76.626.754
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ANALISI DELLA CRISI ITALIANA / PROPOSTE CONCRETE PER SALVARE IL PAESE (LE FACCIAMO NOI, AL GOVERNO)

sabato 15 giugno 2013

L'Italia sta morendo. Se verranno confermate le scelte suicide di procedere a testa bassa con l'aumento dell'iva e la non abolizione dell'imu sulla prima casa, assisteremo ad un ulteriore aggravarsi della situazione socio economica, col PIL in picchiata libera, la disoccupazione alle stelle e il debito pubblico a livelli record, poichè la nuova mazzata fiscale farà crollare consumi, aziende e quindi entrate fiscali.

Come fare per evitare la distruzione del popolo italiano immolato sull'altare del dio euro, della papessa Merkel e dei gran sacerdoti banchieri?

Serve una svolta radicale e profonda, che ridia fiducia e denaro agli italiani. È possibile tutto questo? Noi riteniamo che con alcune scelte ragionevoli e fattibili, sia possibile. Vediamone qualcuna

La prima e fondamentale è la riconquista della sovranità nazionale e monetaria uscendo dall'euro, dando la possibilità alla banca centrale italiana di stampare moneta a sostegno del debito pubblico.

Poichè per arrivare al traguardo servirebbero due anni, nel frattempo sarebbe necessario dare credibilità allo stato per evitare di essere stritolati dalla speculazione internazionale mediante interventi radicali ma percorribili come:

• Fine del bicameralismo perfetto

• Riduzione da 630 a 159 deputati

• Abolizione del senato e introduzione del senato delle regioni e delle attività produttive; 51 seggi attribuiti alle   regioni e 18 ai rappresentanti delle categorie professionali ed imprenditoriali (69 seggi contro i 315 attuali) con competenza solo su materie e regolamentazioni di carattere federale ed economico.

• Introduzione del costo standard, pari alla media delle due regioni più virtuose, per tutti gli acquisti di beni e servizi della pubblica amministrazione e degli enti locali, senza possibilità di deroghe.

• Commissariamento delle regioni in dissesto finanziario.

• Introduzione del federalismo fiscale con il 75% delle risorse trattenute sul territorio.

• Riforma fiscale con due aliquote: 23 e 33% e possibilità di dedurre tutte le spese sostenute per combattere l'evasione fiscale (modello anglosassone). Questo comporterebbe la tassazione dell’effettiva ricchezza detenuta ed un grande disincentivo all’evasione fiscale (se posso scaricare una spesa, perché non dovrei farmi fare la fattura?)

• Privatizzazione di gran parte dei dipendenti pubblici mediante la costituzione di cooperative tra lavoratori con obbligo di rispetto di parametri di produttività e gare di appalto per l’aggiudicazione dei servizi.

• Zero tasse per 10 anni per tutte le imprese straniere che creino insediamenti produttivi in Italia (modello austriaco, croato, sloveno) ed assumano lavoratori italiani.

• Blocco di tutti i flussi migratori fino al riassorbimento della disoccupazione creatasi con la crisi.

• Modifica della cassa integrazione con la trasformazione in contributo di inoccupazione revocabile qualora il beneficiario rinunci a due posizioni lavorative libere nel raggio di 100km dalla residenza.

• Sistema sanitario in concorrenza con possibilità dei cittadini di scegliere se versare i contributi al sistema pubblico o di aderire a mutue sanitarie.

La maggior parte di questi interventi potrebbero essere attuati in 30 giorni, creando uno shock benefico in grado di far rinascere la nazione. Anche se l’entrata in vigore delle riforme politiche richiedono ovviamente tempi più lunghi, il fatto di promulgarle e dare quindi un chiaro taglio con il passato, avrebbe un effetto psicologico enorme, non solo sugli italiani, ma anche sulla comunità internazionale.

Certo, chiedere al cappone (i politici) di mettere da soli la testa sotto la mannaia appare improbabile, per cui occorre un vasto movimento di opinione pubblica che li costringa ad agire in questa direzione. Questo può essere possibile se le associazioni di categoria professionali ed imprenditoriali, vincendo l'atavico campanilismo, faranno fronte comune contro i politici, costringendoli ad agire. Tuttavia, se ognuno, specie nelle regioni industrializzate del nord, continuerà a procedere in ordine sparso, le possibilità di sopravvivere alla morsa soffocante dell’euro e della Germania saranno praticamente nulle.

I tempi sono stretti, ma possiamo ancora farcela.

Luca Campolongo

Resp. Consulenza e Sviluppo Mercati

www.sosimprese.info

consulenza@sosimprese.info

 


ANALISI DELLA CRISI ITALIANA / PROPOSTE CONCRETE PER SALVARE IL PAESE (LE FACCIAMO NOI, AL GOVERNO)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GUARDATE LA TABELLA E SCOPRITE DA SOLI CHI HA AMMAZZATO DI DEBITI L'ITALIA E COME SI PUO' FARE A SALVARE IL NORD

GUARDATE LA TABELLA E SCOPRITE DA SOLI CHI HA AMMAZZATO DI DEBITI L'ITALIA E COME SI PUO' FARE A
Continua

 
COSA AVEVAMO SCRITTO SOLO 24 ORE FA? CHE IL WEB PULLULA DI IDIOTI. ECCO UNA VICENDA ESEMPLARE VENUTA ALLA LUCE OGGI.

COSA AVEVAMO SCRITTO SOLO 24 ORE FA? CHE IL WEB PULLULA DI IDIOTI. ECCO UNA VICENDA ESEMPLARE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

INSEGNANTI PRECARI ILLUSI E TRADITI DAL GOVERNO CONTE, TUTTO

25 maggio - ''Polpetta avvelenata di Conte a Pd e LeU durante la trattativa sul
Continua

FONTANA:ZERO DECESSI IN LOMBARDIA E' DATO POSITIVO MA NON

25 maggio - MILANO - ''La cosa che mi rasserena e' il numero dei nuovi contagiati
Continua

L'ACQUISTO DI BTP ''ITALIA'' DEDICATI AI RISPARMIATORI PRIVATI HA

19 maggio - Gli ordini del retail per il nuovo BTp Italia hanno superato i 4
Continua

SALVINI: 120 NAZIONI DEL MONDO CHIEDONO SPIEGAZIONI ALLA CINA, E

19 maggio - ''Ci sono 120 paesi al mondo, in tutto il mondo, in tutti i continenti,
Continua

FONTANA: D'ACCORDO CON ZAIA, ABBIAMO DOVUTO FARE DA SOLI CONTRO IL

19 maggio - MILANO - Il governatore lombardo Attilio Fontana, in collegamento su Rai
Continua

IERI VENDUTI 4 MILIARDI DI BTP ''ITALIA'' AI RISPARMIATORI OGGI 1

19 maggio - MILANO - Parte forte anche la seconda giornata di collocamento, sempre
Continua

SALVINI: AVEVO RAGIONE, ALTRO CHE MES, BOOM ACQUISTI DEGLI ITALIANI

18 maggio - Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta la partenza ''a razzo''
Continua

TOTI: LIGURIA NON HA MAI CHIUSO, ADESSO RIAPRIRE I CONFINI

18 maggio - GENOVA - ''La Liguria non ha mai chiuso: i suoi porti hanno sempre
Continua

PERQUISIZIONI IN CORSO DEL ROS DEI CARABINIERI NELLA SEDE ONLUS

15 maggio - FANO - Perquisizioni in corso, da questa mattina, da parte dei
Continua

DIMISSIONI A CATENA AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA: TUTTA GENTE DI

15 maggio - ''Prima le dimissioni di Basentini, capo del Dap, ora quelle di Baldi,
Continua

FONTANA: TEST SIEROLOGICI INUTILI PER SINGOLI, SONO TEST

15 maggio - MILANO. ''I test sierologici sono inutili per cittadini singoli che non
Continua

GOVERNATORE FONTANA: MES? E' PERICOLO ESTREMO, STESSI SOLDI IN

15 maggio - MILANO - ''La vedo come una situazione di estremo pericolo perche' le
Continua

IN GERMANIA IERI 101 MORTI DA COVID 913 NUOVI CONTAGIATI

15 maggio - BERLINO - I casi di coronavirus in Germania sono saliti a 173.152
Continua

IN GERMANIA DIMINUISCONO I MORTI DA COVID MA AUMENTANO I CONTAGI

14 maggio - BERLINO - La Germania registra 89 decessi per Covid-19 nelle ultime 24
Continua

QUESTO E' IL MOMENTO DI FARE LA FLAT TAX PER SALVARE L'ITALIA

14 maggio - ''La proposta di taglio fiscale l'abbiamo messa nelle mani del governo,
Continua

BANKITALIA: L'IMPATTO DEL CORONAVIRUS SULL'ECONOMIA SARA' ENORME

12 maggio - ROMA - ''I dati disponibili sulla fiducia e le aspettative di famiglie e
Continua

RIPRENDONO A CRESCERE I CASI DI COVID IN GERMANIA: DA 357 A 933 IN

12 maggio - BERLINO - Crescono i casi ed i decessi per coronavirus in Germania.
Continua

GERMANIA: SALE ANCORA LEGGERMENTE L'INDICE DI CONTAGIO, ADESSO R0 =

11 maggio - BERLINO - In Germania il tasso di riproduzione del contagio da
Continua

TOTI: LA DISOCCUPAZIONE POTREBBE RADDOPPIARE, ECONOMIA DEVE

11 maggio - GENOVA - ''La produzione industriale e' crollata del 30%. Turismo e
Continua

UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI: DATI ISTAT MOSTRANO UN DISASTRO

11 maggio - Secondo i dati resi noti oggi dall'Istat, la produzione industriale a
Continua
Precedenti »