69.968.030
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

JOE BIDEN DA VICE DI OBAMA ''INTERVENNE'' IN UCRAINA PER FAR CACCIARE IL GIUDICE CHE STAVA INDAGANDO SU SUO FIGLIO

martedì 21 maggio 2019

NEW YORK - L'ex vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ha formalizzato la propria candidatura in vista delle elezioni presidenziali 2020, e appare ad oggi il candidato di punta del Partito democratico, osannato dalla stampa italiana che lo presenta come il "salvatore" dell'America,  dovra' prepararsi a rispondere ad dure accuse di conflitto d'interessi e di intesse privato, addirittura della sua famiglia, relative alle sue pesanti intromissioni sul governo ucraino.

Il quotidiano "New York Times" ricorda che nel marzo 2016, l'allora vicepresidente Usa, vice di Obama, visito' Kiev e minaccio' la revoca di garanzie Usa sul debito ucraino per 1 miliardo di dollari, nel caso il governo di quel paese non avesse rimosso l'allora procuratore generale accusato dallo stesso Biden apertamente di corruzione.

La campagna di pressione di Biden funziono', e il parlamento ucraino voto' per esautorare il procuratore. Tutto bene, quindi? Per nulla. Il duro intervento di Biden, presentato dalla stampa internazionale - italiana inclusa - come prova del rigore contro i corrotti dell'amministrazione Obama, in realtà celava scopi ben differenti e opposti.

Infatti, il procuratore generale ucraino accusato dal vicepresidente Biden di essere un "corrotto" in realtà era intento ad indagare per corruzione e criminalità organizzata su una compagnia energetica, Burisma Holdings nel cui consiglio di amministrazione sedeva il figlio minore del vicepresidente Usa, Hunter Biden.

Hunter Biden, laureato a Yale, aveva servito nei consigli di amministrazione di Amtrak e di diverse ong e think tank, ma non aveva alcuna esperienza dell'ucraina, e pochi mesi prima della sua nomina nella board di Burisma Holdings era stato congedato dalla Riserva della Marina Usa per essere risultato positivo alla cocaina.

Per il suo ruolo dirigenziale in Burisma, concessogli dopo la crisi ucraina del 2014, Hunter Biden ha ricevuto un compenso di 50mila dollari al mese.

Joe Biden e la sua campagna affermano che l'allora vicepresidente abbia gestito le questioni relative all'Ucraina nell'interesse degli Usa, senza essersi mai informato o aver discusso il ruolo e le attivita' del figlio nell'economia di quel paese.

Il che, è evidente, è una bugia clamorosa.

Tempo fa, pero', sono emersi nuovi dettagli in merito alla vicenda, che hanno portato tra le altre cose alla riapertura delle indagini su Burisma. Le nuove informazioni rivelano che Hunter Biden e i suoi partner d'affari statunitensi sono stati parte di tentativi del consiglio di amministrazione di Burisma di cooptare figure del Partito democratico Usa negli interessi economici ucraini proprio mentre l'azienda energetica era oggetto di attenzioni giudiziarie. 

In questo modo, l'attuale candidato democratico che intenderebbe sfidare Trump alle prossime presidenziali riuscì a "risolvere" la faccenda in Ucraina: bastò accusare chi avrebbe accusato suo figlio di complicità in azioni criminali.

Redazione Milano


JOE BIDEN DA VICE DI OBAMA ''INTERVENNE'' IN UCRAINA PER FAR CACCIARE IL GIUDICE CHE STAVA INDAGANDO SU SUO FIGLIO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

JOE   BIDEN   USA   OBAMA   CORRUZIONE   TRUMP   ELEZIONI   UCRAINA   SCANDALO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA LEYEN LA NUOVA CAPA DELLA COMMISSIONE UE LA CAMPIONESSA DEL ''RIGORE'' E DEI ''TAGLI'' SI PAPPERA' 2.332.500 DI STIPENDI

LA LEYEN LA NUOVA CAPA DELLA COMMISSIONE UE LA CAMPIONESSA DEL ''RIGORE'' E DEI ''TAGLI'' SI

lunedì 22 luglio 2019
E' un fatto abbastanza risaputo che l'Unione Europea ami sprecare i nostri soldi, e sono davvero tanti, dato che l'Italia dà alla Ue sei miliardi di euro più di quanti ne riceva, e
Continua
 
INCHIESTA / ABBIAMO FATTO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SU ECONONIA SICUREZZA E LAVORO: L'ITALIA VA IL DOPPIO DELLA GERMANIA

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SU ECONONIA SICUREZZA E LAVORO: L'ITALIA VA IL

lunedì 22 luglio 2019
Fatto il giro di boa dell’anno, è tempo di bilanci per la politica economica del governo e, di riflesso, per l’economia del paese. Come ormai saprete, non passa giorno che i media
Continua
ACCORDO M5S-LEGA SU SICUREZZA: ''SEQUESTRO E CONFISCA NAVI CHE ENTRANO IN ACQUE ITALIANE A FRONTE DIVIETO''

ACCORDO M5S-LEGA SU SICUREZZA: ''SEQUESTRO E CONFISCA NAVI CHE ENTRANO IN ACQUE ITALIANE A FRONTE

giovedì 18 luglio 2019
Le navi confiscate perché entrate in acque territoriali italiane a fronte di un divieto di ingresso delle autorità potranno essere vendute. Lo prevede una riformulazione di vari
Continua
 
FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG OGGI IN PRIMA PAGINA: ''SALVINI VUOLE RIPRISTINARE LA GLORIA E L'ONORE DELL'ITALIA''

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG OGGI IN PRIMA PAGINA: ''SALVINI VUOLE RIPRISTINARE LA GLORIA E

martedì 16 luglio 2019
BERLINO - Fa una certa impressione, se si pensa che oggi campeggiava sulla prima pagina del principale quotidiano tedesco. "Con le sue politiche, il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini,
Continua
SOCIETA' MULTIRAZZIALE PROVOCA SOLO DANNI. L'ESEMPIO? PARIGI MESSA A FERRO E FUOCO DA BANDE DI MUSULMANI ALGERINI

SOCIETA' MULTIRAZZIALE PROVOCA SOLO DANNI. L'ESEMPIO? PARIGI MESSA A FERRO E FUOCO DA BANDE DI

lunedì 15 luglio 2019
LONDRA - Per capire il perche' la societa' multirazziale provoca solo danni basta guardare cosa succede in Francia dove immigrati musulmani di seconda e terza generazione trovano sempre delle scuse
Continua
 
INCHIESTA /  ABBIAMO FATTO LA ''SPENDING REVIEW'' ALLA UE COMINCIANDO DAL PARLAMENTO CHE COSTA 2 MILIARDI DI EURO L'ANNO!

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO LA ''SPENDING REVIEW'' ALLA UE COMINCIANDO DAL PARLAMENTO CHE COSTA 2

lunedì 15 luglio 2019
Una strana cortina pare scesa sull’unione europea: provate a digitare sui motori di ricerca “sprechi ue”, “sprechi dell’unione europea”, “inchiesta sugli
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO
Continua

 
ABBIAMO VINTO NOI! MARINE LE PEN ABBATTE MACRON, LA  NUOVA DESTRA NAZIONALISTA VINCE IN FRANCIA! ADDIO, OLIGARCHI UE!

ABBIAMO VINTO NOI! MARINE LE PEN ABBATTE MACRON, LA NUOVA DESTRA NAZIONALISTA VINCE IN FRANCIA!
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!