68.263.839
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

QUASI 100 MILIONI TRA POCO SBAFATI DALLA PARTITOCRAZIA COME ''RIMBORSI ELETTORALI'' L'M5S CHIEDE DECRETO PER BLOCCO

martedì 18 giugno 2013

ROMA - Un decreto per sospendere il pagamento dei rimborsi elettorali ai partiti per il 2013, in attesa che il Parlamento si esprima sull'annunciata riforma del finanziamento pubblico ai partiti. Lo chiedono i deputati del Movimento 5 Stelle della commissione Affari costituzionali.

''Il ministero dell'Economia - si legge in una nota - ha gia' stanziato 91 milioni 354 mila 339 euro da corrispondere ai partiti entro il 31 luglio prossimo. Il calendario della Commissione alla Camera prevede che il testo della riforma non sia licenziato per l'Aula prima del 18 luglio. Anche il Senato dovra' svolgere successivamente il proprio esame. Cio' significa che i finanziamenti pubblici del 2013 possono gia' considerarsi accreditati sui conti correnti dei partiti, anche di quelli che nel frattempo sono scomparsi''.

''Il governo e i partiti - osservano i Cinque Stelle - continuano, cosi', a ignorare l'esito del referendum del 1993, nel quale milioni di elettori italiani hanno detto 'no' al finanziamento pubblico alle forze politiche, raggirando l'esito tramite un artificio lessicale che ha trasformato in finti rimborsi quello che e' rimasto un finanziamento vero e proprio''.

I deputati del M5S in commissione Affari costituzionali sottolineano quindi come ''solo la proposta di legge del movimento prevede l'interruzione immediata del finanziamento pubblico, mentre quella del governo la lascia intatta per il 2013. E i partiti, dopo aver gestito fiumi di denaro, possono certamente attendere qualche mese in piu' per prendere per intero anche la tranche del 2013''. (Ansa)


QUASI 100 MILIONI TRA POCO SBAFATI DALLA PARTITOCRAZIA COME ''RIMBORSI ELETTORALI'' L'M5S CHIEDE DECRETO PER BLOCCO




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA TROIKA ASSASSINA SI SPACCA IN DUE: BCE E COMMISSIONE UE VOGLIONO CACCIARE L'FMI. ''NON CAPISCE LE REGOLE DELL'EURO''.

LA TROIKA ASSASSINA SI SPACCA IN DUE: BCE E COMMISSIONE UE VOGLIONO CACCIARE L'FMI. ''NON CAPISCE
Continua

 
EQUITALIA: 40 MILIONI DI EURO DI PERDITE, 8.000 DIPENDENTI E UN CAPO INCAPACE GESTIRE LA SOCIETA'. BEFERA VA LICENZIATO

EQUITALIA: 40 MILIONI DI EURO DI PERDITE, 8.000 DIPENDENTI E UN CAPO INCAPACE GESTIRE LA SOCIETA'.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »