49.875.621
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA PROVINCIA CON PIU' FALLIMENTI D'ITALIA? PORDENONE.

Pordenone 9 aprile 2013  - A dichiararlo, è l'Osservatorio di Cerved Group: la provincia di Pordenone - dati delle Camere di Commercio alla mano - è quella con la più alta percentuale di aziende attive che dichiarano fallimento e chiudono i battenti. Si tratta di quasi il 6% delle società di capitale presenti sul territorio. il 6% di circa quattromila aziende dà un totale impressionante: 240 che tardotte in forza lavoro equivalgono a non meno di diecimila posti di lavoro persi e un capitale distrutto prossimo ai 300 milioni di euro. Se bastano. Nessun'altra provincia italiana ha fatto peggio. 

Il comparto produttivo del Pordenonese è caratterizzato - forse meglio scrivere era - da una radicata compagine manifatturiera al servizio di grandi aziende di livello nazionale. I settori interessati sono quelli del mobile, dell'arredo in generale, dell'edilizia, della componentistica di qualità sotto il profilo tecnologico. E sono proprio queste aziende che hanno dichiarato fallimento nella maggior percentuale. Si contano aziende fallite di elettordomestici, di coltelleria, di mobili di qualità, soprattutto a Livenza.

E ora, qualche dato: le aziende fallite che rano iscritte alla Camera di Commercio di Pordenone sono state poco più di 30 nel 2007, ma già nel 2008 si passa a 80 che nel 2009 diventano 93 e addirittura 105 nel 2010. Nel 2011 qualcuna meno, 88 e in fine 82 nel 2012. Una strage mai vista in questa che una volta era una delle più ricche e produttive province del Nord. 

Non è finita qui. A rendere tutto più complicato, volendo pensare a futura ripresa, ci si mettono gli Stati confinanti: Carinzia e Slovenia. In entrambi, le tasse per le imprese sono del 50% inferiori di quelle italiane, il costo del lavoro il 40-60% più basso, le pratiche amministrative molto più veloci. Per non dire del costo dell'energia: mediamente, il 30% in meno che in italia. Altro che ripresa, con questa concorrenza l'unico effetto probabile sarà la continuazione della desertificazione industriale e produttiva. In una sola parola: il declino.


LA PROVINCIA CON PIU' FALLIMENTI D'ITALIA? PORDENONE.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ITALIA NO / L'ACCUSA DI LEONARDO DEL VECCHIO

ITALIA NO / L'ACCUSA DI LEONARDO DEL VECCHIO

 
DEBITI NON PAGATI, BANCHE IN SOFFERENZA, ECONOMIA IN COMA. ECCO I DATI DI BANKITALIA

DEBITI NON PAGATI, BANCHE IN SOFFERENZA, ECONOMIA IN COMA. ECCO I DATI DI BANKITALIA


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ROMA CON L'ACQUA RAZIONATA E' UNA CAPITALE DA PAESE DEL TERZO MONDO

24 luglio - ''La Raggi e Zingaretti se ne vadano, altrimenti sia il Governo a
Continua

CALDEROLI: CHAPEAU A MACRON! A NOI GLI IMMIGRATI ALLA FRANCIA IL

24 luglio - ''Chapeau a Macron! Nel giro di un paio di mesi il presidente francese
Continua

SVIZZERA:ARMATO DI MOTOSEGA FERISCE CINQUE PERSONE DENTRO UN

24 luglio - Cinque persone ferite, due delle quali in modo grave: questo il primo
Continua

IN ALASKA E' MORTO A 20 ANNI D'ETA' UN GATTO. DOV'E' LA NOTIZIA?

24 luglio - TELKEETNA - ALASKA - Il sindaco onorario di Talkeetna, piccola cittadina
Continua

PERFINO ELSA FORNERO SBUGIARDA BOERI: ''I MIGRANTI NON RISOLVONO I

24 luglio - ''È vero che i migranti danno un contributo positivo ai conti del
Continua

SALVINI: DALLA PARTE DELL'AGENTE SOSPESO CHE HA CRITICATO LA

22 luglio - ROMA - ''Io sto con questo poliziotto! Altro che sospensione, merita in
Continua

SALVINI: BERLUSCONI GUARDI BENE CHI IMBARCA, AD ESEMPIO FLAVIO TOSI

21 luglio - ''I movimenti poco prima delle elezioni sono sempre un po’ sospetti''.
Continua

FORTE TERREMOTO A KOS, ISOLA GRECA VICINO ALLA TIRCHIA: 2 MORTI E

21 luglio - Un forte terremoto ha colpito questa notte l'isola greca di Kos, nel
Continua

LA POLONIA RESISTE ALL'AGGRESSIONE DELLA UE: APPROVA RIFORMA DELLA

20 luglio - VARSAVIA - Il Parlamento polacco ha approvato poco fa la riforma della
Continua

MACRON HA DECISO DI TAGLIARE I FONDI ALLE ORGANIZZAZIONI IN DIFESA

20 luglio - PARIGI - Sembra esser confermato in Francia l'allarme lanciato dalle
Continua
Precedenti »