52.091.288
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ANALISI / L'ODIO DI CLASSE DEL GOVERNO LETTA PER I CETI PRODUTTIVI (LASCIANDO I PARASSITI PUBBLICI A DIVORARE L'ITALIA)

sabato 29 giugno 2013

Odio  di classe. Queste sono le uniche parole che possono descrivere gli ultimi atti del governo Letta. Odio di classe verso i ceti produttivi e verso le capacità professionali.

Per rimandare, si badi bene rimandare, non eliminare, l’aumento dell’1% dell’IVA, l’armata brancaleone al governo ha pensato bene di massacrare l’unico settore del commercio che ancora riusciva ad assumere personale, quello delle sigarette elettroniche, con una tassa pari al 58,5% del prezzo d’acquisto. Poco importa se un luminare della medicina come il professor Veronesi si sia espresso a loro favore: gli italiani sono colpevoli di aver voltato le spalle alle sigarette normali arrecando gravi danni alle casse dei monopoli di stato e probabilmente un po’ meno alla loro salute.

Ancora più odioso è l’aumento dei vari acconti irpef, ires e tasse cantando che sono arrivati in certi casi al 110%! Secondo la teoria della relatività, la velocità non può superare quella della luce, altrimenti si creerebbero perturbazioni nello spazio-tempo; il fisco italiano le ha superate chiedendo l’anticipo sull’anticipo, semplicemente folle.

Tuttavia, la cosa ancor più grave, riguarda il piano per facilitare le nuove assunzioni: uno dei parametri per accedere agli incentivi è di avere al massimo la terza media come titolo di studio.  In un nostro precedente articolo parlavamo di come sarebbe necessario attuare una sana meritocrazia per sviluppare il paese ed il benessere;  ebbene, il messaggio che manda questo governo va nella direzione esattamente opposta: rimani uno sfaticato ignorante e lo stato ti aiuta a trovare lavoro; hai studiato e magari ti sei laureato nei tempi giusti?, peggio per te.

Cos’altro può essere questo se non odio di classe verso chi produce, si alza ogni mattina e nonostante uno stato parassitario, inefficiente, inefficace, che continua a mettere le mani in tasca ai propri cittadini che tratta peggio dei sudditi ai tempi degli zar, continua a rimanere a fare impresa in Italia?

Nelle stesse ore in cui l’armata brancaleone del capitan Letta produceva l’ennesimo massacro del ceto produttivo e della media borghesia italiana, il premier inglese David Cameron annunciava che nel biennio 2015-2016 il governo avrebbe ridotto la spesa pubblica di 14 miliardi di euro e licenziato 144.000 dipendenti pubblici ritenuti di troppo.

Capito cari lettori? Tagliare la spesa pubblica, quella improduttiva, parassitaria, è possibile, basta volerlo.

La classe politica italiana, invece, preferisce massacrare i ceti produttivi, in particolare quelli del nord considerando la ricchezza e chi la produce un crimine da perseguitare in ogni modo.

E’ necessario, come ai tempi del terzo stato in Francia, che i ceti produttivi prendano coscienza del loro reale peso e valore e facciano sentire la loro voce nelle sedi opportune e nel rispetto delle leggi, e che non delighino oltre il loro futuro e quello dei loro figli, ad una classe politica inetta e totalmente priva di credibilità.

Luca Campolongo

Resp. Consulenza e Sviluppo Nuovi Mercati

www.sosimprese.info

consulenza@sosimprese.info


ANALISI / L'ODIO DI CLASSE DEL GOVERNO LETTA PER I CETI PRODUTTIVI (LASCIANDO I PARASSITI PUBBLICI A DIVORARE L'ITALIA)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
FORSE DOPO 33 ANNI SI SAPRA' LA VERITA' SULL'AEREO ITAVIA ABBATTUTO A USTICA (COSSIGA LO DISSE NEL 2007:  FU LA FRANCIA)

FORSE DOPO 33 ANNI SI SAPRA' LA VERITA' SULL'AEREO ITAVIA ABBATTUTO A USTICA (COSSIGA LO DISSE NEL
Continua

 
C'E' PUZZA DI ELEZIONI: GRASSO SPINGE PER LA NUOVA LEGGE ELETTORALE (PRIMA DELLE RIFORME CHE NON SI FARANNO)

C'E' PUZZA DI ELEZIONI: GRASSO SPINGE PER LA NUOVA LEGGE ELETTORALE (PRIMA DELLE RIFORME CHE NON SI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA NUOVA DESTRA TEDESCA DI ALTERNATIVA PER LA GERMANIA SALE ALL'11%

22 settembre - BERLINO - A due giorni dal voto in Germania i sondaggi indicano una
Continua

INPS, DATI ORRIBILI: 76% DEGLI ASSUNTI NEL 2017 HA UN POSTO DI

21 settembre - In Italia ''si registra un'ulteriore compressione dell'incidenza dei
Continua

LA BCE SCHIANTA IL GOVERNO PD SUL LAVORO: CALO DISOCCUPAZIONE NON

21 settembre - FRANCOFORTE - Il giudizio è tranciante e di sicuro non farà piacere al
Continua

STRANIERO CERCA DI VIOLENTARE UNA RAGAZZA IERI IERI SERA A MILANO

21 settembre - MILANO - Un romeno di 31 anni con numerosi precedenti, tra cui una
Continua

PORTUALI DI BARCELLONA RIFIUTANO SERVIZI A NAVI DELLA POLIZIA:

21 settembre - BARCELLONA - I lavoratori portuali di Barcellona hanno deciso di non
Continua

MATTEO SALVINI: ''TOTALE SOLIDARIETA' AI 14 ARRESTATI IN CATALOGNA.

20 settembre - ''Totale solidarieta' ai 14 cittadini arrestati in Catalogna dal governo
Continua

RESISTENZA PER LE VIE DI BARCELLONA: MIGLIAIA DI PERSONE OCCUPANO

20 settembre - BARCELLONA - Migliaia di persone sono scese in piazza a Barcellona per
Continua

APPELLO ALLA RESISTENZA DEL PRESIDENTE DELLA CATALOGNA CONTRO IL

20 settembre - BARCELLONA - Appello alla resistenza del presidente della Catalogna
Continua

GUARDIA CIVIL OCCUPA SEDI DEL GOVERNO CATALANO, FOLLA IN PIAZZA

20 settembre - BARCELLONA - Sono almeno dieci le persone arrestate - 12 dicono fonti
Continua

SPAGNA PRECIPITA NELLA DITTATURA: ARRESTATI 12 MEMBRI DEL GOVERNO

20 settembre - BARCELLONA - Arriva la notizia che la Guardia Civil spagnola ha
Continua
Precedenti »