67.621.281
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ZANONATO (PER IL GOVERNO): NON SO SE PAGHEREMO I DEBITI DELLO STATO QUEST'ANNO... E POI S'ALLARGA SULLE PROVINCE.

giovedì 4 luglio 2013

Roma - Il Governo e' impegnato a pagare i debiti della Pa il prima possibile ma non e' in grado di promettere che l'intero importo verra' saldato entro il 2013. "Mi piacerebbe tanto", ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, intervenendo a 'Radio Anch'io', "ma non so se si potra' fare. Non e' questione di cattiva volonta'", ha aggiunto, "ma tecnica: abbiamo rimosso gli ostacoli e ora tutte le fonti di spesa devono attivarsi per pagare. Stiamo monitorando". 

"La priorita' per rilanciare la crescita e' abbattere il cuneo fiscale. Per sviluppare l'economia - ha aggiunto - e' necessario allineare le condizioni in cui operano le imprese italiane a quelle di cui godono le imprese europee sotto il profilo fiscale, del credito, del costo dell'energia e delle semplificazioni".

Ma Zanonato a tutto tondo parla anche della Consulta: "Per abolire le Province c'e' un cambio di costituzione da attuare, non so se si puo' farlo senza i tempi previsti dalla Costituzione stessa" - ha detto dopo la bocciatura della Consulta della riforma delle Province contenuta nel decreto Salva Italia del governo Monti e il loro riordino.

Zanonato non vuole comunque fare polemica con il precedente esecutivo: ''non so se aveva percepito che fossero possibili cose che richiedevano tempi piu' lunghi''. Piu' duro ilo giudizio del leader della Cisl Raffaele Bonanni secondo cui ''il ceto politico non vuole modificare nulla e vuole mantenere lo stesso presepe di sempre. E' chiaro che c'e' tentativo di traccheggiare di non fare nulla''.

Redazione Milano


ZANONATO (PER IL GOVERNO): NON SO SE PAGHEREMO I DEBITI DELLO STATO QUEST'ANNO... E POI S'ALLARGA SULLE PROVINCE.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BONDI E CAPEZZONE - CON 24 ORE DI RITARDO - SI ACCORGONO ANCHE LORO CHE LETTA HA FESTEGGIATO PERCHE' NON HA CAPITO

BONDI E CAPEZZONE - CON 24 ORE DI RITARDO - SI ACCORGONO ANCHE LORO CHE LETTA HA FESTEGGIATO
Continua

 
IL RACCONTO DI UN IMPRENDITORE ITALIANO TRASFERITOSI IN CILE E CHE ''PER SBAGLIO'' HA TROVATO UN CLIENTE ANCHE IN ITALIA.

IL RACCONTO DI UN IMPRENDITORE ITALIANO TRASFERITOSI IN CILE E CHE ''PER SBAGLIO'' HA TROVATO UN
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »