63.322.430
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA PERMISSIVA OLANDA DICE BASTA ALL'IMMIGRAZIONE ISLAMICA! E VOGLIONO DICHIARARE ILLEGALE LA LEGGE ISLAMICA!

venerdì 7 giugno 2013

L’Olanda, tra i paesi del nord Europa, è sicuramente quello che ha fatto più concessioni alle comunità islamiche; talmente ne ha fatte che tali comunità oggi rischiano di diventare piuttosto influenti nella politica olandese, visto che si sono organizzate in partiti che regolarmente partecipano alle elezioni, mentre i flussi migratori islamici diventano sempre più importanti.

Tuttavia, il paese dei mulini a vento è ancora in mano agli olandesi, i quali, a quanto pare, si sono resi conto della situazione. Da un sondaggio commissionato al prestigioso istituto De Hond e pubblicato dal popolarissimo De Telegraaf si apprende che la maggioranza degli olandesi di tutte le tendenze politiche si dimostra spaventata e stanca dei flussi islamici, e chiede un deciso stop non solo al loro arrivo, ma anche alla politica di continue concessioni. Non solo. Secondo il sondaggio, gli olandesi sarebbero addirittura favorevoli a far dichiarare illegale la sharia islamica.

Insomma, una vera e propria inversione di tendenza rispetto alle politiche di “apertura” a oltranza di cui l’Olanda si è resa protagonista negli ultimi decenni, fungendo (addirittura) da modello per tutta l’Europa “multiculturale”, e che l’ha vista in prima fila nel riconoscere norme e usi islamici, troppo spesso in contrasto con la cultura occidentale e addirittura con i principi fondamentali che stanno alla base dei sistemi liberali e democratici. A quanto pare, però, ora gli olandesi sembrano averci ripensato: l’integrazione multiculturale non c’è mai stata e oggi l’Olanda corre gravi rischi. Per questo sembra essere necessario dire basta.

Redazione Milano


LA PERMISSIVA OLANDA DICE BASTA ALL'IMMIGRAZIONE ISLAMICA! E VOGLIONO DICHIARARE ILLEGALE LA LEGGE ISLAMICA!




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SONDAGGI POLITICI / PDL SEMPRE IN TESTA, PS IN CALO (MA SEMPRE 2°) M5S IN CRESCITA (3°) MALE LA LEGA  (PERDE LO 0,4%)

SONDAGGI POLITICI / PDL SEMPRE IN TESTA, PS IN CALO (MA SEMPRE 2°) M5S IN CRESCITA (3°) MALE LA
Continua

 
IL RUGGITO DI ZAIA (A CONFINDUSTRIA): PRIMA GLI IMMIGRATI? NO! PRIMA I VENETI E POI IL RESTO DEL MONDO!

IL RUGGITO DI ZAIA (A CONFINDUSTRIA): PRIMA GLI IMMIGRATI? NO! PRIMA I VENETI E POI IL RESTO DEL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

L'UNGHERIA SI RIBELLA E RIGETTA LA CONDANNA UE: ACCUSE INGIUSTE E

18 settembre - BUDAPEST - L'Ungheria si ribella all'aggressione Ue. Il Parlamento
Continua

LE MONDE SI ACCORGE CHE MARINE LE PEN POTREBBE VINCERE LE ELEZIONI

18 settembre - Sottovalutare il peso politico della presidente del Rassemblement
Continua

SALVINI: EFFICACE PRIMO UTILIZZO DEL TASER. COMPLIMENTI ALLE FORZE

18 settembre - Primo utilizzo del Taser. È successo ieri sera a Reggio Emilia, quando
Continua

VERTICE DI SALISBURGO SUI MIGRANTI SARA' L'ENNESIMO BUCO NELL'ACQUA

18 settembre - BRUXELLES - Al vertice di Salisburgo il premier Giuseppe Conte
Continua

MASTURBARSI IN PUBBLICO NON E' PIU' REATO, LO DECISE IL GOVERNO PD

18 settembre - ''Masturbarsi in pubblico non e' piu' reato, come deciso dal governo di
Continua

ESPULSO MAROCCHINO CHE INNEGGIA ALLE STRAGI ISLAMICHE IN SPAGNA

17 settembre - Un marocchino di 32 anni e' stato espulso per motivi di sicurezza dello
Continua

MINISTRO TRIA: IL PROCESSO DI DISGREGAZIONE DELLA UE NON VIENE

17 settembre - ''Il processo di disgregazione europea non viene dall'Italia ma dal
Continua

WEIDMANN: BENE SALVATAGGIO STATALE DELLE BANCHE TEDESCHE (VIETATO

17 settembre - ''La crisi finanziaria e' stata anche una crisi tedesca'' nella quale
Continua

RITORNA LA NAVE ONG ''AQUARIUS'' (CAMBIATO NOME E BANDIERA): VETO

17 settembre - ''La nave Ong Aquarius 2 questa mattina in navigazione a Sud della
Continua

TAJANI: NESSUN ACCORDO SUI NOMI RAI NELL'INCONTRO

17 settembre - ''Non si e' parlato di Rai, non c'e' nessuno accordo sui nomi. A noi
Continua
Precedenti »