74.172.282
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ANALISI DELLA CRISI ITALIANA / PROPOSTE CONCRETE PER SALVARE IL PAESE (LE FACCIAMO NOI, AL GOVERNO)

sabato 15 giugno 2013

L'Italia sta morendo. Se verranno confermate le scelte suicide di procedere a testa bassa con l'aumento dell'iva e la non abolizione dell'imu sulla prima casa, assisteremo ad un ulteriore aggravarsi della situazione socio economica, col PIL in picchiata libera, la disoccupazione alle stelle e il debito pubblico a livelli record, poichè la nuova mazzata fiscale farà crollare consumi, aziende e quindi entrate fiscali.

Come fare per evitare la distruzione del popolo italiano immolato sull'altare del dio euro, della papessa Merkel e dei gran sacerdoti banchieri?

Serve una svolta radicale e profonda, che ridia fiducia e denaro agli italiani. È possibile tutto questo? Noi riteniamo che con alcune scelte ragionevoli e fattibili, sia possibile. Vediamone qualcuna

La prima e fondamentale è la riconquista della sovranità nazionale e monetaria uscendo dall'euro, dando la possibilità alla banca centrale italiana di stampare moneta a sostegno del debito pubblico.

Poichè per arrivare al traguardo servirebbero due anni, nel frattempo sarebbe necessario dare credibilità allo stato per evitare di essere stritolati dalla speculazione internazionale mediante interventi radicali ma percorribili come:

• Fine del bicameralismo perfetto

• Riduzione da 630 a 159 deputati

• Abolizione del senato e introduzione del senato delle regioni e delle attività produttive; 51 seggi attribuiti alle   regioni e 18 ai rappresentanti delle categorie professionali ed imprenditoriali (69 seggi contro i 315 attuali) con competenza solo su materie e regolamentazioni di carattere federale ed economico.

• Introduzione del costo standard, pari alla media delle due regioni più virtuose, per tutti gli acquisti di beni e servizi della pubblica amministrazione e degli enti locali, senza possibilità di deroghe.

• Commissariamento delle regioni in dissesto finanziario.

• Introduzione del federalismo fiscale con il 75% delle risorse trattenute sul territorio.

• Riforma fiscale con due aliquote: 23 e 33% e possibilità di dedurre tutte le spese sostenute per combattere l'evasione fiscale (modello anglosassone). Questo comporterebbe la tassazione dell’effettiva ricchezza detenuta ed un grande disincentivo all’evasione fiscale (se posso scaricare una spesa, perché non dovrei farmi fare la fattura?)

• Privatizzazione di gran parte dei dipendenti pubblici mediante la costituzione di cooperative tra lavoratori con obbligo di rispetto di parametri di produttività e gare di appalto per l’aggiudicazione dei servizi.

• Zero tasse per 10 anni per tutte le imprese straniere che creino insediamenti produttivi in Italia (modello austriaco, croato, sloveno) ed assumano lavoratori italiani.

• Blocco di tutti i flussi migratori fino al riassorbimento della disoccupazione creatasi con la crisi.

• Modifica della cassa integrazione con la trasformazione in contributo di inoccupazione revocabile qualora il beneficiario rinunci a due posizioni lavorative libere nel raggio di 100km dalla residenza.

• Sistema sanitario in concorrenza con possibilità dei cittadini di scegliere se versare i contributi al sistema pubblico o di aderire a mutue sanitarie.

La maggior parte di questi interventi potrebbero essere attuati in 30 giorni, creando uno shock benefico in grado di far rinascere la nazione. Anche se l’entrata in vigore delle riforme politiche richiedono ovviamente tempi più lunghi, il fatto di promulgarle e dare quindi un chiaro taglio con il passato, avrebbe un effetto psicologico enorme, non solo sugli italiani, ma anche sulla comunità internazionale.

Certo, chiedere al cappone (i politici) di mettere da soli la testa sotto la mannaia appare improbabile, per cui occorre un vasto movimento di opinione pubblica che li costringa ad agire in questa direzione. Questo può essere possibile se le associazioni di categoria professionali ed imprenditoriali, vincendo l'atavico campanilismo, faranno fronte comune contro i politici, costringendoli ad agire. Tuttavia, se ognuno, specie nelle regioni industrializzate del nord, continuerà a procedere in ordine sparso, le possibilità di sopravvivere alla morsa soffocante dell’euro e della Germania saranno praticamente nulle.

I tempi sono stretti, ma possiamo ancora farcela.

Luca Campolongo

Resp. Consulenza e Sviluppo Mercati

www.sosimprese.info

consulenza@sosimprese.info

 


ANALISI DELLA CRISI ITALIANA / PROPOSTE CONCRETE PER SALVARE IL PAESE (LE FACCIAMO NOI, AL GOVERNO)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GUARDATE LA TABELLA E SCOPRITE DA SOLI CHI HA AMMAZZATO DI DEBITI L'ITALIA E COME SI PUO' FARE A SALVARE IL NORD

GUARDATE LA TABELLA E SCOPRITE DA SOLI CHI HA AMMAZZATO DI DEBITI L'ITALIA E COME SI PUO' FARE A
Continua

 
COSA AVEVAMO SCRITTO SOLO 24 ORE FA? CHE IL WEB PULLULA DI IDIOTI. ECCO UNA VICENDA ESEMPLARE VENUTA ALLA LUCE OGGI.

COSA AVEVAMO SCRITTO SOLO 24 ORE FA? CHE IL WEB PULLULA DI IDIOTI. ECCO UNA VICENDA ESEMPLARE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA RUSSIA PREPARA UN PIANO PER RIDURRE DANNI DA BLOCCO FORNITURE

18 febbraio - MOSCA - La Russia sta preparando un piano d'azione per ridurre al minimo
Continua

ANCHE CHANEL CANCELLA LE SFILATE DEL PROSSIMO 21 MAGGIO A PECHINO

18 febbraio - Il CORONAVIRUS non risparmia l'industria della moda. Oltre a Prada, che
Continua

CORONAVIRUS: PRADA RINVIA A DATA DA DESTINARSI LE SFILATE IN

18 febbraio - Anche Prada, dopo la rinuncia di Chanel Metiers d'Art a sfilare a
Continua

GRANDI DIFFICOLTA' PER LE IMPRESE STRANIERE IN CINA: IMPIANTI FERMI

18 febbraio - PECHINO - Le imprese straniere stanno avendo grandi difficolta' nel far
Continua

STUDIO USA: 5.000.000 DI AZIENDE A RISCHIO NEL MONDO PER COLPA DEL

18 febbraio - Il coronavirus potrebbe avere un impatto sull'economia globale e
Continua

SALONE INTERNAZIONALE DELL'AUTO DI PECHINO RINVIATO A DATA DA

18 febbraio - PECHINO - Anche il Beijing auto show, il piu' grande evento dell'anno
Continua

INDICE ZEW PRECIPITA: LA GERMANIA VEDE NERISSIMO, CROLLO GLOBALE

18 febbraio - Brusco calo a febbraio dell'indice Zew, che è l'indice di fiducia delle
Continua

MEGA BOOM DELL'OCCUPAZIONE IN GRAN BRETAGNA GRAZIE ALLA BREXIT

18 febbraio - LONDRA - L'economia britannica ha creato posti di lavoro a un ritmo
Continua

542 MALATI DI CORONAVIRUS SULLA NAVE DA CROCIERA DIAMOND PRINCESS

18 febbraio - Altre 88 persone a bordo della nave da crociera Diamond Princess,
Continua

BENETTON PROVANO A VENDERE AUTOSTRADE PER L'ITALIA (CAUSE

17 febbraio - ''Fonti ben informate e vicine al dossier confermano che la famiglia
Continua

SECONDO IL PD, LA MAGGIORANZA VA ''STABILIZZATA'' ALLARGANDOLA

17 febbraio - ''Il ragionamento di Bettini, alias Zingaretti, secondo cui la
Continua

CINA: GOVERNO DECIDE CHE TUTTI I PEDAGGI NELL'INTERA RETE VIARIA

17 febbraio - PECHINO - Il governo cinese deve essersi reso conto che l'epidemia di
Continua

UN ITALIANO MALATO TRA I PASSEGGERI EVACUATI DALLA DIAMOND PRINCESS

17 febbraio - Un italiano che si trovava a bordo della Diamond Princess, la nave
Continua

EPIDEMIA CORONAVIRUS DILAGA SULLA NAVE DIAMOND PRINCESS: 454 MALATI

17 febbraio - TOKYO - I test hanno accertato altri 99 contagiati sulla nave da
Continua

SALVINI: VOGLIONO CANCELLARE I DECRETI SICUREZZA. PAZZESCO.

17 febbraio - ''Pazzesco. Con tutti i problemi che ci sono in Italia qual e' la loro
Continua

BMW CHIUDE TRE FABBRICHE IN CINA PER COLPA DEL CORONAVIRUS

30 gennaio - Bmw sta chiudendo tre delle sue fabbriche nella città cinese di
Continua

GERMANIA: IMPENNATA CLAMOROSA DELLA DISOCCUPAZIONE: +200.000 A

30 gennaio - Il numero di disoccupati in Germania è aumentato di quasi 200.000 a
Continua

ANCHE EGYPT AIR BLOCCA TUTTI I VOLI DA E PER LA CINA DAL 1°

30 gennaio - IL CAIRO - La compagnia di bandiera egiziana EGYPT Air ha annunciato la
Continua

ANCHE AIR FRANCE FERMA I VOLI DA E PER LA CINA

30 gennaio - PARIGI - Dopo British Airways e Lufthansa, anche la compagnia di
Continua

AGGIORNAMENTO DALLA CINA: 7.711 MALATI CORONAVIRUS, 170 MORTI 1.370

30 gennaio - I contagi da coronavirus sono 7.711 e si registrano 1.370 casi in
Continua
Precedenti »