73.547.224
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MARINE LE PEN VINCE LA TORNATA ELETTORALE E GIURA: ''SE VINCIAMO LE PROSSIME PRESIDENZIALI LA FRANCIA VIA DALL'EURO''.

lunedì 1 luglio 2013

Parigi - Il Front National ha le carte in regola e l'ambizione necessaria per lanciare l'assalto ai due partiti principali di Francia e puntare alla vittoria alle prossime presidenziali. Dopo il clamoroso risultato alle elezioni legislative di Villeneuve, dove un candidato di 23 anni, Étienne Bousquet-Cassagne, ha raggiunto il 46% dei consensi, contro il 53,76% del rivale dell'UMP (centro destra), Marine Le Pen crede nella possibilita' di governare il suo paese e tornare al franco. Distruggendo il castello di carta dell'area euro. 

"Non possiamo essere sedotti", ha detto con fiducia dopo il terremoto elettorale di Vileneuve-sur-Lot dove il suo candidato ha umiliato politicamente il sindaco Socialista uscente. "Il cosiddetto fronte repubblicano è morto. Cio' dimostra che i partiti di sinistra e i liberali non sono piu' in grado di smobilitare i loro elettori, per evitare al Front National di guadagnare popolarita' e voti".

"L'euro cessa di esistere nell'esatto momento in cui la Francia se ne va e questa e' la nostra forza incredibile. Cosa faranno a quel punto, manderanno i carrarmati?", si e' chiesta retoricamente in un'intervita concessa al banche dalla sede del partito, nella periferia profonda di Parigi, a Nanterre. 

"L'Europa e' un grande bluff. Da una parte c'e' la popolazione sovrana e dall'altra una manciata di tecnocrati", ha dichiarato al quotidiano inglese la leader dell'estrema destra, parlando dal suo ufficio piccolo, quasi austero. 

Per la prima volta, il Front National puo' veramente competere con i due partiti che hanno sempre governato la Francia dalla Seconda Guerra Mondiale in poi: i socialisti e i gaullisti. Entrambe le fazioni sono date in calo al 21% nei sondaggi, mentre il partito di Le Pen ha il vento in poppa. Grazie anche alle dichiarazioni populiste anti euro, che fanno grande presa in tempo di crisi. La perdita di voti della sinistra nel dipartimento del Lot-et-Garonne, una regione tra­di­zio­nal­mente di sini­stra, sembra poi anche sorta di un resa dei conti nei confronti dell’ex mini­stro del bilan­cio Jérôme Cahu­zac, al centro dello scan­dalo relativo al conto offshore nascosto in Sviz­zera. (WSI)


MARINE LE PEN VINCE LA TORNATA ELETTORALE E GIURA: ''SE VINCIAMO LE PROSSIME PRESIDENZIALI LA FRANCIA VIA DALL'EURO''.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL 60% DELLE AZIENDE LOMBARDE QUEST'ANNO LICENZIERA'. E I SOLDI DELLA CASSA SONO FINITI (ADESSO) NONOSTANTE LA REGIONE.

IL 60% DELLE AZIENDE LOMBARDE QUEST'ANNO LICENZIERA'. E I SOLDI DELLA CASSA SONO FINITI (ADESSO)
Continua

 
LA SONDAGGISTA DEL BERLUSKA: SE FORZA ITALIA 2 (LA VENDETTA) E' UN RICICCIO SARA' DISASTRO  MA C'E' PRONTO L'ASSO MARINA

LA SONDAGGISTA DEL BERLUSKA: SE FORZA ITALIA 2 (LA VENDETTA) E' UN RICICCIO SARA' DISASTRO MA C'E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua

CONTE & PD & M5S VOGLIONO ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE

13 gennaio - ''Il governo, il presidente del consiglio, il Pd, annunciano che faranno
Continua

ECCEZIONALE OPERAZIONE ANTIDROGA DELLE FIAMME GIALLE: 333 KG DI

13 gennaio - GENOVA - Eccezionale operazione anti droga delle Fiamme Gialle. La
Continua

GOVERNO BRITANNICO: MOLTO PREOCCUPANTI NOTIZIE MISSILE CONTRO

9 gennaio - Il governo britannico sta esaminando le notizie ''molto preoccupanti''
Continua

PRESIDENTE ORBAN: PRONTI A LASCIARE IL PPE (ADDIO MAGGIORANZA PER

9 gennaio - BUDAPEST - ''Il Ppe, nella sua forma attuale, non interessa al mio
Continua

LA BCE: UNICA MONETA A CORSO LEGALE E' IL DENARO CONTANTE (DITELO A

9 gennaio - ''La Bce ricorda agli incompetenti del governo Pd-M5S che l'unica moneta
Continua

MATTEO SALVINI: CONTE NON SI AZZARDI A FAR RIPARTIRE LA MISSIONE

8 gennaio - ''L'Ue non tocca palla ne' in Libia ne' in Medio Oriente, ma ora
Continua

CROLLANO GLI ORDINI INDUSTRIALI IN GERMANIA: -6,5% NEL 2019 (MAI

8 gennaio - BERLINO - A novembre gli ordinativi all'industria manifatturiera sono
Continua

LA FAMIGLIA RIVA AVEVA FATTO ENORMI INVESTIMENTI NELL'EX ILVA 1 MLD

7 gennaio - MILANO - Nella gestione dell'Ilva di Taranto da parte della famiglia
Continua

CROLLA L'INFLAZIONE NEL 2019 IN ITALIA (DA 1,2% A 0,6%) STAGNAZIONE

7 gennaio - Il tasso d'inflazione per il 2019 si attesta allo 0,6%, un valore
Continua
Precedenti »