed è un dato che riguarda tutta la zona euro più tutto il resto della Ue, un dato drammatico: la deflazione trionfa ovunque, in Italia come in Germania, in Grecia come in Spagna e in Francia.

Solo che, vedete, la deflazione non è una causa, la deflazione è una conseguenza. E il paradosso assoluto della dinamica che sta producendo deflazione consiste nel fatto che non è provocata dalla politica, benchè la politica degli stati che usano l'euro sia completamente errata, come dimostrano altre conseguenze dell'austerità germanica imposta all'Europa: disoccupazione, povertà diffusa, licenziamenti, schianto degli investimenti produttivi, crollo delle vendite interne, diminuzione radicale della qualità della vita. 

La politica, cari voi, per una volta c'entra poco. La deflazione è il prodotto naturale della valuta euro, nata per essere forte, nata per essere stabile nel senso di inamovibile, nata per rappresentare certamente la nazione più potente d'Europa. La Germania, ça va sans dire.

E' l'euro rigido come un pezzo di ferro che ha provocato la deflazione. E' nella natura dell'euro, produrla. Quindi, non c'è proprio niente da fare. La deflazione quest'anno ruberà non meno del 20% della ricchezza degli eurozonisti, voi e noi tutti inclusi. 

Parliamo di crescita. Renzi sostiene che la svolta ci sarà dalle riforme, prima in assoluto delle quali, il Jobs Act. Renzi crede che cambiando le regole del lavoro si crei lavoro. Devo avere terminato l'elenco degli aggettivi, per definire quanto idiota sia questo pensiero. Ma guardiamolo da vicino. Un imprenditore dovrebbe assumere dipendenti perchè adesso li può licenziare come gli pare? No, cari. Un imprenditore investe quando l'azienda ha prospettive di produzione in crescita e ipotesi di utili tali da giustificare l'investimento. 

In sostanza, se il mercato tira, l'azienda va bene e pensa all'espansione, se il mercato è stagnante e per di più i prodotti (dalle materie prime ai semilavorati) calano di prezzo ogni mese per colpa della deflazione, l'azienda sta a guardare e aspetta, cercando di sopravvivere perchè anch'essa è costretta dalla deflazione ad abbassare i prezzi di vendita - in una spirale senza fine - e quindi non pensa affatto ad assumere manodopera, piuttosto a licenziarla per ridurre i costi, dato che è costretta dalla deflazione a ridurre i ricavi. 

Tutto chiaro, fin qui? Spero.

Ora, parliamo di risparmi. Sempre secondo la Banca d'Italia, la ricchezza degli italiani viene quantificata in 8.728 miliardi di euro ed è suddivisa in tre parti: attività reali, per lo più immobili (5.760 miliardi, il 60% del totale); attività finanziarie, cioè depositi in banca, titoli di Stato e risparmi veri e propri (3.848 miliardi, il 40%); meno le passività finanziarie, come i mutui e i prestiti (886 miliardi). Sono dati ufficiali.

Rispetto al 2012, la ricchezza complessiva risulta diminuita di 123 miliardi (meno 1,4%). Non solo. La Banca d'Italia ha calcolato che, nel primo semestre 2014, tale ricchezza risulta ulteriormente diminuita di un altro 1,2%.

Alt! Rileggiamo le cifre applicando la deflazione. Dato che il 60% della ricchezza totale degli italiani - alla data del 31 dicembre 2013, ultimi dati disponibili - ha un valore presunto di 5.760 miliardi di euro, (e affermo sia presunto perchè sono immobili, non contanti) applicando l'indice di deflazione Eurostat, solo nel mese di febbraio 2015 sono stati cancellati, distrutti, depennati, fate voi, oltre 30 miliardi di euro.

Qualcuno dirà: ma in compenso è aumentato il potere d'acquisto dei contanti, e quindi il rimanente 40% pari a 3.848 miliardi di euro ha compensato le perdite di valore delle case. Vero, se fossero davvero contanti, ma in realtà non lo sono affatto. Di quei quasi 4.000 miliardi di euro detenuti dai risparmiatori italiani, oltre l'80% è stato investito in massima parte in titoli di stato e obbligazioni, una fetta molto inferiore in fondi azionari e diversi.

Se il risparmiatore provasse a monetizzarli, questi investimenti, scoprirebbe di subire perdite ingenti proprio per colpa della deflazione. Il tutto, sempre senza tenere in alcun conto le tasse sulle rendite e le varie gabelle gravanti su questi cespiti., perchè il vero divoratore di ricchezza in questo caso non è lo Stato italiano, ma l'euro deflattivo in quanto tale.

L'euro è un pessimo affare, cari risparmiatori italiani. E come tutti i pessimi affari, è zero la probabilità che producano guadagni.

Ora, sono già trascorsi due mesi del 2015, l'anno che dovrebbe portare alla rinascita delle economie dell'eurozona. Non servono indagini sofisticate per capire che la rinascita non c'è e non ci sarà. Draghi da aprile inizierà il QE che non cambierà proprio niente, rispetto la spirale deflattiva. La Grecia ha comprato 4 mesi di tempo promettendo riforme che comunque andranno, non sposteranno di nulla i dati terrificanti della sua economia ormai defunta.

La Francia tra poco sarà alle urne come la Spagna e si rafforzeranno entrambi i partiti no-euro, il Front National e Podemos. In Gran Bretagna che vinca Cameron o vinca l'Ukip di Farage (i laburisti neppure per sbaglio) cambierà poco e niente, se non per il referendum per uscire dalla Ue, ma sul quadro economico dell'eurozona non influirà ne in bene ne in male.

Poi, esistono le variabili impazzite che potrebbero scardinare in un colpo solo tutto il futuro davanti a noi. Certo, Obama potrebbe armare Kiev e così scoppierebbe una vera guerra in Europa. Certo, l'isis potrebbe compiere terrificanti attentati con stragi immani in Italia, e allora è certa la guerra nel Mediterraneo. Ma sono variabili impazzite, appunto. 

O no?

Max Parisi

 



 
Ultimi articoli pubblicati

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA
giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i rappresentanti delle imprese e dell'economia tedesca. Tale aumento colpirebbe le societa' di persone, i
Continua
 

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)
mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro tendenza rispetto tutta Europa e tutto l'Occidente, ad esclusione della Grecia. Non si arresta la
Continua

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE
martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo se affrontiamo la malattia quando e' gia' conclamata. In realta', se viene diagnosticata al suo
Continua
 

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)
lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al 23-25%; il partito di Grasso è attorno al 7% ma potrebbe salire al 10. La partita, dunque,
Continua

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!
sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là dall'esserci. Ma la questione principale è che e la svolta a destra dell'Austria, emersa dal voto
Continua
 

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA
giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai meccanismi che prevedano quote di richiedenti asilo da accogliere sul proprio territorio. Lo ha detto il
Continua

INCHIESTA / MEDICI INGEGNERI ARCHITETTI: ITALIA ULTIMA IN EUROPA PER STIPENDI E COSI' LA NOSTRA

INCHIESTA / MEDICI INGEGNERI ARCHITETTI: ITALIA ULTIMA IN EUROPA PER STIPENDI E COSI' LA NOSTRA MEGLIO GIOVENTU' NE VA!
martedì 12 dicembre 2017
Nel 2016, ben 124.000 italiani sono emigrati all’estero e di questi il 39% aveva tra i 18 ed 34 anni, per la maggior parte con titolo di studio qualificato. Come mai una simile emorragia di cervelli come non si vedeva dalla fine della seconda guerra mondiale? Il “merito” o meglio
Continua
 

SCONTRO FRONTALE UNGHERIA - UE: PARLAMENTO DI BUDAPEST VOTA RISOLUZIONE CONTRO L'INACCETABILE

SCONTRO FRONTALE UNGHERIA - UE: PARLAMENTO DI BUDAPEST VOTA RISOLUZIONE CONTRO L'INACCETABILE IMPOSIZIONE DI MIGRANTI
martedì 12 dicembre 2017
BUDAPEST - Il parlamento ungherese ha approvato oggi la risoluzione che condanna la decisione del Parlamento europeo sulla riforma del sistema di asilo. Lo riferisce l'agenzia slovacca "Tasr" citando la stampa ungherese. Sono stati 143 i parlamentari che hanno votato a favore della
Continua

CATALOGNA: I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA AL BLOCCO DI PARTITI INDIPENDENTISTI. RAJOY CHE FARA'? UN

CATALOGNA: I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA AL BLOCCO DI PARTITI INDIPENDENTISTI. RAJOY CHE FARA'? UN BEL GOLPE FRANCHISTA?
martedì 12 dicembre 2017
BARCELLONA - La trategia repressiva decisa dal governo Rajoy contro la Catalogna si sta trasformando in un boomerang micidiale per Madrid. Il gruppo di partiti indipendentisti molto probabilmente viceranno le elezioni convocate d'imperio dal governo spagnolo per il prossimo 21 dicembre. Con il
Continua
 

IL MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO ACCUSA LA CHIESA CATTOLICA: NASCONDE CLANDESTINI CHE INVECE DEVONO

IL MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO ACCUSA LA CHIESA CATTOLICA: NASCONDE CLANDESTINI CHE INVECE DEVONO ESSERE ESPULSI
martedì 12 dicembre 2017
BERLINO - Il ministro dell'Interno tedesco, il cristiano democratico Thomas de Maizière (della Cdu, partito di orientamento cristiano simile alla vecchia Dc italiana), in un'intervista rilasciata ai giornali del gruppo "Funke Mediengruppe" ha criticato duramente le congregazioni
Continua

TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA.

TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA. GOVERNERA' DA SOLA
lunedì 11 dicembre 2017
AJACCIO - I nazionalisti in Corsica hanno stravinto le elezioni amministrative e, con in mano le chiavi della nuova "collettività territoriale unica" chiedono ora al governo di "fare bene i conti" e avviare negoziati sui dossier che più stanno loro a cuore. I grandi vincitori del
Continua
 

SU BANCA ETRURIA MATTEO RENZI PRENDE UNA ''CAPOCCIATA'' A TESTA ALTA: BOSCHI BABBO SOTTO INCHIESTA

SU BANCA ETRURIA MATTEO RENZI PRENDE UNA ''CAPOCCIATA'' A TESTA ALTA: BOSCHI BABBO SOTTO INCHIESTA AD AREZZO
lunedì 4 dicembre 2017
AREZZO - Le cose stanno in modo molto differente da come il segretario del Pd, Matteo Renzi, ha voluto far credere, al riguardo di Banca Etruria in riferimento al padre della ex ministra delle Riforme Elena Boschi, il quale non è affattto prosciolto dalle indagini, ed estraneo al dissesto
Continua

INCHIESTA PENSIONI / PD AFFERMA CHE L'ETA' PENSIONABILE VA ADEGUATA ALL'ESPETTATIVA DI VITA, O

INCHIESTA PENSIONI /  PD AFFERMA CHE L'ETA' PENSIONABILE VA ADEGUATA ALL'ESPETTATIVA DI VITA, O L'INPS CROLLA. E' FALSO!
venerdì 1 dicembre 2017
In Italia, i media main stream continuano a martellare l’opinione pubblica sul fatto che il sistema pensionistico italiano sia troppo “generoso” e che non sia più sostenibile non solo per il futuro, ma anche per il presente. Ogni tanto, difatti, si sussurra che sarebbe
Continua
 

CLAMOROSO: DIREZIONE LICEO SCIENTIFICO CERCA ''STUDENTI SOLO MASCHI'' (PER AFFINITA') PER FAR

CLAMOROSO: DIREZIONE LICEO SCIENTIFICO CERCA ''STUDENTI SOLO MASCHI'' (PER AFFINITA') PER FAR VOLONTARIATO COI MIGRANTI
giovedì 30 novembre 2017
Questo che state per leggere è il testo di una circolare (copia dell'originale la trovate nella foto che completa l'articolo) firmata da un dirigente scolastico di un Liceo Scientifico in provincia di Brescia con la quale avvisa gli studenti MASCHI dello stesso Liceo che sono richiesti dieci
Continua

SONDAGGI ELETTORALI: CENTRODESTRA AVANTI DI SEI PUNTI SU CENTROSINISTRA E OTTO SU M5S (E FORZA

SONDAGGI ELETTORALI: CENTRODESTRA AVANTI DI SEI PUNTI SU CENTROSINISTRA E OTTO SU M5S (E FORZA ITALIA SUPERA LA LEGA)
giovedì 30 novembre 2017
Il centrodestra cresce nei sondaggi, il Pd continua a perdere terreno e anche M5s frena. Ma la notizia e' che, se si andasse a votare oggi, non ci sarebbe alcuna maggioranza in grado di formare un governo, ma la tendenza di crescita del centrodestra e di calo del Pd e alleati se dovesse continuare
Continua
 

SCIENZIATO ITALIANO, ROBERTO COPPARI, (LAVORA A GINEVRA) SCOPRE MECCANISMO START DEL DIABETE E IL

SCIENZIATO ITALIANO, ROBERTO COPPARI, (LAVORA A GINEVRA) SCOPRE MECCANISMO START DEL DIABETE E IL MODO PER FERMARLO
giovedì 30 novembre 2017
Il diabete, che nel mondo colpisce circa 650 milioni di individui, potrebbe avere avvio nel fegato ed e' in questo organo che si trova il potenziale bersaglio molecolare per prevenire o fermare la malattia. La scoperta potrebbe avere conseguenze decisive: per la prima volta viene individuata una
Continua
 

 
Editoriali

4 MARZO: IL NOSTRO INDEPENDENCE DAY

Abbiamo deciso di fermare le pubblicazioni del nostro giornale innanzitutto per riflettere sul ruolo e se lo permettete, anche sui risultati che abbiamo

All'armi! Son fascisti! Il delirio Pd.

Walter Veltroni lancia l'allarme democrazia, che secondo lui è in pericolo esattamente come lo fu negli anni Trenta del secolo scorso. Veltroni è

Italiani, bevetevi un rosatellum...

Le leggi elettorali italiane hanno sempre un tocco culinario. Mattarellum della pasta, porcellum dell'affettato misto, e ora il rosatellum dei beoni. Ogni

Arriva l'onda nazionalista tedesca.

Le elezioni politiche in Germania, parlando dei clamorosi risultati emersi dalle urne, evidenziano innanzitutto quanto sia forte l'allarme della popolazione

Appunti di una sera di mezza estate.

E allora, va tutto bene, giusto? Mps salvata - e a chi frega sia stato fatto con denaro pubblico? A nessun italiano. -  Le banche venete salvate (si fa

TRE PARTITI, STESSA BASE SOCIALE

Più che un rompicapo, la questione alleanze & legge elettorale è una grandissima rottura di coglioni. La situazione non è affatto

LA LEGA VINCE E CONVINCE.

Gli jettatori sono serviti: la Lega di Salvini vince e convince gli elettori italiani, chiamati in quasi dieci milioni alle amministrative di domenica 11

FREGOLA DI RENZI, BANCAROTTA DELL'ITALIA

L'Italia andrebbe a elezioni in ogni caso tra al massimo 8-9 mesi, alla scadenza naturale della legislatura iniziata nel febbraio del 2013, e invece Renzi

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »