73.737.799
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

EUROZONA IN GINOCCHIO NEL 2020, DECOLLA CON LA BREXIT IL REGNO UNITO, MOLTO BENE GLI USA, GOVERNICCHIO CONTE S'AFFLOSCIA

giovedì 2 gennaio 2020

Il dodici dicembre 2019 - archiviato molto in fretta dalla solita stampa serva ue italiana -  sarà festeggiato negli anni a venire come il giorno del trionfo della democrazia sulle elites mondialiste che considerano la volontà popolare come un fastidio da cancellare sotto il tacco della propria arroganza. Il popolo inglese, dando una schiacciante maggioranza ai conservatori, ma soprattutto al loro leader Boris Johnson, ha ribadito in modo definitivo la sua volontà di sganciarsi dalla cortina di ferro della ue e del suo progetto egemonico germanico.

Esattamente come nei due conflitti mondiali, in questo terzo combattuto con le armi economiche anziché con quelle fisiche, il popolo di Sua Maestà Elisabetta II ha dimostrato di non piegare la schiena ai diktat di nessuno, mostrando che il re è nudo, che il popolo può far valere la sua volontà nonostante tutti i giochetti di palazzo. Questo messaggio dovrebbe arrivare bello forte al camalecontico governo italiano ed in particolare al suo capetto, sempre pronto, al contrario degli inglesi, a piegarsi a 90 gradi ai voleri teutonici.

La Brexit potrebbe rappresentare ciò che ha rappresentato il crollo del muro di Berlino per il blocco sovietico: l’inizio della fine. Johnson ha dimostrato che gli oligarchi ue, asserragliati nei loro palazzi, nulla possono contro un popolo compatto e motivato e l’economia farà il resto.

Già, perché la tanto decantata unione europea e la zona euro ancor di più, puzzano di morte e decomposizione: le stime di crescita del pil della zona euro per il 2020 parlano di un misero e miserabile +1,1% (stima Osce). Nulla rispetto a quanto previsto per il Regno Unito: 1,6% (le prudenziali stime della BoE, che normalmente vengono viste al rialzo in corso d’anno) e degli USA con il loro 2%. Praticamente il resto del mondo economico che conta corre quasi al doppio della ue e dei suoi oligarchi, che al pari di Hitler rinchiuso nel suo bunker, pensano di essere il centro dell’universo ed invece sono solo “IL” problema planetario in termini di crescita e benessere.

E chi dobbiamo ringraziare, in particolare, se il vecchio continente è ridotto ad un cumulo di macerie economiche secondo, forse, solo a quello che fu l’impero sovietico a fine degli anni Ottanta? Due stati: la Germania e la sua vassalla Francia che ha sistematicamente appoggiato le mire crucche (sempre bene ricordare che le ultime SS a difendere Hitler erano francesi e non tedesche).

Interessanti, al riguardo, le considerazioni dell’esperto di geopolitica Tom Luongo: “il progetto dell’euro, come moneta, venne guidato dagli industriali tedeschi che puntavano ai vantaggi che avrebbe portato loro una moneta unica... Pensare che questo meccanismo non fosse noto a chi ha progettato l’euro è totalmente da ingenui... La Germania estrae ricchezza e accumula rendite grazie all’arbitraggio sul tasso di cambio... Sentirlo potrà irritare i miei lettori tedeschi ma, ancora una volta, se pensate che questo non fosse il piano fin dall’inizio, ossia colonizzare paesi come la Grecia, che non si riuscì a conquistare militarmente durante la Seconda Guerra Mondiale, allora non riuscite a capire perché il resto d’Europa si sta arrabbiando... Ma la Germania non ha mai abbandonato la sua mentalità mercantilista, preferendo vendere BMW e Porsche agli spagnoli e ai greci, mentre prestava loro i soldi necessari a tassi di interesse calmierati... Poi, quando è arrivato il conto, la Germania ha chiesto loro l’austerità per ripagarlo e nel frattempo ha dato loro dei fannulloni... Ecco perché oggi la Germania è il centro marcio di un presunto impero europeo che cade a pezzi. Ed ecco perché tutti, inclusi i tedeschi, verranno ora impoveriti mentre la montagna di debito impossibile da ripagare collassa...Gli imperi crollano sempre dall’interno.”

Parole che su questo quotidiano sono risuonate più e più volte nel corso degli anni, spesso tra le risatine dei leuropeisti d’accatto e degli euroinomani più incalliti, ma che sono solo frutto di analisi e buon senso.

Il progetto tedesco di conquistare il continente europeo con la complicità francese, non più su base militare, ma su base economica, sta miseramente fallendo e buon senso vorrebbe che ci si fermasse e si smantellasse in modo ordinato la zona euro e la mostruosa costruzione antidemocratica chiamata ue (basti pensare allo scandalo del nutriscore che considera sano il pollo fritto confezionato e fortemente nocivo il nostro grana padano), ed invece gli oligarchi puntano a ratificare il mes per salvare le banche tedesche (a partire da Deutsche Bank) con i soldi di tutti i cittadini europei ed italiani in particolare, nell’ultimo folle, disperato tentativo di salvare sé stessi e la Germania.

La storia dovrebbe insegnare a non ripetere gli stessi errori, ma dalle parti di berlino, parigi e bruxelles, a quanto pare, i manuali di storia non vengono particolarmente letti. Ciò non rappresenta un problema: la Storia, quella con la “S” maiuscola, si prenderà la briga di ricacciare il popolo dal puntale piantato in testa, assieme ai suoi vari lacché, nel posto che gli compete. E questa volta, si spera, per sempre.

L’Eretico

Fonti

http://vocidallestero.it/2019/12/06/la-germania-e-il-cuore-marcio-delleuropa/

https://www.bankofengland.co.uk/monetary-policy-report/2019/november-2019/the-economic-outlook

https://it.finance.yahoo.com/notizie/usa-fed-lascia-invariate-stime-pil-2019-al-204146221.html?guccounter=1&guce_referrer=aHR0cHM6Ly93d3cuZ29vZ2xlLml0Lw&guce_referrer_sig=AQAAABG_9S-VBO1KW27GxWo0IwW6Hkm-PGSiUf7mxnmMa_01DdXLhSRpVcy4dN65wD_18pztsMb2j1S_UyECLiSPIOetdwbk7b5XKdhNn0K8Zo7-5QsdtyYE8xrvXGKrJOKg1ZwR4zJU4RM_OaNRE6zXZZteknH17MC_2C1bVi8CNkQX

https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/it/IP_19_6215

https://www.panorama.it/economia/deutsche-bank-crisi-banca-germania/

 


EUROZONA IN GINOCCHIO NEL 2020, DECOLLA CON LA BREXIT IL REGNO UNITO, MOLTO BENE GLI USA, GOVERNICCHIO CONTE S'AFFLOSCIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

EUROZONA   CRISI   GRAN   BRETAGNA   BORiS   JOHNSON   USA   TRUMP   GERMANIA   FRANCIA   PIL   ITALIA   CONTE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE CANCELLARE ISRAELE E' ANTISEMITA

''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE

giovedì 16 gennaio 2020
A dieci giorni dalla ricorrenza del Giorno della Memoria in omaggio alle vittime dell'Olocausto, la Lega ha organizzato a Roma il convegno 'Le nuove forme dell'antisemitismo'. A Palazzo Giustiniani,
Continua
 
UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL BUCO-BREXIT DI 15 MLD/ANNO

UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL

lunedì 13 gennaio 2020
LONDRA - Pochi giorni fa, il parlamento britannico ha approvato a larga maggioranza la legge che stabilisce che la Gran Bretagna lascera' definitivamente l'Unione Europea il 31 Gennaio del 2020. Al
Continua
CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI E FORMARE FAMIGLIE

CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI

martedì 7 gennaio 2020
LONDRA - Negli ultimi anni, in diversi Paesi e' aumentato il numero di coloro che sono contrari al libero movimento delle persone all'interno della UE in quanto questa politica ha visto le nazioni
Continua
 
GOVERNO TEDESCO TRABALLA, CSU PROPONE UN ''RIMPASTO'' SOSTITUENDO INNANZITUTTO IL MINISTRO DELL'ECONOMIA (CRISI IN ARRIVO)

GOVERNO TEDESCO TRABALLA, CSU PROPONE UN ''RIMPASTO'' SOSTITUENDO INNANZITUTTO IL MINISTRO

martedì 7 gennaio 2020
BERLINO - In vista delle elezioni che si terranno in Germania nel 2021, e' necessario "un rimpasto e un ringiovanimento" del governo federale, attualmente formato dalla Grande coalizione tra Unione
Continua
LOMBARDIA, APPROVATO IL BILANCIO 2020-2022. FONTANA E CAPARINI: ''TAGLIO TASSE E INVESTIMENTI IN SANITA' E TRASPORTI''

LOMBARDIA, APPROVATO IL BILANCIO 2020-2022. FONTANA E CAPARINI: ''TAGLIO TASSE E INVESTIMENTI IN

martedì 17 dicembre 2019
Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in una nota commenta l'approvazione da parte del Consiglio regionale del bilancio di previsione 2020-2022, della legge di stabilita' e del
Continua
 
RICICLAGGIO SOLDI DELLA NDRANGHETA: GDF SEQUESTRA 400 MILIONI AL ''RE'' DEL GAMBLING ANTONIO RICCI CON SOCIETA' A MALTA

RICICLAGGIO SOLDI DELLA NDRANGHETA: GDF SEQUESTRA 400 MILIONI AL ''RE'' DEL GAMBLING ANTONIO RICCI

martedì 17 dicembre 2019
Beni per 400 milioni di euro sono stati sequestrati dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e da personale del Servizio Centrale Investigazione Criminalita'
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
RICICLAGGIO SOLDI DELLA NDRANGHETA: GDF SEQUESTRA 400 MILIONI AL ''RE'' DEL GAMBLING ANTONIO RICCI CON SOCIETA' A MALTA

RICICLAGGIO SOLDI DELLA NDRANGHETA: GDF SEQUESTRA 400 MILIONI AL ''RE'' DEL GAMBLING ANTONIO RICCI
Continua

 
CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI E FORMARE FAMIGLIE

CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua

CONTE & PD & M5S VOGLIONO ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE

13 gennaio - ''Il governo, il presidente del consiglio, il Pd, annunciano che faranno
Continua

ECCEZIONALE OPERAZIONE ANTIDROGA DELLE FIAMME GIALLE: 333 KG DI

13 gennaio - GENOVA - Eccezionale operazione anti droga delle Fiamme Gialle. La
Continua

GOVERNO BRITANNICO: MOLTO PREOCCUPANTI NOTIZIE MISSILE CONTRO

9 gennaio - Il governo britannico sta esaminando le notizie ''molto preoccupanti''
Continua

PRESIDENTE ORBAN: PRONTI A LASCIARE IL PPE (ADDIO MAGGIORANZA PER

9 gennaio - BUDAPEST - ''Il Ppe, nella sua forma attuale, non interessa al mio
Continua

LA BCE: UNICA MONETA A CORSO LEGALE E' IL DENARO CONTANTE (DITELO A

9 gennaio - ''La Bce ricorda agli incompetenti del governo Pd-M5S che l'unica moneta
Continua

MATTEO SALVINI: CONTE NON SI AZZARDI A FAR RIPARTIRE LA MISSIONE

8 gennaio - ''L'Ue non tocca palla ne' in Libia ne' in Medio Oriente, ma ora
Continua

CROLLANO GLI ORDINI INDUSTRIALI IN GERMANIA: -6,5% NEL 2019 (MAI

8 gennaio - BERLINO - A novembre gli ordinativi all'industria manifatturiera sono
Continua

LA FAMIGLIA RIVA AVEVA FATTO ENORMI INVESTIMENTI NELL'EX ILVA 1 MLD

7 gennaio - MILANO - Nella gestione dell'Ilva di Taranto da parte della famiglia
Continua

CROLLA L'INFLAZIONE NEL 2019 IN ITALIA (DA 1,2% A 0,6%) STAGNAZIONE

7 gennaio - Il tasso d'inflazione per il 2019 si attesta allo 0,6%, un valore
Continua
Precedenti »