48.533.935
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

La vittoriosa sconfitta della Lega in Emilia Romagna deve portare a una svolta. Decisiva.

lunedì 24 novembre 2014

Quando accade che il 63% dell'elettorato dell'Emilia Romagna decida di restare a casa anzichè recarsi alle urne per le regionali, solo un cretino può archiviare la questione con un'alzata di spalle come ha fatto Matteo Renzi. Il candidato del Pd ha vinto sulle macerie del suo partito, terremotato dal segretario toscano. Chi non vede in questo la più clamorosa delle bocciature per il nuovo corso piddino, è in malafede oppure è terrorizzato dal dover ammettere di stare sbagliando tutto. 

Ma non solo l'elettorato di sinistra della regione più di sinistra d'Italia ha disertato. Nella stessa misura, non si sono presentati in cabina elettorale gli emiliano romagnoli che votavano Forza Italia. Se avessero confermato l'affluenza delle passate regionali, oggi il presidente sarebbe Alan Fabbri con un margine di vittoria altissimo: più del 15%. Fate bene i conti e lo scoprirete.

Questo porta a dire che la colpa della sconfitta di Fabbri - nonostante la vittoria davvero "storica" della Lega salita al 19,4% dal 5% del 2010 - è tutta del partito di Berlusconi: gli elettori lo hanno punito tanto quanto sul fronte opposto ha preso schiaffi in faccia il Pd. 

Inoltre, non è vero che l'M5S abbia fatto da terzo incomodo sfruttando la situazione, anzi. Ha seguito anche lui la disfatta dell'affluenza, se paragonata alle politiche. Tra l'altro, il 13% preso dai grillini non compensa affatto la mancanza di voti del Pd. Il totale alla fine è del 37% di votanti regionali contro un 70% precedente. Grillo non ha sottratto un bel niente a Renzi.

Bene, queste sono le carte in tavola. Adesso, che partita vuole giocare, Salvini?

Qualche tempo fa, Aldo Grasso ha definito l'altro Matteo "un perdente di successo". Se guardassimo al risultato di domenica 23 novembre e basta, avrebbe ragione. Un grande successo della Lega nella sconfitta del candidato leghista. E il punto è proprio questo. La luminosità e il limite di Salvini stanno entrambe dentro il recinto leghista, che più di tanto non si può estendere.

Non si può perché alla fine l'elettorato nazionale italiano per quanto possa riconoscersi nella linea politica - giustissima - della Nuova Lega salviniana, non darà la maggioranza assoluta a un partito che si chiama Lega Nord. E' vecchio. E' il passato, non il futuro. E' nordista, per quanto Salvini possa fare, incluso favorire una lista nuova di zecca al Sud. Il che non significa rottamarlo. Significa che va costruito un nuovo contenitore diretta emanazione di Salvini e del nuovo corso di destra. Significa che Salvini deve stupire ed entusiasmare gli italiani offrendo loro un nuovo, grande soggetto politico per una grande rinascita del Paese.

La prova sia giusto? Domandatevi: cosa ha spinto la gente dell'Emilia Romagna a votare Lega, stavolta? Cos'è? Sono stati tutti improvvisamente folgorati da Alberto da Giussano? Ma per favore!

La verità è che si sono aggiunti voti di destra a quelli leghisti, al famoso "zoccolo duro". E questi voti sono il 75% dei voti presi dal Carroccio in Emilia Romagna. L'elettorato indistinto di destra - che non va confuso con i rimasugli di Alleanza Nazionale di Giorgia Meloni -  ha provato a dare consenso a Salvini perchè ha capito che Salvini può diventare davvero "il capitano" che la destra italiana attende da tanto, da troppo tempo. 

E in questo nuovo "cartello" della destra - che rivendico d'aver battezzato Grande Destra - allora sì che può entrare il grande elettorato di Forza Italia che domenica scorsa è rimasto alla finestra a guardare la campagna emiliana. 

Salvini intervistato da Minoli a Radio24 (a proposito: strana in questo, la Rai. Ha lasciato andar via Minoli per dare Ballarò a un giornalista esterno di Repubblica) ha detto: "Forza Italia deve chiarirsi al suo interno, la punizione elettorale è stata grande. Ma sono problemi loro, anche noi un anno fa eravamo nei guai" che è come dire: o fate una rivoluzione dentro il partito o soccomberete. Corretto. L'ex governatore pugliese Fitto ha rincarato la dose: vanno azzerati tutti i vertici di Forza Italia. Corretto anche questo, anche se parecchio tardivo. E sempre da Minoli, Salvini ha aggiunto: "Le elezioni saranno presto e io voglio provare a vincerle, non mi batto per partecipare e basta, come diceva De Coubertin".

Per vincerle e per non essere - quindi - un perdente di successo, servono due componenti. Il primo componente è un programma vero, solido, vincente perchè realizzabile e quando si realizzasse, davvero in grado di salvare l'Italia coi fatti, non con le chiacchiere e gli annunci. 

E questo, grazie alla sua intelligenza politica, Salvini ce l'ha.

Il secondo componente è un soggetto politico che abbia una caratteristica imprescindibile: deve poter essere condiviso senza escludere, deve creare unità e non divisione, deve essere immediatamente percepito come punto di forza e non di debolezza dall'elettorato a cui si rivolge. E' un soggetto non per tutti, non per appartenza etnico-territoriale, ma per appartenenza ideale. E' la Grande Destra italiana, dove "grande" significa: c'è posto per chiunque stia da questa parte e non dall'altra e tanto meno in mezzo, nel centro del nulla. 

Ma questo soggetto politico, Salvini al momento non l'ha a disposizione.

E' probabile che Berlusconi abbia ancora per la testa l'ennesima riedizione della Casa delle Libertà, ennesimo disastro. E' possibile che proponga a Salvini la solita alleanza buona per tutte le sconfitte. Ma è anche possibile che l'ex cavaliere decida la cosa migliore: farsi da parte. E allora nella Grande Destra potrebbe arrivare un altro "capitano" che regga la bandiera forzitaliana. E fosse una donna, e si chiamasse Berlusconi di cognome, la vittoria sarebbe a portata di mano.

max parisi

 

 

 



 
Ultimi articoli pubblicati

SIAMO OLTRE OGNI LIMITE: 8.500 AFRICANI IN ARRIVO IN ITALIA CON LE NAVI ONG NELLE PROSSIME 24 ORE:

SIAMO OLTRE OGNI LIMITE: 8.500 AFRICANI IN ARRIVO IN ITALIA CON LE NAVI ONG NELLE PROSSIME 24 ORE: IL PD UCCIDE L'ITALIA
martedì 27 giugno 2017
Le notizie sono spaventose: una fiumana immensa di africani senza alcun diritto di asilo in Italia sta per sommergere un'altra volta il Paese. E accadrà nelle prossime 24 ore. Il governo Pd è fuori controllo, sta devastando l'Italia come non accadeva dalla Seconda Guerra Mondiale con
Continua
 

IL PRESIDENTE TRUMP ANNUNCIA: GLI STATI UNITI SONO ARRIVATI ALL'INDIPENDENZA ENERGETICA, BASTA

IL PRESIDENTE TRUMP ANNUNCIA: GLI STATI UNITI SONO ARRIVATI ALL'INDIPENDENZA ENERGETICA, BASTA PETROLIO (ARABO)
martedì 27 giugno 2017
WASHINGTON - Gli Stati Uniti si apprestano a divenire esportatori netti di petrolio, gas e altre risorse naturali, liberandosi una volta per tutte dall anecessità di acquistare petrolio dagli stati arabi e islamici. Lo ha dichiarato il presidente Usa Donald Trump, che ha lanciato
Continua

PARROCO DI PALERMO CONTESTA LE POSIZIONI DI SINISTRA DI PAPA BERGOGLIO E IL VATICANO PER TUTTA

PARROCO DI PALERMO CONTESTA LE POSIZIONI DI SINISTRA DI PAPA BERGOGLIO E IL VATICANO PER TUTTA RISPOSTA LO CACCIA
lunedì 26 giugno 2017
PALERMO -  Don Alessandro MINUTELLA, il 'prete ribelle' reo di aver criticato la Chiesa di Papa Francesco, è stato rimosso dal suo ufficio di parroco della parrocchia San Giovanni Bosco di Palermo. Ad annunciarlo è una nota dell'Arcidiocesi di Palermo. "A seguito delle note
Continua
 

A BERLINO MANIFESTAZIONE CONTRO L'ISLAMIZZAZIONE DELLA GERMANIA E DELL'EUROPA, MENTRE IN ITALIA IL

A BERLINO MANIFESTAZIONE CONTRO L'ISLAMIZZAZIONE DELLA GERMANIA E DELL'EUROPA, MENTRE IN ITALIA IL PD E' FILOISLAMICO
lunedì 26 giugno 2017
LONDRA - Probabilmente nessuno e' al corrente che pochi giorni fa a Berlino c'e' stata una protesta contro il pericolo dell'islamizzazione della Germania e dell'Europa e la cosa non deve sorprendere, visto che nessun giornale in Italia ha riportato questa notizia. La protesta, che e' avvenuta
Continua

LA LEGA CON GLI ALLEATI FORZA ITALIA E FRATELLI D'ITALIA FA IL ''CAPPOTTO'' AL PD IN LOMBARDIA

LA LEGA CON GLI ALLEATI FORZA ITALIA E FRATELLI D'ITALIA FA IL ''CAPPOTTO'' AL PD IN LOMBARDIA
lunedì 26 giugno 2017
MILANO -  Si può davvero scrivere "il cappotto lombardo" fatto al Pd dalla Lega con gli alleati Forza Italia e Fratelli d'Italia, in Lombardia, nelle elezioni amministrative i cui ballottaggi si sono tenuti ieri. Centrodestra vincente nei tre capoluoghi lombardi ai ballottaggi di ieri
Continua
 

I NUOVI LEADER SALVINI-TOTI-MELONI CONQUISTANO LA FIDUCIA DEGLI ITALIANI: TRAVOLGENTE VITTORIA

I NUOVI LEADER SALVINI-TOTI-MELONI CONQUISTANO LA FIDUCIA DEGLI ITALIANI: TRAVOLGENTE VITTORIA ELETTORALE DI LEGA-FI-FDI
lunedì 26 giugno 2017
Netto, clamoroso, in alcuni casi "storico": il trionfo del centrodestra segna i ballottaggi delle amministrative 2017 che vedono la gran parte dei 22 capoluoghi di Provincia in gioco passare all'asse FI-Lega Nord-Fdi. E' per il Pd e tutto il centrosinistra, lo schiaffo e' sonorissimo: cadono
Continua

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI DANNI) A STATO E CLIENTI
giovedì 22 giugno 2017
Tanto tuonò che… non piovve, o meglio, piovve sostanza organica sulla testa degli obbligazionisti ed azionisti di Popolare di Vicenza e Venetobanca. In un comunicato ufficiale, si legge che: “Il cda di Intesa Sanpaolo ha deliberato con voto unanime la disponibilità
Continua
 

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)
mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul sistema bancario. Il provvedimento è stato approvato all'unanimità con 426 voti
Continua

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE
lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle finanze Padoan continua ad ostentare ottimismo, ma se non si dovessero trovare i fondi per la
Continua
 

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)
lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo che ospita il parlamento europeo a Bruxelles per costruirne uno ancora piu' grande. E sì,
Continua

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA
giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le Figaro" che addirittura avanza l'ipotesi di imminenti dimissioni. La tempesta nasce dallo scandalo
Continua
 

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI,

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI, STATO DI INSOLVENZA
martedì 13 giugno 2017
NEW YORK - Alitalia ha fatto ricorso presso il tribunale fallimentare di New York, in base alle procedure concorsuali internazionali Usa per il fallimento. Lo riporta il Wall Street Journal, rilevando che il vettore italiano rischiava di perdere l'accesso allo scalo JFK a causa di mancati pagamenti
Continua

LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE

LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE MINACCE DI BRUXELLES
lunedì 12 giugno 2017
Il ministro dell'Interno polacco, Mariusz Blaszczak, ha annunciato che i governi di Polonia, repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria, hanno rifiutato qualsiasi sanzione imposta da Bruxelles ai Paesi che non accetano i rifugiati - ovvero i richiedenti asilo che a orde di decine di migliaia al mese
Continua
 

LA CORTE DEI CONTI ACCUSA DIRETTAMENTE IL GOVERNO MONTI DI AVERE PROVOCATO UN DANNO ALLO STATO DI

LA CORTE DEI CONTI ACCUSA DIRETTAMENTE IL GOVERNO MONTI DI AVERE PROVOCATO UN DANNO ALLO STATO DI 4,1 MILIARDI DI EURO!
giovedì 8 giugno 2017
Vi ricordate il pianto di cooccodrillo in diretta di Elsa Fornero mentre massacrava le pensioni? Ricordate la sventagliata di tasse messe dal governo presieduto da Monti, le sue costanti bacchettate sulle dita degli italiani colpevoli (a suo dire) di aver vissuto al di sopra delle loro
Continua

I POTERI FORTI EUROPEI VOGLIONO STRANGOLARE DI TASSE GLI ITALIANI: L'OCSE ''CONSIGLIA'' UNA

I POTERI FORTI EUROPEI VOGLIONO STRANGOLARE DI TASSE GLI ITALIANI: L'OCSE ''CONSIGLIA'' UNA PATRIMONIALE SULLA PRIMA CASA
mercoledì 7 giugno 2017
PARIGI -  I poteri forti vogliono che gli italiani siano strangolati da nuove onerose tasse. L'Ocse taglia le stime sull'Italia e "consiglia" il governo Pd di rimettere l'Imu sulla prima casa. La crescita per il 2018 e' vista a +0,8% a fronte del +1% indicato a marzo. Confermata, invece, a +1%
Continua
 

TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA REALIZZATA DA ITALIANI: LA TRASMISSIONE DELL'ENERGIA ELETTRICA SENZA FILI

TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA REALIZZATA DA ITALIANI: LA TRASMISSIONE DELL'ENERGIA ELETTRICA SENZA FILI (IDEA DI TESLA)
martedì 6 giugno 2017
Rete elettrica addio: non piu' tralicci, cavi, piloni che impattano sul paesaggio e sull' ambiente, non piu' spine e prese elettriche in casa, il futuro dell'energia e' "senza fili", in un prossimo scenario, sara' infatti una nuova formula legata all'energia e alla massa a trasportare
Continua
 

 
Editoriali

LA LEGA VINCE E CONVINCE.

Gli jettatori sono serviti: la Lega di Salvini vince e convince gli elettori italiani, chiamati in quasi dieci milioni alle amministrative di domenica 11

FREGOLA DI RENZI, BANCAROTTA DELL'ITALIA

L'Italia andrebbe a elezioni in ogni caso tra al massimo 8-9 mesi, alla scadenza naturale della legislatura iniziata nel febbraio del 2013, e invece Renzi

Andiamo a cercarli e ammazziamoli tutti.

Il governo Pd ha brindato l'altro giorno alla salute dei 50.000 e passa africani che ha fatto arrivare in Italia da gennaio, al costo - compresi gli altri

Macron sulla tolda del Titanic eurozona

Quando un'azienda fallisce, ci sono solo due possibilità: la prima, che l'imprenditore sia un incapace (trascuro l'ipotesi farabutto), la seconda, che

Diritto alla rivolta contro la tirannide

Per evitare il fallimento di Popolare di Vicenza e Veneto Banca servono - e subito - circa 6 miliardi di euro. Lunga vita alle due banche venete... Per evitare

L'Italia finirà nella primavera del 2018

Cos'è il cu-e che si scrive QE? Se state leggendo questo giornale, significa che sapete rispondere alla domanda, ma la domanda giusta è un'altra:

Berlusconi diventa nazionalista?

"Serve una nuova moneta per riprenderci la sovranità monetaria. Conservare l'euro per le importazioni e le esportazioni e con una nuova moneta interna

UE A DUE VELOCITA' = DUE EURO DIFFERENTI

La Germania propone - ma si può scrivere tranquillamente: impone - l'dea della Ue a due velocità. Una Ue, quindi, che si divide in due gruppi di

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!