51.984.697
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ADUSBEF / UN TERZO DEI MUTUI DELLE BANCHE ITALIANE SONO USURAI E VANNO ANNULLATI CON PAGAMENTO DANNI AI CONTRAENTI

martedì 25 giugno 2013

Milano - A causa della crisi e dei tassi di interesse ''piu' elevati'' il 7,7% delle famiglie italiane, 254.000, non ce la fa piu' a pagare le rate dei mutui. E' il calcolo che giunge da Adusbef-Federconsumatori sulla base dei dati Bce riferiti ad aprile 2013.

Nel 2010 le famiglie in difficolta' con le rate erano pari al 5% (stime Bankitalia), rilevano le associazioni in una nota. I 3,3 milioni di mutui riferiti ad aprile 2013, secondo le elaborazioni Adusbef su dati Bce, hanno una consistenza di 364,183 miliardi di euro.

''I tassi di interesse - si legge nella nota - a conferma della voracita' delle banche italiane nell'imporre tassi sui mutui pari al 4,46% in media in Italia, contro il 3,34 della media Ue, con un differenziale di 112 punti base, costringono un italiano che ha contratto un mutuo di 100mila euro a 30 anni, a pagare una rata mensile di 64 euro piu' alta (768 euro in piu' all'anno) del mutuatario di Eurolandia, con un pizzo di 23.040 euro in piu' a conclusione del contratto di mutuo, rispetto ad un cittadino dell'area Euro''.

Nella nota le associazioni ricordano che ''quando il tasso di mora, le penali e le varie spese, tutte messe insieme superano il tasso soglia, stabilito dalla legge antiusura 108/96, anche i mutui diventano usurari e possono essere annullati con le relative procedure giudiziali''. Secondo Adusbef-Federconsumatori ''una quota del 33%'' dei 3,3 milioni di mutui, ''pari a 1,1 milioni, - spiegano le associazioni dei consumatori - eccede il tasso soglia della legge antiusura 108/96 e sono annullabili per usura''.  (AdnKronos)


ADUSBEF / UN TERZO DEI MUTUI DELLE BANCHE ITALIANE SONO USURAI E VANNO ANNULLATI CON PAGAMENTO DANNI AI CONTRAENTI




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PROTESTA ESTREMA A MILANO: INFERMIERI SALGONO SULLA TORRE DELL'OSPEDALE FATEBENEFRATELLI. NO ALLA CHIUSURA DI REPARTI

PROTESTA ESTREMA A MILANO: INFERMIERI SALGONO SULLA TORRE DELL'OSPEDALE FATEBENEFRATELLI. NO ALLA
Continua

 
BOSSI: ''BERLUSCONI NON E' UNA CATTIVA PERSONA COME L'HANNO PRESENTATO I GIUDICI, POVERACCIO...''

BOSSI: ''BERLUSCONI NON E' UNA CATTIVA PERSONA COME L'HANNO PRESENTATO I GIUDICI, POVERACCIO...''


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

INPS, DATI ORRIBILI: 76% DEGLI ASSUNTI NEL 2017 HA UN POSTO DI

21 settembre - In Italia ''si registra un'ulteriore compressione dell'incidenza dei
Continua

LA BCE SCHIANTA IL GOVERNO PD SUL LAVORO: CALO DISOCCUPAZIONE NON

21 settembre - FRANCOFORTE - Il giudizio è tranciante e di sicuro non farà piacere al
Continua

STRANIERO CERCA DI VIOLENTARE UNA RAGAZZA IERI IERI SERA A MILANO

21 settembre - MILANO - Un romeno di 31 anni con numerosi precedenti, tra cui una
Continua

PORTUALI DI BARCELLONA RIFIUTANO SERVIZI A NAVI DELLA POLIZIA:

21 settembre - BARCELLONA - I lavoratori portuali di Barcellona hanno deciso di non
Continua

MATTEO SALVINI: ''TOTALE SOLIDARIETA' AI 14 ARRESTATI IN CATALOGNA.

20 settembre - ''Totale solidarieta' ai 14 cittadini arrestati in Catalogna dal governo
Continua

RESISTENZA PER LE VIE DI BARCELLONA: MIGLIAIA DI PERSONE OCCUPANO

20 settembre - BARCELLONA - Migliaia di persone sono scese in piazza a Barcellona per
Continua

APPELLO ALLA RESISTENZA DEL PRESIDENTE DELLA CATALOGNA CONTRO IL

20 settembre - BARCELLONA - Appello alla resistenza del presidente della Catalogna
Continua

GUARDIA CIVIL OCCUPA SEDI DEL GOVERNO CATALANO, FOLLA IN PIAZZA

20 settembre - BARCELLONA - Sono almeno dieci le persone arrestate - 12 dicono fonti
Continua

SPAGNA PRECIPITA NELLA DITTATURA: ARRESTATI 12 MEMBRI DEL GOVERNO

20 settembre - BARCELLONA - Arriva la notizia che la Guardia Civil spagnola ha
Continua

IL PRESIDENTE DELLA CATALOGNA CONVOCA D'URGENZA TUTTI I MINISTRI

20 settembre - BARCELLONA - Il presidente catalano Carles Puigdemont ha convocato una
Continua
Precedenti »