73.685.080
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA GRECIA RI-AFFONDA E STAVOLTA PER COLPA DELLE BANCHE CENTRALI EUROPEE: HANNO SPECULATO SUI BOND GRECI.

venerdì 21 giugno 2013

ATENE - Si profila lo spettro della crisi di Governo in Grecia. La coalizione dell'esecutivo guidata dal premier conservatore Antonis Samaras si e' spaccata ieri sera sulla questione della tv pubblica Ert, chiusa 10 giorni fa con un decreto legge nell'ambito del ridimensionamento dei dipendenti statali voluto dai creditori internazionali della Grecia, ma il premier si e' detto pronto ad andare avanti con decisione sulla strada intrapresa.

Un appello al "senso di responsabilita' " e' venuto dal commissario Ue agli affari economici Olli Rehn, che ha invitato Atene a ritrovare la stabilita' necessaria nell'attuale situazione politica per fare quelle riforme indispensabili affinche' il programma di aiuti vada avanti. La terza riunione in una settimana tra Samaras e i leader dei partiti alleati - Evanghelos Venizelos (Pasok) e Fotis Kouvelis (Sinistra Democratica) - si e' bruscamente interrotta poco dopo l'inizio per divergenze subito insorte a causa di una nuova proposta avanzata da Kouvelis.

A questo punto Venizelos e Kouvelis hanno lasciato il Megaro Maximou, la sede del governo, ed hanno convocato i gruppi dirigenti dei rispettivi partiti nelle loro sedi. Secondo Skai Tv, le divergenze sorte fra i tre leader riguardano il numero dei dipendenti della Ert che dovrebbero essere riassunti nella nuova azienda Tv statale e il tipo di contratto che essi dovrebbero avere.

Ad annunciare che anche ieri sera non era stato raggiunto alcun accordo e' stato Kouvelis, il quale ha detto che "non c'e' alcun accordo. Per noi si tratta di un problema di legalita' democratica... non siamo d'accordo con azioni che vanno contro la legalita' ", ha dichiarato. Kouvelis avrebbe anche ventilato l'ipotesi di ritirare dal governo i ministri che appartengono al suo partito ma non l'appoggio della sua formazione politica. Venizelos, da parte sua, ha detto che il Pasok continuera' a sostenere il governo perche' non vuole la crisi ne' le elezioni anticipate. Il leader socialista ha ribadito che il Paese ha bisogno di stabilita' e ha detto senza mezzi termini che adesso occorre mettere da parte la questione della Ert e discutere di problemi piu' seri come quello dell'aggiornamento dell'accordo programmatico fra i partiti che compongono il governo. Intanto, mentre ad Atene andava in scena l'ennesima lite governativa, il ministro dell'Economia greco Yannis Stournaras lasciava precipitosamente Lussemburgo e i lavori dell'Eurogruppo per rientrare nella capitale ellenica e oggi non partecipera' all'Ecofin cruciale sull'unione bancaria.

Sul fronte europeo, si e' frattanto appreso che il Fmi sarebbe pronto a sospendere la sua quota dei pagamenti alla Grecia entro fine luglio, se i leader dell'Eurozona non finanzieranno il 'buco' da 3-4 miliardi di euro che si e' creato nel programma di salvataggio. Lo ha scritto il Financial Times citando alcuni funzionari coinvolti nell'operazione.

Il 'buco' sui 172 miliardi complessivi di aiuti si e' creato dopo che le banche centrali dell'Eurozona non hanno voluto rinnovare i titoli di Stato in portafoglio giunti a scadenza. Da parte sua, pero', il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem ha dichiarato che "non c'e' nessun 'buco' finanziario nel piano di aiuti alla Grecia, che e' coperto per un altro anno, ma e' importante che la troika concluda la sua valutazione dell'andamento del programma di aiuti entro i primi di luglio, per sbloccare le nuove tranche di aiuti come previsto".

Poco prima, sempre Dijsselbloem, aveva reso noto che l'Eurogruppo aveva dato via libera alla ricapitalizzazione diretta delle banche da parte dell'Esm spiegando che il tetto di contributo dell'Esm e' fissato a 60 miliardi di euro. Dijsselbloem ha aggiunto che "prima della ricapitalizzazione diretta ci sara' un livello adeguato di 'bail-in', cioe' assorbimento delle perdite interno alla banca stessa", e che lo Stato contribuira' al salvataggio delle banche nell'ordine del 20% delle necessita' complessive per i primi due anni, e del 10% per i successivi. Per quanto riguarda la retroattivita' del contributo Esm, si valutera' caso per caso. (Ansa)


LA GRECIA RI-AFFONDA E STAVOLTA PER COLPA DELLE BANCHE CENTRALI EUROPEE: HANNO SPECULATO SUI BOND GRECI.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL MINISTRO DELLE FINANZE TEDESCO, SCHAEUBLE, SMENTISCE DRAGHI: COMPRARE BOND ITALIANI COI SOLDI DELLA BCE? NO E POI NO.

IL MINISTRO DELLE FINANZE TEDESCO, SCHAEUBLE, SMENTISCE DRAGHI: COMPRARE BOND ITALIANI COI SOLDI
Continua

 
L'EUROPA DA' ANNI IN PIU' PER SISTEMARSI A 6 STATI (SPAGNA E SLOVENIA INCLUSI) MA NON ALL'ITALIA, CHE NON CONTA UN C...

L'EUROPA DA' ANNI IN PIU' PER SISTEMARSI A 6 STATI (SPAGNA E SLOVENIA INCLUSI) MA NON ALL'ITALIA,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua

CONTE & PD & M5S VOGLIONO ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE

13 gennaio - ''Il governo, il presidente del consiglio, il Pd, annunciano che faranno
Continua

ECCEZIONALE OPERAZIONE ANTIDROGA DELLE FIAMME GIALLE: 333 KG DI

13 gennaio - GENOVA - Eccezionale operazione anti droga delle Fiamme Gialle. La
Continua

GOVERNO BRITANNICO: MOLTO PREOCCUPANTI NOTIZIE MISSILE CONTRO

9 gennaio - Il governo britannico sta esaminando le notizie ''molto preoccupanti''
Continua

PRESIDENTE ORBAN: PRONTI A LASCIARE IL PPE (ADDIO MAGGIORANZA PER

9 gennaio - BUDAPEST - ''Il Ppe, nella sua forma attuale, non interessa al mio
Continua

LA BCE: UNICA MONETA A CORSO LEGALE E' IL DENARO CONTANTE (DITELO A

9 gennaio - ''La Bce ricorda agli incompetenti del governo Pd-M5S che l'unica moneta
Continua

MATTEO SALVINI: CONTE NON SI AZZARDI A FAR RIPARTIRE LA MISSIONE

8 gennaio - ''L'Ue non tocca palla ne' in Libia ne' in Medio Oriente, ma ora
Continua

CROLLANO GLI ORDINI INDUSTRIALI IN GERMANIA: -6,5% NEL 2019 (MAI

8 gennaio - BERLINO - A novembre gli ordinativi all'industria manifatturiera sono
Continua

LA FAMIGLIA RIVA AVEVA FATTO ENORMI INVESTIMENTI NELL'EX ILVA 1 MLD

7 gennaio - MILANO - Nella gestione dell'Ilva di Taranto da parte della famiglia
Continua

CROLLA L'INFLAZIONE NEL 2019 IN ITALIA (DA 1,2% A 0,6%) STAGNAZIONE

7 gennaio - Il tasso d'inflazione per il 2019 si attesta allo 0,6%, un valore
Continua
Precedenti »