45.005.694
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

APRIRE UNA SOCIETA' IN SLOVENIA E' FACILE, E' LEGALE AL 100% E PRODUCE RISPARMI FISCALI (RISPETTO L'ITALIA) STREPITOSI.

martedì 18 giugno 2013

Milano - La tassazione delle societa’ in Slovenia è tra le piu’ basse in Europa: imposte su reddito 20%. Aliquote IVA normale 20%, ridotta 8,5%. La slovenia si caratterizza per generosi Incentivi fiscali per chi desiderasse effettuare degli investimenti produttivi.

Ad esempio:

1.Detassazione del reddito imponibile pari al 10% degli investimenti in macchinari ed attrezzature;

2.Detassazione per incrementi occupazionali, ovvero le imprese che assumono a tempo indeterminato apprendisti o iscritti alle liste di collocamento possono detassare il 30% dei salari lordi corrisposti nei primi 12 mesi;

3.Incentivi del Fondo europeo di sviluppo regionale. Su base di bandi annuali e mensili del Ministero dell’Economia o del Fondo per le imprese sono disponibili contributi in conto capitale e in conto interesse destinati essenzialmente allo sviluppo tecnologico.

Accordi fiscali e stabile organizzazione

In base agli accordi di tassazione internazionale nei rapporti tra Italia Repubblica di Slovenia vige il  principio della world wide transaction il reddito e’ tassato dove viene prodotto ed in base al trattato contro la doppia imposizione vi sono due assiomi:

- uguale trattamento fiscale per societa’ residenti e stabili organizzazioni

- eliminazione doppia imposizione 

La stabile organizzazione è “sede fissa di affari in cui l’impresa esercita in tutto o in parte la sua attivita’” per esempio: direzione, succursale, ufficio, officina, laboratorio, un cantiere di costruzione o montaggio la cui durata oltrepassa i 6 mesi. Invece sono esempi di non stabile organizzazione il posto di deposito, esposizione o consegna merci appartenenti all’impresa, o di trasformazione da parte di un’altra impresa oppure la sede fissa di affari utilizzata ai soli fini di acquistare merci o raccogliere informazioni.

Da ricordare inoltre che vi sono altri tipi di stabile organizzazione, ad esempio si ha stabile organizzazione quando un soggetto opera in Slovenia:

- con il potere di concludere contratti;

- senza alcun potere ma disponendo in Slovenia di un deposito da cui effettua abitualmente consegne di merci per conto del soggetto italiano;

- producendo o trasformando in Slovenia beni o merci per il soggetto italiano.

Quali sono le piu’ comuni presenze sul territorio estero? Qual' è il loro trattamento fiscale?

• Agente di commercio italiano: non configura stabile organizzazione solamente se non ha poteri di rappresentanza.

• Filiale di vendita – filiale operativa: viene considerata stabile organizzazione in quanto estensione della casa madre.

E' bene sapere però che l'Ufficio di rappresentanza non e’ considerato stabile organizzazione. 

Procedure:

La non stabile organizzazione deve identificarsi ai fini IVA presso l’ufficio delle imposte sloveno. La richiesta va effettuata al Ufficio delle imposte competente per territorio. La documentazione da allegare:

1) Visura camerale italiana recente;

 2) Certificato di attribuzione della p. iva in Italia;

3) Fotocopia del documento di identita’ del legale rappresentante;

4) Traduzione asseverata della documentazione.

La richiesta viene evasa generalmente entro 14 giorni

E ora, alcuni dettagli: Principali obblighi dei titolari di p.iva in Slovenia

Dichiarazione e liquidazione periodica dell’iva slovena (mensile o trimestrale); Tenuta dei registri iva; Per le prestazioni di servizi vige in Slovenia l’aliquota ordinaria del 20%;

Obblighi della stabile organizzazione

Tenuta di tutti i libri contabili;

Espletare tutti gli obblighi fiscali previsti dalla legislazione slovena;

Il reddito prodotto dall’unita’ locale deve essere dichiarato in Slovenia;

Il reddito prodotto dall’unita’ locale slovena viene poi trasferito nel bilancio della casa madre in Italia dove l’imposta pagata in Slovenia viene considerata pagata a titolo definitivo.

Le forme piu’ comuni di insediamento d’impresa e la loro tassazione

Imprenditori individuali

Imposizione fortemente progressiva in base a scaglioni (16%, 27% e 41%)

Contributi previdenziali mensili

Societa’ di capitali

Flat tax – aliquota unica del 20%;

L’effettivo risparmio a parita’ di reddito imponibile e’ di circa il 13%. L’imprenditore italiano insediato in Slovenia vede aumentare il proprio utile dopo le imposte di circa il 13%. Considerando che in Slovenia non vi sono gli Studi di settore, e la deducibilita’ dei costi e’ maggiore, la convenienza potrebbe sfiorare il 20%. Per la forte progressivita’ dell’imposta e per i contributi mensili obbligatori ai fini previdenziali e’ sconsigliata la forma di impresa individuale

COSTITUZIONE DI UNA SRL IN SLOVENIA:

I cittadini dei paesi membri dell’UE hanno il diritto di costituire societa’ di capitali. Il capitale minimo previsto in Slovenia per le s.r.l. e’ di 7.500,00 Euro. E’ prevista la costituzione con atto pubblico registrato presso un notaio. L'amministrazione della società e’ per prassi slovena svolta da un amministratore unico denominato direttore. All’atto della costituzione deve essere versato obbligatoriamente il 25% del capitale. Nel caso di costituzione con capitale minimo, questi deve essere interamente versato. La societa’ con soci cittadini o imprese di altri stati membri ha gli stessi obblighi e diritti delle societa’ con soci cittadini o imrese slovene. La societa’ diventa operativa il giorno successivo la firma dell’atto costitutivo.

COMPENSI AMMINISTRATORI

L’amministratore viene trattato in Slovenia come un dipendente della societa’ (ma con un’imposizione fiscale ridotta). Il reddito deve poi essere dichiarato in italia e l’imposta pagata viene trattata dal fisco italiano come un’imposta a titolo definitivo.

Dott. Giacomo Breda

Resp. Internazionalizzazione e fiscalità aziendale

www.sosimprese.info

commercialista@sosimprese.info


APRIRE UNA SOCIETA' IN SLOVENIA E' FACILE, E' LEGALE AL 100% E PRODUCE RISPARMI FISCALI (RISPETTO L'ITALIA) STREPITOSI.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ZAIA ANNUNCIA CHE VUOLE CHE LE TASSE DEI VENETI RESTINO IN REGIONE: ''NOI LABORATORIO DEL FEDERALISMO FISCALE''.

ZAIA ANNUNCIA CHE VUOLE CHE LE TASSE DEI VENETI RESTINO IN REGIONE: ''NOI LABORATORIO DEL
Continua

 
MARONI: RIPRENDIAMO LA LOTTA PER L'INDIPENDENZA DELLA PADANIA! FINO ALLA LIBERTA'

MARONI: RIPRENDIAMO LA LOTTA PER L'INDIPENDENZA DELLA PADANIA! FINO ALLA LIBERTA'


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

DI MAIO: L'EURO NON E' DEMOCRATICO, LEGGE COSTITUZIONALE PER INDIRE

23 marzo - Il Movimento 5 Stelle vuole un'Europa ''piu' democratica''. Lo
Continua

+++ATTACCO TERRORISTICO IN CORSO A LONDRA DAVANTI AL PARLAMENTO+++

22 marzo - LONDRA - La polizia ha sparato ad ''un uomo che impugnava un coltello''
Continua

SCHAEUBLE ''APPREZZA IL LAVORO DI DAIJSSELBLOEM CHE DEVE CONTINUARE

22 marzo - BERLINO - Giusto per fugare ogni dubbio sulla compattezza dei giudizi
Continua

SALVINI:8 MILIARDI L'ANNO ALLA UE PER SENTIRCI DARE DEGLI UBRIACONI

22 marzo - ''Quelle parole sono la rappresentazione migliore di questa Europa di
Continua

GOVERNO VIETA ACCERTAMENTI SULLE ONG COLLUSE CON I TRAFFICANTI

22 marzo - ''Buone notizie per chi e' complice dei trafficanti di esseri umani e
Continua

ERDOGAN: NESSUN EUROPEO POTRA' CAMMINARE AL SICURO PER LE STRADE

22 marzo - ISTANBUL - ''Se l'Europa continua cosi', nessun europeo potra' camminare
Continua

LEGA PROTESTA DAVANTI A MONTECITORIO: UE? NON C'E' NULLA DA

22 marzo - ROMA - Sit in dei deputati della Lega Nord fuori Montecitorio mentre in
Continua

PADOAN SCARICA POP. VICENZA E VENETO BANCA: SARA' LA BCE A DECIDERE

21 marzo - Preparativi di un altro catastrofico bail in in Italia? Sembrerebbe di
Continua

LE FAMIGLIE DI 800 VITTIME DELL'11 SETTEMBRE FANNO CAUSA ALL'ARABIA

21 marzo - NEW YORK - Le famiglie di 800 vittime degli attacchi dell'11 settembre
Continua
6.000 AFRICANI ARRIVATI IN ITALIA IN TRE GIORNI, INVASIONE SENZA PRECEDENTI

6.000 AFRICANI ARRIVATI IN ITALIA IN TRE GIORNI, INVASIONE SENZA

21 marzo - Sono oltre 6.000 i migranti africani prelevati dai gommoni e dai barconi
Continua
Precedenti »