44.320.209
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA GRANDE BUGIA DEL DEBITO PUBBLICO ''IN MANO AI MERCATI'' SENZA I QUALI L'ITALIA FALLIREBBE. (E' IGNORANZA O MALAFEDE)

domenica 2 giugno 2013

Una delle ragioni, se non la principale ragione che sembrerebbe contraria, avversa, all'uscita dell'italia dall'euro riguarderebbe il debito pubblico. Con toni il più delle volte di scherno e commiserazione, chi si oppone domanda: già, e se molliamo l'euro, chi comprerà il debito pubblico italiano? L'italia si regge sulla "finanza internazionale che compra Btp, Bot e titoli di Stato italiani in genere" dicono costoro, allarmati. 

Questo porta a dire agli estimatori dell'euro che uscirne sarebbe un disastro, perchè "i mercati" aggredirebbero con la speculazione il debito pubblico italiano, dato che lo "finanziano" mettendo in ginocchio (molto più di quanto lo sia già ora, sottolineano) l'economia, la finanza, lo Stato.

Ebbene, è una balla clamorosa, detta o per ignoranza o peggio, per malafede.

Infatti, dati alla mano, il debito pubblico italiano detenuto da investitori esteri è qualcosa meno del 35% del totale dei titoli di Stato italiani in circolazione. Tutti inclusi.

In soldoni, poichè il debito pubblico oggi ha raggiunto i 2050 miliardi di euro, stiamo parlando di poco più di 700 miliardi di euro in totale. Meno di quanto spenda lo Stato ogni anno per mantenere in piedi il carrozzone della spesa pubblica.

Un piano di ammortamento decennale, meno della durata media di un qualsiasi mutuo immobiliare in Europa, congelando questo debito (cioè impedendo che sia aumentato da speculatori esteri) porterebbe a una spesa di circa 35 miliardi di euro l'anno per rifonderlo e buonanotte. Fine dell'eggressione finanziaria speculativa. 

Il Giappone ha un debito pubblico che è il 280% del Pil. Il Giappone non ha materie prime, sempre che non si voglia considerare il sushi una materia prima, il Giappone per la sua posizione nel globo ha enormi difficoltà logistiche (ed evitiamo di parlare dei terremoti, poveretti) eppure il Giappone è da annoverare tra le prime cinque economie del mondo. Ma il Giappone può stampare moneta, e i Giapponesi comprano (banche incluse) il loro debito pubblico, così rimane tutto interno e può espandersi. Come in effetti accade. 

Quindi, senza tirare in ballo stupidamente "scenari argentini" l'italia può salvarsi dal baratro dell'euro facilmente. E' solo uan scelta politica, non economica. Anzi, economicamente parlando nell'euro neppure si doveva entrare.

max parisi

 


LA GRANDE BUGIA DEL DEBITO PUBBLICO ''IN MANO AI MERCATI'' SENZA I QUALI L'ITALIA FALLIREBBE. (E' IGNORANZA  O MALAFEDE)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MARONI, ABBIAMO UN PROBLEMA (INDUSTRIALE): LA ANSALDO BREDA E' IN UN TRENO DI GUAI. LA REGIONE DOVREBBE INTERVENIRE.

MARONI, ABBIAMO UN PROBLEMA (INDUSTRIALE): LA ANSALDO BREDA E' IN UN TRENO DI GUAI. LA REGIONE
Continua

 
C'E' UN KILLER TRA GLI SCAFFALI DI MEDICINALI IN FARMACIA: SI CHIAMA AULIN (PIU' 35 FARMACI CON NIMESULIDE, VEDI ELENCO)

C'E' UN KILLER TRA GLI SCAFFALI DI MEDICINALI IN FARMACIA: SI CHIAMA AULIN (PIU' 35 FARMACI CON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!