43.329.916
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ZANONATO (PER IL GOVERNO): NON SO SE PAGHEREMO I DEBITI DELLO STATO QUEST'ANNO... E POI S'ALLARGA SULLE PROVINCE.

giovedì 4 luglio 2013

Roma - Il Governo e' impegnato a pagare i debiti della Pa il prima possibile ma non e' in grado di promettere che l'intero importo verra' saldato entro il 2013. "Mi piacerebbe tanto", ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, intervenendo a 'Radio Anch'io', "ma non so se si potra' fare. Non e' questione di cattiva volonta'", ha aggiunto, "ma tecnica: abbiamo rimosso gli ostacoli e ora tutte le fonti di spesa devono attivarsi per pagare. Stiamo monitorando". 

"La priorita' per rilanciare la crescita e' abbattere il cuneo fiscale. Per sviluppare l'economia - ha aggiunto - e' necessario allineare le condizioni in cui operano le imprese italiane a quelle di cui godono le imprese europee sotto il profilo fiscale, del credito, del costo dell'energia e delle semplificazioni".

Ma Zanonato a tutto tondo parla anche della Consulta: "Per abolire le Province c'e' un cambio di costituzione da attuare, non so se si puo' farlo senza i tempi previsti dalla Costituzione stessa" - ha detto dopo la bocciatura della Consulta della riforma delle Province contenuta nel decreto Salva Italia del governo Monti e il loro riordino.

Zanonato non vuole comunque fare polemica con il precedente esecutivo: ''non so se aveva percepito che fossero possibili cose che richiedevano tempi piu' lunghi''. Piu' duro ilo giudizio del leader della Cisl Raffaele Bonanni secondo cui ''il ceto politico non vuole modificare nulla e vuole mantenere lo stesso presepe di sempre. E' chiaro che c'e' tentativo di traccheggiare di non fare nulla''.

Redazione Milano


ZANONATO (PER IL GOVERNO): NON SO SE PAGHEREMO I DEBITI DELLO STATO QUEST'ANNO... E POI S'ALLARGA SULLE PROVINCE.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BONDI E CAPEZZONE - CON 24 ORE DI RITARDO - SI ACCORGONO ANCHE LORO CHE LETTA HA FESTEGGIATO PERCHE' NON HA CAPITO

BONDI E CAPEZZONE - CON 24 ORE DI RITARDO - SI ACCORGONO ANCHE LORO CHE LETTA HA FESTEGGIATO
Continua

 
IL RACCONTO DI UN IMPRENDITORE ITALIANO TRASFERITOSI IN CILE E CHE ''PER SBAGLIO'' HA TROVATO UN CLIENTE ANCHE IN ITALIA.

IL RACCONTO DI UN IMPRENDITORE ITALIANO TRASFERITOSI IN CILE E CHE ''PER SBAGLIO'' HA TROVATO UN
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua
Precedenti »