45.187.502
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

NOTIZIE MITOLOGICHE / PRONTA LA LEGGE (DEL GOVERNO LETTA) PER L'ASSUNZIONE DI IMPIEGATI PUBBLICI EXTRACOMUNITARI.

venerdì 31 maggio 2013

Si chiama “Disegno di Legge Europea 2013” e prevede una novità: la possibilità che gli immigrati con regolare permesso di soggiorno e coloro i quali vantassero lo status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria, possano accedere agli impieghi presso la pubblica amministrazione, tranne la magistratura e le forze militari (per le quali è ancora necessaria la cittadinanza italiana). Conseguentemente, gli immigrati, in base a questa legge, potranno essere assunti dalle Pubbliche Amministrazioni, secondo le attuali norme vigenti in materia: o tramite concorso, per le mansioni superiori, ovvero tramite (possibile) chiamata diretta per quelle inferiori (che richiedono la licenza media).

La norma, prevista per scongiurare i soliti procedimenti europei di infrazione contro il nostro paese, andrà a modificare l’art. 38 del D.LGS 165 del 2001 (sul pubblico impiego) che permette, almeno fino a ora, solo ai cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea di accedere ai posti di lavoro pubblico: "I cittadini degli Stati membri dell’Unione europea possono accedere ai posti di lavoro presso le amministrazioni pubbliche che non implicano esercizio diretto o indiretto di pubblici poteri, ovvero non attengono alla tutela dell’interesse nazionale".

La nuova legge, dunque, aprirebbe il pubblico impiego agli immigrati con regolare permesso di soggiorno, ai rifugiati politici e a chi è dotato dello status di protezione sussidiaria, oltreché ai famigliari del cittadino di uno degli Stati membri che non abbiano comunque la cittadinanza in uno Stato membro (i quali però siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente), e sempre che il pubblico impiego non implichi direttamente e/o indirettamente l’esercizio di pubblici poteri (a rigor di logica dunque dovrebbero essere esclusi per esempio i cancellieri degli uffici giudiziari, gli ufficiali giudiziari, i segretari comunali e così via).

Mi chiedo sinceramente come sarà mai possibile, a questo punto, che un immigrato regolare che diventi dipendente pubblico poi non possa esercitare il diritto di elettorato attivo e passivo. E non solo. In questo periodo di grave e profonda crisi economica, il settore pubblico per molti cittadini italiani è una delle poche (e tristi) occasioni per ottenere un lavoro relativamente stabile: ora però dovranno subire anche qui la concorrenza degli immigrati, i quali, presumibilmente, potranno diventare pubblici dipendenti anche se non conoscono bene l’italiano né la storia italiana, né si sentono realmente parte della nostra cultura. Basterà solo la carta di soggiorno.

Fonte notizia: Critica Libera. 

Redazione Milano.


NOTIZIE MITOLOGICHE / PRONTA LA LEGGE (DEL GOVERNO LETTA) PER L'ASSUNZIONE DI IMPIEGATI PUBBLICI EXTRACOMUNITARI.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BANKITALIA: CI SONO BANCHE VICINE AL COLLASSO, L'ECONOMIA VA A ROTOLI E SOLDI PUBBLICI NON CE NE SONO PIU' (DA SPENDERE)

BANKITALIA: CI SONO BANCHE VICINE AL COLLASSO, L'ECONOMIA VA A ROTOLI E SOLDI PUBBLICI NON CE NE
Continua

 
GIULIANO AMATO - 15 ANNI DOPO DI QUANDO AVREBBE DOVUTO - SPIEGA CHE L'EURO E' UN DISASTRO E  NON AVREBBE MAI FUNZIONATO.

GIULIANO AMATO - 15 ANNI DOPO DI QUANDO AVREBBE DOVUTO - SPIEGA CHE L'EURO E' UN DISASTRO E NON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!