42.253.266
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CAMBIO DI PAPA: ADESSO I VESCOVI SI POSSONO ARRESTARE (MONS. SCARANO, CORRUZIONE E TRUFFA) PRONTA LA RETATA ALLO IOR

venerdì 28 giugno 2013

Roma - Un alto prelato, un funzionario dei Servizi segreti e un broker finanziario sono stati arrestati questa mattina da militari del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza, con le accuse di corruzione e truffa. L'indagine, spiegano fonti qualificate, si inserisce come filone autonomo della piu' ampia inchiesta sullo Ior. 

L'alto prelato finito in manette nell'ambito dell'inchiesta della procura di Roma sullo Ior e' monsignor Nunzio Scarano, vescovo di Salerno. Gli altri arrestati dal nucleo di polizia valutaria della Guardia di Finanza sono Giovanni Maria Zito, funzionario dell'Aisi, il servizio segreto interno, e Giovanni Carinzo, un broker finanziario. Secondo quanto e' emerso, l'inchiesta riguarda una serie di atti di corruzione per far rientrare in Italia dalla Svizzera 20 milioni di euro.

E tra i 57 indagati dalla procura di Salerno per un’ipotesi di riciclaggio, c’è anche Monsignor Nunzio Scarano, che si occupava della contabilità analitica dell’Apsa, ossia l’Amministrazione del patrimonio della Santa Sede apostolica, ossia l’organo vaticano che gestisce i beni della Chiesa. Il prelato, stando a quanto riportato dagli inquirenti, avrebbe non solo partecipato al riciclaggio, ma in qualche ne sarebbe stato l’organizzatore. L’inchiesta riguarda delle donazioni indirizzate alla Santa Sede da parte di imprenditori salernitani, sottoforma di assegni. Le donazioni erano, in via ufficiale, rivolte al risanamento dei debiti di una società immobiliare, proprietaria di diversi case nel centro di Salerno. Scarano, secondo gli inquirenti, avrebbe chiesto ai 56 imprenditori indagati di effettuare delle donazioni mediante assegni circolare del valore di 10 mila euro ciascuno. In realtà, però, al momento della consegna sarebbe stato loro restituito l’equivalete in contanti. Il prelato, infatti, era già in possesso della somma necessaria per sanare i debiti della immobiliare, ma si trattava di denaro sporco, o quantomeno dalla dubbia provenienza, per cui il sistema degli assegni avrebbe consentito al Monsignor Scarano di poter versare tranquillamente la somma delle donazioni tramite gli assegni stessi, avendo riciclato il denaro sporco attraverso la restituzione dei contanti agli imprenditori coinvolti.

Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Elena Guarino, per fatti risalenti al 2009, quando fu lo stesso Monsignore a contattare gli altri 56 indagati chiedendo loro di fingere la donazione, considerando che, pur essendo in possesso della somma necessaria, non avrebbe potuto versarla egli stesso. Al momento il prelato è stato sollevato dall’incarico di tecnico di prima categoria presso l’Apsa e non si sa se ed in che misura ci possa essere un coinvolgimento dell’organo nella faccenda. L’Apsa, infatti, nel gestire i beni della Santa Sede si serve spesso dell’aiuto di società immobiliari e gli inquirenti non escludono che la società in questione possa essere in qualche modo legata all’organo vaticano, e che addirittura il denaro sporco sia stato fatto circolare sui conti dello Ior, la banca vaticana.

Fonte notizie live world.

Redazione Milano

 


CAMBIO DI PAPA: ADESSO I VESCOVI SI POSSONO ARRESTARE (MONS. SCARANO, CORRUZIONE E TRUFFA) PRONTA LA RETATA ALLO IOR




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL PROCURATORE GENERALE DI CASSAZIONE, OGGI: ''IL RISARCIMENTO ALLA CIR DI DE BENEDETTI E' LEGITTIMO, CI FU CORRUZIONE''.

IL PROCURATORE GENERALE DI CASSAZIONE, OGGI: ''IL RISARCIMENTO ALLA CIR DI DE BENEDETTI E'
Continua

 
ARRESTATO L'AMMINISTRATORE DELLA SOCIETA' CHE RISCUOTE LE TASSE...

ARRESTATO L'AMMINISTRATORE DELLA SOCIETA' CHE RISCUOTE LE TASSE...


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »