67.741.182
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PAGARONO SICARI IN BRASILE PER UCCIDERLO E INCASSARE L'ASSICURAZIONE: SVELATO IL DIABOLICO PIANO DI TRE BERGAMASCHI

giovedì 6 giugno 2013

Bergamo - Tre persone sono state arrestate all'alba come mandanti di un omicidio: avrebbero fatto un uccidere un imprenditore italiano in Brasile per riscuotere l'assicurazione. I carabinieri della Compagnia di Bergamo stanno dando esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare, di cui 2 in carcere e una ai domiciliari, nei confronti di altrettanti imprenditori e commercianti bergamaschi del settore immobiliare, accusati di omicidio premeditato in concorso. Le indagini, concluse ad aprile, hanno permesso di far luce sull'omicidio di Roberto Puppo, 42 anni, di Levate, avvenuto il 24 novembre 2010 a Maceio' (Brasile) con 4 colpi di pistola, e per il quale la polizia del luogo alcuni giorni dopo aveva arrestato quattro brasiliani considerati i materiali esecutori.

Le investigazioni della polizia brasiliana avevano da subito fatto emergere che non ci si trovava di fronte a un omicidio d'impeto o a scopo di rapina, ma che vi fosse un mandante dall'Italia. I carabinieri hanno accertato che i tre bergamaschi, conoscenti della vittima, per far fronte a un cattivo investimento che aveva provocato loro una perdita di circa 200.000 euro, avevano prima convinto la vittima a stipulare cinque polizze assicurative "puro rischio morte" per un valore complessivo di 1.150.000 euro, indicando come beneficiari loro stessi o soggetti a loro riconducibili. Poi, visto che l'uomo aveva problemi economici, l'avevano indotto ad andare in Brasile, assicurandogli che li' avrebbe trovato un lavoro molto remunerativo. Nel frattempo i tre avrebbero organizzato l'omicidio con dei sicari del luogo, tra cui un minore e una donna.

Redazione Milano


PAGARONO SICARI IN BRASILE PER UCCIDERLO E INCASSARE L'ASSICURAZIONE: SVELATO IL DIABOLICO PIANO DI TRE BERGAMASCHI




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA SVOLTA / NASCE IN PARLAMENTO L'ASSE POLITICO LEGA-M5S (PER ORA SULLA GIUSTIZIA MA DA COSA NASCE COSA)

LA SVOLTA / NASCE IN PARLAMENTO L'ASSE POLITICO LEGA-M5S (PER ORA SULLA GIUSTIZIA MA DA COSA NASCE
Continua

 
BANDA DI MAROCCHINI & ITALIANI SPEDIVA AUTO IN NORD AFRICA SIMULANDONE I FURTI IN ITALIA

BANDA DI MAROCCHINI & ITALIANI SPEDIVA AUTO IN NORD AFRICA SIMULANDONE I FURTI IN ITALIA


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »