63.980.873
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

La Ue non faccia con la Grecia quel che fecero gli americani con Cuba. O scoppierà una guerra mondiale.

mercoledì 4 febbraio 2015

Se solo si provasse ad alzare lo sguardo osservando la vicenda della Grecia di oggi all'interno di un panorama storico, si scoprirebbe che possiede - mutatis mutandis - delle similitudini straordinarie con quanto accadde a Cuba negli anni Cinquanta e Sessanta. 

L'isola caraibica era di fatto un possedimento americano amministrato da un governo fantoccio, da operetta, non fosse che usava metodi nazisti per sottomettere la popolazione e costringerla a vivere in condizioni miserabili con possibilità di lavoro che rasentavano e spesso superavano il limite che divide l'occupazione lavorativa dalla schiavitù.

La Grecia fino alle elezioni di due settimane fa, non era molto diversa: al potere un governo fantoccio, mai aletto da nessuno, grigio esecutore delle volontà della Troika, e cioè niente di molto differente dalle multinazionali americane di allora, a Cuba. La stessa rapacità, l'indetico dominio, l'eguale disinteresse per la popolazione, ben poco distingue la triade Bce-Ue-Fmi dalle "triadi americane" di quei terribili anni cubani. At&t, National Electric, il cartello delle compagnie petrolifere texane, erano loro i padroni e imponevano la legge del terrore.

Come andò a finire a Cuba? Come potrebbe andare a finire con la Grecia. Gli Stati Uniti tanto quanto oggi la Germania e la Bce con l'ignava Commissione europea al seguito, invece di trovare un pragmatico accordo con il governo - che nel caso di Cuba aveva preso il potere con le armi, ma nel caso della Grecia è a maggior ragione democraticamente eletto! - scelsero di digrignare di denti e alzare il muro dell'embargo, che isolò Cuba tanto quanto accadrebbe con la cacciata della Grecia dall'euro.

Le date sono importanti, decisive, nel susseguirsi degli avvenimenti storici.

Fidel Castro non aveva ricevuto aiuti dall'Unione Sovietica, per la sua guerra contro il dittatore Batista. Fidel Castro non andò a Mosca, come primo atto dopo aver preso il potere. Fidel Castro andò a Washington. A trattare un accordo economico per sottarre allo strapotere delle multinazionali Usa l'economia di Cuba, che non voleva più essere considerata una colonia americana nel senso davvero etimologico del termine. Solo dopo, quando tutte e dicasi tutte le proposte di Castro furono rifiutate, accolse l'invito - ovviamente interessato - di Mosca. Il resto lo sappiamo.

Il governo Tsipras ha già ricevuto - l'altrettanto interessato - invito di Putin a recarsi a Mosca per "accordi commerciali" che sono un cretino può pensare siano solo commerciali. E' evidente che la Russia abbia enorme interesse a far entrare nella propria influenza la Grecia, e non perchè voglia farne una Crimea bis, ci mancherebbe. Ma per rompere l'isolamento idiota voluto dalla Ue e dagli americani.

Solo che stavolta non si tratta di un'isola in mezzo all'oceano, per quanto vicina alle coste della Florida. Si tratta di una nazione incuneata nel cuore del Mediterraneo, strategica tanto per le rotte dei commerci quanto se non di più sul piano militare. E che fa parte della Nato.

Se gli arrogati al potere a Bruxelles e a Berlino non capiscono che continuare a umiliare la Grecia la spingerà - come avvenne tanti anni fa con Cuba - tra le braccia della Russia, allora qua non si tratta più di discutere della fine dell'euro, ma di prepararsi a una guerra.

Ci sono solo due possibilità, arrivati a questo punto: la Ue concorda con la Grecia un piano sostenibile di abbattimento del debito e permanenza nell'euro, oppure la Grecia tra marzo e aprile dichiarerà l'insolvenza e il 9 maggio Tsipras sarà a Mosca dove a Putin non parrà vero di essere colui che la salverà dalla catastrofe del momento con un pugno di miliardi di dollari, per poi consentirle di avviare l'uso della nuova valuta. 

Solo che, questo produrrà l'automatica uscita della Grecia dalla Ue. E con la Nato? 

Alla prima nave da guerra russa che ormeggerà nei porti greci del Pireo, seguirà un conflitto. Un'altra volta mondiale. 

Fossi in lei, signora Merkel, ci penserei. L'ultimo che avete provocato non è finito benissimo, per la Germania. E per il mondo intero, purtroppo. 

max parisi


 

 



 
Ultimi articoli pubblicati

LA COMMISSIONE UE RIFIUTA LA PROPOSTA DEL MINISTRO CENTINAIO A DIFESA DELLA PRODUZIONE ITALIANA DI

LA COMMISSIONE UE RIFIUTA LA PROPOSTA DEL MINISTRO CENTINAIO A DIFESA DELLA PRODUZIONE ITALIANA DI ZUCCHERO
lunedì 15 ottobre 2018
"Sono molto preoccupato per il futuro del comparto e della produzione dello zucchero in Italia. Faremo di tutto per aiutare i nostri produttori". Cosi' il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio che partecipa in Lussemburgo al Consiglio europeo dei Ministri dell'Agricoltura e della
Continua
 

PRIMA L'ITALIA / INCHIESTA SULLA LEGGE FORNERO: PERCHE' ABOLIRLA CON QUOTA 100 (ANCHE GLI

PRIMA L'ITALIA / INCHIESTA SULLA LEGGE FORNERO: PERCHE' ABOLIRLA CON QUOTA 100 (ANCHE GLI IMPRENDITORI SONO D'ACCORDO)
lunedì 15 ottobre 2018
In questi giorni è tutto un fiorire di attacchi e critiche al governo sul DEF e sull’abolizione della legge fornero. Ovviamente lo spread ha iniziato a salire (ma siamo ancora a poco meno della metà di quanto raggiunto sotto il governo del “salvatore” monti ndr), la
Continua

SONDAGGIO FRIENDS OF EUROPE (FINANZIATO ANCHE DALLA UE): 64% EUROPEI PENSA CHE SENZA UE LA VITA NON

SONDAGGIO FRIENDS OF EUROPE (FINANZIATO ANCHE DALLA UE): 64% EUROPEI PENSA CHE SENZA UE LA VITA NON SAREBBE PEGGIORE
lunedì 15 ottobre 2018
LONDRA - Non passa giorno che i mezzi di informazione non dicano quanto sia essenziale la UE per tutti i cittadini e politici di sinistra e giornali - il 99% dei giornali italiani è controllato politicamente dalla sinistra -  fanno a gara per accusare di razzismo e ignoranza chiunque
Continua
 

GIANCARLO GIORGETTI: ''IL CENTRODESTRA DEL PASSATO NON ESISTE PIU'. IL CAMBIAMENTO E' POPULISTA E

GIANCARLO GIORGETTI: ''IL CENTRODESTRA DEL PASSATO NON ESISTE PIU'. IL CAMBIAMENTO E' POPULISTA E SOVRANISTA. E' SALVINI''
domenica 14 ottobre 2018
Lega sempre più coesa intorno al suo Capitano, Forza Italia sempre più divisa, tra latitanza del 'grande capo', rendite di posizione e rese dei conti interne. Il centrodestra a trazione Lega è ormai una realtà, e quanto prima si diceva a mezza voce per non urtare
Continua

GOVERNATORE FONTANA A MOSCA: ''FINCHE' NON AVREMO CATTURATO L'ORSO... INCROCIAMO LE DITA''

GOVERNATORE FONTANA A MOSCA: ''FINCHE' NON AVREMO CATTURATO L'ORSO... INCROCIAMO LE DITA'' (OLIMPIADI INVERNALI 2026)
giovedì 11 ottobre 2018
MOSCA - "Finché non avremo catturato l'orso, non saremo sicuri: incrociamo le dita". Così il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana, a margine di un incontro con il governatore della regione di Mosca Andrej Vorobiov, che secondo le parole dello stesso Fontana "è
Continua
 

COLOSSO MONDIALE JPMORGAN: ''ITALIA STABILE, BTP SONO UN'OPPORTUNITA' DI INVESTIMENTO, NON VEDIAMO

COLOSSO MONDIALE JPMORGAN: ''ITALIA STABILE, BTP SONO UN'OPPORTUNITA' DI INVESTIMENTO, NON VEDIAMO CRISI BANCARIE''
giovedì 11 ottobre 2018
NEW YORK - La decisione del governo di fissare il rapporto deficit/Pil al 2,4 per cento ha colto di sorpresa quei fondi esteri che a settembre avevano comprato BTp sulla scommessa che l'esecutivo avrebbe adottato una linea prudente in tema di conti pubblici. Ma se in questi giorni alcuni
Continua

PULLMAN CADDE DAL VIADOTTO DELLA A16 DI AUTOSTRADE PER L'ITALIA: CHIESTI 10 ANNI PER GLI ATTUALI

PULLMAN CADDE DAL VIADOTTO DELLA A16 DI AUTOSTRADE PER L'ITALIA: CHIESTI 10 ANNI PER GLI ATTUALI VERTICI DELLA SOCIETA'
mercoledì 10 ottobre 2018
AVELLINO - Fu una strage immane, che precedette il massacro del ponte di Genova di cinque anni, ma con un bilancio di morti terribilmente simile. Ora, si è arrivati alla fine del processo con le richieste di condanna a carico dei vertici di Autostrade per l'Italia Spa, controllata dalla
Continua
 

DOMENICA 14 OTTOBRE VOTO IN BAVIERA: SPD CROLLERA' CSU CALERA' AL 35% AFD PRONTO AL PRIMO GOVERNO

DOMENICA 14 OTTOBRE VOTO IN BAVIERA: SPD CROLLERA' CSU CALERA' AL 35% AFD PRONTO AL PRIMO GOVERNO DI DESTRA IN GERMANIA
martedì 9 ottobre 2018
MONACO DI BAVIERA - Le elezioni nei land tedeschi non sono mai un evento locale, figuriamoci se questa volta alle urne va la potente e popolosa Baviera. Nove milioni di elettori bavaresi sono chiamati alle urne domenica 14 ottobre per il rinnovo del parlamento. Il voto nel Land più ricco
Continua

IN SVEZIA IL PARTITO NAZIONALISTA ANTI IMMIGRATI DOPO IL TRIONFO DEL 9 SETTEMBRE ALLE POLITICHE,

IN SVEZIA IL PARTITO NAZIONALISTA ANTI IMMIGRATI DOPO IL TRIONFO DEL 9 SETTEMBRE ALLE POLITICHE, ELEGGE ANCHE SINDACI
martedì 9 ottobre 2018
LONDRA - E' passato già un mese dalle elezioni svedesi che hanno visto il trionfo del partito anti-immigrati degli Sweden Democrats che hanno raggiunto il 18%. Al momento le trattative per formare un nuovo governo sono ancora in corso, ma nel frattempo gli Sweden Democrats possono
Continua
 

SPACCIATORI DI DROGA MAROCCHINI MINACCIANO DI MORTE IL SINDACO CHE COMBATTE LO SPACCIO DI

SPACCIATORI DI DROGA MAROCCHINI MINACCIANO DI MORTE IL SINDACO CHE COMBATTE LO SPACCIO DI STUPEFACENTI NEL SUO PAESE
lunedì 8 ottobre 2018
MONTORIO ROMANO (ROMA) - Minacciato di morte per aver dichiarato guerra aperta agli spacciatori che hanno gettato la sua piccola comunita' nel caos, creando un allarme mai visto prima in un paese di 1800 abitanti. E' accaduto a Domenico Di Bartolomeo, sindaco di Montorio Romano, piccolo Comune a
Continua

CLAMOROSO: ANCHE IN SPAGNA NASCE IL PARTITO DELLA NUOVA DESTRA NAZIONALISTA ANTI INVASIONE AFRICANA

CLAMOROSO: ANCHE IN SPAGNA NASCE IL PARTITO DELLA NUOVA DESTRA NAZIONALISTA ANTI INVASIONE AFRICANA E UE DEI BANCHIERI
lunedì 8 ottobre 2018
MADRID - Nasce in Spagna il partito della nuova destra nazionalista, senza legami col passato franchista. Si chiama Vox, la nuova formazione guidata da Santiago Abascal, che ha dimostrato ieri, in un gremito Palazzo di Vistalegre a Madrid, di non volere piu' essere un'alternativa marginale per un
Continua
 

AMBROSE EVANS PRITCHARD SUL TELEGRAPH: ''L'ITALIA NON E' COME LA GRECIA, JUNCKER RISCHIA DI FAR

AMBROSE EVANS PRITCHARD SUL TELEGRAPH: ''L'ITALIA NON E' COME LA GRECIA, JUNCKER RISCHIA DI FAR CROLLARE EURO E UE''
giovedì 4 ottobre 2018
LONDRA  - Il braccio di ferro ingaggiato sul bilancio statale italiano tra la Commissione europea di Bruxelles ed il governo di coalizione formato a Roma dai partiti populisti Movimento 5 stelle e Lega rischia di andare fuori controllo: e' questa l'opinione espressa dal quotidiano conservatore
Continua

NUOVO FARMACO PER IL TRATTAMENTO DELLA SCLEROSI MULTIPLA: UNA SOLA INIEZIONE OGNI SEI MESI. GRANDI

NUOVO FARMACO PER IL TRATTAMENTO DELLA SCLEROSI MULTIPLA: UNA SOLA INIEZIONE OGNI SEI MESI. GRANDI RISULTATI TERAPEUTICI
mercoledì 3 ottobre 2018
E' disponibile in Italia a carico del Sistema sanitario nazionale un nuovo farmaco che rappresenta una nuova soluzione terapeutica per il trattamento della Sclerosi multipla: si tratta di ocrelizumab, efficiente sia per il rallentamento della progressione della patologia sia per un miglioramento
Continua
 

IL MINISTRO SAVONA, VALENTISSIMO ECONOMISTA, ANALIZZA LE CONDIZIONI DELLA UE E LA MIOPIA DEI SUOI

IL MINISTRO SAVONA, VALENTISSIMO ECONOMISTA, ANALIZZA LE CONDIZIONI DELLA UE E LA MIOPIA DEI SUOI VERTICI ATTUALI
mercoledì 3 ottobre 2018
Il ministro per gli Affari europei, Paolo Savona, in un suo intervento su "Milano Finanza" scrive che si sente ripetere che la Francia puo' programmare un deficit di bilancio per il 2,8 per cento del suo Pil, mentre l'Italia non potrebbe, perche' il suo debito pubblico e' inferiore al nostro:
Continua

CARTE DI IDENTITA' FALSIFICATE MATRIMONI SIMULATI: COSI' IL SINDACO DI RIACE HA FAVORITO

CARTE DI IDENTITA' FALSIFICATE MATRIMONI SIMULATI: COSI' IL SINDACO DI RIACE HA FAVORITO L'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA
martedì 2 ottobre 2018
"Ha violato la legge con una allarmante naturalezza". Così si è espresso il procuratore di Locri, Luigi D'Alessio, parlando del sindaco di Riace, Domenico Lucano, finito agli arresti domiciliari con le accuse di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e fraudolento
Continua
 

MARINE LE PEN SUPERA MACRON NEI SONDAGGI PER LE EUROPEE (E INTANTO IL TRIBUNALE RENDE I SOLDI AL

MARINE LE PEN SUPERA MACRON NEI SONDAGGI PER LE EUROPEE (E INTANTO IL TRIBUNALE RENDE I SOLDI AL RASSEMBLEMENT NATIONAL)
lunedì 1 ottobre 2018
LONDRA - Quando lo scorso Luglio una sentenza del tribunale ordino' il sequestro di 2 milioni di euro di fondi appartenenti al Rassemblement National (questo e' il nuovo nome del Front National di Marine Le Pen) i mezzi di informazione hanno parlato di imminente fine di uno dei piu' importanti
Continua
 

 
Editoriali

L'epoca di Berlusconi è davvero finita.

Niente "pontieri" all'opera: la rottura personale tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi è nella sostanza, ben più solida delle operazioni di

LA LEGA DI MATTEO SALVINI E' NAZIONALE

La vittoria, anzi no, il trionfo della Lega di Matteo Salvini che ha ricevuto cinque milioni di voti, una massa enorme di consenso, raggiungendo quasi il 20%

4 MARZO: IL NOSTRO INDEPENDENCE DAY

Abbiamo deciso di fermare le pubblicazioni del nostro giornale innanzitutto per riflettere sul ruolo e se lo permettete, anche sui risultati che abbiamo

All'armi! Son fascisti! Il delirio Pd.

Walter Veltroni lancia l'allarme democrazia, che secondo lui è in pericolo esattamente come lo fu negli anni Trenta del secolo scorso. Veltroni è

Italiani, bevetevi un rosatellum...

Le leggi elettorali italiane hanno sempre un tocco culinario. Mattarellum della pasta, porcellum dell'affettato misto, e ora il rosatellum dei beoni. Ogni

Arriva l'onda nazionalista tedesca.

Le elezioni politiche in Germania, parlando dei clamorosi risultati emersi dalle urne, evidenziano innanzitutto quanto sia forte l'allarme della popolazione

Appunti di una sera di mezza estate.

E allora, va tutto bene, giusto? Mps salvata - e a chi frega sia stato fatto con denaro pubblico? A nessun italiano. -  Le banche venete salvate (si fa

TRE PARTITI, STESSA BASE SOCIALE

Più che un rompicapo, la questione alleanze & legge elettorale è una grandissima rottura di coglioni. La situazione non è affatto

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!