42.274.164
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA PROVINCIA CON PIU' FALLIMENTI D'ITALIA? PORDENONE.

Pordenone 9 aprile 2013  - A dichiararlo, è l'Osservatorio di Cerved Group: la provincia di Pordenone - dati delle Camere di Commercio alla mano - è quella con la più alta percentuale di aziende attive che dichiarano fallimento e chiudono i battenti. Si tratta di quasi il 6% delle società di capitale presenti sul territorio. il 6% di circa quattromila aziende dà un totale impressionante: 240 che tardotte in forza lavoro equivalgono a non meno di diecimila posti di lavoro persi e un capitale distrutto prossimo ai 300 milioni di euro. Se bastano. Nessun'altra provincia italiana ha fatto peggio. 

Il comparto produttivo del Pordenonese è caratterizzato - forse meglio scrivere era - da una radicata compagine manifatturiera al servizio di grandi aziende di livello nazionale. I settori interessati sono quelli del mobile, dell'arredo in generale, dell'edilizia, della componentistica di qualità sotto il profilo tecnologico. E sono proprio queste aziende che hanno dichiarato fallimento nella maggior percentuale. Si contano aziende fallite di elettordomestici, di coltelleria, di mobili di qualità, soprattutto a Livenza.

E ora, qualche dato: le aziende fallite che rano iscritte alla Camera di Commercio di Pordenone sono state poco più di 30 nel 2007, ma già nel 2008 si passa a 80 che nel 2009 diventano 93 e addirittura 105 nel 2010. Nel 2011 qualcuna meno, 88 e in fine 82 nel 2012. Una strage mai vista in questa che una volta era una delle più ricche e produttive province del Nord. 

Non è finita qui. A rendere tutto più complicato, volendo pensare a futura ripresa, ci si mettono gli Stati confinanti: Carinzia e Slovenia. In entrambi, le tasse per le imprese sono del 50% inferiori di quelle italiane, il costo del lavoro il 40-60% più basso, le pratiche amministrative molto più veloci. Per non dire del costo dell'energia: mediamente, il 30% in meno che in italia. Altro che ripresa, con questa concorrenza l'unico effetto probabile sarà la continuazione della desertificazione industriale e produttiva. In una sola parola: il declino.


LA PROVINCIA CON PIU' FALLIMENTI D'ITALIA? PORDENONE.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ITALIA NO / L'ACCUSA DI LEONARDO DEL VECCHIO

ITALIA NO / L'ACCUSA DI LEONARDO DEL VECCHIO

 
DEBITI NON PAGATI, BANCHE IN SOFFERENZA, ECONOMIA IN COMA. ECCO I DATI DI BANKITALIA

DEBITI NON PAGATI, BANCHE IN SOFFERENZA, ECONOMIA IN COMA. ECCO I DATI DI BANKITALIA


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »