56.303.780
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

La vittoriosa sconfitta della Lega in Emilia Romagna deve portare a una svolta. Decisiva.

lunedì 24 novembre 2014

Quando accade che il 63% dell'elettorato dell'Emilia Romagna decida di restare a casa anzichè recarsi alle urne per le regionali, solo un cretino può archiviare la questione con un'alzata di spalle come ha fatto Matteo Renzi. Il candidato del Pd ha vinto sulle macerie del suo partito, terremotato dal segretario toscano. Chi non vede in questo la più clamorosa delle bocciature per il nuovo corso piddino, è in malafede oppure è terrorizzato dal dover ammettere di stare sbagliando tutto. 

Ma non solo l'elettorato di sinistra della regione più di sinistra d'Italia ha disertato. Nella stessa misura, non si sono presentati in cabina elettorale gli emiliano romagnoli che votavano Forza Italia. Se avessero confermato l'affluenza delle passate regionali, oggi il presidente sarebbe Alan Fabbri con un margine di vittoria altissimo: più del 15%. Fate bene i conti e lo scoprirete.

Questo porta a dire che la colpa della sconfitta di Fabbri - nonostante la vittoria davvero "storica" della Lega salita al 19,4% dal 5% del 2010 - è tutta del partito di Berlusconi: gli elettori lo hanno punito tanto quanto sul fronte opposto ha preso schiaffi in faccia il Pd. 

Inoltre, non è vero che l'M5S abbia fatto da terzo incomodo sfruttando la situazione, anzi. Ha seguito anche lui la disfatta dell'affluenza, se paragonata alle politiche. Tra l'altro, il 13% preso dai grillini non compensa affatto la mancanza di voti del Pd. Il totale alla fine è del 37% di votanti regionali contro un 70% precedente. Grillo non ha sottratto un bel niente a Renzi.

Bene, queste sono le carte in tavola. Adesso, che partita vuole giocare, Salvini?

Qualche tempo fa, Aldo Grasso ha definito l'altro Matteo "un perdente di successo". Se guardassimo al risultato di domenica 23 novembre e basta, avrebbe ragione. Un grande successo della Lega nella sconfitta del candidato leghista. E il punto è proprio questo. La luminosità e il limite di Salvini stanno entrambe dentro il recinto leghista, che più di tanto non si può estendere.

Non si può perché alla fine l'elettorato nazionale italiano per quanto possa riconoscersi nella linea politica - giustissima - della Nuova Lega salviniana, non darà la maggioranza assoluta a un partito che si chiama Lega Nord. E' vecchio. E' il passato, non il futuro. E' nordista, per quanto Salvini possa fare, incluso favorire una lista nuova di zecca al Sud. Il che non significa rottamarlo. Significa che va costruito un nuovo contenitore diretta emanazione di Salvini e del nuovo corso di destra. Significa che Salvini deve stupire ed entusiasmare gli italiani offrendo loro un nuovo, grande soggetto politico per una grande rinascita del Paese.

La prova sia giusto? Domandatevi: cosa ha spinto la gente dell'Emilia Romagna a votare Lega, stavolta? Cos'è? Sono stati tutti improvvisamente folgorati da Alberto da Giussano? Ma per favore!

La verità è che si sono aggiunti voti di destra a quelli leghisti, al famoso "zoccolo duro". E questi voti sono il 75% dei voti presi dal Carroccio in Emilia Romagna. L'elettorato indistinto di destra - che non va confuso con i rimasugli di Alleanza Nazionale di Giorgia Meloni -  ha provato a dare consenso a Salvini perchè ha capito che Salvini può diventare davvero "il capitano" che la destra italiana attende da tanto, da troppo tempo. 

E in questo nuovo "cartello" della destra - che rivendico d'aver battezzato Grande Destra - allora sì che può entrare il grande elettorato di Forza Italia che domenica scorsa è rimasto alla finestra a guardare la campagna emiliana. 

Salvini intervistato da Minoli a Radio24 (a proposito: strana in questo, la Rai. Ha lasciato andar via Minoli per dare Ballarò a un giornalista esterno di Repubblica) ha detto: "Forza Italia deve chiarirsi al suo interno, la punizione elettorale è stata grande. Ma sono problemi loro, anche noi un anno fa eravamo nei guai" che è come dire: o fate una rivoluzione dentro il partito o soccomberete. Corretto. L'ex governatore pugliese Fitto ha rincarato la dose: vanno azzerati tutti i vertici di Forza Italia. Corretto anche questo, anche se parecchio tardivo. E sempre da Minoli, Salvini ha aggiunto: "Le elezioni saranno presto e io voglio provare a vincerle, non mi batto per partecipare e basta, come diceva De Coubertin".

Per vincerle e per non essere - quindi - un perdente di successo, servono due componenti. Il primo componente è un programma vero, solido, vincente perchè realizzabile e quando si realizzasse, davvero in grado di salvare l'Italia coi fatti, non con le chiacchiere e gli annunci. 

E questo, grazie alla sua intelligenza politica, Salvini ce l'ha.

Il secondo componente è un soggetto politico che abbia una caratteristica imprescindibile: deve poter essere condiviso senza escludere, deve creare unità e non divisione, deve essere immediatamente percepito come punto di forza e non di debolezza dall'elettorato a cui si rivolge. E' un soggetto non per tutti, non per appartenza etnico-territoriale, ma per appartenenza ideale. E' la Grande Destra italiana, dove "grande" significa: c'è posto per chiunque stia da questa parte e non dall'altra e tanto meno in mezzo, nel centro del nulla. 

Ma questo soggetto politico, Salvini al momento non l'ha a disposizione.

E' probabile che Berlusconi abbia ancora per la testa l'ennesima riedizione della Casa delle Libertà, ennesimo disastro. E' possibile che proponga a Salvini la solita alleanza buona per tutte le sconfitte. Ma è anche possibile che l'ex cavaliere decida la cosa migliore: farsi da parte. E allora nella Grande Destra potrebbe arrivare un altro "capitano" che regga la bandiera forzitaliana. E fosse una donna, e si chiamasse Berlusconi di cognome, la vittoria sarebbe a portata di mano.

max parisi

 

 

 



 
Ultimi articoli pubblicati

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA
giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i rappresentanti delle imprese e dell'economia tedesca. Tale aumento colpirebbe le societa' di persone, i
Continua
 

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)
mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro tendenza rispetto tutta Europa e tutto l'Occidente, ad esclusione della Grecia. Non si arresta la
Continua

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE
martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo se affrontiamo la malattia quando e' gia' conclamata. In realta', se viene diagnosticata al suo
Continua
 

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)
lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al 23-25%; il partito di Grasso è attorno al 7% ma potrebbe salire al 10. La partita, dunque,
Continua

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!
sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là dall'esserci. Ma la questione principale è che e la svolta a destra dell'Austria, emersa dal voto
Continua
 

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA
giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai meccanismi che prevedano quote di richiedenti asilo da accogliere sul proprio territorio. Lo ha detto il
Continua

INCHIESTA / MEDICI INGEGNERI ARCHITETTI: ITALIA ULTIMA IN EUROPA PER STIPENDI E COSI' LA NOSTRA

INCHIESTA / MEDICI INGEGNERI ARCHITETTI: ITALIA ULTIMA IN EUROPA PER STIPENDI E COSI' LA NOSTRA MEGLIO GIOVENTU' NE VA!
martedì 12 dicembre 2017
Nel 2016, ben 124.000 italiani sono emigrati all’estero e di questi il 39% aveva tra i 18 ed 34 anni, per la maggior parte con titolo di studio qualificato. Come mai una simile emorragia di cervelli come non si vedeva dalla fine della seconda guerra mondiale? Il “merito” o meglio
Continua
 

SCONTRO FRONTALE UNGHERIA - UE: PARLAMENTO DI BUDAPEST VOTA RISOLUZIONE CONTRO L'INACCETABILE

SCONTRO FRONTALE UNGHERIA - UE: PARLAMENTO DI BUDAPEST VOTA RISOLUZIONE CONTRO L'INACCETABILE IMPOSIZIONE DI MIGRANTI
martedì 12 dicembre 2017
BUDAPEST - Il parlamento ungherese ha approvato oggi la risoluzione che condanna la decisione del Parlamento europeo sulla riforma del sistema di asilo. Lo riferisce l'agenzia slovacca "Tasr" citando la stampa ungherese. Sono stati 143 i parlamentari che hanno votato a favore della
Continua

CATALOGNA: I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA AL BLOCCO DI PARTITI INDIPENDENTISTI. RAJOY CHE FARA'? UN

CATALOGNA: I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA AL BLOCCO DI PARTITI INDIPENDENTISTI. RAJOY CHE FARA'? UN BEL GOLPE FRANCHISTA?
martedì 12 dicembre 2017
BARCELLONA - La trategia repressiva decisa dal governo Rajoy contro la Catalogna si sta trasformando in un boomerang micidiale per Madrid. Il gruppo di partiti indipendentisti molto probabilmente viceranno le elezioni convocate d'imperio dal governo spagnolo per il prossimo 21 dicembre. Con il
Continua
 

IL MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO ACCUSA LA CHIESA CATTOLICA: NASCONDE CLANDESTINI CHE INVECE DEVONO

IL MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO ACCUSA LA CHIESA CATTOLICA: NASCONDE CLANDESTINI CHE INVECE DEVONO ESSERE ESPULSI
martedì 12 dicembre 2017
BERLINO - Il ministro dell'Interno tedesco, il cristiano democratico Thomas de Maizière (della Cdu, partito di orientamento cristiano simile alla vecchia Dc italiana), in un'intervista rilasciata ai giornali del gruppo "Funke Mediengruppe" ha criticato duramente le congregazioni
Continua

TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA.

TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA. GOVERNERA' DA SOLA
lunedì 11 dicembre 2017
AJACCIO - I nazionalisti in Corsica hanno stravinto le elezioni amministrative e, con in mano le chiavi della nuova "collettività territoriale unica" chiedono ora al governo di "fare bene i conti" e avviare negoziati sui dossier che più stanno loro a cuore. I grandi vincitori del
Continua
 

SU BANCA ETRURIA MATTEO RENZI PRENDE UNA ''CAPOCCIATA'' A TESTA ALTA: BOSCHI BABBO SOTTO INCHIESTA

SU BANCA ETRURIA MATTEO RENZI PRENDE UNA ''CAPOCCIATA'' A TESTA ALTA: BOSCHI BABBO SOTTO INCHIESTA AD AREZZO
lunedì 4 dicembre 2017
AREZZO - Le cose stanno in modo molto differente da come il segretario del Pd, Matteo Renzi, ha voluto far credere, al riguardo di Banca Etruria in riferimento al padre della ex ministra delle Riforme Elena Boschi, il quale non è affattto prosciolto dalle indagini, ed estraneo al dissesto
Continua

INCHIESTA PENSIONI / PD AFFERMA CHE L'ETA' PENSIONABILE VA ADEGUATA ALL'ESPETTATIVA DI VITA, O

INCHIESTA PENSIONI /  PD AFFERMA CHE L'ETA' PENSIONABILE VA ADEGUATA ALL'ESPETTATIVA DI VITA, O L'INPS CROLLA. E' FALSO!
venerdì 1 dicembre 2017
In Italia, i media main stream continuano a martellare l’opinione pubblica sul fatto che il sistema pensionistico italiano sia troppo “generoso” e che non sia più sostenibile non solo per il futuro, ma anche per il presente. Ogni tanto, difatti, si sussurra che sarebbe
Continua
 

CLAMOROSO: DIREZIONE LICEO SCIENTIFICO CERCA ''STUDENTI SOLO MASCHI'' (PER AFFINITA') PER FAR

CLAMOROSO: DIREZIONE LICEO SCIENTIFICO CERCA ''STUDENTI SOLO MASCHI'' (PER AFFINITA') PER FAR VOLONTARIATO COI MIGRANTI
giovedì 30 novembre 2017
Questo che state per leggere è il testo di una circolare (copia dell'originale la trovate nella foto che completa l'articolo) firmata da un dirigente scolastico di un Liceo Scientifico in provincia di Brescia con la quale avvisa gli studenti MASCHI dello stesso Liceo che sono richiesti dieci
Continua

SONDAGGI ELETTORALI: CENTRODESTRA AVANTI DI SEI PUNTI SU CENTROSINISTRA E OTTO SU M5S (E FORZA

SONDAGGI ELETTORALI: CENTRODESTRA AVANTI DI SEI PUNTI SU CENTROSINISTRA E OTTO SU M5S (E FORZA ITALIA SUPERA LA LEGA)
giovedì 30 novembre 2017
Il centrodestra cresce nei sondaggi, il Pd continua a perdere terreno e anche M5s frena. Ma la notizia e' che, se si andasse a votare oggi, non ci sarebbe alcuna maggioranza in grado di formare un governo, ma la tendenza di crescita del centrodestra e di calo del Pd e alleati se dovesse continuare
Continua
 

SCIENZIATO ITALIANO, ROBERTO COPPARI, (LAVORA A GINEVRA) SCOPRE MECCANISMO START DEL DIABETE E IL

SCIENZIATO ITALIANO, ROBERTO COPPARI, (LAVORA A GINEVRA) SCOPRE MECCANISMO START DEL DIABETE E IL MODO PER FERMARLO
giovedì 30 novembre 2017
Il diabete, che nel mondo colpisce circa 650 milioni di individui, potrebbe avere avvio nel fegato ed e' in questo organo che si trova il potenziale bersaglio molecolare per prevenire o fermare la malattia. La scoperta potrebbe avere conseguenze decisive: per la prima volta viene individuata una
Continua
 

 
Editoriali

4 MARZO: IL NOSTRO INDEPENDENCE DAY

Abbiamo deciso di fermare le pubblicazioni del nostro giornale innanzitutto per riflettere sul ruolo e se lo permettete, anche sui risultati che abbiamo

All'armi! Son fascisti! Il delirio Pd.

Walter Veltroni lancia l'allarme democrazia, che secondo lui è in pericolo esattamente come lo fu negli anni Trenta del secolo scorso. Veltroni è

Italiani, bevetevi un rosatellum...

Le leggi elettorali italiane hanno sempre un tocco culinario. Mattarellum della pasta, porcellum dell'affettato misto, e ora il rosatellum dei beoni. Ogni

Arriva l'onda nazionalista tedesca.

Le elezioni politiche in Germania, parlando dei clamorosi risultati emersi dalle urne, evidenziano innanzitutto quanto sia forte l'allarme della popolazione

Appunti di una sera di mezza estate.

E allora, va tutto bene, giusto? Mps salvata - e a chi frega sia stato fatto con denaro pubblico? A nessun italiano. -  Le banche venete salvate (si fa

TRE PARTITI, STESSA BASE SOCIALE

Più che un rompicapo, la questione alleanze & legge elettorale è una grandissima rottura di coglioni. La situazione non è affatto

LA LEGA VINCE E CONVINCE.

Gli jettatori sono serviti: la Lega di Salvini vince e convince gli elettori italiani, chiamati in quasi dieci milioni alle amministrative di domenica 11

FREGOLA DI RENZI, BANCAROTTA DELL'ITALIA

L'Italia andrebbe a elezioni in ogni caso tra al massimo 8-9 mesi, alla scadenza naturale della legislatura iniziata nel febbraio del 2013, e invece Renzi

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »